Elezioni politiche 2022

"Torna in Francia". Letta stroncato dal popolo dem

"Una campagna elettorale bellissima", la certezza del segretario Pd. Ma ecco l'ennesima figuraccia social: piovono stroncature e ironie

"Torna in Francia". Letta stroncato dal popolo dem

Sicumera, ostentazione, certezza di superiorità. La sinistra in questa campagna elettorale ha mostrato tutti i suoi difetti. La demonizzazione dell’avversario – il centrodestra – come stella polare del Pd, fake news a manetta e così via. Enrico Letta il frontman di questa narrazione, in prima linea per attaccare Giorgia Meloni e i suoi alleati. Una linea contestata anche dai “suoi” e da buona parte del popolo dem, ma il segretario non ha dubbi: la sua è stata una campagna elettorale bellissima.

Letta e l’arte di autoincensarsi

In un video postato sui social network dal profilo del Partito Democratico, Letta prova a radunare le truppe dem per la chiusura della campagna elettorale. Appuntamento domani nella Capitale, come già noto. Ma a fare discutere è soprattutto l’autocelebrazione del leader piddì: “Le ultime parole della nostra bellissima e straordinaria campagna elettorale le diremo domani a Roma, in Piazza del Popolo”. Contento e soddisfatto, in una sola parola: fiero.

“Torna a Parigi”

In molti si sono chiesti se è così orgoglioso per aver macchiato l’immagine dell’Italia all’estero pur di attaccare il centrodestra, oppure se è per tentare di dimenticare i numerosi autogol commessi nelle ultime settimane. Ciò che è certo è che buona parte del popolo piddì non condivide il giudizio di Letta. Anzi. L’invito più in voga è sempre lo stesso: “Torna a Parigi”.

“Bellissima campagna elettorale” è il passaggio che ha fatto storcere il naso a molti utenti. Ecco una carrellata di stroncature: “Bellissima in quale multiverso?”, “Ha un bel coraggio a fare una dichiarazione del genere. Ha basato tutta la sua campagna elettorale sull'odio verso la controparte e vuota di contenuti e proposte concrete”, “Bellissima? Ti sei fatto prendere in giro da tutti”. Non mancano anche le ironie del caso: “Sei tipo in Matrix, la ‘campagna bellissima’ in realtà è l'immagine residua che hai di te”. L'idillio tra Letta e il popolo dem sembra già giunto ai titoli di coda: la leadership è sempre più in bilico, il fantasma di Bonaccini è dietro l'angolo. Au revoir?

Commenti