Dimissioni o rimpasto? Tutti gli scenari possibili: ecco come può finire

Tante le strade che potrebbero aprirsi dinanzi al premier Conte: dall'ipotesi rimpasto, alla battaglia in Senato, fino ad arrivare alle urne se salta tutto

Ultimamente non si fa altro che parlare di crisi di governo, con Italia Viva che, fra frecciate ed affondi, sembra ormai prossima a voltare le spalle al presidente del Consiglio Giuseppe Conte ed a far così di fatto crollare una maggioranza scricchiolante sin dal principio. L'ex rottamatore Matteo Renzi pare proprio intenzionato a chiudere l'esprerienza di governo del Giuseppi nazionale, senza però passare dalle urne, cosa che risulterebbe fatale per il suo nuovo partito, mai decollato. E allora che cosa resta da fare al sedicente avvocato del popolo, sin troppo legato al suo ruolo di premier?

Secondo un retroscena pubblicato sul Corriere della Sera sarebbero cinque gli scenari possibili per il presidente del Consiglio nei prossimi giorni. La prima ipotesi, quella di cui si parla maggiormente, è quella di un rimpasto. Un vero e proprio miracolo per Giuseppe Conte, che salverebbe così il proprio posto, sacrificando però uno o più dei suoi attuali ministri. Del resto sia il Pd che il Movimento 5Stelle (altro partito che teme fortemente le urne) si trovano ancora dalla parte del premier: sarebbe dunque sufficiente solo l'assenso di Renzi. L'ex segretario del Pd dovrebbe dunque rinunciare al suo piano di liberarsi di Conte ed accontentarsi di un ministero in più, della nomina di alcuni dei suoi a sottosegretari e della riscrittura del Recovery Fund. Naturalmente Conte dovrebbe cedere anche per quanto concerne la delega sui servizi segreti.

Altro scenario possibile potrebbe essere quello di una crisi "pilotata". Anche in questo caso, Giuseppe Conte resterebbe presidente del Consiglio. Il premier dovrebbe solo recarsi in Quirinale per rassegnare le proprie dimissioni, ma avendo già pronta comunque la lista di nuovi ministri. Dopo una crisi di facciata, e con il beneplacito di Matteo Renzi, verrebbe dunque fatto un rimpasto di governo, per poi ripartire con un nuovo mandato.

La terza possibilità sarebbe invece meno positiva per il presidente del Consiglio. Nel caso di un mancato accordo con Italia Viva, Renzi potrebbe effettivamente chiedere a Teresa Bellanova (ministro delle politiche agricole alimentari e forestali) ed Elena Bonetti (ministro per le pari opportunità e la famiglia) di abbandonare la squadra di governo, aprendo una crisi conclamata. In questo caso la battaglia potrebbe spostarsi in Senato, con il premier intenzionato a non dimettersi. Non sarebbe una novità: la stessa cosa accadde nel 2019, quando a scontrarsi col presidente del Consiglio fu il leader della Lega Matteo Salvini.

Altra soluzione per Conte potrebbe essere quella di fare affidamento sui cosiddetti responsabili: un gruppo di politici disposti a sostituire i 18 senatori di Italia Viva ed a fare da stampella all'esecutivo, che potrebbe così andare avanti. Verrebbe però a mancare l'appoggio del presidente della Repubblica Sergio Mattarella e dello stesso segretario del Pd Nicola Zingaretti.

La possibilità di tornare alle urne non può tuttavia essere del tutto scartata, anche se terrorizza la maggior parte dei partiti che compongono l'attuale maggioranza, in primis renziani e grillini Se la crisi non trovasse soluzione, il voto resterebbe tuttavia l'unica strada percorribile. Conte potrebbe allora, a detta di alcuni, presentarsi agli italiani con un suo partito, oppure a capo del Movimento 5Stelle. Sono tante le voci a riguardo.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

glasnost

Sab, 09/01/2021 - 11:49

Renzi ed IV non faranno nulla. Can che abbaia non morde ed il Bomba lo conoscono tutti in Italia, per questo il suo partito non si schioda dal 3%.

Ritratto di Giusto1910R

Giusto1910R

Sab, 09/01/2021 - 12:19

Sono disposti a tutto pur di non andare alle elezioni. Il disprezzo per la Democrazia é direttamente proporzionale alla saldatura delle loro posizioni di Potere. Una saldatura indistruttibile con la Legge......

Iacobellig

Sab, 09/01/2021 - 12:56

...SI CHIEDE LA TESTA DI CONTE, SOGGETTO INUTILE , MEDIOCRE, INCAPACE, NON ALL’ALTEZZA. UN’OCCASIONE DA NON PERDERE.

SemprePiùBasito

Sab, 09/01/2021 - 13:16

VOGLIAMO ANDARE A VOTARE, QUESTI STANNO SFASCIANDO IL PAESE. SE POI CI SARA' IL POPOLO IN RIVOLTA NON DATE COLPA ALLA POPOLAZIONE MA A QUESTI QUATTRO BISCARI.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Sab, 09/01/2021 - 14:05

Conoscendo sinistra, grillini e pdr, la pantomima continua fino a che ci sarà la nuova spartizione del potere. A sinistra hanno sempre fatto così. Si accettano scommesse.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Sab, 09/01/2021 - 14:06

@Giusto1910R - esatto. Parole sante.

SemprePiùBasito

Sab, 09/01/2021 - 15:17

TUTTI A CASA ED ANDIAMO A VOTARE. sOLO QUI UN PREMIER NON PUò LASCIARE L'INCARICO CAUSA VIRUS, IN AMERICA INVECE E' NORMALE. SOLO IL PD SA DIRE CHE NON E' IL CASO, MA CERTO PERCHE' QUESTA VOLTA SI TROVEREBBERO ESCLUSI COME I RENZIANI PER NON PARLARE DEI 5S DISINTEGRATI.

Ritratto di Loudness

Loudness

Sab, 09/01/2021 - 16:39

Se continueranno in questa maniera accadrà quello che sta accadendo negli USA... Poi quando la gente non ne può più e si ribella ecco allora che... Tutti a dire della rabbia del fiume in piena e nessuno della violenza degli argini che lo costringono.

ferdinando55

Sab, 09/01/2021 - 17:09

Purtroppo gli scenari possibili sono solo due: o subito un governo di MARIO DRAGHI oppure ci attende inesorabilmente il BARATRO. Italiani rendetevene conto e FATE IN FRETTA!!!

Ritratto di faman

faman

Sab, 09/01/2021 - 17:26

Loudness-Sab, 09/01/2021 - 16:39: ci siamo lontani (spero), ancora nessun politico ha aizzato i più facinorosi come quell'incosciente di Trump, apprendusta stregone che poi gha perso il controllo della situazione.

snow.white

Sab, 09/01/2021 - 19:15

Un governo nato solo per evitare le elezioni non può che fare quello sta facendo: nulla, tranne tirare a campare, per non andare a casa.

Ritratto di Loudness

Loudness

Dom, 10/01/2021 - 11:26

faman, Trump non ha aizzato nessuno... le persone agiscono in autonomia, la responsabilità è personale e, se hanno agito in tal senso, avranno avuto le loro valide motivazioni che sono da ricercare nel 2° emendamento della Costituzione e nella Dichiarazione d'Indipendenza. Non si può ragionare da italiani quando si parla degli USA, sono due pianeti differenti come il Polo Nord ed il deserto, dove se è vero che entrambi non hanno le piante, bisogna poi capire i motivi per i quali non ci sono.

Ritratto di faman

faman

Dom, 10/01/2021 - 11:43

Loudness-Dom, 10/01/2021 - 11:26: ma come si fa a dire che Trump non ha aizzato nessuno, è logico che poi hanno agito in autonomia

Ritratto di Loudness

Loudness

Lun, 11/01/2021 - 10:43

Faman ti chiedi come si fa a dire che Trump non ha aizzato nessuno, ma non ti chiedi come mai tutto il mainstream vuole che chiunque pensi che Trump rappresenta il male assoluto.