Il deputato Edmondo Cirielli positivo al test del coronavirus

Il Questore della Camera Edmondo Cirielli è risultato positivo al test del Coronavirus, ma non era presente alla seduta di Montecitorio di ieri

Il Questore della Camera Edmondo Cirielli è risultato positivo al test del Coronavirus, ma ieri non era presente alla seduta nella quale l'Aula ha votato lo stanziamento di 25 miliardi per affrontare la crisi.

Dai tabulati della votazione, fa notare l'Adnkronos, il deputato di Fratelli d'Italia risultava in missione. "Ora che si è ammalato anche un questore della Camera, che credo fosse ieri in Aula, c'è ancora chi considera un'eresia la creazione di un diritto parlamentare dell'emergenza con voto a distanza, una commissione speciale per i decreti e altre innovazioni? L'ortodossia vera innovazione", osserva il deputato del Pd, Stefano Ceccanti. Cirielli è il secondo deputato a risultare positivo dopo Claudio Pedrazzini, 46 anni, originario del lodigiano, entrato a Montecitorio con Forza Italia e ora iscritto al gruppo misto come esponente di Cambiamo!, il movimento di Giovanni Toti.

I governatori colpiti dal Coronavirus

Prima di loro il segretario del Pd e governatore del Lazio Nicola Zingaretti aveva annunciato su Facebook di aver contratto il Covid-19. "È arrivato, anche io ho il coronavirus. Ovviamente sarò seguito secondo tutti i protocolli che sono previsti in questi casi per tutti. Sto bene e quindi è stato scelto l'isolamento domiciliare, continuerò da casa a seguire quello che potrò seguire tranquillamente. Anche la mia famiglia sta seguendo i protocolli che si seguono in queste situazioni", aveva detto Zingaretti, affidandosi ai suoi vice: Andrea Orlando il Pd e Marta Leonori per la gestione della Regione Lazio. A stretto giro anche il governatore del Piemonte, Alberto Cirio, aveva annunciato di essere risultato positivo al test del coronavirus. Test che aveva effettuato a scopo precauzionale dopo l'incontro avuto a Palazzo Chigi il 4 marzo scorso con gli altri colleghi governatori. Il governatore della Lombardia, Attilio Fontana, si era messo in auto-isolamento dopo che una sua collaboratrice era risultata positiva al test. Stessa prassi, per lo stesso motivo, è stata adottata dal presidente dell'Abruzzo Marco Marsilio.

La situazione in Emilia-Romagna

Il parlamentare leghista Guido Guidesi, invece, è bloccato da giorni a Codogno, suo paese natìo ed epicentro italiano dell'epidemia. A Piacenza la situazione è diventata drammatica non solo per la positività della sindaca Patrizia Barbieri, ma soprattutto per il decesso del consigliere comunale Nelio Pavesi, 68 anni, storico esponente del Carroccio nel capoluogo emiliano. In Regione, invece, il coronavirus ha colpito gli assessori Raffaele Donini e Barbara Lori. Enzo Lattuca, sindaco di Cesena, si è messo in quarantena dopo essere stato a contatto con loro, sebbene non presentasse i sintomi della malattia.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.