Il "facilitatore" Toninelli fa un altro flop

Ha coordinato la campagna elettorale sbagliando i nomi dei candidati

Roma - L'esordio del facilitatore Toninelli è da incubo: M5s fuori del Consiglio regionale in Calabria e percentuali irrilevanti (3,48 %) in Emilia Romagna. Ma l'ex ministro è felice come una Pasqua: «Questa è la strada giusta, è la nostra strada, anche se non porta voti nell'immediato. In alto i cuori!». Mai scelta fu più appropriata, per condurre nel giro dei sei mesi il Movimento verso l'estinzione.

Tanto che da ieri mattina nelle chat grilline Toninelli pare sia stato già ribattezzato il facilitatore delle sconfitte elettorali. La doppia sfida in Emilia-Romagna e Calabria è stato il primo banco di prova per l'ex ministro dei Trasporti e delle Infrastrutture, scelto a dicembre come facilitatore per le campagne elettorali nel team del futuro. Il Toninelli politico rischia di far più danni del Toninelli ministro. Nell'idea dell'ex capo dei Cinque stelle Luigi Di Maio, il senatore grillino doveva risvegliare l'orgoglio pentastellato nelle battaglie locali. Scommessa persa: Toninelli è un disastro.

C'è già chi vuole un passo indietro dell'ex ministro, dopo la doppia disfatta. Ma Toninelli non prende in considerazione l'ipotesi delle dimissioni: «Continueremo a lavorare per dare un futuro migliore ai cittadini in difficoltà, per costruire un Paese più equo, sia in termini economici che di diritti». La missione suicida va avanti. Toninelli ha un solo l'obiettivo in testa: l'estinzione elettorale del Movimento. La sconfitta assume le dimensioni di una catastrofe in Calabria dove il numero dei voti del M5s è inferiore ai percettori del reddito di cittadinanza. Il Pd difende il re delle gaffe: elezione dopo elezione i dem rubano voti ai Cinque stelle.

L'inadeguatezza di Toninelli era già venuta fuori durante la campagna elettorale: nella tappa in Emilia Romagna il senatore grillino aveva confuso il nome del candidato grillino (Simone Benini) alla presidenza. C'è chi nel M5s ha il terrore che la campagna elettorale alle regionali in primavera (Campania, Liguria, Puglia, Toscana, Marche) sia coordinata dal facilitatore Toninelli. Nicola Morra, presidente della commissione Antimafia, chiede un cambio di rotta (e di facilitatore) in vista dei prossimi appuntamenti elettorali: «La nostra proposta doveva essere meglio articolata. Io ho insistito sulla prudenza e sulla tempistica. Si è deciso altrimenti. Ora ci sono nuove amministrative sempre qui in Calabria: penso che il Movimento debba imparare dalle esperienze negative vissute. Quando si impara si cresce». Per Morra la strategia va cambiata subito: «Agli Stati Generali sottoporrò di nuovo un documento che indicava un percorso, già visionato ed emendato: e in vista delle prossime amministrative dobbiamo arrivare, sei mesi prima della scadenza consiliare della legislatura, con un piano per far conoscere le nostre proposte». Toninelli resiste. Ha un sogno nel cuore: passare alla storia come il becchino del Movimento.

Commenti
Ritratto di gianpiz47

gianpiz47

Mar, 28/01/2020 - 08:49

E' come il confetto Falqui: " Basta la parola: TONINULLA"

Alfa2020

Mar, 28/01/2020 - 08:56

Bello ministro un fallito e penso pure il resto della sua vita

lappola

Mar, 28/01/2020 - 09:16

Anche tu finirai a friggere le patatine alle feste dell'unità. Porterai con te anche di maio, crimi, e grillo servirà ai tavoli.

Tommaso_ve

Mar, 28/01/2020 - 09:20

Avete sentito Toninelli? «Continueremo a lavorare per dare un futuro migliore ai cittadini in difficoltà, per costruire un Paese più equo, sia in termini economici che di diritti». In parole più semplici: «Lavorerò per l'estinzione del movimento nel più breve tempo possibile». I cittadini in difficoltà non hanno bisogno di personaggi del genere ma di capacità integrità lungimiranza.

Neb

Mar, 28/01/2020 - 10:13

Lo stratega (!) ideale per tramutare i cinques telle in quattro gatti.

AngeloErice

Mar, 28/01/2020 - 10:20

Articolo agile e divertente, grazie al redattore certo, ma c'è da dire che il soggetto gli ha fornito le dritte...

ulio1974

Mar, 28/01/2020 - 10:48

... ma gli hanno già dato il tapiro d'oro??

buonaparte

Mar, 28/01/2020 - 10:52

il crollo del m5 s è stato dovuto a tutta questa cattiva stampa fatta dalla sinistra . e loro sono insieme al governo per non perdere la poltrona

Popi46

Mar, 28/01/2020 - 11:05

Ma,secondo voi, Toninelli è in grado di azzeccarne una? Che so, magari centrare il wc in caso di necessità fisiologiche....

rawlivic

Mar, 28/01/2020 - 11:08

ma pure loro cosa si aspettano da in impiegato assicurativo senza particolari talenti, che viene miracolato a deputato e ministro. E' ovvio che possa fare solo Danni, quando non resta nell'ombra dell'insignificanza.

rawlivic

Mar, 28/01/2020 - 11:09

Toninelli, mi rinnovi la polizza del motorino? dai, facilita questo...

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Mar, 28/01/2020 - 11:37

"Decrescita felice": Appuntato, vai avanti te che mi scappa da ridere...