Erri De Luca attacca Salvini: "Delirio di impotenza"

Lo scrittore Erri De Luca sulla chiusura dei porti decisa da Salvini: "Nessuna strategia, è delirio di impotenza nei confronti dei flussi migratori"

Erri De Luca attacca Salvini: "Delirio di impotenza"

Ormai si fatica a tenere il conto. Oliviero Toscani, Roberto Saviano, Pietro Grasso e Vauro, solo per citarne alcuni, negli ultimi giorni si sono alternati nella gara agli attacchi frontali (a volte insulti) nei confronti di Matteo Salvini. Oggi a questa lunga lista di "estimatori" del ministro dell'Interno a ben pensato di aggiungersi pure lo scrittore Erri De Luca.

In collegamento su La7, De Luca ha definito le politiche di Salvini sull'immigrazione un "delirio di impotenza". Il leghista, ovviamente, non si è fatto sfuggire l'occasione e come fatto in precedenza con Toscani e Saviano, ha risposto sulla sua pagina Facebook indirizzando a De Luca "un sorriso anche per lui"!

Ad Omnibus il 13 giugno lo scrittore ha detto: "Non c'è nessuna strategia. C'è un delirio di impotenza nei confronti di una manifestazione di flussi migratori che dura da più di 20 anni che non sono governati e non sono governabili. C'è una dichiarazione, con una posizione intenibile di chiusura dei porti che è semplicemente uno scatto di nervi e di presunzione".

La risposta di Salvini, come detto, è arrivata via social network. E ha scatenato i follower del ministro. "Secondo lo scrittore Erri De Luca, avrei un 'delirio di impotenza' e sarei presuntuoso perché cerco di fermare i flussi di immigrazione clandestina. Un sorriso anche per lui!", ha scritto il leghista.

Commenti

Grazie per il tuo commento