Berlusconi assolto, Forza Italia esulta: "Trionfa la verità"

Gli azzurri, ma anche Lega e Fratelli d'Italia, hanno espresso grande soddisfazione per l'assoluzione di Silvio Berlusconi al processo Ruby-ter

Berlusconi assolto, FI esulta: "Trionfa la verità"

C'è grande soddisfazione per l'assoluzione con formula di piena di Silvio Berlusconi nel filone senese del processo Ruby-ter perché il fatto non sussiste. Tra i primi a esprimersi poco dopo la lettura della sentenza c'è stato Antonio Tajani, braccio dentro del presidente di Forza Italia, che sui suoi social ha scritto: "Berlusconi assolto a Siena nel processo Ruby ter perché il fatto non sussiste. Chi lo conosce non ha mai dubitato della sua innocenza. Quanto fango prima di arrivare alla verità".

Sia Matteo Salvini che Giorgia Meloni hanno telefonato a Silvio Berlusconi dopo l'assoluzione nel processo di Ruby ter a Siena, come confermano fonti di Forza Italia. "Felice per l'assoluzione di Silvio Berlusconi al processo Ruby ter. Il verdetto di oggi pone fine finalmente a un caso che durava da troppi anni. Al presidente di Forza Italia va il mio abbraccio affettuoso", ha detto successivamente la leader di Fratelli d'Italia. "L'ho sentito, gli ho fatto i complimenti. Sono felice per aver promosso il referendum sulla giustizia, non è possibile avere processi che durano fino a 20 anni. Ci sono 5mln di italiani che attendono giustizia. Sono contento per Silvio Berlusconi, ha fatto tanto per il Paese e non so quanti centinaia di provvedimenti giudiziari abbia subito, non so con quali costi", detto Matteo Salvini.

"Gioia per l'assoluzione del presidente Berlusconi a Siena. Ma anche amarezza per le ingiuste persecuzioni politico-giudiziarie subite dal nostro presidente e per processi che non dovevano nemmeno essere ipotizzati. Orgoglio di stare dalla parte di Berlusconi sempre! Al quale deve andare un enorme risarcimento morale e politico", ha sottolineato il senatore Maurizio Gasparri componente del comitato di presidenza di Forza Italia.

"'Il fatto non sussistè. L'assoluzione del presidente Berlusconi nel processo Ruby-ter segna la fine di un'ingiusta persecuzione giudiziaria. Un doveroso esito che ha portato a galla l'innocenza e la verità. Sempre dalla stessa parte. Dalla parte di Berlusconi", ha dichiarato Renato Brunetta ministro per la Pubblica amministrazione. "Nei processi si cercano prove a sostegno di fatti: la sentenza di oggi perchè 'il fatto non sussiste' è la 'prova', l'ennesima, dell'incredibile accanimento subito dal presidente Silvio Berlusconi. Giustizia, con sommo ritardo, è fatta", ha scritto in un tweet il sottosegretario alla Difesa e deputato di Forza Italia, Giorgio Mulè. "Finalmente si scrive la parola fine sul processo Ruby Ter. L'assoluzione del Presidente Berlusconi dimostra che ha sempre agito nella legalità e nel rispetto delle istituzioni democratiche. Per tutti noi e per la democrazia è una giornata di festa", ha commentato su Twitter il sottosegretario ai rapporti con il Parlamento Deborah Bergamini.

Perentorio il commento di Anna Maria Bernini, presidente dei senatori di FI: "L'assoluzione del presidente Berlusconi nel processo Ruby Ter è il logico epilogo di una vicenda giudiziaria che ha generato una micidiale gogna mediatica, una sentenza anticipata di colpevolezza smentita prima dai fatti e poi dai giudici di Siena, perché, semplicemente, il fatto non sussiste". Bernini ha proseguito: "Si chiude così un'altra pagina della persecuzione giudiziaria contro il leader del centrodestra, costruita su teoremi tanto infamanti quanto velleitari. Al presidente Berlusconi il mio più caloroso abbraccio e quello di tutti i senatori di Forza Italia. Da oggi siamo tutti più forti"

A stretto giro sono arrivate anche le dichiarazioni degli altri esponenti Azzurri, prima fra tutti Licia Ronzulli: "L’assoluzione del presidente Berlusconi perché ‘il fatto non sussiste’, come stabilito dal tribunale di Siena, è un’enorme gioa e, soprattutto, il giusto esito di una vicenda che, come questa sentenza dimostra, non si sarebbe dovuta prolungare così a lungo". La vicepresidente del gruppo di Forza Italia al Senato ha poi concluso: "È adesso chiaro che questo processo non aveva ragione d’essere e mi auguro che la decisone dei magistrati induca tutti quanti hanno strumentalmente cavalcato questa vicenda giudiziaria a fini politici a trincerarsi in un vergognoso, ma quanto mai opportuno, silenzio".

Da Twitter sono arrivate anche le parole del neoeletto presidente della Regione Calabria, Roberto Occhiuto: "Il presidente Silvio Berlusconi assolto nel processo cosiddetto Ruby-ter perché il fatto non sussiste. Noi non avevamo alcun dubbio. Finalmente, dopo tante illazioni e dopo tanti attacchi gratuiti, ecco la verità. In tanti dovrebbero riflettere e chiedere scusa al nostro leader". Il neo presidente del gruppo Forza Italia alla Camera, Paolo Barelli, ha espresso il suo pensiero tramite una nota: "L'assoluzione del nostro presidente Silvio Berlusconi è una notizia bellissima, motivo per tutti noi di grandissima gioia. Lo dico a nome mio e del gruppo di Forza Italia alla Camera, che ho l'onore di presiedere. Al tempo stesso, c'è il fortissimo rammarico per il dolore immeritato, per gli attacchi strumentali subiti, per gli anni perduti dietro a un processo costruito sul nulla - come noi non avevamo alcun dubbio che fosse - e terminato in una bolla di sapone".

Andrea Ruggieri, deputato di Forza Italia, ha lasciato il suo messaggio su Instagram: "Assolto perché il fatto non sussiste; tradotto: 'Cari pubblici ministeri, ma di che parlate?'. Per il Presidente Berlusconi, finalmente arriva l'ovvia e doverosa fine di un processo ridicolo che non sarebbe mai dovuto iniziare". Anche Giuseppe Moles, vice presidente dei senatori di Forza Italia e coordinatore regionale FI Basilicata, ha commentato la sentenza: "Grande contentezza e soddisfazione per la felice e giusta conclusione del processo di Siena. Un grande abbraccio al presidente Berlusconi". Con una nota, il coordinatore regionale di Forza Italia e Presidente dell'Assemblea Regionale Siciliana, Gianfranco Miccichè, ha dichiarato: "Felicità assoluta di tutta Forza Italia siciliana per l'ennesima assoluzione del Presidente, Silvio Berlusconi. Vorremmo evitare di assistere ancora a queste persecuzioni che si tramutano in assoluzioni. Mi auguro che al Presidente Berlusconi sia consentito di dedicarsi con serenità all'azione politica, poiché della sua presenza si sente un gran bisogno"

Il presidente della Liguria e cofondatore di Coraggio Italia, Giovanni Toti, sulla sua pagina Facebook, ha fatto il punto con amarezza: "Una notizia che restituisce fiducia nella giustizia l'assoluzione di Silvio Berlusconi al processo Ruby ter al tribunale di Siena. Una sentenza che però non ripaga troppi anni di ingiuste accuse. Un abbraccio al presidente". Soddisfazione anche dalla Lega. Oltre a Matteo Salvini, anche Francesco Scoma, deputato della Lega e componente dell'Ufficio di presidenza della Camera, si è espresso in merito alla sentenza: "Finalmente! Giustizia è stata fatta. L'assoluzione del presidente Berlusconi decretata oggi dal tribunale di Siena, dopo un accanimento giudiziario senza precedenti nella storia, compensa in parte la macchina del fango montata in questi anni. Quello che per tutti gli italiani è stato sempre evidente lo è ora per tutti".

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti