Casi in calo: sono 3.455. Così pochi il 6 ottobre

Un altro bollettino rassicurante quello di ieri, che registra un numero di contagi davvero ridotto: 3.455

Casi in calo: sono 3.455. Così pochi il 6 ottobre

Un altro bollettino rassicurante quello di ieri, che registra un numero di contagi davvero ridotto: 3.455. Vero che si trattava di un lunedì, il giorno della settimana più «soft» perché riporta i dati domenicali, ma è comunque ben inferiore allo stesso giorno della settimana precedente (5.080) e soprattutto è il numero più basso dal 6 ottobre, quando furono 2.677 ma la curva era in aumento. L'indice di contagio è del 2,91 per cento rispetto ai 118.924 tamponi effettuati. Il numero dei morti torna sopra quota cento: sono 140 i decessi, ma la tendenza è comunque in calo. Sempre più liberi gli ospedali, che registrano 13.778 ricoverati totali (-135), dei quali 12.024 in reparti ordinari (-110) e 1.754 in terapia intensiva (-25). Il tasso di occupazione dei reparti di emergenza da parte dei pazienti Covid è del 19,43 per cento, molto inferiore al 30 per cento considerato il livello di guardia. Anche la Lombardia, a lungo fuori controllo, è ormai in sicurezza al 26,20 per cento. Il dato più alto è ancora quello della Toscana con il 29,86 per cento. I contagi totali dall'inizio dell'emergenza sono 4.162.576, i contagi attivi 322.891.

L'incidenza dei contagi, ovvero il numero di casi settimanali ogni 100mila abitanti, scende ancora: 77,66 ogni 100mila abitanti, calcolato rapportando i 46.317 contagi degli ultimi sette giorni alla popolazione italiana (59.641.488). Ci avviciniamo alla «frontiera» dei 50 casi, considerata necessaria per riattivare il tracciamento dei casi.

Commenti