Incontro Berlusconi-Salvini: "Fronte comune per efficace opposizione"

Faccia a faccia tra il leader azzurro e il leghista, che ricompatta il centrodestra: "Fronte comune per un'efficace opposizione"

Incontro Berlusconi-Salvini: "Fronte comune per efficace opposizione"

"Insieme per fare opposizione al nuovo governo". Silvio Berlusconi e Matteo Salvini si sono visti a pranzo, trovando l'intesa che ricompatta e rinforza il centrodestra. Il leader azzurro e il leghista, secondo quanto riferito da fonti di Forza Italia "hanno avuto un cordiale incontro"; un faccia a faccia nel quale, si apprende, "hanno concordato di fare fronte comune per una efficace opposizione al governo Movimento 5 Stelle e Partito Democratico".

Quello tra il Cavaliere e il capo politico del Carroccio era un confronto molto atteso, oltre che decisivo per il centrodestra, che trova così la quadra, rinsaldando l'intera coalizione, ora tutta insieme all'opposizione. "È andato tutto bene, benissimo. Siamo in piena sintonia. Abbiamo parlato un po' di tutto e dell'opposizione", le parole dell'ex premier lasciando la sua residenza milanese dopo l'incontro con Salvini.

L'ex titolare del Viminale aveva annunciato il vertice nella giornata di lunedì, intervenendo nella piazza di Montecitorio in occasione della manifestazione di protesta contro l'insediamento del governo giallorosso. Forza Italia, Lega e Fratelli d'Italia tornano così a ripercorrere, con rinnovata forza, la strada dell'alleanza a tre per fare una proficua e ficcante opposizione all'esecutivo di M5s e Pd, oltre che in vista delle Regionali, in cui il centrodestra, se unito, potrebbe strappare l'Emilia Romagna alla sinistra, dando una spallata alle già vacillanti certezze del piddì.

Inoltre, azzurri, Carroccio e FdI andrebbero così a fare fronte comune anche sul versante della legge elettorale, spingendo per una riforma non in senso proporzionale – che agevolerebbe solo l'ingovernabilità e l'inciucio tra pentastellati e dem – bensì in senso maggioritario, che garantirebbe peraltro maggior stabilità politica al Paese.

Dal Cavaliere arriva anche il monito a "chi lavora per sostenere il governo più a sinistra della storia'' grazie alla costituzione di "ipotetici gruppi autonomi in Parlamento" che possano "confluire in altrettanto ipotetiche formazioni pseudo centriste". Chi fa questo, sottolinea Berlusconi, "lavora anche contro Forza Italia e si pone fuori dai suoi gruppi parlamentari".

Infine, da quanto si apprende da fonti della Lega, Forza Italia parteciperà alla manifestazione di sabato 19 ottobre a Roma contro il governo, insieme a Lega e Fratelli d'Italia.

Commenti