Coronavirus, la rivelazione di Cacciari: "Perché l'Ue non ci salverà"

Bruxelles arranca. Il coronavirus, l’ennesima crisi dopo quella economica e ambientale che ha colpito il mondo globalizzato, mette a nudo le sue criticità

L’Europa è in pericolo. O, peggio, è un morto che cammina. Uno zombie. Il coronavirus morde dalle fondamenta. Ed è pronto a tirare giù i pilastri, già sbilenchi, eretti a Bruxelles. È giusto chiedersi cosa resta delle nostre libertà e dell’idea di Europa in questa emergenza. La situazione è grave. Questa epidemia, se non viene controllata e bloccata, potrebbe davvero combinare disastri. Non solo sul piano sanitario, ma anche economico e politico. È una crisi di sistema, non è soltanto una banale malattia. "I diversi Paesi occidentali, se intendono salvare le loro democrazie, bisogna che si mettano d’accordo. Che stabiliscano delle regole comuni su tutte le grandi questioni: economiche, finanziarie, sociali, ambientali, sanitarie. Molto semplice. Bisogna che le democrazie siano pronte ad affrontare la cosa", spiega Massimo Cacciari a Il Tempo.

Poi il caos sanitario. Immaginate se in Italia avessimo avuto anziché poco più di 5mila, 15mila terapie intensive. Già sarebbe stata diversa la gestione della pandemia. "In Germania ne hanno quasi 4 volte noi, la Francia tre volte noi. Se noi avessimo avuto terapie intensive per 4 volte di più la gestione della crisi sarebbe stata diversa. Ma averne quattro volte di più vorrebbe dire aver medici specializzati per quattro volte di più. Ripeto, non è a caso che abbiamo tagliato quaranta miliardi in dieci anni sulla sanità. Lo ripeto: quaranta miliardi", incalza il filosofo.

Per quanto riguarda i nostri medici, abbiamo tagliato troppo la corda. "Non è che sforbiciando sulla sanità, tagliando i reparti, bloccando con il numero chiuso la formazione di medici e degli infermieri, poi sei pronto ad affrontare una emergenza di questo genere. Quindi c’è l’emergenza, certo, ma poi ci sono i piani per affrontarla. Una politica preventiva che è del tutto mancata, in Italia, in Europa e nel mondo. Questa è la prima dimensione da affrontare. Poi c’è una valutazione più generale". Poi c’è un problema democratico.

"È una situazione catatonica che l’emergenza mette ancora di più in luce. La evidenzia in modo drammatico, ma non è che lo scopriamo oggi. È una situazione generale, in cui i luoghi di discussione, i luoghi di confronto, le assemblee, i parlamenti, eccetera, eccetera, sono sempre più insignificanti e percepiti sempre più così dalla gente, come momenti che ostacolano la decisione e non che la producono. Momenti di casino, di confusione, di dibattito vacuo. E questo è un problema generale". Durante un'epidemia, sempre, occorre che si debba rinunciare a qualcosa se non vogliamo ammalarci tutti. E dobbiamo limitare un po’ i nostri movimenti. "Il problema è che questa situazione evidenzia una tendenza di fondo, di crisi delle democrazie, di crisi della legittimità e della rappresentanza degli organi democratici". Il sistema non era pronto a reagire adeguatamente.

C’è anche la globalizzazione sul piatto di questa emergenza. Siamo in una situazione in cui tutti i fenomeni assumono immediatamente una dimensione globale. Cinquanta anni fa l’epidemia sarebbe rimasta in Cina. "Ogni fenomeno finanziario, economico, ambientale, sanitario, assume immediatamente un carattere pandemico". In un contesto del genere, laddove non ci sia una politica preventiva pronta ad affrontare queste emergenze globali, strutturata per affrontarle e sulla base di protocolli comuni, è chiaro che si andrà via via sempre più riducendo lo spazio della libertà.

Non c’è insomma un quadro definito a livello internazionale. Le cattive notizie non finiscono qui. Le crisi di carattere globale sono sempre più frequenti. Una volta è quella finanziaria, un’altra quella di carattere ambientale, un’altra quella sanitaria. "Beh è chiaro, afferma Cacciari, che tu in questo modo sei sempre in guerra. E se sei in guerra non c’è democrazia, non c’è libertà".

E qui si arriva alla cara vecchia Europa. E al suo ruolo mancato in questo periodo di difficoltà. Un’istituzione che arranca sotto i colpi del coronavirus e non solo. "L’immagine di sé che ha dato l’Europa in questa crisi è tragicomica. Ognuno per conto suo, ognuno polemizzando con l’altro. E soltanto adesso, pare, qualcosa di comune, ma quando molti dei buoi son già scappati dalla stalla". L’Europa che speravamo è finita. E con questa classe dirigente che siede a Bruxelles non si può che andare a sbattere.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

DRAGONI

Gio, 19/03/2020 - 13:42

MA COME HA FATTO A PRENDERE LE TESSERE PCI-PD? ORRIBILI ERRORI DI GIOVENTU'.

Ritratto di -Alsikar-

-Alsikar-

Gio, 19/03/2020 - 13:56

(1) Le menti limitate devono attendere sempre che si verifichino i fatti per capire l’infondatezza di certe insulse teorie. Non riescono a prevedere il fallimento di idee e politiche astratte come quelle partorite dall’unione eurodemenziale in questi ultimi 20 anni. Il problema non è dato dal fatto che esista l'unione eurodemenziale: ognuno è libero di infettarsi la mente come meglio crede sempre che questa stoltezza non condizioni la maggioranza dei sani pragmatici che giustamente odiano l’unione eurodemenziale in quanto fallimento aprioristico.

Ritratto di -Alsikar-

-Alsikar-

Gio, 19/03/2020 - 13:57

(2) No, il problema è un altro: in Italia ci sono ancora troppi imbèlli che vogliono rimanere nell'unione eurodemenziale. Evidentemente, in tempo di Legge della Giungla, il masochismo aumenta. E’ divertente e fa sghignazzare vedere taluni di questi inètti della demenza di sinistra, ma anche tra il moderatume, che, in questi giorni, paventano che un eventuale non arresto dell’epidemia possa travolgere l’unione eurodemenziale con la conseguente ascesa inarrestabile di populisti e nazionalisti. Chissà che non ci voglia un coronavirus qualsiasi per distruggere per sempre l’unione eurodemenziale…

Ritratto di No_sinistri

No_sinistri

Gio, 19/03/2020 - 14:03

E magari i pochi denari che sono finiti alla sanità sono anche stati dilapidati nell'acquisto di materiale inutile che finisce spesso nelle borse delle infermiere all'uscita del turno. Ovviamente fare controlli che nessuno rubi negli ospedali è fascista. Per non parlare dei costi sanitari sostenuti a favore di chi non ha mai lavorato un giorno in vita sua, inclusi i milioni di migranti che la sinistra con Bergoglio ci hanno costretto ad accogliere. L'idea dei kompagni è sempre la stessa, tassare i redditi medi (quelli alti meno), tassare le proprietà (ma non le grandi proprietà) e ridistribuire il reddito a chi non lavora, alla curia, alle cooperative per l'accoglienza dei migranti, ecc. ecc.

killkoms

Gio, 19/03/2020 - 14:05

Ha scoperto l'acqua calda anche lui!

caren

Gio, 19/03/2020 - 14:29

Esatto, con questa emergenza virus, l'U.E. ha dimostrato ampiamente il suo fallimento. E' giunta l'ora in cui tutti i Paesi, tornino ognuno a pensare ai fatti di casa propria, con le proprie usanze, ecc. ecc., fuori dall'U.E..

Ritratto di Skapestrato

Skapestrato

Gio, 19/03/2020 - 14:40

Troppo facile ora scagliarsi contro l'Europa se fino a ieri si gridava: "ci vuole più Europa"

Ritratto di ErmeteTrismegisto

ErmeteTrismegisto

Gio, 19/03/2020 - 14:45

Concordo con No_sinistri Non è pensabile pensare di mettere su e mantenere un sistema sostanzialmente gratuito per tutti. Tanto più quando si vorrebbe estendere questo meccanismo ai milioni di pveri, falsi poveri , sedicenti poveri, veri furbi per cui anche il meccanismo minimo di controllo dei tickets non funziona. Vediamo con le crisi economica che verrà chi manterrà tutte le false promesse dei sedicenti buoni sempre con i soldi degli altri

Ritratto di Opera13

Opera13

Gio, 19/03/2020 - 14:55

Egregio Cacciari, faccia un esame di coscienza poi vada a sfogarsi con i suoi compagni, Potere Operaio e PCI tutt'ora al Governo, che ci hanno sottomesso all'Eurozona. Faccia uso delle sue competenze filosofiche per ipnotizzare i compagni UE e convincerli ad aiutarci, se ci riesce.

necken

Gio, 19/03/2020 - 14:57

l'Italia spende meno di altri per Sanità, Istruzione, Infrastrutture, Difesa, ecc. solo per Pensioni ed Interessi sul debito spendiamo + degli altri Paesi Europei. l'Europa (cioè gli stati della UE) è pronta a fare affari ed usare parole di circostanza più o meno appropriate per celare l'ipocrisia ma si sà la politica è questo da sempre e non ha pièta per gli ingenui ed i fessi

paco51

Gio, 19/03/2020 - 14:57

No-sinistri. credo che le borse sono vuote all'uscita non ci si gioca un posto d'oro per un piatto di lenticchie. Ti sei mai informato quanto costano gli incarichi ai direttori generali e sanitari e tutto l'apparato burocratico in grandi numeri che serve a nulla potendosi evitare la quasi totalità delle carte dagli stessi prodotte? E tutti gli incarichi esterni con un plenum di dipendenti? per il resto OK.

Ritratto di Nahum

Nahum

Gio, 19/03/2020 - 15:05

IL fallimento non é dell'Europa che non ha poteri in materia sanitaria m di chi per considerazioni di bassa bottega ha anteposto all'interesse nazionale quello di parte e che non ha saputo o voluto riconoscere che ci sono sfide globali che possiamo vincere soltanto se siamo tutti uniti. Il sovranismo mostra in queste ore tutti i suoi limiti e le sue contraddizioni

Ritratto di Quintus_Sertorius

Quintus_Sertorius

Gio, 19/03/2020 - 15:10

L'Italia è lo zombie, retta da traditori come Cacciari che fingono di aspettare la salvezza per mano dell'UE, che secondo loro dovrebbe arrivare con armatura e cavallo bianco a salvarci. L'UE odia gli europei, li vuole vedere poveri e sottomessi a una nuova maggioranza composta di africani e altre razze australi. A ogni popolo il suo Stato e la sua libertà! Abbasso la tirannide di Bruxelles! Fuori i traditori dal parlamento!

Ritratto di Opera13

Opera13

Gio, 19/03/2020 - 15:26

Non esiste sovranismo quando si e' costretto all'Eurozona e forzati alla Globalizzasione distruggento interessi Nazionali a favore dei poteri forti. I limiti cue vengono evidenziati oggi ne sono il risulato.

scurzone

Gio, 19/03/2020 - 15:36

Cacciari ha ragione, ma a questo punto o si fa l'Europa o si muore. Siamo pronti ad una catastrofe economica per tornare da soli???? Meditate gente, meditate

Gio56

Gio, 19/03/2020 - 15:51

scurzone,si sta già parlando di capitalizzare le perdite, come vede nella catastrofe economica già ci siamo(e almeno da una ventinna d'anni)

Epietro

Gio, 19/03/2020 - 15:56

@scurzone: la catastrofe economica, se torniamo da soli, la riceverebbero in primis tutti gli sprovveduti che manteniamo in Belgio e dintorni. Da meditare c'è ben poco con tutti i miliardi di contributi e multe che versiamo anno dopo anno per il carrozzone e che invece resterebbero a casa nostra.

Ritratto di wilegio

wilegio

Gio, 19/03/2020 - 15:56

Toh, se ne è accorto anche il compagno cacciari? E dov'era lui quando i suoi compagni chiudevano ospedali a tutto spiano, restringevano sempre più le spese sanitarie (salvo guardarsi bene dall'intervenire sugli sprechi del sud) e riducevano ai minimi termini la nostra sanità? Qui hanno praticamente smantellato un ospedale che era più che efficiente e serviva, oltre a una città di 60.000 abitanti, tre vallate appenniniche molto popolate, afferenti alla nostra città, anche se appartenenti amministrativamente ad altre province. Abbiamo fatto decine di appelli raccolte di firme, petizioni e tutto quanto si poteva, ma l'amministrazione rossa è stata implacabile! Se hai un infarto, devi sperare di sopravvivere a un viaggio in ambulanza di 35 km., perché qui la cardiologia era un surplus, per gli illuminati compagni del sig. cacciari!

Ritratto di wilegio

wilegio

Gio, 19/03/2020 - 15:59

Ma non eravate tutti convinti e grandi europeisti, voi compagni? A rappresentare il nostro povero Paese in europa chi c'è adesso? Tutti appartenenti al partito che ha PERSO le ultime elezioni politiche, ma pensa te che caso! Dove vive, l'insigne filosofo cacciari? Da che mondo viene? Se ne accorge adesso che questa europa è marcia dalle radici?

Ritratto di Opera13

Opera13

Gio, 19/03/2020 - 16:12

Cacciari e i suo compagni ci hai messo in questa situazione e adesso che trovino il rimedio per uscirne invece di lamentarsi del proprio operato. Mediti anche lei.

gpl_srl@yahoo.it

Gio, 19/03/2020 - 16:15

ora accettera la tessera anche con di maio!

Antonio Chichierchia

Gio, 19/03/2020 - 16:47

Caro Cacciari, il numero chiuso alla facoltà di medicina lo hanno inventato proprio i medici per tenere alto il valore delle loro professione.Quando la Democrazia Cristiana aprì l'Università a tutti e ci mise i soldi veri ( il pre-salario) per aiutare gli studenti meritevoli, ma meno abbienti, vedemmo finalmente laurearsi anche il figlio del portiere o della vedova.Dopo questi stessi medici si sono chiusi a riccio ed infatti il 70% dei professionisti in Italia sono figli di professionisti come i notai che annoverano almeno un nonno notaio.

Ritratto di pulicit

pulicit

Gio, 19/03/2020 - 17:17

Skapestrato:Bellissimo post.Concordo.Regards

killkoms

Gio, 19/03/2020 - 17:18

@antoniochichierchia,ha ragione!

AjejeBrazow

Gio, 19/03/2020 - 17:30

Bene : come sempre i benpensanti sinistrati arrivano buoni ultimi a sbattere il grugno contro la realtà dopo aver pontificato per anni circa le loro stupide utopie.In tutti i campi.Non per niente si trovano sempre dalla parte sbagliata della storia.La ue è solo un mostro burocratico.E come tutte le mostruosità burocratiche,è semplicemente un ostacolo divoratore di soldi.Niente altro: va semplicemente abbattuta.

sparviero51

Gio, 19/03/2020 - 17:57

IN TEMPI DI VACCHE MAGRE E DOPO LA CONSTATAZIONE DEL FALLIMENTO DELLA PARCELLIZZAZIONE DELLO STATO CHE CI COSTA DI TASCA E DI BUROCRAZIA BISOGNA RITORNARE ALLO STATO CENTRALE ,CON UN SOLO PARLAMENTO DIMEZZATO E PRESIDENZIALISMO .TUTTO IL RESTO SONO PIPPE MENTALI COSTOSISSIME QUANTO INUTILI !!!

Ritratto di giùalnord

giùalnord

Gio, 19/03/2020 - 18:20

Signor Cacciari,ha scoperto l'acqua calda. Da Monti in poi,compreso lei,avete continuato a sforbiaciare la sanità,ed i risultati si vedono sotto gli occhi di tutti. Piuttosto si attivi a volere modificare i trattati dell'austerity a Bruxelles, magari con lei avranno un occhio di riguardo visto che danno più ascolto a manca che a dritta.

Giorgio Mandozzi

Gio, 19/03/2020 - 18:47

Accettiamo, infine, la non esistenza dell'europa creata solo ad esclusivo piacere dei mercati finanziari. Chiudiamola prima che ci riduca come la Grecia senza un soldo in tasca e senza futuro.

Luigi Farinelli

Gio, 19/03/2020 - 18:51

Finalmente cominciano a convergere i giudizi su questo informe carrozzone che ancora chiamano "Europa Unita": elitario, globalista, massonico (GODF), antidemocratico (IV Reich), giocattolo di Troike che si baloccano con i "Mercati", gli spread e i ricatti economici; in mano a finanzieri "creativi" travestiti da filantropi e da politici senza scrupoli che pensano a ridurre il potere democratico trasformando i cittadini in zombie da produzione e consumo a costo sempre più basso usando l'immigrazione di massa, rimbambendoli a ideologia da "nuovi diritti" laicisti e spaventandoli col terrorismo ecologista per farne una massa di gretini al servizio dei pochi noti.

investigator13

Gio, 19/03/2020 - 18:56

dobbiamo avere il coraggio di uscire dall'Ue e ricominciare da soli. Date voce ai sovranisti per il ritorno alla sovranità monetaria se non lo volete fare voi e capirete finalmente perche si deve uscire dall'€. abituati ormai al pensiero contorto pur di non cambiare niente stiamo sprofondando nell'abisso più profondo.

Luigi Farinelli

Gio, 19/03/2020 - 19:00

@-Alsicar: 13:56. Ottimo post. Che ancora ci sia chi urli "più Europa" lascia effettivamente interdetti: o sono nel campo dell'ottusità congenita o della malafede. Entrambe le cose foriere di un unico disastro comune.

Santorredisantarosa

Gio, 19/03/2020 - 19:03

LO SAI SOLO TU PERCHE' SEI DI SINISTRA COME TUTTI A BRUXELLES STRANIERI E ITALIANI.

Santorredisantarosa

Gio, 19/03/2020 - 19:04

OPERA13 NON ZONA EUROPEA MA EUROARABIA

bernardo47

Gio, 19/03/2020 - 19:26

Anche cacciari un agitato...stia sereno.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Gio, 19/03/2020 - 19:33

Lo saprà perchè dsa bene quanto l'Europa vira a sinistra quando si parla di Italia. Dimostrazioni? A iosa.

Ritratto di pumpernickel

pumpernickel

Gio, 19/03/2020 - 19:33

Evviva siamo primi in classifica, l'Italia dei record: 3405 morti per coronavirus contro i 3.245 della Cina. Son sicuro che sapremo fare ancora peggio.

GeoGio

Gio, 19/03/2020 - 19:50

la vera pandemia a livello mondiale e' il virus della sinistra, le sinistre hanno fatto e continuano a fare danni irreparabili con le loro idee bislacche

Ritratto di wilegio

wilegio

Ven, 20/03/2020 - 16:33

@Luigi Farinelli Ch dire? Le sue parole sono ineccepibili e non si può che concordare con lei.

hellas

Ven, 20/03/2020 - 19:36

Luigi Farinelli , concordo in pieno con il suo intervento, mi permetta di aggiungere che Cacciari proviene da quella parte ( la sinistra innamorata dei mercati e della finanza, e che detesta la gente, la sinistra tronfiamente europeista , senza sapere cosa significa realmente, la sinistra globalista ....) a cui imputare un pesante e decisivo contributo nella creazione del mostro eurolandico... Quindi, sostanzialmente , sarebbe bene che Cacciari, incapace di fare mea colpa,da una vita, tacesse...