Grillo difende la giunta Raggi: "Anch'io avevo la tessera Pd"

Grillo difende la giunta Raggi: "Mazzillo è un ex Pd? Non sarà mica un reato". Polemiche sui legami tra Colomban e Casaleggio

Grillo difende la giunta Raggi: "Anch'io avevo la tessera Pd"

Alla fine la quadratura del cerchio per la Giunta Raggi è arrivata. A un mese dalle dimissioni di Marcello Minenna, il sindaco di Roma ha colmato le caselle mancanti scegliendo il nuovo assessore al Bilancio, che sarà Andrea Mazzillo, e l'assessore alle Partecipate (delega in origine compresa nel Bilancio ma poi scorporata), Massimo Colomban. E subito sono piovute nuove polemiche per i profili dei due assessori: il primo, commercialista esperto di finanza locale e docente nell'università di Tor Vergata, era già nello staff di Virginia Raggi, avendo anche sovrinteso alla raccolta di fondi per la campagna elettorale della sindaca. Ma prima di militare nel Movimento 5 Stelle, Mazzillo era stato candidato anche alle primarie per la segreteria regionale del Pd, a sostegno di Nicola Zingaretti.

"Anche io ho avuto una tessera del Pd. L'ho presa ad Arzachena". Arrivando alla palestra, che è stata inaugurata oggi a Mirandola, Beppe Grillo fa scudo alla nomina di Mazzillo. "Un assessore ex Pd? - taglia corto il comico genovese - non sarà mica un reato". Anche la Raggi difende il valore della sua scelta: "Ho chiesto a Mazzillo di ricoprire l'incarico in giunta non solo per le sue competenze ed esperienze tecniche ma anche per affermare che il Movimento mette in campo i suoi più qualificanti militanti". Il fronte compatto dei Cinque Stelle non basta, tuttavia, a calmare le critiche. "Quindi il 'nuovo' assessore Mazzillo è un ex Pd, ex sostenitore di Marchini e pure di Equitalia? - tuona la deputata dem Alessia Morani - ditemi che siamo su scherzi a parte M5S". E per Stefano Esposito, ex assessore della Giunta Marino, "dopo tanti buchi nell'acqua, la Raggi è stata costretta a pescare nel suo staff un ex Pd, ex Udc, ex amico di Onorato della Lista Marchini". Mentre per Renata Polverini (FI) Mazzillo è "la mossa della disperazione".

Nemmeno Colomban è stato indenne dalle critiche. Il neo assessore alle Partecipate è un imprenditore trevigiano che opera nel settore elle architetture monumentali e che era vicino a Gianroberto Casaleggio anche per il ruolo ricoperto nella Confapri. L'associazione ha sempre offerto una tribuna ai leader e agli eletti del Movimento 5 Stelle organizzando convegni e dibatti. Ha fondato nel 1973, a 23 anni, il gruppo Permasteelisa, partendo da sei persone e portandolo a divenire, in meno di 20 anni, il primo gruppo al mondo negli involucri delle architetture monumentali. Un "uomo" di Casaleggio, insomma, secondo i critici, a fianco a un fedelissimo della Raggi.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti