Scontro sugli aiuti al Sud, Forza Italia e Lega dure: "Manovra elettorale"

A Confindustria non piace lo sconto del 30% sui contributi per i lavoratori a favore delle imprese del Sud. Malumori sul decreto Agosto ci sarebbero anche nel Pd

Con il decreto Agosto il governo ha messo sul tavolo 25 miliardi per affrontare le conseguenze della crisi economica provocata dal coronavirus. Denaro utile sì ma comunque non del tutto sufficiente per aiutare famiglie, lavoratori e imprese travolti da quella che, senza ombra di dubbio, si può definire una tempesta perfetta. Non c’è, però, da stupirsi se la manovra divide il modo della politica e quello produttivo. Le forze di maggioranza la esaltano, quelle di opposizione la attaccano mentre gli industriali sono critici: normale gioco delle parti. Eppure, il decreto Agosto sembra avere un qualcosa in più che potrebbe alimentare ulteriori tensioni facendo venire a galla le vecchie divisioni tra Nord e Sud.

Come racconta La Stampa, Confindustria esprime un giudizio poco lusinghiero sulla manovra. L’associazione degli industriali si aspettava risorse dirette agli imprenditori e meno incentivi a pioggia. Ma a viale dell’Astronomia sembrerebbe che non sia piaciuta la fiscalità di vantaggio che dovrebbe favorire le imprese del meridione con il taglio del 30% dei contributi per tutti i lavoratori già assunti e i neo assunti. Anche in questo caso, nonostante le critiche all’impianto della manovra sostanzialmente giudicata assistenzialista, Confindustria è stata piuttosto cauta. Il motivo è semplice: non mettersi contro le associazioni confindustriali del Mezzogiorno visto che la nuova presidenza nazionale viene considerata a trazione ipernordista.

Una critica generale quindi, che va a colpire tutta la manovra. Atteggiamento seguito anche nei partiti d'opposizione che non vogliono che passi un messaggio sbagliato. Non si attaccano i provvedimenti per il Mezzogiorno in quanto tali, ma una manovra che non aiuta tutti gli industriali, ma solo alcuni. Questo significa anche accettare la fiscalità di vantaggio ma in un sistema complessivo di aiuti alle imprese anche al Nord. L’unico a non farsi problemi è Renato Brunetta, responsabile economico di Fi. Secondo l’esponente azzurro la manovra è "un’operazione elettorale" e pertanto "è chiaro che il governo e questa maggioranza si rivolgono maggiormente a certe Regioni del Sud. È sotto gli occhi di tutti. Del resto ci sono le elezioni il 20 settembre".

Cauta anche la Lega. Perché non si possono bruciare gli sforzi fatti da Matteo Salvini per creare un grande partito a livello nazionale con polemiche contro una manovra per così dire "meridionalista". Nel Carroccio, però, a parlar chiaro ci pensano Paolo Grimoldi e Roberto Calderoli che hanno sentito Confindustria in Lombardia, Veneto, Emilia, Piemonte, le Regioni più colpite dal Covid.

"Stanno manifestando – dice Grimoldi – il loro comprensibile malcontento per le scelte operate dal Governo. Oggi gli industriali settentrionali parlano di razzismo verso le imprese del Nord. Nel Decreto Agosto per le imprese del Nord non c’è nulla. Non aiutare il Nord colpito dal Covid per distribuire soldi nel Mezzogiorno, magari per agevolare la campagna elettorale in Campania e Puglia? , significa non guardare alla ripresa del Paese e penalizzare le regioni più produttive e paradossalmente le più colpite dal Covid". Calderoli, invece, si chiede del perché non sia stata creata una grande zona economica speciale anche nelle Regioni maggiormente colpite dal Covid, in particolare le province di Bergamo, Brescia, Cremona, Lodi e Piacenza. "Questi territori lombardi, emiliani, ma anche piemontesi o veneti, hanno subito qualcosa di impensabile in termini di perdite di vite umane e di conseguente contraccolpo economico e produttivo, per questo meritano aiuti particolari e agevolati".

Sembrerebbe, però, che anche nella maggioranza, seppur in maniera molto silenziosa, ci siano malumori sul decreto Agosto, soprattutto tra gli esponenti del Pd del nord. Per il momento solo l’ex segretario dem Maurizio Martina si è esposto spiegando che vorrebbe eliminare "ogni sentimento anti-settentrionale come serve farlo per qualsiasi logica anti-meridionalista". Come già indicato, Confindustria ha una atteggiamento prudente ma la sua base, anche quella che dovrebbe essere più vicina alla sinistra, non ci sta. Massimo Calearo, imprenditore vicentino ed ex deputato Pd, ha dichiarato:"Dovrebbe essere una questione italiana e non solo del Sud, non credo sia una grande idea. Continuiamo a dare soldi a pioggi e invece andrebbe analizzato ogni singolo caso. È una situazione complessa che dovrebbe essere analizzata da esperti e non da dilettanti allo sbaraglio".

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

Enne58

Lun, 10/08/2020 - 11:17

Con un governo meridionalista con un presidente meridionale dove pensavate che sarebbero andati per l'ennesima volta gli aiuti. Non è nemmano difficile prevedere chi per l'ennesima volta dovrà pagare gli aiuti

Machiavelli63

Lun, 10/08/2020 - 11:27

gli aiuti vanno dati dove c'è resa, non vanno regalati, a soluzioni improduttive, o i contributi ci sono per tutti o non ci sono per nessuno, vorrà dire che le aziende assumeranno al sud tramite agenzie interinali del sud, e poi faranno lavorare qui, guardate che ha fatto negli anni la fiat per fare un esempio ma ce ne sarebbero molti altri, in meridione si è fatta pagare gli stabilimenti dallo stato, con prestiti a fondo perduto, poi gli stabilimenti del sud funzionano 6 mesi l'anno poi tutti in cassa integrazione sul groppone dei contribuenti, riducete per tutta italia, e al sud cominciate a far lavorare la gente, chissà come mai i meridionali al nord vengono lavorano, e al sud sono improduttivi.

flip

Lun, 10/08/2020 - 11:32

le manovre o mance elettorali ci sono sempre state e poi per anni ne paghiamo ecomomicamente le conseguente sia politiche che economiche. direi che è ora di finirla on questa storia..

jaguar

Lun, 10/08/2020 - 11:59

Mi sembra logico, il M5S se vuole restare a galla deve regalare denaro al Sud Italia.

Ritratto di ..andraTuttoA..

..andraTuttoA..

Lun, 10/08/2020 - 12:18

aiuti al nord nordafrica, per la serie come BUTTARE soldi in un pozzo di San Patrizio

Ritratto di Galahad12

Galahad12

Lun, 10/08/2020 - 12:27

Razzismo e discriminazione economica. I 5 Stelle sennò dove li trovano i voti oltre che col reddito di cittadinanza? Certo meglio farsi mantenere e non andare a lavorare

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Lun, 10/08/2020 - 12:54

Perchè, le 90 mila assunzioni nella scuola, non è una regalia per il sud, tutto per ottenere voti? Voglio vedere le cattedre al nord da chi vengono occupate.

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Lun, 10/08/2020 - 12:58

Se lo facessero per il nord quelli di sx andrebbero subito a consultare la Costituzione e state tranquilli che l'articolo lo trovano subito. Ma noi siamo fessi, non abbiamo giuristi validi. Ci appelliamo sempre al buon cuore.

IlCazzaroNero

Lun, 10/08/2020 - 13:33

Eh eh..sotto sotto siete tutti antimeridionali. Mi spiegate come mai al nord di autostrade ce ne sono talmente tante che nemmeno si contano e al sud una sola e nemmeno completata (ci sono passato 20 giorni fa e vi assicuro che da Cosenza Sud nn è completata) mi spiegate perché l alta velocità al Sud nn è ancora prevista? Come mai gli aeroporti al Sud sembrano aeroporti x droni non per aerei? Attendo risposte

roblin

Lun, 10/08/2020 - 15:03

renato brunetta ............. ma chi sei ??

EliSerena

Lun, 10/08/2020 - 15:37

Mi fate solo pena. Solo bastian contrari. Se non ci fossero stati gli aiuti al sud sarebbe stato criticato aspramente con argomenti invertiti da chi lo critica perchè li ha previsti. Penosi

Ilsabbatico

Lun, 10/08/2020 - 16:00

....e il nord continua a mantenere e pagare più di tutti.... Bravi!!!

ilcapitano1954

Lun, 10/08/2020 - 16:13

Caro Salvini, gli aiuti al sud sono stati dati in modo che tu reagissi mettendoti contro a questi aiuti(solo al sud), facendo arrabbiare quelli del sud in modo tale da non votare Lega alle prossime elezioni regionali. Te lo dice uno del profondo sud, perciò cerca di non fare il gioco del nemico, ricordati che la contraparte è un tuo nemico e non avversario.

Gio56

Lun, 10/08/2020 - 16:36

IlCazzaroNero,non si capisce da chi dovrebbe attendere risposte,provi a chiedere ai parlamentari del sud,il perchè. Prenda anche la Salerno-Reggio Calabria che un certo Sig Gentiloni disse che finalmente dopo 55 anni era stata completata,quando a tutt'oggi e piena di cantieri.

ulio1974

Lun, 10/08/2020 - 16:39

non preoccupatevi! ANDRÀ TUTTO BENE!!!

ulio1974

Lun, 10/08/2020 - 16:53

IlCazzaroNero 13:33: forse perchè in Sicilia ci sono più forestali che in tutto il Canada?

necken

Lun, 10/08/2020 - 17:22

IlCazzaroNero: Al Sud le autostrade sono costruite con il calcestruzzo depotenziato, da 150kgm3 anziche 400kgm3 fornito in esclusiva dalla mafia locale x riciclare il denaro della coca, che rende le autostrade del Sud precarie con continue necessità di rifacimenti, per questo non finiscono mai. Poi impara a memoria i video di N. Gratteri presenti in rete cosi saprai molte altre cose interessanti.....

WSINGSING

Lun, 10/08/2020 - 17:23

La Calabria e la Basilicata sono governate dalla destra. Che poi le regioni di tutto il sud vivono di assistenzialismo è un altro discorso.

flip

Mar, 11/08/2020 - 11:30

eliminare il reddito di cittadinanza e dimezzae i costi della politica,,! perchè non sono i pensionali (che hanno pagato) CHE PESANO SULL'ECONONIA mA i fanbnulloni seriali!