Lamorgese negativa al test Covid: torna al lavoro da domani

Stando a quanto riferito dall'ospedale Sant'Andrea di Roma, si sarebbe semplicemente trattato di un falso positivo

Lamorgese negativa al test Covid: torna al lavoro da domani

Il ministro dell'Interno Luciana Lamorgese non sarebbe mai stata positiva al Covid e da domani 12 dicembre può tornare al lavoro al Viminale. La positività riscontrata nel tampone del 7 dicembre, spiega la direzione generale dell'ospedale Sant'Andrea di Roma, è da attribuirsi ad un evento, raro ma possibile, di errore nella processazione del campione. Successivi due test molecolari per SARS-CoV-2, eseguiti nelle giornate del 9 e 10 dicembre, sono risultati negativi. La diffusione della notizia tramite i media della positività riscontrata è antecedente a tali successivi controlli.

La notizia della positività del ministro all'esame del tampone naso-faringeo, appresa tra l'altro dalla lettura di un articolo a riguardo pubblicato da un giornale online, aveva di fatto sospeso il Consiglio dei ministri in corso di svolgimento a Palazzo Chigi per discutere la bozza del cosiddetto Pnrr (Piano nazionale di ripresa e resilienza). Lamorgese, abituata a sottoporsi periodicamente (in genere ogni 10 giorni) a dei controlli ad hoc, aveva peraltro effettuato il test nella stessa mattinata del giorno di svolgimento del Csm (ovvero lo scorso lunedì 7 dicembre), proprio all'interno degli uffici del dicastero di sua competenza.

Una situazione che aveva allora scatenato il caos mentre si svolgeva il Consiglio dei ministri con ordine del giorno la "Definizione e attuazione del Piano nazionale di ripresa e resilienza", tanto da portare altri dei presenti a prendere delle precauzioni a riguardo. L'ex capo politico grillino Luigi Di Maio, così come il ministro della giustizia Alfonso Bonafede, seduti entrambi accanto a Luciana Lamorgese, avevano optato per l'autoisolamento preventivo a scopo precauzionale, scegliendo di proseguire i lavori tramite videoconferenza. Anche il resto dei partecipanti all'incontro, compreso il presidente del Consiglio Giuseppe Conte, erano stati sottoposti ad esami specifici per scongiurare l'ipotesi della diffusione del contagio. Come da protocollo sanitario, inoltre, gli ambienti erano stati interamente sanificati.

Ebbene sarebbe tutto, stando a quanto riferito nel comunicato, un equivoco derivato da un "falso positivo". "Il Ministro dell'interno, Luciana Lamorgese, non è mai stata positiva al coronavirus. Il test molecolare per SARS-CoV-2 eseguito lunedì scorso, relativo ad un normale controllo periodico, comunicato come positivo, si è rivelato errato", si legge infatti nella nota ufficiale. "Il fatto che alcuni media abbiano diffuso in tempo reale la notizia della positività al test del Ministro non ha consentito, nell'immediatezza, di eseguire le necessarie ed opportune verifiche sulla attendibilità del risultato dell'esame", puntualizza ancora il comunicato. "La responsabile del Viminale ha ripetuto il test molecolare per SARS-CoV-2 nelle giornate di mercoledì 9 e di giovedì 10. Tutti e due i test sono risultati negativi. Il ministro riprenderà la sua attività istituzionale nella giornata di domani", concludono i medici.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti