Conte ora si blinda e smentisce il rimpasto: "Avanti fino al 2023"

Dopo il voto il premier rilancia l'azione di governo: "Andiamo avanti con il programma. Rimpasto? Nessuno me lo ha chiesto..."

"Nessuno mi ha chiesto il rimpasto". Così Giuseppe Conte smentisce possibili cambiamenti nella squadra di governo. Non solo, ora il premier rilancia l’azione dell’esecutivo giallorosso, assicurando la volontà della sua maggioranza di andare avanti con l’agenda di governo, a partire dalla riforma fiscale, che dovrebbe essere delineata nei prossimi mesi: "Siamo al lavoro per una riforma del Fisco che ci permetta di arrivare ad un sistema più equo ed efficiente, è questo il momento di agire".

Insomma, nessun rimpasto all’orizzonte. Il presidente del Consiglio, chiamato a mediare tra il Partito Democratico e il Movimento 5 Stelle, assicura la comunione di intenti all’interno della maggioranza, cercando così di mascherare gli attriti e le velleità dei dem di Nicola Zingaretti. "La squadra di governo lavora su temi e strumenti per rilanciare e innovare il Paese, per renderlo più equo e inclusivo. Il rimpasto è una formula logora che rinvia all'esperienza dei governi del passato e di cui non avverto alcuna nostalgia. Ho una squadra che sta lavorando con concentrazione ed efficienza e mi ritengo pienamente soddisfatto. E in ogni caso do un'altra notizia: nessuno me lo ha chiesto", le sue parole rilasciate a La Stampa.

Il prossimo appuntamento chiave per il Conte-bis è il duplice bivio rappresentato dai 209 miliardi del Recovery Fund e dal Fondo salva-Stati. Sul Mes – tema molto caro al Partito Democratico, in pressing sul premier e sugli alleati per arrivare all’attivazione del Fondo – l’inquilino di Palazzo Chigi dice di non accettare veti: "Dobbiamo proseguire con un approccio pragmatico e valutare insieme se vi è un fabbisogno di risorse aggiuntive. In caso positivo esamineremo gli strumenti di finanziamento a disposizione, pubblicamente, coinvolgendo il Parlamento". Rimane però da risolvere l'impasse tra Pd e M5s, che sul Mes la pensano in modo diametralmente opposto.

Nella chiacchierata con il quotidiano di Torino il sedicente avvocato del popolo parla anche del proprio futuro, smentendo le voci sulle sue aspirazioni di diventare il nuovo leader del Movimento 5 Stelle e di pensare anche, in futuro, di correre per il Colle per il post Sergio Mattarella. "Per quanto mi riguarda, l'impegno di governo è assorbente e richiede la mia massima concentrazione", dichiara, cercando appunto di allontanare i rumors sulle velleità di arrivare alla leadership pentastellata.

Lo stesso, dice, vale per i discorsi sul Quirinale. Nella chiacchierata con il direttore Massimo Giannini, infatti, Conte si dice interessato unicamente a dove sarà l’Italia nel 2023, quando scadrà la diciottesima legislatura. "Non partecipo ad altri giochi, non concorro ad altri incarichi. Se riusciremo a rendere il Paese più veloce, più moderno, più verde, più digitale, se riusciremo a ridurre disuguaglianze e divari territoriali, potrò guardare con soddisfazione al lavoro svolto", chiosa in ultima battuta il premier.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

Calmapiatta

Gio, 24/09/2020 - 11:33

Conte ha i giorni contati...non sarà lui a gestire il recovery fund

lisanna

Gio, 24/09/2020 - 11:46

Giuda era piu' sincero

Ritratto di pipporm

pipporm

Gio, 24/09/2020 - 12:00

Probabile candidi Giorgia a Presidente della Repubblica visto che ha vinto le elezioni, come dice

Valvo Vittorio

Gio, 24/09/2020 - 12:02

Mi pare una scelta saggia ed obbligata visto i risultati ottenuti, ma la politica è anche l'arte del possibile. Da spettatore anziano seguo gli sviluppi mediante i mezzi di comunicazione.

Ritratto di bandog

bandog

Gio, 24/09/2020 - 12:15

....aempre che non scoppi la rivolta di Pantalone!!

Ritratto di 02121940

02121940

Gio, 24/09/2020 - 12:25

Avanti fino al 2023! Conte non si vuole confondere con la politica. Lui è solo un avvocato, chiamato da Grillo. Ma il principio fondamentale che dovrebbe essere accettato è quello di tornare a votare subito, nel rispetto di quanto tacitamente chiesto dal Popolo, che ha appena votato un ampio taglio dei parlamentari, che però al momento viene ignorato.

maxfan74

Gio, 24/09/2020 - 12:28

Avanti fino al 2023 ma per fare cosa? Sbagliatissimo non dialogare con l'opposizione, sbagliatissimo esautorare il Parlamento. Da soli non andate da nessuna parte, vi mancano tecnica e strategia, studiate anche bene cosa significa la parola AZIENDA e come si gestisce. Il tavolo pieno di crisi aziendali a breve esploderà non si può continuare a rimandare, sembrate lo scolaretto che finge il mal di pancia per non andare a scuola...

Indifferente

Gio, 24/09/2020 - 12:41

Perchè solo fino al 2023? Dopo tutti i disastri che potranno impunemente combinare dovrebbero essere condannati a comandare (governare è altra cosa) sulle macerie molto più a lungo. Intanto chi può è bene che emigri. Qui rimarranno solo mantenuti autoctoni, mantenuti clandestini, globalisti, terzomondisti ed in genere parassiti nullafacenti.

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Gio, 24/09/2020 - 12:50

poveri noi: vuol dire 3 anni di scemenze e catastrofi !! ma se gli italiani sono quelli che sono, ossia, ipocriti, trafficoni, non ci si può aspettare molto! persino mussolini ha avuto problemi....

Maura S.

Gio, 24/09/2020 - 13:56

Sarete contenti, ora che i clandestini hanni l'OK dalla UE e dal vostro governo. Sono i comunisti che hanno firmato per accettarli,per cui mandateli tutti nelle quattro regioni dei communisti. Oltretutto si dovrebbe fare uno scipero gemerale per non pagare più le tasse. Vorrei vedere come questo governo da baraccone si arrangi.

Giorgio Colomba

Gio, 24/09/2020 - 14:11

Il Churchill de' noantri voli più basso e non confonda desideri con possibilità.

Ritratto di Jiusmel

Jiusmel

Gio, 24/09/2020 - 14:42

Conte sogna. La legislatura durerà pure fino a 2023 ma non credo sempre con lo stesso premier. Nei cinque stalle ci sarà pure qualcuno che è rimasto coerentemente stella e questo qualcuno primo o poi staccherà la spina togliendo la supremazia al senato. Poi la mina vagante di un certo renzi, artefice di questo governo ma uscito con le ossa rotte dalle ultime regionali. Chissà per quanto tempo ancora riuscirà a tirare le fila perché non sembra il tipo da soccombere ad altri. Sarebbe il nuovo sansone che esce con tutto il seguito, governo compreso....

maurizio-macold

Gio, 24/09/2020 - 14:51

@ CALMAPIATTA (11:33), ho contato i giorni prima delle dimissioni di Conte da premier, e sono un po' piu' di 1000, giorno piu' giorno meno. Insomma, signor CALMAPIATTA, si metta il cuore in pace , ne riparliamo nel 2023.

maurizio-macold

Gio, 24/09/2020 - 14:53

Signora MAURA S (13:56), attivi il correttore automatico perche' ne ha bisogno. Sui contenuti del suo post poi stendiamo un velo pietoso.

maurizio-macold

Gio, 24/09/2020 - 14:57

@ MAXFAN74 (12:28). Per dialogare bisogna essere in due piu', e fino ad oggi l'opposizione ha solo fatto polemiche ed ostruzionismo. E temo che sara' cosi' fino al 2023 a meno che qualcuno non EMARGINI il Salvini (stavo per scrivere CACCI ma poi qualcuno del forum mi taccia di essere un antidemocratico).

donzaucker

Gio, 24/09/2020 - 15:45

Scusate, sto cercando l'articolo della Costituzione che recita "In caso di esito contrastante delle elezioni regionali con le politiche il PDR ha il dovere di sciogliere le camere e procedere con nuove elezioni". Cortesemente voi che siete tutti costituzionalisti potreste darmi una mano a individuare l'articolo in questione? Vi ringrazio anticipatamente.

Ritratto di ottimoabbondante

ottimoabbondante

Gio, 24/09/2020 - 16:51

Conte, canta che ti passa. Preparati che sei nella parte discendente.

jaguar

Gio, 24/09/2020 - 17:35

Assomiglia sempre più al Pinocchio di Rignano.

Ritratto di moshe

moshe

Gio, 24/09/2020 - 17:37

"Noi seri" ... ... ... disse qualcuno ...

Ritratto di Carlo_Rovelli

Carlo_Rovelli

Gio, 24/09/2020 - 18:54

Ma cosa voltete che succeda ora ... ci terremo il PD partito minoritario al governo fino al 2023, grazie a Grillo e ai 5 Stalle. E anche grazie a Salvini. E' la dittatura catto-comunista, grazie a una destra troppo mediocre e senza coraggio. Nel 2023 ci penseranno i migranti, "nuovi italiani" grazie a sanatorie varie, e quanto resta del M5Stalle a mantenere il PD al governo.