"Folle riaprire tutto il Paese. Tanti casi come due mesi fa"

Il professor Crisanti: "Meglio scegliere solo tre Regioni campione per vedere se esplodono nuovi focolai"

Test seriologici per il coronavirus (Fotogramma)

«Una follia riaprire tutte le regioni insieme». Andrea Crisanti, ordinario all'università di Padova e direttore del laboratorio di Microbiologia del Policlinico, è stato fra i primi a paventare del rischio di migliaia di contagiati mentre molti suoi colleghi minimizzavano il pericolo paragonando il Covid 19 ad una semplice «influenzetta». In vista della Fase 2 la sua preoccupazione aumenta. Pur ritenendo giusto che si ritorni gradualmente a riavviare le attività produttive anche in questo caso come nella Fase 1 quello che Crisanti imputa al governo è la mancanza di una strategia che sia davvero efficace per evitare che la curva epidemica torni a rialzarsi quando le saracinesche si riapriranno ed ci sarà più gente in movimento.

Professor Crisanti siamo pronti alla Fase2?

«L'8 marzo quando è stato deciso il lockdown avevamo registrato 1.797 contagi in più in un giorno. Ora siamo ancora sopra i 2mila nuovi casi in 24 ore. Non capisco che cosa ci sia di diverso oggi rispetto al giorno in cui abbiamo deciso di chiudere tutto».

Si rischia che il coronavirus riprenda la sua corsa?

«Non ci sono dubbi: con la riapertura il rischio è elevatissimo. Gli italiani hanno fatto enormi sacrifici che al momento hanno evitato che ci fossero ancora più vittime ma se si riprende così, nel disordine quei sacrifici saranno vanificati e dovremo ricominciare da capo»

Se potesse decidere come si muoverebbe?

«Si potrebbe riaprire già domani ma in modo ragionato ovvero non tutti insieme e soprattutto non nelle regioni dove i contagi sono ancora moltissimi e la percentuale di crescita è sostenuta. Io aprirei soltanto in 2 al massimo 3 regioni con diffusione bassa del virus. Per esempio in Sardegna che è isolata poi in un'altra regione al sud sempre con un numero basso di contagiati. Poi necessariamente in una regione del Nord per studiare che cosa succede anche nel caso di un'area ad alta industrializzazione. Io sceglierei il Veneto perché ha queste caratteristiche e qui il contenimento del virus ha funzionato meglio rispetto alla Lombardia o al Piemonte. Si riapra a scaglioni e per una settimana studiamo che cosa succede nelle aree prescelte. Se dovessero esplodere nuovi focolai saremmo in grado di circoscriverli concentrando lì tutta la potenza per l'identificazione, l' isolamento e il tracciamento dei positivi e dei loro contatti. Tutto quello che abbiamo imparato in queste settimane. E avremmo un modello per capire meglio il comportamento del virus».

Anche le misure di contenimento collettive ed individuali devono essere le stesse in tutto il territorio?

«Non ha senso: il tessuto economico e sociale è profondamente diverso nelle nostre regioni e l'impatto dell'apertura non sarà lo stesso. Non c'è un razionale scientifico alla base di questa scelta, si va avanti a tentativi in modo e dilettantesco».

Il 4 maggio partiranno anche i test sierologici per il rilevamento degli anticorpi

«Non servono a nulla. Come ha ribadito anche l'Organizzazione Mondiale della Sanità non esiste la possibilità di assegnare patenti di immunità. Non sappiamo se sia possibile ammalarsi di nuovo, non sappiamo per quanto tempo un positivo resta contagioso. I test sierologici hanno un valore statistico ma anche in Fase 2 servono i tamponi. È vero che fotografano soltanto la situazione esistente al momento ma sono utilissimi ai fini dell'isolamento dei positivi non appena vengono individuati».

Giusto l'obbligo di mascherine e guanti?

«Si certo. Ma in quanti sanno come usare questi dispositivi? Anche il rispetto del distanziamento sarà problematico. Meglio avere più cautela adesso per evitare ricadute. Per le cure mi sembrano promettenti i trattamenti con il plasma dei guariti che stiamo cominciando ad usare anche qui».

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

ilrompiballe

Lun, 27/04/2020 - 10:15

Non gli viene il dubbio che l'epidemia sta facendo il suo corso e non la fermano i blocchi, le mascherine e quant'altro? Quando la gente non avrà più un soldo, dove andrà a mangiare, a casa sua?

martellini77

Lun, 27/04/2020 - 10:26

Ma il signore ha letto COSA riapre? Non riapre praticamente un cavolo! Mi faccia capire esimio: stiamo a casa per non correre il rischio di stare a casa dopo, giusto? Ma questo signore si rende conto o no di quello che puo' accadere se prolunghiamo questo scempio? Cortesemente torni alle sue piastre di Petri e lasci stare la riapertura, che non le compete.

jaguar

Lun, 27/04/2020 - 10:27

ilrompiballe, ma sai quanto gliene frega a questi signori, loro a fine mese lo stipendio ce l'hanno garantito. E comunque continuo a dire che se siamo ridotti così la colpa è anche nostra.

Ritratto di Zvallid

Zvallid

Lun, 27/04/2020 - 10:35

Certo come no, riapriamo nel 2032. Ma questo in che mondo vive?

Ritratto di UnoNessunoCentomila

UnoNessunoCentomila

Lun, 27/04/2020 - 10:37

Ma come cacchio si è bardato per mettersi in posa! Sarebbe ridicolo se non fosse così tragico!

daniele123

Lun, 27/04/2020 - 10:40

quindi il dottore ci sta dicendo che prima del blocco i contagi erano circa 1700 e adesso dopo piu' di un mese di chiusura forzata sono 2000, quindi non ha servito a niente stare in casa???

Iacobellig

Lun, 27/04/2020 - 10:41

Virologi pensate a scoprire farmaci e curare gli ammalati, questo è SOLO il vostro compito e non anche quello di decidere e suggerire sulla libertà di tutti. Nessuno è imbecille che vuole infettarsi e infettare, i cittadini sono maturi per camminare da soli e non per mano a vinte speranza di maio e altri incapaci.

Caiofabius

Lun, 27/04/2020 - 10:42

Se ci hanno messo due mesi per togliere l’IVA sulle mascherine ( quelle dei poveracci ovviamente) che dovrebbero costare pochi centesimi, figuriamoci !!!

Gabriele184

Lun, 27/04/2020 - 10:53

Caro dott. Crisanti.. anche tu non vuoi capire che al Nord il contagio è fuori controllo da fine Febbraio e che la chiusura non è servita a nulla? Tutti i numeri spiegano questo.. ma tutta la "comunità scientifica" continua ad ignorarli! Inizierete a capirlo quando la gente comincerà scendere in piazza?

milano1954

Lun, 27/04/2020 - 10:56

Tutti pazzi in Europa, questi sono invece i geni che hanno distrutto le vite di una intera generazione di Italiani. Tutti signori che NON hanno mai visto in vita loro un paziente... Il commento poi e' sicuramente frutto di una deformazione del giornalista, perche' dire che si e'arrivati di nuovo all'incremento dicasi ad inizio epidemia vuol dire che l'epidemia e' finita... si chiama distribuzione gaussiana, nozioni elementari di statistica. E'impensabile che un esperto epidemiology ha via detto una simile fesseria

Ritratto di anno56

anno56

Lun, 27/04/2020 - 11:01

Con tutto il rispetto personalmente non credo più a tutti sti scienziati, ne salta fuori uno nuovo ogni giorno, fateci caso ogni trasmissione televisiva hai i suoi esperti che ci propinano tutto e il contrario di tutto. @daiele 123,la risposta alla tua domanda è affermativa,adesso si sono accorti che1/4 dei contagi avviene nell'ambiente domestico.

Jon

Lun, 27/04/2020 - 11:02

FOLLE TENER CHIUSE REGIONI CHE NON HANNO DECESSI, o di poche unita' , INFERIORI a precedenti anni..!! MA chi e' QUESTO ESPERTO CHE NON comprende la STATISTICA..!! MA QUALI MASCHERINE..!! Le compriamo dalla moglie di SILERI?? DATELE A GRATIS..ed usate la POTENZA DI FUOCO per bruciare tutte le FAKE che sparate..Governicchio Tossico!! ESPERTI STRAVENDUTI A BIG PHARMA E MELINDA..!!

Ritratto di jasper

jasper

Lun, 27/04/2020 - 11:04

Il Coronavirus è tra i meno letali morbi influenzali che ci siano mai stati. Le normali influenze hanno sempre causato più vittime di questo Coronavirus. Le vittime sono sempre state tra le persone anziane con gravi patologie e che non si sono fatte vaccinare. Le normali influenze causano in tutto il pianeta ogni anno da 300 a 500 mila vittime. Il Coronavirus non ha causato nemmeno 200 mila vittime. Una vera pandemia mortale causerebbe dappertutto centinaia di migliaia di vittime in tutti gli strati della popolazione senza distinzione di età, sesso o razza. Quanta gente conoscete che è stata colpita da questo Covid-19 sd esclusione degli anziani con patologie specialmente quelli alloggiati nella RSA? Nessuno! I media e i Governi (specialmente il nostro) fomentati dalle lobbies farmaceutiche, ci hanno messi tutti agli arresti domiciliari facendo così un danno spaventoso al Paese e a noi tutti. Robe da pazzi ciò che hanno combinato!

martellini77

Lun, 27/04/2020 - 11:19

Questo e' il risultato di votare "l'antipolitica". Nei momenti che contano NON si prendono responsabilita' e mandano avanti i professoroni.

pellegrini cosimo

Lun, 27/04/2020 - 11:32

Perche' dobbiamo pensare troppo al dio denaro quando e' sicuro che non rispettare i motivi del contagio ci riporteranno indietro perdendo altro tempo- Calma, se dopo 2 mesi non riusciamo a far calare il numero dei contagi, figuriamoci cosa succedera' se usciamo tutti fuori-

pellegrini cosimo

Lun, 27/04/2020 - 11:36

Possibile che siamo tutti con le pezze al cxxo? se abbiamo messo da parte quando tutto andava bene, mettiamolo fuori adesso e apriamo quando la curva epidemiologica e' piatta.Altrimenti saranno guai piu' grossi-

Ritratto di Quintus_Sertorius

Quintus_Sertorius

Lun, 27/04/2020 - 11:43

Chiunque parli di "nuovi contagi" citando i numeri come se fossero assoluti e non solo una misera parte di un campione statistico non può essere preso sul serio. Secondo gli intellettuali di regime i casi totali sarebbero esattamente 197.675 perché esattamente 197.675 persone sono risultate positive a un tampone accurato solo nel 95% dei casi e propinato a una minuscola percentuale della popolazione. Per dare un'idea: se testassero tutti gli italiani, il margine di errore sarebbe di 3 milioni di falsi positivi/negativi.

Boxster65

Lun, 27/04/2020 - 12:00

Alla fine only the brave resisteranno!

Ritratto di Andrea B.

Andrea B.

Lun, 27/04/2020 - 12:02

@pellegrini cosimo: certo che non bisogna stare dietro al dio denaro, ad esempio non tradisco o malverso per esso o peggio. Però mi dica: lei come è messo quanto a soldi per mettere il pane in tavola in questa pandemia? Perche molti discorsi saggi e prudenti derivano da quanti uno ne ha in tasca...

Lucmar

Lun, 27/04/2020 - 12:05

"Folle riaprire tutto il Paese"? Perché? qualcuno ha visto qualcosa di sensato negli ultimi due mesi?

Ritratto di El Presidente

El Presidente

Lun, 27/04/2020 - 12:15

Ci sono regioni che, vuoi per struttura, vuoi per efficacia delle azioni messe in campo, vuoi per fortuna, si trovano in una situazione nettamente migliore delle altre e non avrebbe senso non dargli maggiore libertà. E il governo sbaglia a non tenere in debita considerazione questo aspetto, Sicilia e Sardegna sono fisiologicamente più controllabili. A chi si chiede a che sia servito chiudere suggerisco di andare a vedere cosa è successo in quei paesi tipo USA e UK che hanno provato a non farlo ...

Beraldo

Lun, 27/04/2020 - 12:15

La democrazia è andata e non tornerà. Io non credo più a nessuno. È evidente che c'è qualcosa dietro. Le statistiche di contagiati e morti sono false, con l'attuale sistema non si arriverà mai al contagio zero perchè continueranno a pubblicare i casi presunti come casi accertati. È questo il trucco per tenere sotto ricatto il popolo e sospendere a tempo indeterminato i diritti naturali e costituzionali. Avete più sentitio parlare di ISS? Che fine hanno fatto le verifiche? Perché siamo stati abbandonati nelle mani di task force non elette?

Beraldo

Lun, 27/04/2020 - 12:19

E poi che è questa buffonata di farsi riprendere con la mascherina a volto coperto? Hanno paura di essere riconosciuti? È una operazione psicologica per terrorizzare i deboli di mente?

Ale63

Lun, 27/04/2020 - 12:19

Questa è una dittatura basata su decreti incostituzionali

Jon

Lun, 27/04/2020 - 12:21

@Quintus.. I tamponi sbagliano del 20%, e sono TARATI PER RILEVARE I VIRUS DEL TIPO SARS- Cov-2. di cui ne esistono 12 tipi..!!

Ritratto di Zizzigo

Zizzigo

Lun, 27/04/2020 - 12:21

Dategli il Nobel anche a questo qui e una bella scatola di supposte!

FrancoM

Lun, 27/04/2020 - 12:29

Il mestiere dei medici è esagerare nella prudenza. Avere tanti pazienti in attesa di guarigione è il loro business.

giavanza

Lun, 27/04/2020 - 12:32

Non capisco. Quello che dice il Professor Crisanti è fuor di logica; infatti se la situazione contagi è invariata rispetto al 8 Marzo o addirittura è peggiorata (2000 casi circa rispetto ai 1800 circa del 8 Marzo!) mi spiegate a cosa è servito bloccare tutto e perchè perseverare nella pratica di blocco fin qui seguita, per 17-18 regioni su 20? Riaprire le regioni a minor a rischio e comunque anche quelle gradatamente, con tutto rispetto non la reputo una “gran pensata”. L’apertura deve avvenire in tutte le regioni con misure differenziate ed eventualmente più stringenti e oculate per le regioni più a rischio. Andiamo governo : sveglia e più coraggio, quest’ultimo, a differenza di voi, agli italiani non manca !!!!!!!!!

Ritratto di Il corvo

Il corvo

Lun, 27/04/2020 - 12:36

La crisi non è uguale per tutti. Ci sono famiglie dove 2 mesi senza una entrata significa essere alla fame. Ce ne sono altre, la stragrande maggioranza, che potrebbero vivere agiatamente anche per periodi molto più lunghi. Il compito del governo è proprio questo, aiutare chi effettivamente non ce la fa, senza farsi condizionare da coloro per i quali la vita si deve vivere solo per fare profitto. Un mio amico mi ha detto che nel suo paese le famiglie che non possono spendere per le cose quotidiane almeno 5.000 euro al mese sono considerate povere, e sono proprio queste persone che spingono per riaprire tutto e subito.

IronHandIronHead

Lun, 27/04/2020 - 12:37

Le pandemie virale hanno schemi simili alle slavine: quando una slavina parte, non la fermi. Di fatto il virus era in giro da mesi ed è diffuso e continua a diffondersi. Ovvero il lockdown non serve, anzi. Limitando la diffusione del virus o rallentandolo non riusciamo ad affrontarlo e a rendere le persone immuni. Per altro un virus che colpisce solo le persone anziane, che problema c'e' a che bambini e ragazzi lo facciano? Libertà!

marzo94

Lun, 27/04/2020 - 12:39

Colpo di stato. A tutti i difensori della chiusura suggerisco di pensare al loro più o meno lauto e "sicuro" stipendio o pensione statale: fotografatelo e mettetelo in cornice, se continua così tra qualche mese NON arriverà più.Per default del Paese. C'è un mondo di privilegiati protetti che ha superato fregandosene la crisi del 2009, anzi stando in percentuale meglio. NON E'PIU'COSI'. Stavolta crolla davvero tutto, e si mangeranno riso e fagioli in scatola se va bene. Non solo i dementi al governo, tutti fanno finta di non capire e magari è pure vero, disastrosamente.

necken

Lun, 27/04/2020 - 12:42

i contagi sono in fase calente, occorre rispettare le regole, oggi gli ospedali sono più consci ed attrezzati per far fronte ad una nuova emergenza, senza economia non si va da nessuna parte d'altronde non siamo tutti pensionati o statali, aprire 3 regioni (del sud perche al nord è più critica!?) non ha molto senso perchè poco significative a livello macroeconomico nazionale

Gabriele184

Lun, 27/04/2020 - 12:47

"Folle riaprire tutto il Paese" perché si scoprirebbe che il re è nudo: la chiusura non è servita a nulla, avrebbe avuto senso solo se fosse partita il 31 Gennaio.. a Marzo era troppo tardi!

Ritratto di jasper

jasper

Lun, 27/04/2020 - 12:49

Ci vuol dire questo "scienziato" quanti tra i contagiati - che non siano anziani con gravi patologia pregresse - ci abbaino lasciato le penne con questo ridicolo Coronavirus?

Beraldo

Lun, 27/04/2020 - 12:49

x giavanza. All'inizio i tamponi erano affidabili perché fatti du pazienti ospedalizzati. Poi col calare dei casi sono passati allo screening degli asintomatici, amplificando l'errore e pubblicando i casi presunti come casi accertati, per mantenere alto l'allarme.

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Lun, 27/04/2020 - 12:51

Altro che immunità di gregge ... già ottanta e passa anni fa Lui diceva ai suoi "fedelissimi": popolo pecorone.

Ritratto di El Presidente

El Presidente

Lun, 27/04/2020 - 13:22

@IronHandIronHead Temo non troverà un solo medico che le confermerà che da questo virus si ottenga un'immunità permanente ed anzi si moltiplicano i casi di persone guarite che ritornano positive e, sembrerebbe, potenzialmente contagiose. Fino ad un mese fa si credeva che causasse solo delle potenti polmoniti mentre adesso si è scoperto che aggredisce l'organismo in maniera molto più complessa

Ritratto di Quintus_Sertorius

Quintus_Sertorius

Lun, 27/04/2020 - 15:36

@Jon Grazie per l'appunto. Controllerò di nuovo le mie fonti.