Quella rissa delle toghe in chat "Ius soli? Così vince la destra..."

Luca Palamara intercettato dal trojan mentre scrive al magistrato Paolo Auriemma. Il capo della procura di Viterbo: "È una marchetta al Pd"

Il caso Palamara continua a far discutere. Dalle intercettazioni delle chat dell’ex capo dell’Anm si evidenziano dettagli anche su una questione prettamente politica: lo ius soli. I messaggi certificano quanto il pm si interessasse alla questione. Nelle conversazioni con il collega Paolo Auriemma (capo della procura di Viterbo) - scrive La Verità - si parla di ius soli, quella legge che dovrebbe garantire la cittadinanza a chi non ce l’ha: gli immigrati.

Luca Palamara difende la scelta del Pd di puntare su questa legge, attaccando Auriemma che si dice contrario a un’eventuale sanatoria. "A Paolo, non solo contro Renzi, ora anche leghista! Eh no questo è troppo". Auriemma piccato replica: "Sei favorevole? Qual è la ragione politica?". Palamara risponde: "Una sola, integrazione". È il 2 luglio 2017. Da circa un mese il dibattito è molto acceso nei Palazzi della politica.

Il 15 giugno, infatti, erano scaduti i termini per la presentazione degli emendamenti alla proposta di legge (spinta a tutta forza dalla sinistra) per il diritto di cittadinanza agli stranieri e, nei giorni in cui il trojan infilato dagli investigatori perugini nello smartphone di Palamara è attivo, sulla stampa non si parlava d’altro. Ma torniamo alle intercettazioni.

Auriemma scrive: "Oggi il sacerdote leggendo la prima lettura di domani ha detto che il profeta Ezechiele era ospitato, ma nello stesso tempo dava qualcosa e non si limitava a chiedere. Integriamo a colpi di legge gente che mette il cappuccio alle donne? Che non le fa studiare? Che non ha avuto l’illuminismo. Prima si integrassero poi si vede. Dell’integrazione non gliene frega niente a nessuno è una marchetta del partito democratico che fa sapendo che ha perso voti per conquistare quelli dei genitori dei minori che sono cresciuti in Italia". Mancinetti replica: "Parole su cui riflettere...".

Auriemma e Palamara anche in un’altra chat tornano sui temi di stretta attualità, come l’indagine per stragi di mafia del 1993. Silvio Berlusconi è indagato. Auriemma commenta: "Non bastava lo ius soli. Pure la strage per far vincere la destra. Con il contributo di Di Matteo". Palamara si interessa alla questione Berlusconi e chiede il nome del procuratore di Firenze: "Forse lo ricordi tu Paolo". Ma Auriemma gli risponde: "Non è colpa del procuratore di Firenze, ma di Palermo che ha mandato il fascicolo (Nino Di Matteo). Spero che il procuratore di Firenze affronti questa pagliacciata rapidamente".

Posta nella chat il link a un articolo di Repubblica su Berlusconi indagato per le stragi di mafia del 1993. Il servizio giornalistico riporta le intercettazioni del boss Giuseppe Graviano che, finite in un fascicolo aperto a Firenze, evocano il leader forzista come mandante. Torna anche sullo ius soli, ma non risparmia un colpo a Nino Di Matteo. Di Matteo all’epoca era ancora un pm della procura di Palermo. E fu lui, come abbiamo scritto, a segnalare all’ufficio giudiziario fiorentino il verbale ritenuto la chiave per riaprire le indagini che erano già state fatte, ma senza risultati concreti. Auriemma scrive: "Comunque lo ius soli bastava da solo a fare perdere le elezioni alla sinistra. Ora anche le indagini per mafia: un vero suicidio".

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

venco

Mer, 03/06/2020 - 10:07

Avete capito? le "toghe" in gran parte sono nemiche dell'Italia e degli Italiani, vogliono il totalitarismo, vogliono la nostra sottomissione alle élite massoniche mondiali.

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Mer, 03/06/2020 - 10:09

e oltretutto, dimostra pienamente e senza ombra di dubbio, che la magistratura è realmente POLITICIZZATA e serva del PD! viceversa, il PD è un partito asservito alla magistratura! non a caso, moltissimi magistrati sono TUTTI eletti nelle file di sinistra, qualunque orientamento, ma sempre a sinistra! rarissimi magistrati , come Casellati, sono di destra ! per di piu, senza neppure (grazie al cielo!) partecipare al banchetto della sinistra!!

Ritratto di giangol

giangol

Mer, 03/06/2020 - 10:20

gli italiani veri, non le zecche rosse, lo avevano capito. scoprite l'acqua calda

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Mer, 03/06/2020 - 10:28

Sembra che i delinquenti di sinistra siano da assolvere e gli innocenti imputati di destra siano condannati. Così non va.

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Mer, 03/06/2020 - 10:29

Sembra che i delinquenti di sinistra siano da assolvere e gli innocenti di destra siano da condannare. Così non va.

Ritratto di Iam2018

Iam2018

Mer, 03/06/2020 - 10:29

Però non sciogliamo il CSM, facciamo che siano loro a "rinnovarsi". Oppure facciamo in modo che sia un governo di sinistra a ristrutturarlo in modo che non cambi sostanzialmente nulla.

Marco-Marini

Mer, 03/06/2020 - 10:36

Nulla di nuovo, cose che gli italiani sanno da tempo, chi fa finta di non sapere e perché gli va bene così, l'importante è che governi la sinistra (a prescindere dalla volontà popolare), a qualunque costo! Il sistema è solido e quando viene un "pericolo da dstra" prima o poi si trova il modo di fermarlo.

Ritratto di gianky53

gianky53

Mer, 03/06/2020 - 10:36

Questi autentici rinnegati senza amor patrio se ne fregano di qualsiasi morale e salvaguardia del bene pubblico. Sono traditori che usano il grimaldello garantito dalla toga per compiere ogni malvagità, senza curarsi dei danni, usano il loro potere per soddisfare i propri interessi, le proprie ambizioni. Usano la toga come arma non convenzionale per sovvertire il potere democratico.

Giorgio Colomba

Mer, 03/06/2020 - 10:41

Che buona parte della magistratura fosse un verminaio di mestatori finalizzato ad interferire nella politica in favore della sinistra, era noto da sempre, quantomeno a chi osserva la realtà senza il filtro dell'ideologia. Oggi c'è solo il timbro sulla ceralacca.

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Mer, 03/06/2020 - 10:43

venco 10:07...Certo!La magistratura,con gli attuali meccanismi di assunzione,carriere,controlli,imposti da una Costituzione contorta,nata vecchia,essendo "stanziale"(30-40 anni stesso lavoro,70% e più proveniente da una stessa territorialità...),è sganciata dal tessuto reale-attuale,dalle "affinità" del POPOLO,non risponde in modo DIRETTO al POPOLO stesso(gli effetti di "casta", sono devastanti,con continue sentenze,atteggiamenti "stonati") La Magistratura(moderna),dovrebbe essere territorialmente elettiva,e per "affinità",intonata costantemente con il "senso comune maggioritario" del Popolo....Purtroppo la stragrande maggioranza di "italiani" non lo capisce,anzi è d'accordo su questa pretesa "indipendenza",ed un buon 30% di "italiani" non si esprime neppure....E' tutto dire!

amicomuffo

Mer, 03/06/2020 - 10:47

presi con le dita nella marmellata...che figuraccia!

leopard73

Mer, 03/06/2020 - 10:48

AVETE CAPITO CHE GIUSTIZIA ABBIAMO IN ITALIA!!! la legge è UGUALE per tutti!!!! Per favore.....

Ritratto di paràpadano

paràpadano

Mer, 03/06/2020 - 10:57

Non si deve difendere un bel niente, questo è un personaggio omertoso.

perriv49

Mer, 03/06/2020 - 11:05

Ma come mai quando Berlusconi voleva fare la divisione delle carriere,tutti contro? E come mai quando Berlusconi voleva fare la riforma della giustizia,tutti contro?Forse adesso gli italiani se ne accorgono.E' troppo tardi,ormai da cancro è diventata tutta metastasi.Buonanotte Italia.

ROUTE66

Mer, 03/06/2020 - 11:20

AVETE CAPITO,qua ce nè abbastanza per riscrivere la storia politica ITALIANA,dal 94 ad oggi. MA STATENE CERTI CHE TUTTO FINIRà IN UNA BOLLA DI SAPONE. Del resto a giudicare sono i COMPAGNI di chi deve essere GIUDICATO

cecco61

Mer, 03/06/2020 - 11:30

Sciogliere il CSM non basta. Ogni giorno che passa si scopre che tutte le inchieste e le indagini nei confronti della destra erano campate in aria e avevano il solo scopo di delegittimare di fronte all'opinione pubblica partiti legittimi e con la regia della sinistra. In un Paese civile andrebbe sciolto e indagato pure il PD intero (e partitini satelliti). Dalle stragi di mafia a Salvini, per non parlare delle coperture per le loro schifezze (MPS in testa).

Ritratto di ohm

ohm

Mer, 03/06/2020 - 11:51

Capite che quando si commentava molti lettori avevano già inquadrato in che razza di regime eravamo finiti!!!! Sembrava che il popolo potesse cambiare le sorti della propria Nazione ma in realtà i POTERI FORTI dettano e detteranno legge fino a quando non ci sarà una vera e propria rivoluzione mondiale magari un altro virus che dovrebbe decimare di 3/4 l'umanità...poveri noi!

silvano45

Mer, 03/06/2020 - 12:36

Nonostante siano stati in molti i magistrati a amministrare la ingiusizia italiana taroccando mandando avvisi di garanzia solo per politica e per mantenere i loro privilegi continuano a non vergognarsi e restano al loro posto e sono come le tre scimmiette.Tutti a casa w tutti sotto processo ma non giudicati dai compagni di merende.

pinco.grifo

Mer, 03/06/2020 - 12:50

Cazzo.. qui c'è ne abbastanza per fare una guerra civile contro comunisti e loro accoliti.

Divoll

Mer, 03/06/2020 - 13:05

Quanti "integrati" ospita Palamara a casa sua? In galera e buttare la chiave, ecco cosa merita questa gente che ha fatto strame sia della giustizia che delle leggi italiane.

Ritratto di ammazzalupi

ammazzalupi

Mer, 03/06/2020 - 13:10

@ pinco-grifo --- hai perfettamente ragione! Io sono della stessa partita: prima si fa e meglio sarà per gli ITALIANI ONESTI.

amicomuffo

Mer, 03/06/2020 - 13:40

come detto da qualcuno, devono essere giudicati da giudici militari...se no, troppo facile!

Ritratto di ohm

ohm

Mer, 03/06/2020 - 13:50

Ora mi chiedo.....chi deve giudicare il lavoro di quest agentaglia che non ha neanche il pudore di vergognarsi e di non farsi più vedere davnti agli italiani onesti....ANZI....VANNO ANCORA IN TELEVISIONE PR DIRE CHE LORO HANNO FATTO BENE E SONO ONESTI.....VERGOGNATEVI E SPARITE DALLA CIRCOLAZIONE ALTRIMENTI VELO DO IO LO STTAO DI DIRITOO ...VERGOGONATEVI PUSILLANIME E MILLANTATORI DELL'UMANITA' ...CHIANTE IL CAPO E FATE UN MIA CULPA....MENO MALE CHE C'E' QUALCUNO CHE VI GIUDICHERA' E LI' SI CHE CI FAREMO 4 RISTAE !

Ritratto di fergo01

fergo01

Mer, 03/06/2020 - 13:50

tra covid, attacchi all'italia, tasse, restrizioni, scandalo magistrati e pd colluso, ancora mi chiedo come sia possibile avere gente che sta dalla parte di pd o 5stalle....solo un cerebroleso

Ritratto di ex finiano

ex finiano

Mer, 03/06/2020 - 14:18

Non hanno vergogna!

Fjr

Mer, 03/06/2020 - 14:20

quanto aveva ragione Cossiga 12 anni fa!!!!

nexux

Mer, 03/06/2020 - 17:11

Pensare che questi sentenziano "IN NOME DEL POPOLO ITALIANO" mi manda veramente in bestia. andrebbero cacciati via tutti. chiediamo al burkina faso di gestire la nostra giustizia. lo farebbero sicuramente meglio

d'annunzianof

Mer, 03/06/2020 - 17:15

DEMOCRAZIA DIRETTA! Se i magistrati vogliono giudicare con l'ideologia, invece che applicare le leggi, che si presentino al popolo

Veterano

Mer, 03/06/2020 - 18:16

Ma questo si permette di definire il destino degli Italiani influenzando le scelte politiche economico sociali. Tipico del autoreferenzialismo del PD e dei pseudo-socialisti, che credono di avere sempre la verità assoluta e se ne fregano di quello che pensano gli altri, in particolare dei cittadini onesti che pagano le tasse, e senza volerlo, il loro immeritato stipendio.