"Liberi per un mese e poi...". Svelato il piano del governo

L'idea è quella di far respirare aria di libertà agli italiani solo entro una certa soglia. Poi saranno previste altre serrate

Stringere i denti fino ai primi giorni di dicembre, riaprire tutto all'Immacolata, garantire qualche settimana di spensieratezza agli italiani, tra un cenone di Natale, un po' di shopping per far ripartire l'economia e qualche gitarella fuori porta - tutto rigorosamente accompagnato da severe prescrizioni che non saranno rispettate - salvo poi poter fare retromarcia e chiudere tutto nella seconda metà di gennaio. Potrebbe essere questo il piano del governo nella lotta al Covid in vista dell'imminente futuro. Almeno a giudicare dalle parole di un misterioso e anonimo capo di gabinetto intervistato dal quotidiano Libero, da decenni attivo nelle stanze del potere italiano e ben informato sulle intenzioni di chi decide le sorti del Paese.

Gli errori del governo

Sia la prima che la seconda ondata hanno colto tutti di sorpresa. La differenza è che nella scorsa primavera nessuno sapeva a cosa saremmo andati incontro, mentre adesso ci ritroviamo in una situazione spinosa: l'esecutivo sapeva dall'estate di un possibile ritorno di fiamma del virus, ma niente è stato fatto. "Nei ministeri tanti hanno abbassato la guardia, pensando che fosse finita. Sarebbe stato necessario usare luglio e agosto per prepararsi al peggio, non per andare al mare", ha raccontato la fonte.

La stessa fonte ha svelato che ad agosto il sistema di tracciamento "stava già saltando" e che "un terzo dei focolai sfuggiva" al monitoraggio. "Bastava leggere i report scientifici e sanitari. Quelli veri che circolano al ministero, non quelli per le conferenze stampa. Ma le Regioni non si sono fatte problemi a consentire l'apertura delle discoteche", ha proseguito l'anonimo capo di gabinetto.

Il governo giallorosso, che poche settimane prima, aveva bloccato un'ordinanza della Calabria sui tavolini dei bar all'aperto, non ha impugnato le ordinanze sulle discoteche (che il Tar del Lazio avrebbe sospeso a stretto giro). Anzi: si è preoccupato di intervenire sui contagi di ritorno dei viaggiatori provenienti da Spagna e Gregia. Sulle discoteche l'esecutivo è intervenuto in ritardo, "quando il danno era fatto". Un lockdown massiccio, almeno fino a questo momento, non sarebbe stato fatto non tanto per motivi economici ("ormai si fa tutto a debito") quanto per una "valutazione sulla tenuta psicosociale degli italiani".

Il ruolo del Comitato tecnico scientifico

Ma chi è che prende le decisioni? In molti si chiedono se sia il governo a "governare" il Comitato tecnico scientifico o se siano gli esperti a decidere cosa e quando farlo. La risposta del capo di gabinetto è chiara: "Dipende dai momenti. La realtà è in chiaroscuro. Talvolta il governo si appoggia al Cts, talvolta lo fa un ministro a spese di un altro. Talvolta le parole del Cts sono pietre, talvolta evaporano nel tragitto verso Palazzo Chigi".

Come se non bastasse il Cts "non è un monolite". Anzi: si tratterebbe, a detta della fonte, di un "consesso di accademici e primedonne della sanità romana, con un certo numero di grand commis ministeriali. Certi giorni potrebbe essere una serie tv di Netflix, certi altri un remake di Brancaleone alle Crociate".

Sul tema dei documenti del Cts, i rapporti non verrebbero desecretati per un motivo molto semplice: l'intera gestione emergenziale sarebbe fondata sul segreto. "Segreti i piani del Next Generation Ue. Segreti i nomi delle aziende che vincono la gara sui banchi scolastici. Segreti i report con idati sanitari. Segrete le riunioni delle task force. Segreti i protocolli dei fondi Sure", ha fatto notare la solita fonte.

Dissidi politici

La gestione dell'emergenza Covid ha evidenziato scontri e dissidi politici. "La pandemia viene gestita con i soliti schemi della lotta politica. Governatori contro governo. Sindaci contro governatori. Pezzi di maggioranza contro la maggioranza. Pezzi di opposizione contro l'opposizione". "E naturalmente, ma più per obbligo di copione che per convinzione", ha aggiunto la fonte. Insomma, ci troviamo di fronte a una sorta di lotta per la sopravvivenza.

Per quanto riguarda i Dpcm, "si scrivono sempre a Palazzo Chigi sotto dettature di Conte", ha svelato il capo di gabinetto, aggiungendo che questo particolare spiegherebbe come mai nell'ultima bozza definitiva "sia scomparsa la chiusura dei parrucchieri". "Cosa che a noi non è sfuggita, al pari del nuovo colore dei capelli del presidente del Consiglio", ha aggiunto.

Da un punto di vista strettamente politico, Conte è consapevole di essere debole in questa fase e quindi "cerca sponde", sia istituzionali che politiche. Proprio da qui deriverebbe la guerra con le Regioni e l'apertura "necessaria e obbligata, su sollecitazione ormai quotidiana del capo dello Stato" all'opposizione. Una smossa, quest'ultima, "tardiva e destinata al fallimento".

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

MASSIMOFIRENZE63

Dom, 08/11/2020 - 15:36

Allora, per le feste c'è il libera tutti e si fanno cenoni, abbracci tra nonni e nipotini, baci sotto il ischio, ecc..... E si prende il contagio. Poi una volta che il contagio è avvenuto si fa un altro lockdown, come dire si chiude a stalla dopo che i buoi sono scappati. IDEA DEMENZIALE.

Ritratto di cicciomessere

cicciomessere

Dom, 08/11/2020 - 15:41

Errore enorme e' stato permettere di andare in ferie fuori Italia , per impestarsi e riportarlo a casa.

XYZABC

Dom, 08/11/2020 - 15:53

questa è beòlla! avete irriso tutte le norme di restrizione, anche le più blande, i vostri paladini hanno sfoggiato pubblicamente la diserzione anche alla più piccola norma di sicurezza, hanno urlato a non finire contro qualsiasi chiusura anche parziale e adesso avete pure la faccia tosta di rinfacciare al governo di non aver fatto abbastanza? veramente delle facce di tolla. (con due zeta).

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Dom, 08/11/2020 - 15:58

@cicciomessere - esatto, ma non solo. Gravissimo è aver fatto arrivare in Italiaanche stranieri. Dei clandestini poi, non ne parliamo neppure. Storia nefasta e ingiustificabile.

Ritratto di vince50_19

vince50_19

Dom, 08/11/2020 - 16:15

Se così fosse é un piano pericoloso questo dei lockdown a rate (per rimanere al potere). Se gli italiani stanno mal sopportando la chiusura prenatalizia e il governo vorrebbe darci il contentino per natale favorendo (indirettamente) una recrudescenza della pandemia, dovranno poi risolvere il problema che controbilancia la chiusura, cioè dare VERO "ristoro" per chi non può lavorare, già oggi traballante. Se poi lo scopo è quello di una patrimoniale sui conti c.c. da usare anche per ridurre il debito pubblico (come sora Merkel vorrebbe), visto che il re. fu. arriverà chissà quando, Conte e soci rischiano di scavarsi la fossa. Come si usa dire ogni bel gioco dura poco!

ST6

Dom, 08/11/2020 - 16:16

Misterioso e anonimo = non pervenuto.

Una-mattina-mi-...

Dom, 08/11/2020 - 16:23

LO SANNO TUTTI: CI DANNO UN PO' DI CORDA, IN MODO CHE QUANDO APRONO LA BOTOLA IL COLPO SIA SECCO... AH: OVVIAMENTE DELLA SALUTE DELLA GENTE INTERESSA UNA MAZZA. E NON POTREBBE ESSERE DIVERSAMENTE, DA CHI INCVASSA IL 77% DI ACCISE SULLE SIGARETTE E PERCIO' INCASSA MILIARDI DI EURO OGNI ANNO. QUEST'ANNO, PER DIRE, NEANCHE LA GIORNATA CONTRO IL FUMO, HANNO ONORATO...

Ritratto di 02121940

02121940

Dom, 08/11/2020 - 16:27

Sto per chiudere l’ottantesimo anno di vita. Quando sono nato c’era la seconda guerra mondiale. Nel 2020 non c’è guerra, ma continua l’invasione del coronavirus speditoci dalla Cina. Però c’è chi ci vuol salvare dalla malattia, l’avvocato Conte, che cerca di farci respirare aria di libertà, ma solo a casa nostra, senza mai uscire. Poi ci saranno “altre serrate”. Amen

marzo94

Dom, 08/11/2020 - 16:29

Balle, come se fosse il governo a decidere le varie parabole del Virus. Speriamo sia possibile riaprire tutto ma non è certo la strategia grullo-rossa che può determinarlo. A meno che non decidano finalmente per una linea Svedese, ma qui credo sia più difficile.

Una-mattina-mi-...

Dom, 08/11/2020 - 16:34

OVVIAMENTE CI SARA' IL PRETESTO CHE NON SIAMO STATI BRAVI, ABBIAMO FATTO I DISCOLI E I BIRICCHINI, QUANDO INVECE IL NOSTRO COMPORTAMENTO E' ININFLUENTE, VISTO CHE IN PRATICA HANNO GIA' SCRITTO DA TEMPO LE PROSSIME VELINE CHE CONTE LEGGERA', FACENDO FINTA CHE SIANO L'ESITO DI STUDI RAFFINATISSIMI DEL CTS (NEL QUALE NON C'E' NEMMENO UN VIROLOGO, HAI VISTO MAI)

susyserra

Dom, 08/11/2020 - 16:41

E'vero, non è una dittatura, in ogni dittatura almeno c'è qualche forma di resistenza. Qui siamo a un livello superiore, all'evoluzione della dittatura classica, allo Stato-Pavlov e ai cittadini cani, la dittatura col "consenso informato" del popolo. Questa è una situazione destinata a restare. Il francese e la tedesca ripetono ossessivamente da nove mesi, senza nessuna base scientifica per farlo, che "l'emergenza" durerà ancora anni. Sono certamente teorie complottiste, ma la prima volta che il confinamento di massa ci verrà imposto per motivi diversi dall'epidemia, in molti saranno costretti ad aprire gli occhi, anche se a quel punto sarà troppo tardi. Nel G7 del 2017 a Taormina fecero una prova in scala ridotta del confinamento di massa, ora stanno usando l'epidemia come prova su larga scala, i continui apri-e-chiudi che andranno avanti ancora per anni servono solo a calibrare il sistema prima di metterlo a regime.

Helter_Skelter

Dom, 08/11/2020 - 16:41

Bastava che i governatori di regione non riaprissero le discoteche. Ma oramai lo sappiamo: le regioni sono buone solo ad aprire. Preparare le terapie intensive, predisporre le usca, integrare l'app Immuni nelle proprie strategie di contact tracing, neanche se ne parla. Ancor meno predisporre qualche zona rossa in tempo.

Junger

Dom, 08/11/2020 - 16:43

Tra pochissimi giorni i deliranti provvedimenti borbonici del regime pseudosanitario (manzoniane grida) non li faranno rispettare più nemmeno i più solerti questurini e i più zelanti vigili urbani in quanto del tutto contraddittori e incomprensibili.

maxfan74

Dom, 08/11/2020 - 16:50

Credo che gli italiani abbiano finito la pazienza be nei prossimi giorni si vedrà.

Italy4ever

Dom, 08/11/2020 - 16:52

Cicciomessere: Questo è comunismo all'ennesima potenza! Ho fatto le vacanze in Grecia rispettoso delle regole. Sono tornato e ho fatto il tampone con esito negativo. Quanta gente ha fatto lo stesso standosene in Italia??? Certamente non sono io come tanti altri che sono stati all'estero ad aver appestato il nostro paese. Ma soprattutto... Dalle vacanze estive sono passati più di due mesi, virus lento a ripartire visto che già tre settimane sono un'esagerazione per dare sintomi! Spero vivamente che il tuo commento fosse ironico!

ilrompiballe

Dom, 08/11/2020 - 17:05

Non ho mai visto, nei miei ottant'anni e nella Storia, uno stato che sia riuscito a sconfiggere un'epidemia, ad eccezione della Cina, dove sembra che si stia verificando un evento eccezionale: la scomparsa del virus ed un sorprendente risultato economico. Forse è il caso di inviare a Pechino una task force per studiare il fenomeno.

filoforte

Dom, 08/11/2020 - 17:06

Mi vergogno di essere governato da 4 straccioni incompetenti. I nostri avi si rivoltano nella tomba

Fjr

Dom, 08/11/2020 - 17:31

Liberi un mese e poi....li andiamo a prendere direttamente a Palazzo Chigi

trasparente

Dom, 08/11/2020 - 17:41

02121940 ti sbagli questa è una guerra dichiarata, senz'armi ma sta distruggendo l'intero mondo. Imprese che chiudono, disoccupati e suicidi sono all'ordine dell'giorno. Non c'è più potere d'acquisto, non c'è più libertà di muoversi e di respirare. Non ti sembra guerra?

Ritratto di scimmietta

scimmietta

Dom, 08/11/2020 - 17:42

X XYZABC 15.53: sbagliato! Si è irriso alla contraddittorietà delle norme di restrizione, questo si ... mascherina sì, mascherina no, distanziamento si, movida si (milanononsichiude -Zingarettei contagiato) assembramenti no, partita Atalanta Valencia a San Siro si, col risultato di impestare mezza bergamasca, Bergamo città aperta tutti in giro per l'aperitivo e poi morti a iosa. Discoteche no, ma poi si lungo tutta la riviera romagnola, salvo poi chiuderle il 18 di agosto a buoi scappati ...Per non parlare di mezzi pubblici strapieni da sfoltire a mezzo monopattini e piste ciclabili, distanziamento scolastico con banchi a rotelle ... continuo? Si forse hai ragione, c'era poco da irridere, c'era da piangere!

Giorgio5819

Dom, 08/11/2020 - 17:45

...mentre continua senza sosta l'importazione di CLANDESTINI da distribuire sul territorio e da far mantenere agli ITALIANI. Parassiti di governo.

Frusta2

Dom, 08/11/2020 - 17:49

Mi domando in che mani siamo.Solo il dormiente Mattarella potrebbe qualcosa solo se si svegliasse e lo volesse.Possibile che in questa situazione disastrata della sanità non si parli più di MES?Siamo allo sbando pur di non far cadere lo sgoverno giallorosso

mike53

Dom, 08/11/2020 - 17:59

Tranquilli, ora che in America è arrivato il salvatore del mondo, vedrete che la pandemia scomparirà nel giro di poche settimane con la task force di Biden! Purtroppo siamo costretti a sopportare una manica di imbecilli ed inetti a livello mondiale e il cosiddetto Deep State sarà proprio composto da questi cialtroni....pensate che bello!

Ritratto di vince50_19

vince50_19

Lun, 09/11/2020 - 10:40

«Mi piacerebbe raccontare la gestione del Covid nei palazzi. Una gestione che ha portato al collasso tanti modelli, tanti schemi e persino tanti di noi, compresi alcuni gabinettisti di lungo corso. Forse era dai tempi del generale Badoglio che non si viveva un periodo così incerto per l'esercizio del potere». Così il capo di gabinetto di cui non si conosce il nome, intervistato dal giornalista Senaldi (n.b.: prima aveva concesso un'intervista a Salvaggiulo, giornalista de La Stampa, che ha poi pubblicato un interessante libro "Io sono il capo di gabinetto", cui fece seguito il giudizio di un alto magistrato insospettabile di compiacenza. Costui ha esternato: "Questo libro mi ha fatto capire del potere romano più di dieci anni di indagini".). A breve potremo constatare se ha detto la verità o balle.