Giorgetti rivela: "Ecco com'è Draghi in privato..."

Il ministro dello Sviluppo Economico alla Ripartenza del sito nicolaporro.it ha raccontato come si trova al governo con Mario Draghi

Giorgetti rivela: "Ecco com'è Draghi in privato..."

I due, si sa, si conoscono da tempo. Si stimano, anche. E non è un segreto che, se c'è qualcuno che ha spianato la strada a Mario Draghi verso Palazzo Chigi, questo ha un nome e un cognome: Giancarlo Giorgetti. Si è speso con il suo leader Matteo Salvini (ricordate la foto al bar con il caffè?) per fargli digerire la convivenza con il Pd al governo. Si è sempre detto grande estimatore dell'ex governatore della Banca Centrale Europea. E ieri ha raccontato il suo rapporto con il premier.

Sul palco de La Ripartenza, intervistato da Nicola Porro e Alessandro Sallusti, il ministro dello Sviluppo Economico ha svelato le "due dimensioni di Draghi". "C'è quella pubblica e quella privata - ha detto - in quella privata è simpatico e molto affabile, su molte questioni". Poi c'è la "dimensione pubblica". In quel contesto, invece, si dimostra decisionista e di grande carisma. "Anche in Consiglio dei ministri o di fronte alla Commissione Europea o con altri banchieri, quando lui parla gli altri stanno zitti e ascoltano. E penso sia una cosa importante".

L'esempio si è avuto sulle nomine dei dirigenti statali. "Io non le ho fatte", ha ironizzato il ministro durante la kermesse del sito nicolaporro.it. "Queste scelte le ha fatte Draghi". Ecco il vero cambio di passo: "In Italia si tendeva sempre a rinviare, e spesso le mediazioni e i compromessi producevano accordi al ribasso. Questa situazione particolare, con un personaggio di standing di questo tipo, come Draghi, permette invece di prendere decisioni anche su questioni che non era mai stato possibile affrontare".

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti