Germania, Bce, Credit Suisse Tutti si preparano all'Italexit

Dopo lo scoop del Giornale l'economia è in subbuglio. E Grillo insiste a chiedere un impossibile referendum

ExItaly o Italexit non è più un tabù. La via di uscita dell'Italia dell'euro inizia a prendere forma come ipotesi concreta nella grande finanza internazionale. Non si tratta più quindi di uno scenario sognato da premi Nobel anticonformisti come Joseph Stiglitz, che ha definito la valuta comune come «un tragico errore che minaccia il futuro dell'Europa» o dai partiti antieuropeisti, dalla Lega a Fratelli d'Italia e il M5S, che con Beppe Grillo torna a invocare «un referendum sull'euro subito» perché «gli italiani devono essere informati su costi e benefici» dell'euro e del ritorno alla lira. Comunque la exit strategy esiste e, in modo pragmatico, l'alta finanza fa i conti con l'eventualità.

Tra i primi a parlarne apertamente era stato a inizio settembre Credit Suisse che, pur ritenendo l'ipotesi decisamente remota, limitata a un modesto 1% di possibilità, in un arco di tempo medio-lungo accennava al percorso normativo per arrivare all'addio a Bruxelles. A rompere gli indugi è stata tuttavia, in questi ultimi giorni Mediobanca che, in uno studio riservato ai propri clienti, ha fatto i «conti della serva» dimostrando che l'uscita del Paese dall'area euro porterebbe a un risparmio complessivo di 8 miliardi di euro, una cifra tuttavia destinata ad evaporare velocemente qualora non si prenda una direzione precisa. Con il debito che rischia di andare fuori controllo per il prossimo aumento dei tassi e la stagnazione dominante, la ridenominazione del debito in lire e il ritorno alla sovranità monetaria porterebbe, a giudizio degli esperti di Piazzetta Cuccia, a una sostanziosa svalutazione dei debiti e al «rilancio dell'economia italiana». Con tutti i «se» e i «ma» del caso, l'ipotesi di un'uscita dalla valuta comune diventa ogni giorno più concreta.

Lo stesso Mario Draghi, governatore della Bce, ha addirittura ipotizzato il conto che l'Italia sarebbe tenuta a pagare in caso di Italexit. Per la precisione si tratterebbe di una cifra colossale, 357 miliardi pari al 20% del Pil, dovuta per chiudere il conto Target2, sistema di pagamento interbancario per i pagamenti transfrontalieri nell'Unione europea.

Al di là delle tecnicalità economiche e legali del caso, l'attestazione di Draghi significa che l'euro non è da ritenersi un percorso senza ritorno e che l'ipotesi di uscita non è esclusa neppure dalle principali istituzione finanziare dell'Unione. Meglio quindi iniziare a prendere l'Italexit in seria considerazione e non farsi cogliere impreparati. Insomma, comunque vada, non deve necessariamente essere l'apocalisse. Anzi, come dimostrato da Piazzetta Cucia, il saldo potrebbe essere positivo per il Paese.

Il segnale più significativo su come stia cambiato l'orientamento è arrivato tuttavia dalla Germania dove Clemens Fuest, presidente dell'Ifo, istituto tedesco di ricerca economica. «Il livello di vita in Italia è lo stesso del 2000. Se questo aspetto non cambia gli italiani potrebbero optare per l'uscita dalla valuta comune» ha dichiarato Fuest per poi aggiungere: «Se risulta che l'euro è un ostacolo alla crescita in Italia, sembra preferibile che il Paese lasci l'euro».

L'Italia, come sottolineato da Fuest, solo nel 2017 dovrà rifinanziare 260 miliardi di debito pubblico (214 di vecchi titoli e gli altri di interesse) e quando la Bce stringerà i cordoni del quantitative easing, lo spread potrebbe andare in orbita, portando gli interessi sul debito a cifre insostenibili (negli ultimi vent'anni sono già stati destinati 1.700 miliardi a retribuire i finanziamenti) che ostacolerebbero la crescita.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

marinaio

Sab, 28/01/2017 - 10:55

Se avessimo dei governanti preparati e professionali, allora si potrebbe anche valutare un'ipotesi di exitaly, ma purtroppo abbiamo una pletora di politici mediocri, incapaci e corrotti che non sanno neanche leggere un bilancio; non si può neanche ipotizzare che da parte loro si possano attuare le necessarie misure economiche difensive in caso di uscita dall'Europa (o dall'Euro).

Ritratto di moshe

moshe

Sab, 28/01/2017 - 10:57

Fuori subito dalla UE e rimpatrio forzato di tutta la feccia di clandestini che impesta il nostro paese !!!!!

Ritratto di dr.Strange

dr.Strange

Sab, 28/01/2017 - 11:01

è solo questione di tempo. l'impalcatura è traballante e non reggerà. è stato tutto sbagliato fin dall'inizio e più si prolunga l'agonia e peggio è

Ritratto di perSilvio46

Anonimo (non verificato)

Ritratto di _alb_

_alb_

Sab, 28/01/2017 - 11:14

Anche se non ha valore legale, sono con Grillo sul referendum. Il referendum deve essere un segnale per la classe politica. Le classi politiche serie comunque tengono conto del volere del popolo, anche il referendum per il Brexit non aveva valore legale ma il loro governo si è impegnato comunque a seguire la volontà popolare. Se in caso di vincita di un ipotetico referendum sull'Italexit la nostra classe politica non ne tenesse conto, sarebbe ancora più inchiodata nelle sue responsabilità di dittatura autarchica e antidemocratica.

Ritratto di Italia Nostra

Italia Nostra

Sab, 28/01/2017 - 11:15

Ma magari uscissimo e ci riprendessimo la sovranità monetaria! Che idiozia fu cederla ai privati!

Anonimo (non verificato)

roliboni258

Sab, 28/01/2017 - 11:23

via via via

Massimo Bocci

Sab, 28/01/2017 - 11:23

Ogni tanto una buona!!! Anzi splendida notizia!!! Ma per smantellare un simile CRIMINALE sistema di LADRI ci vorrebbe diventare un colonia del Taikun, il grande Trump, e non come ora dei deportati SERVI!!! Colonia Nazi,Comunista, DDR.

piazzapulita52

Sab, 28/01/2017 - 11:33

MAL CHE DURA VIENE A NOIA ANCHE ALLE MURA!!!!! QUESTA UE CRIMINALE, CHE CI HA RIDOTTO IN POVERTA' ED HA FATTO RIEMPIRE LA NOSTRA PATRIA DI VAGABONDI CLANDESTINI AFRICANI AD INFETTARCI, CROLLERA' DI SICURO!!!! ITALIA FUORI SUBITO DALL'UE!!! W TRUMP FOR PRESIDENT!!!!!!

alan1903

Sab, 28/01/2017 - 11:34

ma usciamo subito. a patto che se andiamo in bancarotta la pagano quelli che son voluti uscire ok?

cop73

Sab, 28/01/2017 - 11:37

Ma ci si deve impiegare 15 anni per capire che l'euro e' stata una gran fregatura??? via dall'euro, fuori i clandestini e fuori dal governo tutti i politici con precedenti di polizia ed indagati!!!!

Ritratto di giuliano lodola

giuliano lodola

Sab, 28/01/2017 - 11:38

""" marinaio Sab, 28/01/2017 - 10:55 Se avessimo dei governanti preparati e professionali """ .Li avevamo ma sono andati tutti via scappando da questa Italia folle , a noi restano i geni bocconiani.

Ritratto di stenos

Anonimo (non verificato)

giovanni951

Sab, 28/01/2017 - 11:43

molto bene....e dopo di noi, tutti gli altri. Questa schifezza di Ue non poteva funzionare, imploderà completamente... è questioni di tempo.

Ritratto di Turzo

Anonimo (non verificato)

coccolino

Sab, 28/01/2017 - 11:48

Io ho sempre la bottiglia in fresco.

coccolino

Sab, 28/01/2017 - 11:49

Ho sempre pronto anche il forcone per prodi...

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Sab, 28/01/2017 - 11:52

Adesso come la mettiamo con quei 40.000 "cliccatori abituali-addetti ai lavori),che DECIDONO all'interno del MOVIMENTO,e che all'84%(84%),ha appena votato,impegnando il "movimento" a separarsi da Farage???.....Altro voto,altro giro,altro regalo...la giostra continua...già,è un "movimento"!!!...Comunque ben venga un referendum,così vediamo di che pasta sono realmente fatti(al di la del 84% di questi 40.000),quei milioni di votanti,che sono affluiti in questo circo equestre,chiamato M5S!!!

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Sab, 28/01/2017 - 11:54

...Continuando sul tema "referendum",...certo!La "più bella costituzione del Mondo",però non lo consente!Ci sarebbe una via "parlamentare",attivata da un "referendum consultivo",che se favorevole ad una "uscita",dovrebbe impegnare le forze parlamentari,in tale senso,senza se senza ma,ammesso che la "corte costituzionale",o qualche altra diavoleria "istituzionale" "stanziale",di cui alla "più bella costituzione del Mondo",consenta di farlo!!!!

VittorioMar

Sab, 28/01/2017 - 11:56

...l'UE è morta ,ma pretendono di tenerla in "COMA PROFONDO" !!...ITAEXIT DA UE?...."SI"..!!...lo diciamo da almeno 5 ANNI !!!

SAMING27

Sab, 28/01/2017 - 12:02

Non bisognava entrarci nell'Euro, come ha fatto l'Inghilterra che si è tenuta la Sterlina.Ma un solone dell'economia italiana, un certo Prodi ed un altro cialtrone, un certo Ciampi ci hanno fatto entrare e nessuno si è opposto o li ha contraddetti.Ora è troppo tardi. Ci rimetterebbero i pensionati ed i lavoratori a reddito fisso per almeno 5 anni di durissimi sacrifici. Quindi, non uccidete l'ammalato, L'Euro morirà da solo. A quanto mi consta è la Germania che stà già creando una solida architettura economico-finanziaria paventando la sua uscita dall'Euro entro 2 o 3 anni.Quelli di Mediobanca, visto i risultati economici e bancarottieri dei nostri banchieri, è meglio che vadano a vendere caldarroste sotto il Colosseo.

Ritratto di CADAQUES

CADAQUES

Sab, 28/01/2017 - 12:04

Ma ci rendiamo conto del livello di vigliaccheria e ottusitá prepotente di tutte le mezzecalzette che nel Belpaese hanno occupato i luoghi della informazione e della cultura??? ... Peró noi non siamo come loro e dobbiamo dirla tutta la veritá: che l´Italia esca dall´euro e che subito dopo sprofondi nell´inferno, forse é l´unico modo affinché si arrivi finalmente a riformare il sudicio apparato pubblico di feroci parassiti che si é divorato il Belpaese ... Ma li vediamo questi sozzi fascisti di il giornalino che ci impediscono di comunicare? ... La censura é l´unico modo che hanno per imporre la scompostezza e il fetore della loro monnezza mentale ... Per rinnovare il Paese dovremo iniziare a fare pulizia proprio dal sudiciume italico di questi cessi ... Brutti dementi che sono, pensano che siamo dei sudici vigliacchi come loro e che non avremo mai il coraggio di fare quello che diciamo.

Ritratto di alex274

alex274

Sab, 28/01/2017 - 12:22

Costa troppo uscirne, lo dice chiaramente l'articolo di ieri su questo Giornale. Conviene cercare di cambiare le cose in Italia.

ludovico1

Sab, 28/01/2017 - 12:26

Uscire dall'euro per finire nelle mani di Meloni, Salvini o Renzi? La societá civile perderebbe la sua autonomia alla mercè di quaquaraqua. Le tensioni sono finte, perchè la politica e le banche hanno perso la presa e sperano di riottenerla con l'uscita dall'euro. I nostri indici (occupati, disoccupazione, inflazione) sono migliori che negli anni 80, l'unica differenza è che politica e banchieri non sono più degli impuniti.

Una-mattina-mi-...

Sab, 28/01/2017 - 12:29

NON E' QUESTIONE "SE" L'ITALIA ESCE, E' SOLO QUESTIONE DI "QUANDO"

Silvio B Parodi

Sab, 28/01/2017 - 12:29

l'europa sta' strozzando l'Italia, allora :tagliamo la corda che ci impicca,poi si cade,forse si cade male ma almeno non si muore impiccati, e se cadendo ci si rompe una gamba o due gambe??beh ???

Anonimo (non verificato)

Ritratto di pensionesoavis

pensionesoavis

Sab, 28/01/2017 - 12:36

Lasceremo l'euro all'italiana....Ed il debito pubblico?Faremo come la vecchia Italsider.Quindi?Secessione.Repubblica Federale del Nord,e Regno delle Due Sicilie al Sud.Una volta c'era l'italia piena di debiti.Adesso ce ne sono due che ne sono prive. Magari fosse vero.

Anonimo (non verificato)

Ritratto di gangelini

gangelini

Sab, 28/01/2017 - 12:43

Per dichiarazioni di questo tipo sinistri individui radical chic e giornalisti progressisti hanno insultato duramente politici e persone del fronte opposto. E adesso che viene ipotizzato da Mediobanca, da Credit Suisse e dai Tedeschi, questi ingnorantoni parole e insulti se le dovrebbero ricacciare in gola.

Stregatta

Sab, 28/01/2017 - 12:43

Qualche personaggio in grado di gestire italexit magari c'è, butto lì Antonio Martino, Draghi, Tremonti e penso altri. Ma oltre che uscire dall'euro si deve uscire dalla politica devastante della UE. Shalom

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Sab, 28/01/2017 - 12:53

moshe:.....magari!!

CALISESI MAURO

Sab, 28/01/2017 - 12:59

bisogna chiedere, perche' a suo tempo si e' passati dal debito interno a quello finanziato dall'estero, che ci ha resi schiavi, purtroppo chi ne dovrebbe rispondere e' passato a miglior vita.

Ritratto di stamicchia

stamicchia

Sab, 28/01/2017 - 13:04

Mettiamo il caso che io odi Renzi, odi gli immigrati, odi l'Unione Europea, i Tedeschi mi stiano sulle scatole, pensi che Trump e May siano i migliori statisti dai tempi di Ramesse II, mettiamo il caso che alle prossime elezione io scelga di votare Salvini e questo diventi capo del governo con la coalizione di centro-destra al 70%. Mi restano due dubbi: 1) se ritorno alla lira ed il giorno dopo questa di svaluta del 30%, e quindi tutto ciò che s'importa dall'estero (incluse le materie prime) costerà il 30% in più, a me, che sono un pubblico dipendente a stipendio fisso, chi compenserà la perdita di potere d'acquisto? Forse mi aumenteranno del 30% lo stipendio? Se questo non succede, mi conviene rimanere come sono. Il 2) Se l'Europa si disgrega, come faremmo noi, Italia, a tenere testa sul piano commerciale alle grandi nazioni (USA, Russia, Cina, India...)? Se Se non ho risposte convincenti, preferisco che le cose restino come sono.

Anonimo (non verificato)

Ritratto di alejob

alejob

Sab, 28/01/2017 - 13:08

Un proverbio molto lontano nel tempo diceva : Fusse che Fusse la volta BUONA. Si parla, si straparla ma nessuno ha il coraggio di prendere una vera iniziativa, per uscire da questo baraccone Europeo. Sono sicuro che se avremmo la possibilità di fare le cose NOSTRE, iniziando dalla mxxxa che viene depositata ogni giorno sul nostro territorio, l'aria in poco tempo sarebbe RESPIRABILE, con la BENEDIZIONE di tutti gli Italiani.

Italianoinpanama

Sab, 28/01/2017 - 13:09

ma noo @marinaio abbiamo un politico preparato intelligente poliglotta fronte alta e spazioza che potrebbe risolvere tutto A L F A N O !!!!

Ritratto di scoglionato

scoglionato

Sab, 28/01/2017 - 13:26

Diciamocelo in faccia,non ci fanno votare, i referendum sono anticostituzionale allora come possiamo tornare a vivere serenamente. Tutti quelli,leggi Prodi e company,sono ancora a difendere l'indifendibile, basta nON ne possiamo più. FUORI DALL'EUROPA E FUORI DALL'EURO.

vince50

Sab, 28/01/2017 - 13:29

Nessun referendum come chiesto da Grillo anche perchè sarebbe certamente fuorviante,uscita e basta e sia quel che sia anche se con la classe politica incapace non c'è da essere ottimisti.

agosvac

Sab, 28/01/2017 - 13:59

Credo che l'italexit sia prematura. Infatti quanto prima ci potrebbe essere il crollo dell'euro su sé stesso. In tal caso a piangere non sarebbe l'Italia ma la Germania e bruxelles!!! L'italexit ci sarebbe dovuto essere molti anni fa, quando ci si è accorti della rovina provocata da Prodi e Ciampi!!! Oggi conviene aspettare un po'!!! Se, infatti, fosse l'Italia a volersene uscire fuori da tanta vergogna ne dovrebbe pagare le conseguenze, ma se fosse l'Ue a crollare, allora le cose sarebbero ben diverse.

Sabino GALLO

Sab, 28/01/2017 - 14:03

Il valore Lira-euro è stato, come tanti dicono "dopo", un errore italiano dovuto, apparentemente, ad impazienza. Ora ci prepariamo a farne un altro, che sarebbe un vero e proprio disastro. Sempre apparentemente, Noi "imitiamo" a "caso", ma rimaniamo un "caso" ! Probabilmente, ora, "Obbediremo" a "caso" per eliminare il nostro voluto "caso", perché ci rifiutiamo di capire che non si decide a "caso" !

Ritratto di Menono Incariola

Menono Incariola

Sab, 28/01/2017 - 14:12

Che l'UE e quindi l'euro abbiano i giorni contti, direi che ormai è fuori di dubbio. Ma non credano quelli che sperano che tutto si risolva anche per noi senza muovere unn dito, stando semplicemente sulla riva del fiume. Prima che passi il cadavere del nemico, i suoi sostenitori avranno fatto il diavolo a quattro per tenerlo in vita, martellando sempre più i SUCCUBI quali noi siamo. Pensate a quanti "furti di bottino" furono fatti durante la seconda guerra, specialmente dai tedeschi, per assicurarssi una ripartita più rapida a fine guerra. Morale: fuori AL PIU' PRESTO, prima che gli "altri" abbiano il tempo di lasciarci il cerino in mano.

Libero 38

Sab, 28/01/2017 - 14:31

Ormai a cosa serve strapparsi i capelli ora quando il danno e' stato gia' fatto dalla scellerata decisione di mortadella di rottamare 1967 lire per un euro.Preso atto che il 70% degli italiani dopo l'entrata in vigore dell'euro e' costretto a vivere ai margini della poverta' per riadrizzare il barcone italia al pro-euro ci vogliono 30 anni.

contravento

Sab, 28/01/2017 - 14:55

A bando le ciance, Prima di eleggere il presidente degli Stati Uniti d'Europa, bisogna scegliere una lingua comune. Io penso che l'ITALIANO, per meriti storici-culturali e perchè mi pare la lingua più sensata, sia l'unica adatta.

Ritratto di AlleXpert

AlleXpert

Sab, 28/01/2017 - 15:12

Ovvio, dopo che l'hanno spolpato e portato all'osso il Belpaese, adesso lo vogliono scaricare!!! Fuori meglio oggi che domani, prima che si prendono pure la camicia e non solo...!!!

contravento

Sab, 28/01/2017 - 15:12

L'Europa si farà, causa forze esterne. Gli USA, nel futuro prossimo, non comanderanno più il Mondo. L'Inghilterra, col suo isolazionismo, diverrà a sua volta una piccola colonia, tipo Hong Kong.

Blueray

Sab, 28/01/2017 - 15:20

L'Italia uscirà dall'euro quando a causa di populisti, destre estreme, e partiti antieuro l'intero castello vacillerà minacciando di crollare e verrà dato il "liberi tutti". Prima di questo non mi faccio alcuna illusione, purtroppo!

Esculoapio

Sab, 28/01/2017 - 15:26

il grosso problema dell'Italia e' che e' dominata da uno stato MAFIOSO , questo spiega tutto

contravento

Sab, 28/01/2017 - 15:27

NULLA SI CREA E NULLA SI DISTRUGGE MA TUTTO SI TRASFORMA.

contravento

Sab, 28/01/2017 - 15:41

Un esempio: L'impero Romano non è finito, ma continua, essendosi trasformato nel potere dei Papi.

contravento

Sab, 28/01/2017 - 15:48

Cari colleghi scrivani, le vostre sono puramente delle chiacchiere contingenti. Dovete guardare al passato per prevedere il futuro.

pimmio78

Sab, 28/01/2017 - 15:52

Appartamenti che sino a tutto il 2001 venivano dati in affitto a 350/400 mila lire (200 euro)oggi vengono affittati a 800 euro (1.600.000 lire). Da qui si evince il completo fallimento di questa devastante operazione europea.

Algenor

Sab, 28/01/2017 - 16:00

stamicchia Sab, 28/01/2017 - 13:04 Se la lira si svaluta, si svaluta anche il debito pubblico, quindi potrebbero abbassare le tasse (in teoria). L'Italia competerebbe sul mercato internazionale come fanno Giappone, Canada, Australia, Svizzera, Corea del Sud, Taiwan, paesi ricchi ed indipendenti che competono con i colossi pur non essendolo per dimensione demografica o territoriale.

Ritratto di fraferra

fraferra

Sab, 28/01/2017 - 16:23

Non si può fare un REFERENDUM se è meglio restare nell'EURO o tornare alla LIRA. Il popolo non è in grado di fare queste valutazioni, è un problema super complesso per grandi intenditori. Grillo il pazzo non può fare queste richieste.

Iacobellig

Sab, 28/01/2017 - 17:12

VIA SUBITO A QUALSIASI COSTO, È SEMPRE CONVENIENTE CHE RESTARE.

Anonimo (non verificato)

Anonimo (non verificato)

buri

Sab, 28/01/2017 - 18:20

se questo è lo sbocco annunciato non perdiamo tempo, visto che si deve fare per il bene della nostra economia. facciamolo subito è inutile aspettare dato che il momento sembra favorevole

Ritratto di cape code

cape code

Sab, 28/01/2017 - 18:21

Solo i sinistrati paventano ipotesi da apocalisse, e son anche diventati tutti luminari della finanza avete notato?? Non importa se fior fiori di analisti internazionali, il New York times, Mediobanca, hanno detto che non sarebbe un grande problema e anzi sarebbe meglio, ma niente, vogliono questo carrozzone di ladri, nani e ballerine che spolpa i popoli...ma che ca@@o avete nel cervello sinistri?? E poi come avete ridotto l'Italia, volete anche essere presi sul serio??? 1) invio....

routier

Dom, 29/01/2017 - 09:05

Euro? Meglio una fine senza agonia, che una agonia senza fine!

Giorgio1952

Dom, 29/01/2017 - 09:12

Qualche giorno fa ho letto che il post Brexit ha fatto incrementare le vendite in UK, notizia assolutamente fuorviante: la Brexit non è ancora avvenuta e l'incremento delle vendite è dovuto esclusivamente alla svalutazione della sterlina! Svalutazione del 15% di una moneta forte rispetto all'euro, pensate se tornassimo alla nostra liretta!!!

Ritratto di Joker2

Joker2

Dom, 29/01/2017 - 09:18

Questa cosa, sarebbe come lo spauracchio dell'aumento dello spread, manovrato all'occasione e che quest'anno si debba votare alle politiche!

Ritratto di Joker2

Joker2

Dom, 29/01/2017 - 09:34

La scusa principale a noi popolo che si doveva entrare nell'euro, oltre ad altri vantaggi ipotetici su una grande Europa unita delle nazioni, era che si pagavano i prodotti petroliferi in dollari e la lira era di valore inferiore e con l'euro si ipotizzava dovesse avere un valore superiore, ma il fatto e la fregatura in partenza è stata quella di svalutare eccessivamente la lira, cosa che non si doveva assolutamente fare, ma si dovevano riequilibrare tutte le monete con pari scambi dei valori e la fiscalità !!

Ritratto di franco.a.trier_DE

franco.a.trier_DE

Dom, 29/01/2017 - 09:38

se l'Italia esce però che ritornino le lirette altrimenti se resta euro non va bene, vogliamo la vostra £iretta contro marco tedesco.Woowww magari così fosse.

Ritratto di AlleXpert

AlleXpert

Dom, 29/01/2017 - 10:41

contravento-15:27...! Fu, la "Legge della conservazione della massa" scoperta del filosofo, chimico Laurent de Lavoisier!

Ritratto di cape code

cape code

Dom, 29/01/2017 - 18:48

Francoatrier, tranquillo franz, che se torna la lira aumenta anche l'esport e la Germania della culona vende meno, crauto!!

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Sab, 26/05/2018 - 23:46

ajajajaj Per la precisione si tratterebbe di una cifra colossale, 357 miliardi pari al 20% del Pil,MA LI AVETE QUESTI SOLDI? AJAJAJA, MOSHE LI PAGHI TU QUESTI SOLDI? USCITA è LA ROVINA DELLA ITALIA..