Guerra in Ucraina

L'oligarga Mevdevchuk rischia 15 anni di carcere

Amico di Putin, è accusato di tradimento

L'oligarga Mevdevchuk rischia 15 anni di carcere

Rischia quindici anni di carcere e la confisce dei suoi non trascurabili beni Viktor Mevdevchuk, l'oligarca ucraino ma filorusso catturato a Kiev ad aprile dopo la fuga dagli arresti domiciliari nei primi giorni della guerra e accusato di tradimento a favore di Mosca. L'ufficio indagini statale dell'Ucraina ha completato le indagini penali nei confronti dell'oligarca filorusso e gli atti d'accusa sono stati trasmessi al tribunale e alla difesa. Lo ha comunicato la portavoce dell'ufficio investigativo statale ucraino, Olha Chykanova, in un briefing con i giornalisti.

Per Medvedchuk, leader del partito filorusso Ukrainan Choice ed ex parlamentare e considerato un fedelissimo di Vladimir Putin, le accuse sarebbero principalmente il trasferimento illegale all'intelligence russa dei dati in merito alla dislocazione segreta delle unità delle forze armate ucraine, lo sviluppo di un progetto antiucraino denominato «raggio», danno all'economia ucraina collaborando con la federazione russa ed estraendo in maniera illegale il petrolio nella regione di Kerch (in Crimea).

Medvedchuk, 62 anni ad agosto, avvocato e imprenditore, ama vantarsi della sua amicizia con Putin, che è il padrino della figlia Daryna, nata nel 2004. Il 19 febbraio 2021, il Consiglio di sicurezza e difesa nazionale dell'Ucraina ha incluso Medvedchuk e sua moglie Oksana Marchenko, tra le persone colpite dalle sanzioni ucraine, a causa di un presunto finanziamento del terrorismo. L'11 maggio 2021 il procuratore generale lo ha accusato di tradimento e tentato saccheggio di risorse nazionali nella Crimea (annessa alla Russia ma riconosciuta a livello internazionale come ancora facente parte dell'Ucraina). Medvedchuk era agli arresti domiciliari dal 13 maggio 2021, misura prorogata quattro volte andando ben oltre il termine massimo di sei mesi previsto dalla legge ucraina . Era evaso nel febbraio 2022 proprio in concomitanza con l'invasione russa, quando si iniziava a fare il suo nome come presidente di un governo fantoccio asservito alla Russia che sarebbe stato creato dopo quella che sembrava una rapida vittoria dell'armata russa, ma la sua latitanza era durata un mese e mezzo: il 12 aprile 2022 era stato catturato e arrestato dalle forze militari ucraine con indosso una uniforme mimetica ucraina.

A seguito di questo evento, Volodymyr Zelens'kyj ha proposto di consegnare l'oligarca alla Russia in cambio della liberazione di ucraini prigionieri delle forze russe.

Medvedchuk si è visto già sequestrare il mega-yacht Royal Romance, un 93 metri del valore di 200 milioni di dollari, che era ormeggiato nel porto croato di Rijeka (Fiume).

Commenti