C'è il primo migrante positivo. Scatta l'allarme nei centri

L'uomo era ospite di una struttura per richiedenti asilo a Milano, già sanificata. Ricoverato all'ospedale militare

C'è un primo caso di coronavirus in un centro di accoglienza di Milano. Secondo quanto conferma la Prefettura, si tratterebbe di un giovane uomo ospitato nel Centro di accoglienza straordinaria di via Fantoli, in zona Mecenate, alla periferia est della città. Ed è allarme, anche perché molti dei centri che li ospitano sono strutture «aperte», decreti a parte, dove cioè le persone potevano uscire per andare a lavorare o svolgere le loro attività. Impossibile dunque sapere con quante persone sono entrati in contatto durante la loro giornata in queste settimane. Non solo, ieri è stato trovato positivo anche il primo clochard nei dormitori comunali milanesi.

Dal momento che l'uomo presentava sintomi sospetti, come la febbre, è stato sottoposto a tampone, risultando positivo. Il migrante è stato subito messo in isolamento e trasferito all'ospedale militare di Baggio, che a Milano è stato trasformato in un centro per la quarantena dei semplici positivi, che non possono stare in isolamento al domicilio perché homeless o che hanno una casa non adatta all'isolamento, se si vive con altre persone. Attualmente sono in cura a Baggio 8 civili ed 8 militari, grazie alla presenza di 7 ufficiali medici, 8 sottufficiali infermieri e 4 graduati per il supporto logistico.

L'isolamento è scattato in via precauzionale anche per le persone che avevano avuto rapporti stretti con il migrante. Ma è impossibile risalire a tutti i contatti che ha avuto. I locali della struttura sono stati sanificati, e in via precauzionale, è stata individuata un'altra sede dove sono stati trasferiti 80 dei 160 migranti del centro di via Fantoli, per evitare il sovraffollamento e aumentare le distanze di sicurezza.

Sempre nella giornata di ieri anche un senzatetto è stato trovato positivo in uno dei centri di accoglienza gestiti dal Comune di Milano. L'uomo, che presentava sintomi da Covid, dopo il risultato del test, è stato ricoverato all'ospedale Policlinico di Milano, mentre i suoi contatti diretti sono stati messi in isolamento, anche se nessuno presenta, al momento, sintomi. Il centro di accoglienza è stato chiuso e gli ospiti, una quarantina, sono stati trasferiti in un altro dormitorio.

Nonostante la tranquillità mostrata dalle istituzioni rispetto a questi due primi casi è prevedibile immaginare che il numero dei contagi tra senza tetto e migranti possa aumentare ancora e di molto. Anche perché, per esempio, a Roma «mentre famiglie e imprese da giorni seguono alla lettera le direttive del governo con spirito di sacrificio, in pieno centro tra negozi chiusi e strade deserte spiccavano assembramenti di extracomunitari senza alcuna protezione e senza rispettare la distanza di un metro l'uno dall'altro - denuncia il capogruppo di Fratelli d'Italia alla Camera, Francesco Lollobrigida che sulla sua pagina Facebook ha pubblicato la foto di alcuni extracomunitari alla fermata degli autobus in piazza Ara Coeli -. Per loro le regole non valgono? Ma dove sono i controlli?».

In giornata il sindaco di Milano Beppe Sala ha invitato tutti i cittadini ad «attenersi alle regole. Domenica ancora in tanti erano in giro e molti cittadini mi scrivono, lamentandosi. Non è il caso di mettersi gli uni contro gli altri, ma i comportamenti devono essere uniformi».

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

amicomuffo

Mar, 17/03/2020 - 18:18

lui all'ospedale militare...noi in ospedale normale, vi sembra giusto?

Ritratto di Legio_X_Gemina_Aquilifer

Legio_X_Gemina_...

Mar, 17/03/2020 - 18:20

AH NO! PRIMA GLI ITALIANI!

bernardo47

Mar, 17/03/2020 - 18:23

brutta faccenda questa.....molto brutta faccenda.

MOSTARDELLIS

Mar, 17/03/2020 - 18:24

E le ONG continuano a sbarcare clandestini e il Governo continua l'accoglienza...

jaguar

Mar, 17/03/2020 - 18:35

Per la soluzione del problema migranti infettati, interpellare chi li ha fatti entrare.

Marcolux

Mar, 17/03/2020 - 18:45

la frittata è fatta! Ora fuori dagli ospedali tutti gli italiani e assistenza esclusiva agli africani clandestini. Forza PD!

Darth

Mar, 17/03/2020 - 18:45

Anche per questo dico che la strategia seguita dal governo è assurda: ma con centinaia di migliaia di immigrati irregolari che se ne girano incontrollati nel Paese (tra parentesi, chissà dove saranno quelli che fino alla settimana scorsa erano sempre davanti ai supermercati...), che cosa speri di contenere? Anche qualora si dovessero fermare i contagi, dopo aver dissanguato l'economia, il giorno dopo potremmo ritrovarci d'accapo nella stessa situazione, senza manco sapere a chi dir grazie. E con l'economia disastrata, per di più.

robik51

Mar, 17/03/2020 - 18:45

Avanti buonisti anti Salvini. E adesso come la mettiamo? Visto che questi "migranti" sono liberi di andare ovunque, come faremo a sapere con chi sono stati a contatto? Altri focolai di infezione che vanificano gli sforzi del personale sanitario. W l'accoglienza indiscriminata

moichiodi

Mar, 17/03/2020 - 18:48

Sarà stato in Cina

SPADINO

Mar, 17/03/2020 - 18:49

I MIGRANTI DOVREBBERO DENUNCIARE LE ONG PER AVERLI PORTATI IN ITALIA.

Ritratto di mbferno

mbferno

Mar, 17/03/2020 - 18:53

I barconi carichi di finti profughi continueranno ad assaltare le nostre coste,oppure come d'incanto saranno cessate guerre,persecuzioni,carestie ed ogni altro pretesto?

Anticomunista75

Mar, 17/03/2020 - 18:53

ecco...sigillare subito i confini, non possiamo curare anche questi.

giovanni61

Mar, 17/03/2020 - 19:05

Sala sei un genio, ma non potevi startene nella lampada?

Ritratto di teseiTeseo

teseiTeseo

Mar, 17/03/2020 - 19:24

E te credo vivono e dormono in cameroni ammassati, c'era da aspettarselo... Sono situazioni che devono essere utilizzate provvisoriamente, vanno rimpatriati alla svelta per loro sicurezza tutti quelli che non sono profughi di guerra, ed alla svelta.

zen39

Mar, 17/03/2020 - 19:33

E' la prima vera brutta notizia per la sinistra. Tragedia, dobbiamo chiudere i porti,si salvi chi può !!!!! E le "risorse" che sono qui le rispediamo ? Povere ONG farete la fame salvo che non vi mettiate al servizio dello Stato italiano per dare una mano (fa anche rima).

Ritratto di risorgimento2015

risorgimento2015

Mar, 17/03/2020 - 19:41

Sarebbe bello anche sapere ;quanti degli ammalati e` morti ,sono quelli che sono immigrati regolari (per dire) . Ho una sensazione che siano una grande quantita ..percio un peso per la Sanita..non risorze...( Ho una certa esperienza avendo lavorato in ospedale in Nord Europa. !!

Ritratto di Gius1

Gius1

Mar, 17/03/2020 - 19:46

non vedo dove sta il problema. Svuotare gli ospedali dove ci sono gli italiani e curare i migranti, poverini, dato che sono loro che ci pagano la nostra pensione e se noi non la prenderemo , aiutano lo stato.

timoty martin

Mar, 17/03/2020 - 19:54

Ringraziamo tutti gli irresponsabili che li hanno lasciati entrare /aiutati ad entrare! e che ci chiedono pure di mantenerli. Questa ragione sufficente per respingere tutti gli arrivi.

ginobernard

Mar, 17/03/2020 - 20:29

la colpa è soprattutto della chiesa ... sono loro gli sponsor di questa immigrazione che stiamo pagando carissima Non si trovano soldi per la sanità ma per i migranti sempre ... chissà come mai eh ?