Così il senatore del Pd strumentalizza i morti in Regione Lombardia

Franco Mirabelli, eletto proprio in Lombardia tra le file dei dem, accusa Attilio Fontana e Giulio Gallera: "Gestione fallimentare"

Così il senatore del Pd strumentalizza i morti in Regione Lombardia

Ha pubblicato la cartina dell'Europa, con numerosi Paesi colorati di blu e con la Lombardia, invece, sottolineata in rosso. Dunque, ha scritto: "Nell’area blu sono morte 12mila persone per coronavirus. Nell’area rossa anche". Per poi aggiungere: "I numeri parlano da soli: Fontana si assuma le sue responsabilità". Il post, con tanto di mappa e di commento al fulmicotone, è opera di Franco Mirabelli, senatore del Partito Democratico, eletto peraltro a Palazzo Madama proprio in Lombardia.

"La situazione è sotto gli occhi di tutti. Non c'è una regione al mondo dove il coronavirus stia causando così tante vittime come in Lombardia, e oltre la metà dei decessi in Italia avviene proprio qui. Eppure ogni giorno dobbiamo ascoltare Fontana e Gallera farsi i complimenti da soli, dire che è andato tutto bene, e incolpare chiunque tranne se stessi", si legge nel messaggio contro il governatore della Lega e l'assessore al Welfare di Forza Italia, di fatto incolpandoli di malgoverno della pandemia. Un po' come già fatti nei giorni scorsi da Gad Lerner.

L’esponente dem, quindi, rincara la dose: "Ammettete che la gestione della sanità della regione Lombardia è stata fallimentare. Anziché ripensare un modello che sollevava già diverse perplessità, chi governava ha sempre scelto di celebrarlo ciecamente. Oggi vediamo i risultati di queste scelte. Nella prossima conferenza stampa Fontana e Gallera parlino di questo, invece incolpare medici e infermieri, i dirigenti da loro stessi nominati, o la protezione civile". E non è tutto, visto che il suo attacco frontale termina commentando il caso delle residenze sanitarie assistenziali: "A questo si aggiunge il dramma delle Rsa. Una strage: l’indagine del ministero ha valutato attorno al 15% il dato della mortalità nelle Rsa. Eppure si è arrivati alla follia di proporre il ricovero nelle RSA dei malati usciti dagli ospedali. Evidentemente Fontana e Gallera non hanno ancora capito la pericolosità di quello che stanno facendo".

Ecco, il durissimo affondo di Mirabelli non poteva certo passare inosservato e infatti è arrivata a stretto giro la risposta del segretario della Lega Lombarda Paolo Grimoldi, che ricaccia al mittente ogni accusa: "Che vergogna. Che miseria umana e politica. È veramente sconcertante che il senatore del Pd, Franco Mirabelli, milanese eletto in Lombardia, strumentalizzi la tragedia del coronavirus e le vittime lombarde per gettare fango sulla Lombardia".

Dunque, il deputato del Carroccio aggiunge: "Un vergognoso post, peraltro apprezzato anche dalla ex ministra Fedeli: è ancora più sconcertante vedere che altri illustri esponenti nazionali e lombardi del Pd, come il senatore Bruno Astorre o il consigliere regionale lombardo Paola Bocci, lo abbiano condiviso con identici post. Un post vergognoso in cui dipinge la nostra Regione come il lazzaretto d’Europa, speculando sui nostri morti". Infine, il leghista chiosa così: "Prima il Pd sosteneva che 'il virus non conosce confini', ora speculano insistendo che 'il virus conosce i confini della Lombardia'. Che vergogna, che infamia. Sono diffamatori della Lombardia".

Commenti