Case cantoniere requisite per i profughi Il Trentino in rivolta contro l'accoglienza

E in fabbrica si «assumono» solo stranieri, gli italiani all'ultimo posto

Trento In Trentino le abitazioni private messe a disposizione dei richiedenti asilo non bastano più, così la provincia passa ad interessarsi alle case cantoniere come future sedi per i profughi. Questo è quanto emerge dall'interrogazione provinciale depositata dal consigliere Claudio Civettini, a seguito del sopralluogo fatto nei giorni scorsi nella la casa cantoniera di Masi di Avio. Già da tempo il sindaco di Avio, alla richiesta della Provincia Autonoma di Trento di trovare alloggi per profughi e richiedenti asilo, aveva risposto picche. Sembrava che la PAT si fosse, quindi, rassegnata ma in questi giorni torna alla carica questa volta però aggirando il problema, vale a dire semplicemente bypassando l'amministrazione comunale. Insomma quando i numeri lo richiedono, la tanto decantata strategia tridentina di spalmare sul territorio i profughi in collaborazione con gli enti locali, al fine di integrare nelle comunità il contingente di richiedenti asilo assegnati, può passare in secondo piano. È così che, senza che nessuno sapesse nulla, il Sindaco si è trovato presso la casa cantoniera di Masi di Avio i tecnici della provincia oltre che i Vigili del Fuoco, per controllare l'agibilità della struttura. Pare, anche se nessuna conferma è arrivata ancora dalla Provincia Autonoma di Trento, che alla piccola ma molto coesa comunità di Avio siano destinati circa una ventina di richiedenti asilo, evenienza che al di là del numero, che emerge dall'interrogazione, il sindaco definisce «quantomeno preoccupante», perché senza ombra di dubbio una frazione di meno di una cinquantina di abitanti ne risulterebbe totalmente disgregata.

«D'altronde - spiega il sindaco Secchi - il territorio di Avio ha affrontato negli ultimi anni numerosi problemi, prima di tutto di natura economica per la penuria di lavoro e, di certo, andare ad inserire migranti di cui non conosciamo la storia non è una cosa positiva. Nella cittadina già risiedono stabilmente numerosi immigrati che, avendo scelto loro di venire, non hanno mai dato alcun problema ma anzi si sono perfettamente integrati nel tessuto sociale. Inserire forzatamente persone che nemmeno vogliono integrarsi è una scelta scellerata». Ma al di là di queste problematiche che investono indistintamente tutto il territorio nazionale, non si può non riflettere sulla singolare scelta di utilizzare le case cantoniere; dopo i numerosi bandi pubblicati dalla Pat per sistemare in abitazioni private i richiedenti asilo, se ci si spinge fino al punto di acquisire le case cantoniere per dare un tetto ai migranti, vuol dire che il modello trentino non sta dando i frutti sperati e che l'intero sistema potrebbe essere vicino al collasso.

D'altronde in Trentino «ci sono oltre 170 amministrazioni comunali, in pochissimi abbiamo espresso formale dissenso all'arrivo dei profughi e vista la condanna degli altri sindaci mentre io tutelavo la mia comunità, ora siano pronte le altre amministrazioni a dare accoglienza - conclude Secchi -, non vedo perché forzare la mano proprio ad Avio».

Intanto mentre i problemi legati alla disoccupazione sono tutt'altro che risolti, il Cinformi continua a proporre alle aziende trentine di prendere come tirocinanti non retribuiti giovani extracomunitari a costo zero per inserirli nel mondo del lavoro. All'ultimo posto rimangono sempre e comunque gli italiani.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di bracco

bracco

Dom, 10/09/2017 - 08:34

I governatori che fanno di nome Rossi sono una disgrazia sociale, vedi oure quello della Toscana rosso di nome e di fatto. Trentogovrnata dalla sinistra è diventata una città africana con tutto il suo degrado, esci dalla stazione e ai la sensazine di vivere dall'altra parte del mediterraneo

killkoms

Dom, 10/09/2017 - 08:39

voi volete le case popolari (costruite con le tasse che pago) mentre io ho altri 17 anni di mutuo trentennale!!

01Claude45

Dom, 10/09/2017 - 09:18

Le "CASE CANTONIERE" come qualsiasi edificio pubblico, sono stati COSTRUITI CON I SOLDI DEGLI ITALIANI, NON DEI POLITICI ora al governo ILLEGITTIMO, per cui se devono essere riutilizzati, e sarebbe ora, DEVONO ESSERE DESTINATI a chi li ha pagati: agli ITALIANI.

Albius50

Dom, 10/09/2017 - 09:26

Nel 1800 i KUNTAKINTEN servivano x raccogliere tabacco e cotone ora servono x coprire posti a BASSO PREZZO; tutto questo è dovuto alla politica scellerate della CGL e CISL E DELLA SINISTRA che hanno sempre aiutato le grandi aziende PUBBLICHE E PRIVATE a discapito dei lavoratori delle piccole e medie imprese considerati di serie B

giancristi

Dom, 10/09/2017 - 09:29

Basta con l'uso del termine "profughi". Sono al 95% clandestini! Si speriamo che arrivi al potere Salvini e che si comincino ad usare le maniere dure, espellendo i non aventi diritto. Altro che case cantoniere! Espulsioni di massa!

VittorioMar

Dom, 10/09/2017 - 09:30

...CHI PAGA LE UTENZE ED I SERVIZI...????.....MA LA REGIONE A STATUTO SPECIALE E AUTONOMA !!

Cheyenne

Dom, 10/09/2017 - 09:33

povera italia

dot-benito

Dom, 10/09/2017 - 09:46

MANDATE A CASA I CLANDESTINI NON SONO PROFUGHI MA CON QUESTA SINISTRA DEMENTE PURTROPPO CI MANDANO VIA NOI

AndreaT50

Dom, 10/09/2017 - 09:55

Strano che una regione bellissima sia governata malissimo (per quanto riguarda l'immigrazione); vediamo alle prossime regionali come andrà.

exsinistra50

Dom, 10/09/2017 - 09:57

Ci sono italiani che non riescono più a pagare il mutuo, la disoccupazione giovanile è in aumento, c'è gente italica che mangia nelle mense e dorme in macchina e qui leggo che si premurano per dare le case ai "clandestini" ?

Ritratto di mbferno

mbferno

Dom, 10/09/2017 - 09:58

Vedrete sinistri quante legnate sul groppone vi riserveranno i cittadini che vi ostinate a non ascoltare e ignorate completamente. Contenti voi.

Ritratto di Marcello.508

Marcello.508

Dom, 10/09/2017 - 10:14

Il Trentino è una bella regione, soprattutto in estate ci sono stato diverse volte, però questi eventi mi lasciano senza parole.

venco

Dom, 10/09/2017 - 10:21

Immigrati clandestini che vengono a pretendere quel che vogliono NON è ammissibile.

venco

Dom, 10/09/2017 - 10:27

Se c'è bisogno di lavoratori stranieri si fanno arrivare in regola e si pagano in regola, questa è semplice legalità

fifaus

Dom, 10/09/2017 - 10:28

Il problema si risolve con il blocco definitivo degli arrivi e con gli immediati rimpatri

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Dom, 10/09/2017 - 10:41

Ma se i flussi si sono contratti, come i media di stato vogliono farci credere, perchè continuare con le requisizioni di immobili sul territorio?

Solander

Dom, 10/09/2017 - 10:41

Posseggo un immobile nel Trentino e non essendo residente, pago una infinità di tasse. parlando con gli abitanti del paesello, espressi il desiderio di mettere a reddito tale immobile dando la disponibilità al comune di ospitare i cosiddetti richiedenti asilo, la maggior parte dei residenti mi hanno messo sull'avviso, se non vuoi trovarti un mucchio di cenere al posto della casa, lascia perdere questa idea malsana.

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Dom, 10/09/2017 - 10:43

Esci dal tuo silenzio, Raoul. Illuminaci sulla realtà di Trento. Al di là di quella del Santa Chiara...

Userlaser

Dom, 10/09/2017 - 10:55

La distinzione fra clandestini e profughi è una stupidaggine, una invenzione stravagante.Gli stranieri si possono dividere solo fra graditi e sgraditi.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Dom, 10/09/2017 - 11:01

Se continuano ad arrivare all'infinito, siam ogià al collasso. Forse è questo che non vogliono capire i parrucconi.

Una-mattina-mi-...

Dom, 10/09/2017 - 11:02

SIAMO IN BALIA DELLE COSCHE IMMIGRAZIONISTE CHE INNEGGIANO AL CROLLO DELLA CIVILTA'

cameo44

Dom, 10/09/2017 - 11:09

Perchè queste case cantonire le caserme e tanto altro ancora non le danno ai tanti senzatetto Italiani? abbiamo un classica politica che a tutto pensa tranne agli Italiani hanno il coraggio di criticare gl Stati che si rifiutano di accogliere questi clandestini mentre sono da elogiare dato che fanno quello che un loro preciso dovere difen dere i propri cittadini ed il loro terriotrio quello che non fa lo Stato Italiano si vede dietro questi sbarchi che non servono a sal vare vite umane basta vedere i tanti morti ma solo a fare fare af fari ai soliti amici i tanti scandali anche se se ne parla poco o nulla lo dimostrano

Ritratto di Giano

Giano

Dom, 10/09/2017 - 11:28

C’è solo una soluzione; clandestini fuori dall’Italia, con le buone o le cattive.

mutuo

Dom, 10/09/2017 - 11:35

L'immigrazione è un grossissimo problema che solo le menti perverse dei sinistri non riescono a capire. Ma non dovrebbe esistere invece il problema collocamento degli immigrati. Sono tantissimi i Sindaci favorevoli all'accoglienza come lo è la stragrande maggioranza della gerarchia Cattolica. Alloggiamo i clandestini nelle strutture religiose e nei comuni dei sindaci tanto ospitali. Di Ipocriti però il mondo è pieno, accoglienti fino a quando non se li ritrovano vicino casa.

OneShot

Dom, 10/09/2017 - 11:37

Il Trentino ha votato in blocco per PD, credo spinti più dalla pressione dei media che non per altro. Avessero acceso il cervello invece della TV probabilmente avrebbero capito che il PD era interessato decisamente ad altro ripetto a quelli che sono da sempre i valori delle persone che vivono in regione, senso della comunità, educazione civica, lavoro, autonomia... Ora si trovano invasi da profughi, Trento sembra una cittadina nord africana, anzi peggio perchè al loro paese questa gente non si comporta così. I trentini con un po' di ritardo ora se ne accorgono, spero non sia troppo tardi.

OneShot

Dom, 10/09/2017 - 11:39

Miei cari Trentini... il PD l'avete votato voi...

jaguar

Dom, 10/09/2017 - 11:54

Per i profughi propongo di requisire le case di chi li ha voluti in Italia. Poi in fabbrica si assumono solo stranieri, perchè gli italiani vogliono essere pagati.

VittorioMar

Dom, 10/09/2017 - 12:41

...MA LE CASE CANTONIERE NON SONO STATE COSTRUITE IN UN CERTO PERIODO STORICO ?..ED HANNO ANCORA L'ABITABILITA'??...MA QUALCUNO NON AVEVA DETTO DI ABBATTERLE ??...QUANDO SI FA' DI NECESSITA'..VIRTU'!!

Iacobellig

Dom, 10/09/2017 - 13:07

FANNO BENE QUELLI DEL TRENTINO. RESISTERE CON OGNI MEZZO!

Iacobellig

Dom, 10/09/2017 - 13:08

VADANO A CASA DELLA BOLDRINA DI RENZI DELLA BOSCHI E DI ALTRI SOSTENITORI PRO-MIGRANTI.

Ritratto di Raperonzolo Giallo

Raperonzolo Giallo

Dom, 10/09/2017 - 13:28

Quando questo sagace governo finirà di pagare a peso d'oro milizie, paramilitari e contractor mafiosi che attualmente fermano le partenze dalla Libia (e che ovviamente, come in tutti i ricatti, raddoppieranno presto i prezzi del loro "impegno"), ricominceranno gli sbarchi epocali, quindi, cari trentini, preparatevi perché quello che accade adesso lo avrete, come tutti noi, moltiplicato per dieci.

Alessio2012

Dom, 10/09/2017 - 13:36

Gli italiani ormai non hanno più le palle... è finita.

handy13

Dom, 10/09/2017 - 13:39

...e poi fanno i paragoni con gli immigrati italiani che andavano in america,....

antonmessina

Dom, 10/09/2017 - 13:44

schifo italiano !

Divoll

Dom, 10/09/2017 - 14:11

Anche gli ITALIANI vogliono le case popolari. Non solo, ma ne hanno anche DIRITTO, in quanto loro, i loro genitori e i loro nonni le hanno pagate con le loro tasse in oltre 60 anni. Gli ultimi arrivati, se non vngono da paesi in guerra, la casa ce l'hanno nel proprio paese. E se la vogliono, non hanno che da tornarci.

Trentinowalsche

Dom, 10/09/2017 - 14:12

Il principale responsabile, dopo il presidente Rossi,è un consigliere del PD, tale Luca Zeni. In questi giorni è impegnato, con l'appoggio colpevole dei giornali locali, a sminuire, se non nascondere, la causa dell'immigrazione incontrollata della morte di malaria della piccola Sofia.Si tratta di persona moralmente inqualificabile,capace di ogni nefandezza...

gonggong

Dom, 10/09/2017 - 14:45

bisogna votare SALVINI , se vogliamo salvare la nostra ITALIA e lo dico dal profondo sud, basta PD E SINISTRA ,CI HANNO DISTRUTTO quindi bisogna mandarli a casa SUBITO!!!!!!!!!

ginobernard

Dom, 10/09/2017 - 14:56

Come fa Salvini ad avere solo il 15 % ??? In un paese razionale dovrebbe avere la maggioranza assoluta Persino Minniti lo capisce Di che prova c'è ancora bisogno io onestamente non lo so L'unico sano in mezzo a dementi

il nazionalista

Dom, 10/09/2017 - 15:02

E perché no?? Le case popolari costruite dallo Stato Italiano si progetta di darle agli stranieri - AL 90% ALMENO, CLANDESTINI PARASSITI E FANCAZZISTI!! Creando pure corsie privilegiate per l' accesso al lavoro, sempre per i colonizzatori spediti qui dall' africa!! Gli Italiani possono star disoccupati e vivere in auto o ospiti di parenti; oppure, se vogliono la casa, che se la comprino o ne paghino l' affitto!! E zitti! Il loro compito è solo quello di PAGARE una galassia di tasse: una parte delle quali - MOLTO PICCOLA! - servirà a costruire appunto le case popolari, che a loro non verranno MAI assegnate!!

Ritratto di Lorenzo1961

Lorenzo1961

Dom, 10/09/2017 - 15:13

concordo, caro giornalista sono CLANDESTINI! Case cantoniere costruite con soldi degli italiani, fateli tornare a casa loro con buone o cattive maniere

Malacappa

Dom, 10/09/2017 - 16:16

Vergognatevi trentini prima gli italiani

Ritratto di tomari

tomari

Dom, 10/09/2017 - 16:35

E Raul Pontalti, cosa dice? Non abbiamo più il piacere selle sue filippiche! Raul, se ci sei, pesta sulla tastiera...sentiamo la tua mancanza!

Malacappa

Dom, 10/09/2017 - 17:03

Scusate trentini volevo dire vergognatevi governo regione e impresari che assumono stranieri per pagarli meno traditori.

Raoul Pontalti

Dom, 10/09/2017 - 17:16

Confratello mio Menabellenius devi sapere che l'ottimo amico e camerata Federico Secchi sindaco di Avio è così sensibile e premuroso nei confronti della popolazione amministrata (nella quale si annovera il duce supremo della Lega Nord del Trentino che sostiene la la Giunta comunale del buon Federico) da ritenere che la presenza 20 sedenti profughi in una casa cantoniera di proprietà della Provincia autonoma (non viene dunque requisita posto che l'autorequisizione non è stata ancora inventata) possa contribuire “a disgregare una comunità “ di nemmeno 50 abitanti in 8 case sparse su qualche centinaio di ettari (Masi di Avio e maso significa all'ingrosso casa colonica isolata), non considerando che contro lo straniero si può riaggregare quella comunità locale che demografia e geografia hanno disaggregato. Trattasi in sintesi di querelle tardoestiva di sapore elettorale.

magnum357

Dom, 10/09/2017 - 18:30

Tirocinanti a costo zero ? Ecco il nuovo schiavismo pdiota !!!!!!!!!

dare 54

Dom, 10/09/2017 - 19:00

"... proporre alle aziende trentine di prendere come tirocinanti non retribuiti giovani extracomunitari a costo zero per inserirli nel mondo del lavoro.". AHI AHI AHI! Ci risiamo: oggi tirocinio a costo zero, domani sarà lavoro a basso costo. Poveri Lavoratori italiani. Dateci le elezioni!

il sorpasso

Dom, 10/09/2017 - 20:01

Ma chi comanda in Trentino? Boh forse i soliti ....

giovanni951

Dom, 10/09/2017 - 20:38

ma quel cartello chi lo ha scritto? i catto o i com?

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Dom, 10/09/2017 - 22:12

Ingestibile una cosa senza soluzione di continuità.

Ritratto di adonf

adonf

Dom, 10/09/2017 - 22:47

@ Solander : naturalmente sei andato a sporgere denuncia alle autorità.

Ritratto di saròfranco

saròfranco

Lun, 11/09/2017 - 00:13

Raoul Pontalti 17.16: mi sembra di sentire puzza di autogol. 1) 20 "profughi" in una casa cantoniera: non so quanto sia grande, ma conoscendo le case cantoniere delle ferrovie, dovrebbe trattarsi di edificio mono/bi familiare. Non staranno un po' stretti? 2) 20 "profughi" non possono contribuire “a disgregare una comunità“ di nemmeno 50 abitanti? Non si era parlato di un tre per mille? Capisco gli arrotondamenti, ma qui si arriva al 40%. Siamo sicuri che l'impatto sulla comunità sia tollerabile? 3) i 50 abitanti risiedono in 8 case sparse su qualche centinaio di ettari. Ci troviamo quindi in una zona praticamente disabitata, con case a magari qualche chilometro una dall'altra, dove la possibilità di uscire di casa e scambiare due chiacchiere con i vicini è puramente ipotetica. Bel modo di integrare questa gente (ammesso che si vogliano integrare).

Ritratto di saròfranco

saròfranco

Lun, 11/09/2017 - 00:19

Vogliamo le case popolari. A me, sin da piccolo, hanno insegnato la storiella dell'erba voglio. Va bene che questi hanno una cultura diversa, ma ci sono entrati in casa senza neanche chiedere permesso ed ora "vogliono". Se non li sopporto, è colpa mia?

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Lun, 11/09/2017 - 06:06

Tutta Italia si lamenta, soprattutto della gestione dei migranti voluta dal PD, che sembra una cosa nefasta. Domanda: perchè tutti rivotano il PD? Masochismo o interesse?