"Governo di fascisti", la sparata di Zucconi contro Lega e 5Stelle

Il giornalista di Repubblica fa eco alle parole di Delrio, che aveva etichettato la Lega Nord come un partito neofascista

"Governo di fascisti", la sparata di Zucconi contro Lega e 5Stelle

“Nel nuovo governo ci sono i fascisti e questo fa paura”. Lo ha detto Vittorio Zucconi, ospite giovedì sera a Piazzapulita. Il giornalista di Repubblica è stato tra i protagonisti delle serata condotta da Corrado Formigli su La7, insieme a Ferruccio De Bortoli, Antonio Padellaro e Gianluigi Paragone, chiamati a commentare la fresca formazione dell’esecutivo Lega-5 Stelle.

E Zucconi non ce l’ha proprio fatta a nascondere tutta la sua amarezza per la presa di potere politico di Matteo Salvini e Luigi Di Maio. Anche se il direttore di Radio Capital sembrava avercela soprattutto con il leader del Carroccio, che lo spaventa e non poco, soprattutto ora che andrà a occupare il cruciale ministero degli Interni.

Fascisti nel governo?

La firma di Repubblica ha domandato, tra l’ironico e il preoccupato. “Che facciamo, da domani cacciamo 650mila persone?”. Poi, ha addirittura evocato la vigilanza antifascista, ricordando il governo Tambroni che nel 1960 ottenne l’appoggio esterno del Movimento Sociale Italiano, scatenando una rivolta di piazza.

Il 73enne cronista ha dunque rincarato la dose, sostenendo che nel nuovo esecutivo ci sono i fascisti, cosa che lo spaventa e che deve far paura agli italiani. Lo ha fermato Antonio Padellaro, che ha domandato al collega chi sarebbero i cosiddetti fascisti al governo. La risposta di Zucconi è stata chiara: “Quelli che trattano gli immigrati come delle merd…”.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti