Lodi, Uggetti resterà in carcere. E spunta anche la piscina di Guerini

Spunta un secondo filone nell'inchiesta sul pd Uggetti. Si indaga anche su un impianto voluto da Guerini quando era sindaco

Nei fascicoli dei pm non ci sono solo le piscine del sindaco di Lodi, Simone Uggetti, arrestato per "turbativa d'asta". Secondo il Corriere della Sera l'inchiesta che fa tremare il piddì lodigiano punta dritto alla segreteria del Nazareno. Perché dalle carte spunterebbe un nsecondo filone che cerca di far luce sulla rocambolesca costruzione della piscina "Faustina", "l'impianto olimpionico costato 13 milioni di euro e voluto dall'allora sindaco Lorenzo Guerini". Che l'attuale primo cittadino di Lodi fosse il braccio destro nonché erede dell'attuale vicesegretario del Pd era cosa nota; che però tra i due ci fosse una continuità nell'inchiesta è un'imbarazzante novità che rischia di pesare su Matteo Renzi.

Il gip Isabella Ciriaco ha confermato la custodia cautelare in carcere per Uggetti e per l'avvocato Cristiano Marini, entrambi arrestati con l'accusa di turbata libertà degli incanti. Ora, però, il fascicolo sul sindaco di Lodi va a intrecciarsi perfettamente con quello che chiama in causa Guerini. Da tempo le Fiamme Gialle stanno infatti indagando sulla "gestione distorta del consenso politico amministrativo". "Questo assunto si fonda sulla considerazione della possibile necessità da parte dell'organo politico - scrivono i finanzieri - di poter dare continuità a quanto già emerso e prospettato in altra indagine che ha riguardato la costruzione e gestione della piscina coperta Faustina". Per ripercorrere la storia dell'impianto bisogna andare a ritroso sino al 2008 quando i lavori vengono affidati alla cooperativa Iter di Lugo di Ravenna. Quando la società sull'orlo del fallimento apre la procedura di concordato preventivo, interviene il Comune di Lodi che ne affida la gestione alla società Sporting Lodi.

La Giunta di Uggetti, che succede a Guerini, si trova a dover mettere mani ai conti della piscina coperta "Faustina" che rilevano perdite per 500mila euro. Il percorso di risanamento prevede che il Comune di Lodi versi, ogni settembre per trent'anni, 300mila euro ai gestori privati. A marzo, però, il sindaco decide di anticipare una prima tranche da 100mila euro. "La situazione di cassa odierna - gli fa presente la Ragioneria del Comune - non risulta compatibile con la previsione di pagamenti anticipati di somme". Si muove la Corte dei Corti e l'inchiesta passa alla Finanza che intreccia il fascicolo che quello che ha fatto scattare le manette ai polsi di Uggetti.

Commenti

Duka

Ven, 06/05/2016 - 10:13

DAI DAI UNO AL GIORNO LI MANDIAMO TUTTI IN AFRICA. ( non a casa)

Libertà75

Ven, 06/05/2016 - 10:27

Abbiamo una piscina

grazia2202

Ven, 06/05/2016 - 10:29

in pratica il Comune paga 300.000 euro per 30 anni al gestore che a sua volta non paga canoni. se vorresta darla a me vi faccio pagare la metà. non è la corte dei conti che deve intervenire ma un boia per tagliare le mani a questi incapaci che utilizzano il denaro pubblico per interessi personali

Ritratto di 02121940

02121940

Ven, 06/05/2016 - 10:33

Niente di nuovo dal fronte occidentale (Remarque). I fatti si ripetono, ma non c'è alcuna novità in presenza di una classe politica profondamente corrotta. O forse non si può neppure dire?

Ritratto di elio2

elio2

Ven, 06/05/2016 - 10:33

Quindi ci sarebbe anche il compagno guerini in qualche modo dentro al malaffare. In verità i magistrati dovrebbero a questo punto decidersi a prendere una scorciatoia, ingabbiare indistintamente tutti i compagni e poi eventualmente scarcerare coloro che non ne abbiano la certezza di colpa, che sicuramente sarebbero pochissimi, altrimenti con questa andazzo andremo avanti fino al 2100, come minimo. Votate PD.

unosolo

Ven, 06/05/2016 - 10:34

quando CRAXI affrontò i parlamentari di allora era questo , il pulito nel parlamento non esiste , ognuno ha ed agisce prima o poi per interessi privati , nessuno escluso , quindi mani pulite ha sbagliato bersaglio in quanto la sagoma non era una ma migliaia di sagome che ancora oggi sfruttano il posto che occupano , ecco il motivo che il governo vuole mettere all'angolo la giustizia legandogli le mani con leggi apposite ,basta vedere le sentenze non rispettate , se ne fregano sapendo che nessuno farà mai rispettare le sentenze al PCM attuale , egli può essendo del PD , ma se era il CDX sia i sindacati che i politici avrebbero preteso il rispetto della sentenza , ladri e coperti.

Ritratto di lettore57

lettore57

Ven, 06/05/2016 - 10:50

Nulla da dire il piu pulito, tra i diversamente onesti, ha la rogna

Boxster65

Ven, 06/05/2016 - 11:24

L'avevo scritto che se c'era implicato Uggetti non poteva non esserlo il suo mandante....

Ritratto di LANZI MAURIZIO BENITO

LANZI MAURIZIO ...

Ven, 06/05/2016 - 11:43

UN INDAGATO AL GIORNO LEVA IL MEDICO DI TORNO.

Duka

Ven, 06/05/2016 - 12:25

La CASTA , il termine è stato un po' abbandonato, invece si sta rivelando in tutto il suo squallore. Abbiamo governi a go-go NON per governare in in opposizione ai cittadini. Questo non è il governo del popolo per il popolo ma dei POLITICANTI per riempirsi le tasche e poi sparire nell'oblio.

onurb

Ven, 06/05/2016 - 12:31

Il bello della vicenda è che il sindaco ha ammesso con i PM di aver aggiustato il bando di concorso per far vincere un amico, ma lo ha fatto per il bene della città. I sinistri ovviamente si fanno un mazzo tanto e non dormono la notte tutti presi dall'impegno a beneficio del popolo bue. I casi sono due: o questo è un perfetto c......e oppure ci ha preso tutti per fessi.

vince50_19

Ven, 06/05/2016 - 12:34

Stando così i fatti, sta faccenda inizia alquanto bruciacchiare le auguste terga di certi che vantano superiorità morale ad ogni piè sospinto! Ah .. povero Enrico Berlinguer: hai detto bene nell'81, ma quanto ti starai rivoltando nella tua tomba nel guardare - all'oggi - certi tuoi eredi!

Boxster65

Ven, 06/05/2016 - 12:41

onurb..ore 12.31 secondo me è la prima che hai detto. Io per il bene della città lo vedo sempre bene insediato dov'è.... in carcere...

Giovanmario

Ven, 06/05/2016 - 12:50

coraggio guerini.. non affogherai nella piscina.. qualcuno che ti tirerà un salvagente te lo trovano di sicuro..

Ritratto di pasquale.esposito

pasquale.esposito

Ven, 06/05/2016 - 12:53

MA; COME É BELLA LA SUPERIORITÁ MORALE DEL PDPCI!HAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHA!.

pastello

Ven, 06/05/2016 - 12:55

Si stanno avvicinando sempre più. A questo punto basterebbe un appartamento a canone zero e la cosa sarebbe fatta.

Kosimo

Ven, 06/05/2016 - 13:01

a differenza di uno vale uno del M5s, è da ammirare la solidarietà "tutti per uno" nel Pd, mai lasciano solo un compagno inguaiato con la giustizia

giottin

Ven, 06/05/2016 - 13:31

...e costui avrebbe chiesto di essere rilasciato???????

Ritratto di aresfin

aresfin

Ven, 06/05/2016 - 13:50

Sti pidioti .... con più la mescoli e con più puzza.

blackbird

Ven, 06/05/2016 - 14:04

@ vince50_19: Non si faccia illusioni, anche allora il PCI rubava, come tutti. Solo che allora lo facevano "per il Partito". C'era la guerra fredda e i finanziamenti arrivavano dagli USA e dall'URSS, oltre che dagli "amici" che vincevano gli appalti pubblici. Rubavano per il Partito, ma erano onesti sul proprio conto. Tanassi e Longo, che furono trovati con le tasche piene, finirono male, molto male.

zucca100

Ven, 06/05/2016 - 15:03

Impianto olimpico, non olimpionico

onurb

Ven, 06/05/2016 - 15:09

blackbird. Premesso che è tutto da dimostrare che rubassero per il partito, le sembra che, se avessero rubato veramente a favore del partito, sarebbero meno ladri di quelli che, oltre a rubare per il partito, si mettevano anche qualche soldo in tasca? Io li metto sullo stesso piano, ladri i primi e ladri i secondi. Aggiungo che con le ruberie il PCI si è permesso un'organizzazione che, finiti i tempi delle vacche grasse, ha dovuto ridimensionare brutalmente. E i capataz del partito sicuramente godevano di privilegi che con il budget ridotto all'osso non avrebbero potuto permettersi.

vince50_19

Ven, 06/05/2016 - 15:11

blackbird - A parete che stavo ironizzando (i ladri sono esistiti a 360°), Berlinguer (nell'intervista dice cose condivisibili ma che oggi sono appannaggio di tutta la politica) da quel che so è stato una persona onesta e se è in grado di dimostrare il contrario sarò ben lieto di leggerla. Oltretutto i compagni non posso proprio sopportarli..

unosolo

Ven, 06/05/2016 - 15:14

quando si dice " sporca politica " questo da infiniti anni , entrano in politica e diventano palazzinari , la storia ne riserva di ricchi usciti nel politichese , pensare che sono arrivati a crearsi quel paradiso col sudore dei attuali pensionati , più versavamo per i servizi e loro si aumentavano stipendi , rimborsi e diritti , addirittura con aggiunta dei vitalizi , nel mentre facevano favori sia dx che sx e centristi , scambio e baratto ma tutti per quel motivo .ladri.

Trinky

Ven, 06/05/2016 - 16:30

Majorino : "Uggetti è una persona onesta e l'ha fatto per il bene della città".........a parte che se mai l'ha fatto pro tasche sue e del pd, figuriamoci se fosse stato disonesto allora!

pastello

Ven, 06/05/2016 - 16:34

Secondo me il fanfarone è terrorizzato ogni volta che suona il campanello di casa.

Ritratto di Jaspar44

Jaspar44

Ven, 06/05/2016 - 16:39

Il cappio saponato della "sporca politica" si sta stringendo sempre più e cerca nuovi colli da stringere.

PorcaMiseria

Ven, 06/05/2016 - 17:24

Uno al giorno, toglie il "Fonzie" d'intorno! Sarà vero? In questa Italia NO.

blackbird

Ven, 06/05/2016 - 18:09

Premesso che i ladri sono ladri, e basta. Volevo solo sfatare un mito: i comunisti, una volta erano onesti. Per dimostrare l'indimostrabile bisogna vedere i comportamenti delle persone. I soldi, infatti, finivano su un tavolo a Botteghe Oscure e nessuno sa che fine facevano. Le cooperative, per esempio, pagavano decine di funzionari che venivano distaccati con incarichi politici. Beninteso proporzionalmente alla dimensione dei partiti di appartenenza. Personale che gravando sui costi generali, faceva surrettizziamente aumentare il costi e quindi i compensi: in altre parole rubavano lo stipendio. Solo che "facendolo per il Partito" si sentivano meno colpevoli, anzi credevano di essere benefattori. Per quanto ne so i democristiani utilizzavano allo scopo dipendenti di banche pubbliche o di enti controllati.

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Sab, 07/05/2016 - 00:14

Giunti a questo punto possiamo affermare che gli indagati del sinistrume italiano hanno raggiunto la "massa critica". Quella che fa esplodere la credibilità. Un simile svaccamento della politica provocato dai "moralmente superiori" fa ritornare sulla terra coloro che si erano uniti a loro illudendosi di far parte dei buoni. SENZA TEMA DI SMENTITE POSSIAMO AFFERMARE CHE I COMUNISTI RUBANO COME TUTTI GLI ALTRI. O le favolette berlingueriane tengono ancora?

un_infiltrato

Sab, 07/05/2016 - 06:21

E te pareva che oggi non parlassimo de notizzie giudizziarie sur piddì?

Ritratto di Nubaoro

Nubaoro

Sab, 07/05/2016 - 08:04

Comunisti-cooperative-media-centri sociali-magistratura-agenzia delle entrate-scali portuali-assicurazioni-banche-ecc. una piovra mostruosa creata per gli affari (protezione reciproca) e l'immunità (tutti colpevoli = nessuno colpevole) ... mentre gli italiani idioti votano la loro superiorità morale! L'unica speranza sono solo le faide interne. BARZELLETTA: ogni italiano deve dare al partito la seconda macchina: siiii; e la seconda casa: siiii; e la seconda bicicletta .... deh no, quella ce l'ho anch'io.

Ritratto di V_for_Vendetta

V_for_Vendetta

Sab, 07/05/2016 - 08:09

ma guarda che strano, eppure sono un partito codi' pieno di brava gente onesta.....