"Ha nascosto i verbali all'Ue?". Ora Conte è messo alle corde

Dopo il ricorso in tribunale, la gestione della prima ondata di coronavirus e il 'Piano secretato' arrivano a Bruxelles. La Sardone: "L'Europa sapeva?"

Foto da governo.it, licenza: CC-BY-NC-SA 3.0 IT

Il “Piano segreto” anti-Covid approda a Bruxelles. Dopo le rivelazioni contenute nel “Libro nero del coronavirus” e il ricorso al Tar contro il ministero della Salute, ora la Commissione Ue viene investita della questione e dovrà rispondere sull’esistenza (e sul contenuto) di quel documento “mai reso pubblico”.

A presentare l’interrogazione prioritaria è Silvia Sardone, eurodeputata leghista e consigliera comunale a Milano. L’obiettivo è quello di “far luce sul documento segreto su cui il governo si è basato per guidare le sue scelte durante i mesi più difficili della pandemia”. Tutto nasce dall’intervista rilasciata in aprile da Andrea Urbani, dirigente del ministero della Salute e membro del Cts, in cui evocava l’esistenza di un “piano secretato” che avrebbe guidato le scelte degli esperti e dei politici nei drammatici giorni di febbraio e marzo. Un documento tenuto “riservato”, e mai presentato ufficialmente né ai cittadini né al Parlamento, in cui erano contenuti numeri sui contagi da far paura.

Dopo le dichiarazioni di Urbani, la politica e i media si scatenano. I governatori si dicono sconcertati dal fatto che l’esecutivo abbia agito alle loro spalle. Le opposizioni chiedono al governo di spiegare. E i giornali fanno di tutto per provare a ottenere il documento. Possibile che il governo sapesse dei rischi che correva l’Italia e non lo abbia comunicato a nessuno? Roberto Speranza, chiamato dal Copasir a chiarire la questione, inizia allora a derubricarlo a “studio di previsione”. Nessun “Piano” con cui contrastare il contagio, dunque: solo una analisi.

La posizione di Speranza è frutto di un carteggio col Cts. Prima di presentarsi di fronte al Copasir, infatti, il ministro invia un’istanza al Comitato per informarsi sulla “classificazione dei verbali” e del “documento relativo alla risposta ad un’eventuale emergenza pandemica”. Il Cts risponde che “nei verbali e nelle parti ad essi allegati non è presente alcun documento di studio sulla risposta ad eventuali emergenze pandemiche”, derubricando il “Piano” ad uno “studio che ipotizza possibili differenti scenari della diffusione epidemia di Sars-CoV-2”.

La cosa sembra finita lì. Ma qualche settimana dopo accade qualcosa di inspiegabile. Alcuni cronisti, infatti, domandano al ministero della Salute quel famoso “Piano” citato da Urbani con un banale accesso agli atti. Da viale Lungotevere Ripa I, però, fanno trapelare solo uno “studio” firmato da Stefano Merler, matematico della Fondazione Kessler. Per alcuni giorni i due documenti si confondono, cala la nebbia più assoluta. E molti sembrano convinti dell’inesistenza del “Piano”. I due dossier però non possono essere la stessa cosa. Merler infatti, come ricostruito nel “Libro nero del Coronavirus”, viene invitato al Cts a presentare il suo “studio” il 12 febbraio, il giorno stesso in cui il Comitato dà mandato a un gruppo di lavoro di preparare un “Piano nazionale sanitario in risposta a un’eventuale emergenza pandemica da Covid-19”. Il “Piano” verrà realizzato e approvato nella sua “versione finale” il 2 marzo dal Cts, ovvero 10 giorni dopo la presentazione del rapporto Merler. Perché allora non inviarlo ai cronisti?

A dire il vero, una versione del “Piano” verrà poi pubblicata dal Corriere. Tuttavia non è mai stato consegnato a governatori, parlamentari o diffuso ufficialmente. Nonostante le numerose richieste. Ad agosto i deputati di FdI, Galeazzo Bignami e Marcello Gemmato, attraverso un accesso civico hanno provato ad ottenerne una copia. Senza successo. Per questo hanno “trascinato il governo” di fronte al Tar, nella speranza che i giudici costringano il ministero della Salute a rendere noto il Piano. L'udienza è stata notificata, ma l’avvocatura dello Stato si è già costituita in giudizio per “resistere al ricorso”. Si preannuncia una battaglia legale.

Intanto però la vicenda vola verso Bruxelles. Nell’interrogazione, la Sardone scrive: “Nel ‘Libro nero del Coronavirus’ si parla della strana decisione del Governo di tenere nascosto il ‘piano’ ai governatori delle regioni e allo stesso tempo delle manovre per non divulgarlo alla stampa e al Parlamento italiano”. E visto che “non informare gli italiani è una scelta che alimenta dubbi sulla gestione dell'epidemia”, la leghista domanda all’Ue se Conte ha mai condiviso con Bruxelles il documento e le previsioni drammatiche che conteneva. “L'Europa sapeva? - dice Sardone al Giornale.it - Il governo Conte si è confrontato con Bruxelles? Perché non possiamo vedere i verbali del Comitato tecnico scientifico? Se ci hanno voluto nascondere qualcosa è molto grave, perché con quei documenti sono state prese decisioni fondamentali che hanno inciso sulla vita degli italiani e sull'economia del Paese. Credo che in uno Stato di diritto sia doveroso informare la popolazione dei provvedimenti adottati, specie in un contesto così particolare come quello della pandemia”.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

cgf

Mar, 20/10/2020 - 10:08

In cuor mio quanto vorrei che vi fosse stato un piano segreto per davvero, almeno ne avremmo avuto uno. Di certo qualora vi fosse stato veramente un piano non avrebbe avuto scenari catastrofici. ?? Non avremmo avremmo mandato in Cina 2 tonnellate di materiale medico-sanitario di protezione personale, dal Governo fino al sindaco a pavoneggiarsi a novelli buon sammaritani e diverse strutture ospedaliere (è documentato) già avevano denunciato forniture irrisorie. Sempre in quei giorni gli ordini dei medici provinciali lamentavano che nessuna iniziativa era ancora stata assunta in diverse aree del Paese per dotare tutti gli operatori sanitari dei necessari equipaggiamenti di difesa personale dal contagio. Ed avevano previsto tanti morti perché la BoDenza di fuoco era caricata a salve oppure perché andrà tutto bene. Visto che i monopattini sono stati una priorità ultimamente, viene proprio da pensare... alla corte marziale.

schiacciarayban

Mar, 20/10/2020 - 10:11

Ha "nascosto" i verbali? E alllora? Il governo deve lavorare, non sbandierare ai quattro venti qualsiasi informazione diponibile. Siete ridicoli quando cercate qualsiasi scusa pur di dare contro al governo, è questa la vostra opposizione? Non andrete lontano.

Iacobellig

Mar, 20/10/2020 - 10:11

Vada via non è all’altezza non può continuare a farci deridere nel mondo insieme a di maio speranza de Micheli e altri ancora. Addirittura di maio agli Esteri, ma non si vergogna di essere ignorante e non essere all’altezza delle problematiche governative?

Indifferente

Mar, 20/10/2020 - 10:16

Gli "amichetti" Uè-Uè risponderanno che non era tenuto a consegnare loro alcun piano, evadendo così la domanda se l'avessero ricevuto o meno. Il punto focale e grave è che la popolazione italiana (che subiva lutti e viveva ore drammatiche, allontanata di forza dai propri cari) ed i suoi rappresentanti eletti (Governatori e Parlamento) sono stati tenuti, e lo sono ancora, all'oscuro dell'esistenza di un Piano e del suo contenuto.

Ritratto di tomari

tomari

Mar, 20/10/2020 - 10:31

schiacciarayban,stai bene? Non hai nominato Salvini! In quanto ad andare lontano, te ne accorgerai ben presto, e ricorda : 15 a 5!

stefano.f

Mar, 20/10/2020 - 10:39

Nascondono tutto,questa è stata pubblicata solo su 2 editoriali dedicati : per quanto riguarda specificamente i termini di decadenza e prescrizione in scadenza nell’anno 2020 per la notifica delle cartelle di pagamento, resta fermo quanto disposto dall’art. 12, comma 2, del dlgs. 159/2015, sulla sospensione dei termini per eventi eccezionali, e dunque la proroga dei termini al 31 dicembre del secondo anno successivo alla fine del periodo di sospensione, ossia al 31 dicembre 2022. Il rinvio all’art. 12, comma 2, del dlgs. n. 159/2015, si legge nella relazione, “trova applicazione per tutti i comuni del territorio nazionale in considerazione della generalizzata dichiarazione stato di emergenza che interessa l’intero Paese”. Proroga al 31 dicembre 2020 per la notifica ,in cambio 2 anni in più per potere procedere a favore del fisco relativamente al 2020. 2 mesi al contribuente ,2 anni per loro))))

Ritratto di theRedPill

theRedPill

Mar, 20/10/2020 - 10:51

Concordo con cgf, il piano segreto è un bluff. Non esiste nessun piano e l'obiettivo è rimanere in carica a qualsiasi costo. Se il governo avesse a cuore la salute dei cittadini chiuderebbe qualsiasi confine, così da impedire nuovi ingressi di infetti. Ma questo è in conflitto con la volontà di arricchirsi coi 35€/clandestino che prende il PD, sotto le varie sigle con cui si confonde.

cgf

Mar, 20/10/2020 - 10:58

@schiacciarayban Mar, 20/10/2020 - 10:11 In democrazia il Governo deve rendere conto, non è il Politburo ed il Parlamento non è messo lì per fare numero. Aspetti a prendere in mano la costituzione, cominci da educazione civica e i Kompagni hanno a suo tempo abolito. Quando il popolo ha paura del governo, c'è tirannia. Quando il governo ha paura del popolo, c'è libertà - Thomas Jefferson.

istituto

Mar, 20/10/2020 - 11:20

Ma non dicevano che questo era il governo della TRASPARENZA ? E poi come dicono sempre i kompagni su queste colonne , SE UNO NON HA DA NASCONDERE NIENTE.....

Ritratto di Quintus_Sertorius

Quintus_Sertorius

Mar, 20/10/2020 - 11:44

Il governo non dovrebbe rendere conto all'UE, ma al popolo italiano. L'UE vede con grande favore l'operato di Conte e la demolizione controllata dell'Italia, come si evince dalle numerose lodi riservateci da Merkel&Co.

AngeloErice

Mar, 20/10/2020 - 11:50

Tranquilli, hanno solo smarrito la chiavetta per aprire le scatolette di tonno...

schiacciarayban

Mar, 20/10/2020 - 11:51

cgf 10:58 - Rendere conto di cosa? Di tutte le fonti, di tutti i documenti, di tutti i discorsi che fa con chiunque? Ma siete fuori? Quindi passerebbe il tempo a raccontare a tutti (tutti chi poi non si sa) quello che fa, con chi parla, cosa legge... Cercata un'altra scusa per parlarne male!

cgf

Mar, 20/10/2020 - 12:18

@schiacciarayban Mar, 20/10/2020 - 11:51 MAI ACCENNATO NULLA CHE SIA FUORI DALLA SFERA ISTITUZIONALE. Si fa dei viaggi che non esistono, la butta sul generico per salvare l'insalvabile. Se sei al Governo hai prima di tutto dei DOVERI, stop! A casa tua fai quello che vuoi, MA SE SEI RESPONSABILE DELLE SORTI UN PAESE ACCETTA ANCHE LE EVENTUALI CONSEGUENZE.

Ritratto di franco.brezzi

franco.brezzi

Mar, 20/10/2020 - 12:19

Ogni giorno lo date per morto. Lui però è sempre la, per vessarci. Provate a non nominarlo più: chissà che non sparisca!

cgf

Mar, 20/10/2020 - 12:20

schiacciarayban Mar, 20/10/2020 - 11:51 La noto in difficoltà, quando mai ci si riferisce a Conte al di fuori del RUOLO ISTITUZIONALE, vede che fa solo tanta confusione.

Ritratto di giùalnord

giùalnord

Mar, 20/10/2020 - 12:22

schiacciarayban Mar, 20/10/2020 - 10:11 Deve lavorare bene,si,ma a favore dei cittadini non secretando documenti;per quali fini poi se tutto deve essere alla luce del sole?

Ritratto di giùalnord

giùalnord

Mar, 20/10/2020 - 12:24

schiacciarayban Mar, 20/10/2020 - 11:51 Ritorni a parlare di Salvini che le riesce meglio...

Ritratto di Azo

Azo

Mar, 20/10/2020 - 12:28

Solamente in una dittatura, il dittatore decide su tutto senza ascoltare la opposizione ne i suoi alleati!!!

cgf

Mar, 20/10/2020 - 12:35

cmq saranno tutti precedenti a cui fare riferimento in futuro, che non abbiano poi da lamentarsi

schiacciarayban

Mar, 20/10/2020 - 12:50

cgf 12:20 - Io infatti mi riferisco solo alla sfera istituzionale ovviamente. Le sembra che uno debba rendere conto a tutti di tutti i documenti che gli passano per le mani? E poi cosa si fa, un referendun per chiedere al popolo se quei documenti vanno bene? Ma per favore...

marc59

Mar, 20/10/2020 - 13:00

Non saranno certo gli sciacalli europei a stoppare il traditore per mandare a Palazzo Chigi Salvini e la Meloni, visto che lo hanno voluto loro.

Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Mar, 20/10/2020 - 13:20

"ALLE CORDE"??? Statavolta non è "NEI GUAI"???

Ritratto di vince50_19

vince50_19

Mar, 20/10/2020 - 13:40

Quintus_Sertorius - 11:44 Ben detto.

honhil

Mar, 20/10/2020 - 13:41

«“Piano” con cui contrastare il contagio, dunque: solo una analisi». Un governo confusionario così mai si era visto. Ma a questo punto della storia, Conte deve dire agli italiani, così come sicuramente l’avrà detto a Mattarella (il contrario non è assolutamente ipotizzabile), se c’era un piano o no. Poiché l’arcano che si deve chiarire è proprio questo. C’era o non c’era un piano di contrasto alla pandemia? E fino a quando il popolo italiano, e non questa o quell’altra istituzione domestica o internazionale (Ue compresa), non sarà messo a conoscenza della verità attraverso il Parlamento, i cui membri, fino a prova contraria, siedono su quegli scranni soltanto in quanto rappresentanti del Popolo, il vulnus persisterà. Poiché sostenerne l’inesistenza significa soltanto dare sostanza alla dittatura strisciante.

moichiodi

Mar, 20/10/2020 - 13:43

Iniziativa penosa fatta solo per visibilità. Del tutto inutile. La Sarcone disperata si aggrappa a mamma UE. Alla faccia del sovranismo e del patriottismo.

schiacciarayban

Mar, 20/10/2020 - 13:45

Dreamer_66 13:20 - Secondo me si è preso una MAZZATA o almeno una BATOSTA. Comunque sicuramente nei prossimi giorni lo aspetta una VALANGA di critiche.

cgf

Mar, 20/10/2020 - 13:57

non solo educazione civica, ma ripetizioni di comprendonio, a Natale dizionario in omaggio se frequenterà il corso

cgf

Mar, 20/10/2020 - 14:06

e siamo arrivati al punto che un ministro dell'interno debba essere giudicato da un tribunale ordinario per aver svolto il proprio dovere istituzionale, di contro c'è chi si fa una sbarcata di affari propri e... ma dove siamo arrivati, vedo i forconi

Helter_Skelter

Mar, 20/10/2020 - 14:23

L'iniziativa della Sardone non meritava nemmeno un comunicato ansa. Figurati un pistolotto come questo. Per dire che cosa poi ?

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Mar, 20/10/2020 - 14:30

@schiacciarayban - sempre più aderenti e striscianti ad una simil dittatura. Non andate in piazza a protestare? Ah, no, sono i vostri amici. Buffoni.

Ritratto di giùalnord

giùalnord

Mar, 20/10/2020 - 15:04

Quintus_Sertorius Mar, 20/10/2020 - 11:44 Sono d'accordo.