Biden, Mattarella: "Rallegramenti calorosi". Conte: "Lavorare insieme"

L’auspicio espresso da Capi di Stato e dai leader europei è che l’amministrazione Biden possa rilanciare le relazioni transatlantiche

La conquista della Pennsylvania da parte dei Democratici dopo giorni ad altissima tensione ha messo la parola fine ai giochi. Joe Biden, superando la soglia dei 270 Grandi elettori necessari per nomina alla Casa Bianca da oggi è divenuto presidente eletto degli Stati Uniti. Donald Trump, però, non si arrende tanto che ha già annunciato di essere pronto ad una offensiva legale. "Tutti gli Stati recentemente assegnati a Biden saranno sfidati legalmente per frode elettorale. Un mare di prove! Vinceremo!", ha scritto Trump su Twitter. Un quadro che con il passare delle ore si fa sempre più caotico. Eppure capi di Stato e leader europei hanno già inviato a Biden messaggi di congratulazione per il successo ottenuto.

"Desidero esprimerle, a nome della Repubblica italiana e mio personale, i più calorosi rallegramenti per la sua elezione alla Presidenza degli Stati Uniti d'America". Sono queste le parole con cui il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, si è rivolto al neo presidente eletto degli Stati Uniti. "Il popolo americano – ha continuato - ha affidato a lei, a seguito di un confronto con una straordinaria partecipazione, il mandato di guidare gli Usa".

Mattarella ha poi sottolineato di essere certo che sotto la nuova presidenza "Stati Uniti e Italia, e l'intera Unione europea, potranno ulteriormente consolidare i legami di profonda e radicata amicizia, nel nome dei comuni valori di libertà, giustizia, democrazia che li uniscono". Il presidente della Repubblica ha spiegato che questa è una vicinanza che si consolida "in ogni ambito, bilaterale e multilaterale, attraverso una collaborazione multiforme, favorita anche dalla straordinaria opera della numerosa comunità di origine italiana, e tesa a promuovere i valori della sicurezza e della stabilità internazionale, dello sviluppo economico e del progresso sociale, in una prospettiva convintamente transatlantica".

Il capo dello Stato ha inoltre ammesso di auspicare che la imminente Presidenza italiana del G20 "possa concretamente rappresentare un'ulteriore occasione di sviluppo della cooperazione fra Washington e Roma". "In attesa di poterLa incontrare – ha concluso Mattarella - e ancora nel piacevole ricordo della nostra colazione in occasione della mia prima visita a Washington da Capo dello Stato, invio a Lei e alla Sua famiglia i più calorosi auguri per un proficuo svolgimento del Suo Alto mandato".

Anche il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, ha inviato un messaggio di congratulazioni al presidente eletto degli Usa. In un messaggio postato su Twitter il premier ha affermato di essere pronto a lavorare "con Biden per rafforzare le relazioni transatlantiche". Conte ha garantito che gli Stati Uniti possono contare sull'Italia "come un solido alleato e un partner strategico".

Congratulazioni al nuovo presidente Usa sono arrivate anche da molti altri leader europei. Tra queste vi è il messaggio della cancelliera tedesca Angela Merkel: "Mi rallegro della futura collaborazione con il presidente Biden. La nostra amicizia transatlantica è insostituibile se vogliamo superare le grandi sfide di questo tempo". Un concetto, questo, espresso in maniera simile da diversi leader mondiali, come il presidente francese, Emmanuel Macron:"Congratulazioni a Joe Biden e Kamala Harris. Abbiamo molto da fare per affrontare le sfide di oggi. Agiamo insieme". Felicitazioni alle quali si è unito anche il premier spagnolo, Pedro Sanchez: "Vi auguriamo buona fortuna e tutto il meglio. Non vediamo l'ora di collaborare con voi per affrontare le sfide che ci attendono".

L'Unione europea, che vede nel cambio della guardia a Washington un motivo per rilanciare le relazioni transatlantiche, è compatta. "Mi congratulo vivamente con Joe Biden e Kamala Harris per la loro vittoria alle elezioni presidenziali statunitensi. L'Ue e gli Stati Uniti sono amici e alleati, i nostri cittadini condividono i legami più profondi. Non vedo l'ora di lavorare con il presidente eletto Biden", è il messaggio pubblicato su Twitter dalla presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen.

Fuori dalla Ue ha fatto sentire la sua voce anche il premier britannico, Boris Johnson, che ha ribadito che gli Usa "sono il nostro più importante alleato". Lo stesso Johnson ha, poi, ammesso di non vedere "l’ora di lavorare insieme da vicino sulle nostre priorità comuni dal cambiamento climatico al commercio alla sicurezza”.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

ex d.c.

Dom, 08/11/2020 - 12:15

Manca il Papa.

haaland

Dom, 08/11/2020 - 12:18

Ci lavorino loro assieme a quel presidente......tra abusivi al potere ci si intende....