Inghilterra, finalmente zero morti. BoJo: "Torniamo ad abbracciarci"

Non accadeva da un anno. Ora stop al distanziamento

Inghilterra, finalmente zero morti. BoJo: "Torniamo ad abbracciarci"

Dalla prossima settimana, dal 17, via libera agli abbracci a familiari e amici in Gran Bretagna. Il Premier ha detto in conferenza stampa che saranno attenuate anche le misure di distanziamento sociale introdotte all'inizio dell'epidemia di covid. «Lasciamo a tutti il rischio di fare le loro scelte. Vi sollecito quindi a riflettere sulla vulnerabilità dei vostri cari, di valutare se sono state vaccinate, con una o due dosi, se è passato il tempo giusto perché il vaccino abbia avuto effetto», ha affermato Boris Johnson. Da lunedì, potranno riunirsi in casa fino a sei persone e 30 all'aperto. Pub e ristoranti potranno riaprire anche all'interno e lo stesso, anche se con meno posti, cinema, musei, palestre e teatri. L'effetto del vaccino sul Covid ci mostra ogni giorno un regno Unito sempre più deciso a lasciarsi alle spalle la paura del virus. Ieri a Londra c'è stata la riunione chiave per formalizzare la prossima tappa delle riaperture post lockdown previste a più vasto raggio a partire dal 17 maggio: riaperture che il premier Boris Johnson ha annunciato alla nazione in un nuovo briefing da Downing Street. Il nuovo messaggio di Johnson - deciso a cavalcare il momento dopo l'eccellente risultato Tory alle elezioni locali, adombrato tuttavia dall'avanzata degli indipendentisti in Scozia e dal rilancio della loro sfida per cercare di ottenere un referendum bis sulla secessione - è che il Regno, grazie alla sua unità e a una campagna vaccinale da record, è riuscito a mettersi alle spalle la fase di maggiore allerta della pandemia. Lunedì sono stati annunciati zero decessi per coronavirus in Inghilterra, Scozia e Irlanda del Nord. Il Galles ha registrato quattro morti in un giorno, il che significa che, nel complesso, il Regno Unito ha mostrato un leggero aumento rispetto ai due decessi di domenica. Ma ribadendo al contempo l'appello alla cautela sul rischio varianti e a non abbassare troppo la guardia sui contatti interpersonali: in particolare su abbracci ed effusioni ravvicinate.

Il premier intanto è sotto indagine al parlamento per le sue vacanze di Capodanno ai Caraibi a cavallo fra il 2019 e il 2020. Sotto esame sono le sue dichiarazioni su chi ha pagato il soggiorno per lui e la di fidanzata Carrie Symonds all'isola privata di Moustique fra il 26 dicembre 2019 e il 5 gennaio 2020, prima dell'emergenza covid.

Johnson aveva dichiarato di aver ricevuto ospitalità, per un valore di 15mila sterline, da parte di David Ross, co-fondatore della catena di negozi di telefoni cellulari Carphone Warehouse. Downing street ha affermato che Johnson ha agito in modo corretto e trasparente, ma l'opposizione laburista ha sottolineato che la generosità di Ross solleva molte domande.