L'orrore democratico delle sardine

Santori in tv sull'Emilia Romagna: "In un Paese normale non c'era bisogno di fare campagna elettorale". Ma così si mina la democrazia

Andrebbe riascoltato una, due, tre volte. Forse anche di più. L'intervento a Di Martedì di Mattia Santori, capo carismatico delle sardine d'Italia, è passato un po' sotto traccia, poco analizzato. Ma è importante se si vuol percepire quella che, detta così, appare un'allergia delle sardine al normale gioco democratico.

Proviamo a spiegarci. Quattro giorni fa Santori si presenta coi suoi invidiabili ricci negli studi di La7 (dove ormai le sarde sono di casa) per un'intervista faccia a faccia con Giovanni Floris. Nel merito, nulla di nuovo sotto il sole. Alla fine però il fondatore delle sardine ragiona sulla campagna elettorale di Stefano Bonaccini in vista delle elezioni regionali e definisce assurdo che il governatore si sia dovuto occupare così tanto della propria immagine per conquistare gli elettori: "In un Paese normale non c'era neanche bisogno di fare campagna elettorale - dice Santori - Non c'era bisogno di togliere un governatore per due/tre mesi dai suoi ruoli importanti per portarlo a fare comunicazione e investire sui social, perché bastava presentare i fatti". Quali siano, non è chiaro. E non lo spiega. Ma per Santori "adesso il paradosso è che i fatti non bastano più".

Ci sia permesso di dissentire. In democrazia anche i Paesi e le regioni ben amministrate possono conoscere il meraviglioso mondo dell’alternanza. Oggi comando io, domani tu. Non è vero, come sostiene Santori, che se vinci il Mondiale non cacci via l'allenatore. Qui non si parla di pallone. Cambiare chi governa rientra tra i diritti dei cittadini, anche qualora vivessero nel giardino dell'Eden. Anzi: le staffette di regime sono forse il vero sale della democrazia, il volano che aiuta uno Stato a crescere. L'Emilia Romagna non è una regione disastrata, è chiaro. Ma non per questo i suoi residenti non possono decidere di votare pagina. L'ha detto pure il vicepresidente di Confindustria Emilia, Gian Luigi Zaina, riferendosi alla Ferrara conquistata dal Carroccio: "Dopo 70 anni governo della sinistra, un po' di alternanza fa bene". Perché "i cambi portano sempre nuove opportunità". Anche se non piace alle sardine.

Preferire un nuovo governatore a quello uscente non significa buttare il bambino con l'acqua sporca. Significa migliorare quel che non sta funzionando. La perfezione non è di questo mondo e neppure Bonaccini può vantare di averla raggiunta. Ne abbiamo parlato diffusamente: le proteste dei cittadini sulla sanità sono reali, nessuno se le è inventate. Così come la decisione del Pd di chiudere i punti nascita in montagna, per poi ricredersi in campagna elettorale. La plastic tax sarà un problema, la gabella sullo zucchero pure. E poi Bibbiano, l'accoglienza ai migranti, il sistema delle coop rosse e via dicendo. Di argomenti ce ne sono a bizzeffe.

Borgonzoni e Bonaccini presentano due modelli diversi di amministrazione. Possono piacere o meno, ma sono entrambi legittimi. Il grande errore della sinistra, e in questo caso anche delle sardine, è crogiolarsi in una sorta di presunzione di superiorità: pensare che quanto denuncia la Lega sia becero populismo, quando invece sono temi che toccano il cuore di chi vota. Intestarsi una battaglia "contro Salvini" (perché per questo sono nati i pesciolini) anzichè ascoltare le esigenze degli elettori tradisce un vecchio vizio della sinistra post Tangentopoli: cercare un nemico da combattere, invece di parlare di contenuti. In principiò fu Berlusconi, poi un generico fascismo, infine il "Capitano".

Il nuovo motto è: il populismo "mina la politica". In fondo l'altra sera Santori ha solo precisato quanto già scritto nel manifesto delle sardine: prima i sovranisti non avevano il “diritto di essere ascoltati”; ora non ha senso neppure indire le elezioni, perché non c'è bisogno di costringere Bonaccini "a fare comunicazione". Siamo al paradosso. All'orrore democratico. Le sardine sostengono di essere "il consenso fisico" contro quello social del Carroccio. La verità è che l'unico consenso davvero "fisico" è solo il voto infilato nell’urna. Non un concertone in piazza VIII agosto a Bologna. Per testare il sentimento reale, bisogna permettere agli elettori di votare come desiderano. E in questo non c'è niente di assurdo.

Commenti
Ritratto di blackwater

blackwater

Dom, 19/01/2020 - 13:37

questo istruttore di freesbe è riuscito nella "mirabile" impresa di trasformare una normale competizione amministrativa regionale,in una autentica disfida POLITICA,ossia l'ultima delle cose che avrebbe voluto Bonaccini,che non a caso aveva levato i simboli del suo PD persino dai suoi manifesti elettorali. Quindi...GRAZIE !

Ilsabbatico

Dom, 19/01/2020 - 13:43

Articolo impeccabile. Bravo

Melquiade

Dom, 19/01/2020 - 13:49

Io, le scempiaggini di questo cretinetti, non le ascolto più.

roberto.morici

Dom, 19/01/2020 - 13:55

Ma questo sardino ci fa o ci è?

DRAGONI

Dom, 19/01/2020 - 14:06

HA BISOGNO DI SOSTEGNO CEREBO POLITICO!!

Ritratto di asimon

asimon

Dom, 19/01/2020 - 14:09

chi vive in EmiliaRomagna conosce la ragnatela di interessi tra il PD e le varie organizzazioni locali tra cui le principali sono le coop la confindustria i sindacati le cosidette multiutility e negli ultimi anni anche il clero, un intreccio in stile quasi mafioso che ignora e a volte ostacola i bisogni dei cittadini che non si "adeguano". Da quando hanno capito che il 26 gennaio tutto questo sistema crollerà si sono inventati le SARDINE spacciandole per un movimento spontaneo pacifico...ma quando mai!!! questi sono peggio delle famigerate camicie brune ma che al contrario sono contro l'opposizione. Ma vi pare normale che ci sia un movimento che si spaccia democratico e vuole impedire ad altri di partecipare alla manifestazioni, ma neanche nel Venezuela di Chavez e Maduro succede questo

Calmapiatta

Dom, 19/01/2020 - 14:16

Il PCI è morto e sepolto e anche della sx non è rimasto nulla, se non una pantomima antifascista di maniera. Però rimangono i frutti di ciò che fu la sx. Rimangono ipocrisia, doppiopesismo un innaturale senso di superiorità, basato sul nulla, ma rimane, soprattutto, una totale incapacità a concepire che ognuno ha diritto alle proprie idee. Parlano di democrazia, ma non la comprendono e non comprendono neanche la razio della tornata elettorale. Accusano gli altri di seminare odio, mentre si rivolgono agli altri con violenza e disprezzo.

caren

Dom, 19/01/2020 - 14:18

Dopo aver sostenuto che qualcuno ha il diritto di parlare, ma non di essere ascoltato, dopo l'intenzione di mettere la polizia politica ai social, dopo l'ultima pretesa sulle ONG, sui porti aperti ed i decreti sicurezza, cosa ci si poteva aspettare di più?

Abit

Dom, 19/01/2020 - 14:19

Santori : visto che il nostro paese non è “normale” ritirati e basta! Certo che la poltroncina ti piace!

ginobernard

Dom, 19/01/2020 - 14:21

In un paese normale c'è senso dello stato Questi non hanno neanche il senso del buon gusto Fanno un movimento e la prima cosa a cui pensano è depositare il marchio Sono dei furbastri poi usciranno i gadgets? Le linee di profumi?

Ritratto di asimon

asimon

Dom, 19/01/2020 - 14:43

le proposte delle sardine ricordano molto il film 1984 dove esisteva il Ministero della Verità, che si occupava della propaganda di partito che controllava notizie e giornali per sostenere le posizioni del governo socialista, poi per la sicurezza interna c'era il controllo attraverso la sua polizia politica detta “psicopolizia”, ovviamente arrestava chi la pensava diversamente, inoltre i cittadini erano obbligati a partecipare alla manifestazione chiamata “Due minuti dell’odio” contro l'oppositore principale (il Salvini del film)... tutto questo è nei desideri di queste nazisardine

hellas

Dom, 19/01/2020 - 14:46

Questo borioso signor Santori parla di "paese normale"... Ecco, in un paese normale, la politica saprebbe selezionare in maniera seria i rappresentanti degli elettori, non ci sarebbe spazio per sardine o altre baggianate del genere, e soprattutto, in un paese normale, a Santori verrebbe suggerita una bella doccia e una pettinata,ogni tanto...

Ritratto di Quintus_Sertorius

Quintus_Sertorius

Dom, 19/01/2020 - 14:52

L'orrore democratico consiste nella mancanza di scelta alle elezioni. PD e M5S: più UE, forza euro, sì invasione. FI e Lega: più UE, forza euro, sì invasione.

Ritratto di giùalnord

giùalnord

Dom, 19/01/2020 - 15:07

Il declino dei democratici si evidenzia dalle parole ai limite della dittatura che Santorini cerca di esprimere e che gli sono state inculcate.

Brutio63

Dom, 19/01/2020 - 15:11

Non sono un movimento spontaneo e non sono un movimento democratico! Sono democratici come lo era la DDR Mattia Santori (il capo delle sarde), trent'anni, è un ricercatore del RIE, società che si occupa di comunicazione sociale. Il RIE è una società privata di consulenza, fondata da R. Prodi e A. Clo'. Clo' è tutt'oggi membro del CdA della GeDi, società editrice di De Benedetti e degli Agnelli. Di Martina Carletti. Ricordiamo che GeDi è il maggior gruppo editoriale in Italia e controlla tra i tanti quotidiani e canali radio: Repubblica, La Stampa, SecoloXIX, Huffpost, L'espresso. Ecco svelato il trucco della grande risonanza mediatica. Diciamolo chiaramente: le sardine sono spinte dalle due famiglie più ricche e potenti d'Italia: De Benedetti e Agnelli."

Ritratto di Spiderman59

Spiderman59

Dom, 19/01/2020 - 15:24

Quanto è brutto sto "coso" inutile, l'hanno scelto bene i sodali dei centri a-sociali, ma il peggio del peggio è che si dà visibiltà a sto gran democratico insulso, fiore all'occhiello di fantomatico movimento che, invece di offendere un pesce azzurro, nato libero di girovagare per mari, dovrebbe prendere altro nome, magari "movimento delle iene ridens" o piuttosto "raggruppamento finti resuscitati/rossi".

Ritratto di hernando45

hernando45

Dom, 19/01/2020 - 15:25

Quelli che pagano le tasse in Olanda e in Svizzera, hai dimenticato di aggiungere caro brutio 15e11!!! Saludos.

Ritratto di drazen

drazen

Dom, 19/01/2020 - 15:26

Buone impanate e fritte! Paravento del PD, come al solito, perché i piddini hanno paura di farsi avanti, sapendo di avere sempre l'anima comunista! Lo hanno sempre fatto e hanno sempre perso!

Ritratto di Quintus_Sertorius

Quintus_Sertorius

Dom, 19/01/2020 - 15:51

@drazen Il PD è un partito liberale, non comunista. La Lega è un partito liberale, non fascista.

Ilsabbatico

Dom, 19/01/2020 - 15:53

Il movimento delle sardine altro non è che una invenzione del PD....e questo oramai lo hanno capito tutti. Quello che però mi fa ridere, è che non ci voleva molto a organizzarlo un "pochino meglio"....così invece di aiutare il PD , lo sta affossando ulteriormente. Buon per noi! Ahahahahahahah

Ritratto di stamicchia

stamicchia

Dom, 19/01/2020 - 15:56

Non ho mai commentato e non commenterò neppure ora le vicende concernenti le elezioni in Emilia Romagna, abitando a oltre 1000 km ed essendo chiaro che la maggioranza porterà comunque il mandato a scadenza, dopo l’elezione del PDR. Tuttavia devono proprio fare paura queste sardine, che riempiono all’inverosimile tutte le piazze condivise in precedenza da salvini con “pochi intimi”. Ricordo quest’estate quando il condannato per razzismo raccomandava l’Italia alla Madonna: da allora non s’è vista più luce, il governo è cambiato e va avanti comunque, lui è ormai in costante crisi di consensi e le sardine stanno lì a scombinargli tutti i piani. E il Giornale che ridicolamente si agita non sapendo come poter venire in soccorso al papeetaro.

Luthien

Dom, 19/01/2020 - 16:08

In sintesi ciò che propugna sto figuro é un regime di dittatura: nel suo mondo ideale non esistono campagne elettorali, non esiste una facoltà di dissentire, non esiste un’opinione libera se contrastante con quella di regime (infatti lui contesta l’opposizione) di conseguenza non é contemplata una libera elezione, una libera alternanza ed un pensiero politico diverso. Santori, finalmente hai scoperto le carte: non conosci il significato della parola democrazia. Sarà ignoranza o malafede?

syntronik

Dom, 19/01/2020 - 16:36

Ad oggi, ancora non si hanno certezze, in teoria, dovrebbe prevalere la Lega, ma l'Emila è una regione particolare, nelgi anni precedenti, anche se una buona percentuale non votava, la maggioranza era sempre la stessa, ora non sò, si saprà solo il 27, sicuramente, le Sardocchie, ci stanno dando una mano, trovo anche buffo, che Bonaccini, abbia tolto il logo dalla sua pubblicità, ma forse se ne vergogna, una cosa però è certa, le piazze di Salvini, sono sempre state strapiene, e questo è un buon sintomo, la gente è stanca anche in Emila, anche se è una delle regioni più attive, non sò nemmeno chi abbia avuto la bella idea di inventare le Sardocchie, hanno forse, solo cercato di deviare argomenti più oscuri, è evidente che è una ideona PD o zone limitrofe, ma come idea, sicuramente loffia, come le loro ultime idee degli ultimi anni, ma alla fine, solo con il risultato di aiutare la Lega, ma forse è proprio questo che volevano.

Ritratto di tomari

tomari

Dom, 19/01/2020 - 17:03

stamicchia-Terminerà il mandato? Aspetta e spera che già l'ora si avvicinaaa...abiti a mille chilometri dall'Emilia Romagna? Restaci! E goditi il tuo reddito di nullafacenza!

Capricorno29

Dom, 19/01/2020 - 17:34

Ma questo è scemo proprio quando parla lo collega il ce4vello? Adesso pur di far vincere i sxxxxxxxxxi aboliamo le elezioni così siamo sicuri di vincere che cxxxxxo.....

Brutio63

Dom, 19/01/2020 - 17:37

Non sono un movimento spontaneo e non sono un movimento democratico! Sono democratici come lo era la DDR Mattia Santori (il capo delle sarde), trent'anni, è un ricercatore del RIE, società che si occupa di comunicazione sociale. Il RIE è una società privata di consulenza, fondata da R. Prodi e A. Clo'. Clo' è tutt'oggi membro del CdA della GeDi, società editrice di De Benedetti e degli Agnelli. Di Martina Carletti. Ricordiamo che GeDi è il maggior gruppo editoriale in Italia e controlla tra i tanti quotidiani e canali radio: Repubblica, La Stampa, SecoloXIX, Huffpost, L'espresso. Ecco svelato il trucco della grande risonanza mediatica. Diciamolo chiaramente: le sardine sono spinte dalle due famiglie più ricche e potenti d'Italia: De Benedetti e Agnelli."

lappola

Dom, 19/01/2020 - 17:37

Non saprei dire in quanti hanno avuto lo stomaco in ordine per stare ad ascoltare quel ridicolo coso che vorrebbe farci credere di non essere né carne e né pesce. In verità, carne o pesce è indifferente, è solo un comunista travestito, mandato allo sbaraglio per agitare le acque, Bene sta facendo il centro/destra a mantenere la barra a dritta. Lui affonderà in una decina di giorni e forse finirà a fare lo scribacchino nella sede del pd - finché ci sarà il pd.

Ritratto di Gius1

Gius1

Dom, 19/01/2020 - 17:47

gli diamo troppa importanza. SONO ZERO

Ritratto di emo

emo

Dom, 19/01/2020 - 17:52

cara sardina con la faccia da k.... in un paese normale tu saresti un perfetto sconociuto nullafacente scansafatiche come buona parte dei tuoi compagni. Vai a gaxxxe.

anita_mueller

Dom, 19/01/2020 - 17:53

Se le sardine non insignificanti e non contano nulla. perché tutto questo accanimento?

Ritratto di perSilvio46

perSilvio46

Dom, 19/01/2020 - 17:55

Cambiare è utile se c'è una prospettiva di miglioramento, altrimenti è molto meglio confermare il presente. Due casi esemplificativi: in Veneto il cambiamento non sarebbe né utile né necessario perché è impossibile trovare un'amministrazione migliore di quella di Zaia, in Emilia Romagna si deve cambiare perché è necessario e urgente liberare le forze positive della regione che oggi sono strozzate dal malaffare della sinistra. Per fortuna lo hanno capito, lo dimostrano le folle oceaniche che seguono Salvini e i deserti di Bonaccini. Ultimo flop: alla ennesima pagliacciata delle sardine non c'era praticamente nessuno. Gli emiliani romagnoli non ci sono cascati. Queste mie sono considerazioni oggettive come lo sono quelle di De Lorenzo, la politica non c'entra, è la pura e semplice verità. Chi non lo capisce è perché è un rosso che ha portato il cervello all'ammasso.

Libero 38

Dom, 19/01/2020 - 17:57

Per evitare che la sardina e il bibitaro facciano danni all'italia e agli italiani dovrebbero ricoverarli e poi buttare la chiave nell'oceano atlantico.

edo1969

Dom, 19/01/2020 - 18:05

Le Emiliane meritano di più per le belle tette che hanno.

Aquilee1077

Dom, 19/01/2020 - 18:09

Siamo il Paese dell'eterno carnevale.

01Claude45

Dom, 19/01/2020 - 18:13

Questo è tutto scemo. PiDioti, ma che cxxxo di aiutante vi siete cercati. Con gente così finirete in freezer!

jaguar

Dom, 19/01/2020 - 18:15

In un paese normale le sardine non dovrebbero nemmeno esistere, ma siccome l'Italia è molto anormale, ci troviamo gente che invece di scendere in piazza contro il governo, manifesta contro l'opposizione, caso unico al mondo.

toni175

Dom, 19/01/2020 - 18:32

Ecco, rivisto e risentito mi ha veramente convinto. Voterò Lega.

Ritratto di Adriano Romaldi

Adriano Romaldi

Dom, 19/01/2020 - 18:33

Grazie all'attenzione del Giornale si scoprono i nervi dei comunisti e dei nipotini leninisti. Forza Italia. Shalòm.

Ritratto di Francesco_Albertoni

Francesco_Albertoni

Dom, 19/01/2020 - 18:39

"L'orrore democratico delle sardine" secondo l'articolista sarebbe far parlare i fatti. Ma se è vero che la sanità in Emilia Romagna è allo sfascio, come sostiene l'on.Salvini, perchè non portare i dati sanitari a supporto?.Sono tanti e disponibili : dati di mortalità, dati di morbosità per varie patologie, dati di sopravvivenza per tumore etc

Ritratto di massacrato

massacrato

Dom, 19/01/2020 - 18:43

Siamo (quasi) tutti specialisti nella discesa libera.

trasparente

Dom, 19/01/2020 - 18:44

Ma perché voi giornalisti date tanto spazio a questi elementi che equivalgono a zero? Non avete altro di più interessante da proporre?

RinaBrundu

Dom, 19/01/2020 - 19:10

@jaguar Le sardine infatti non esistono sono un mero ologramma mediatico. Non sono le sardine in scatola il problema: il problema è l'orripilante carrozzone mediatico, sovente sovvenzionato con denaro pubblico, che crea codesti mostri da un lato, e il pubblico stolto e malaccorto che ci crede dall'altro. Bisogna liberare l'Italia da codesto schifo e dal governo delle poltrone viventi che si sono arrogate il diritto di governare nonostante siano state mandate a casa lo scorso 4 marzo 2018. Bisogna restituire dignità al termine democrazia e sovranità alla nazione! E prima lo si fa meglio è!

Ritratto di LANZI MAURIZIO BENITO

LANZI MAURIZIO ...

Dom, 19/01/2020 - 19:11

Mi sembra un finocchietto.

Gianca59

Dom, 19/01/2020 - 19:13

Spero che gli italiano siano dotati dell' intelligenza minima necessaria a capire che questi sono una presa dei fondelli. Delirano.

Ritratto di theRedPill

theRedPill

Dom, 19/01/2020 - 19:16

Egregio Quintus_Sertorius, lei ha le idee confuse; esiste il collettivismo che si propone a sinistra come socialismo, socialdemocrazia, comunismo ecc., e a destra come fascismo, nazismo ecc. Il socialismo è internazionalista mentre il nazismo è socialismo nazionalista (chi vuole sottomettersi a potenze straniere sono gli internazionalisti). Entrambi vogliono prendere il controllo delle altre persone per imporre le loro idee. In estrema sintesi, i liberisti sono l'esatto opposto dei collettivisti; vogliono vivere in pace, poter lavorare e poter usare i propri soldi come meglio credono in un paese con leggi semplici e applicate con efficacia. Il PD è un partito socialdemocratico, la lega tenta di essere liberista. Supponendo che lei sappia cosa sia la libertà, noti che il suo contrario è la schiavitù.

Zingarettibacia...

Dom, 19/01/2020 - 19:18

Ma chi è questo, non capisco. È l'asinello di Shrek od il Sartorello?

Ritratto di bandog

bandog

Dom, 19/01/2020 - 19:19

COMUNISTOISI RADICAL-SHIT con i soldi di papino e mammina!!

Zingarettibacia...

Dom, 19/01/2020 - 19:24

Lo Stamicchiarello è siciliano e dice tutto. Deve tenere fede alla sua terra no? Quindi tra ong, clandestini, gettoni di presenza, soldi fttti allo Stato, favori, toghe rosse, mafia e reddito di nullafacenza...sarebbe lunghissima la lista, non può che essere un comunistello no?

mircomille

Dom, 19/01/2020 - 19:29

Le sardine: non sono giovani, dietro i due o tre che parlano, sono tutti molto anziani. Probabilmente li caricano sui pullman dagli ospizi. Ad un bel viaggio, con tutto pagato, non rinuncia nessuno.

Ritratto di Friulano.doc

Friulano.doc

Dom, 19/01/2020 - 19:31

Il “paese normale” che sogna l’ittico, è un paese in cui non servirebbe nemmeno votare... un paese dove comandano le sinistre e basta. Piccoli comunisti crescono

Ritratto di Acquachiara

Acquachiara

Dom, 19/01/2020 - 19:36

Il PD non è un partito liberale, è il PCI che strada facendo ha avuto le unghie tagliate e i denti limati, e si è cambiato il nome più e più volte per darsi una nuova falsa identità nascondendosi dietro a un dito... ma è sempre il PCI sotto mentite spoglie, ridimensionato sì e con un trucco diverso, ma si tratta sempre della medesima vecchia baldracca. Ma non frega nessuno perciò perde pezzi.

mircomille

Dom, 19/01/2020 - 19:43

Santori parla delle sardine come se fosse un movimento politico compatto, ma non è credibile: le persone che vanno al concerto ed i vecchi prelevati dagli ospizi per un bel viaggio in pulman non hanno nulla in comune. Quando vedo i filmati delle loro piazze non vedo mai giovani, sembrano piuttosto le piazze dei pensionati dell CGIL.

ItaliaSvegliati

Dom, 19/01/2020 - 19:54

Non so se sono più suonati come sardine o vere oche alla mortadella...

sparviero51

Dom, 19/01/2020 - 19:57

SONO TUTTI ,COMUNISTI E BACCALÀ VARI ,TERRORIZZATI DALLA PAROLA “SOCIALDEMOCRAZIA “ . PER QUESTO HANNO AMMAZZATO CRAXI E ANCORA NON LO VOGLIONO AMMETTERE !!!

timoty martin

Dom, 19/01/2020 - 20:03

PD si lascia delttare legge da questa banda di ridicoli scalmanati?

mircomille

Dom, 19/01/2020 - 20:03

Il buon governo di Bonacini è tale perchè lui stesso ed i compagni lo vogliono far credere, ma non si sa. L'Emilia Romagna è una delle migliori regioni europee, ma magari avere la pianura, le strade, il mare, il saper fare degli emiliani romagnoli, sono il segreto del successo. Vuoi vedere che con Lucia Borgonzoni sarà anche meglio, ma di sicuro cambiare è utile.

lorenzovan

Dom, 19/01/2020 - 20:11

paura vero ??? sei articoli solo sulle sardine...lololol..tutto quello che e' nuovo ..fresco e vivo..a voi..sepolcri imbiancati e nati vecchi e pensionati..attaccati ai privilegi e ai riti del politichese ..fa una paura da morire...lolololo

Una-mattina-mi-...

Dom, 19/01/2020 - 20:14

T.S.O: TRATTAMENTO SARDINE OBBLIGATORIO... E NECESSARIO, AGGIUNGO IO...

lorenzomezzin

Dom, 19/01/2020 - 21:24

articolo magistrale

jaguar

Dom, 19/01/2020 - 21:36

lorenzovan, veramente sono quelli del PD a essere terrorizzati, hanno visto che Bonaccini nascondeva il simbolo del partito e quindi hanno pensato bene di inventarsi le apartitiche sardine che guarda caso si sono dimostrate essere piddini travestiti da pesciolini.

Ritratto di Quintus_Sertorius

Quintus_Sertorius

Dom, 19/01/2020 - 21:37

@theRedPill Il socialismo non è necessariamente né "internazionalista", né "collettivista", né "di sinistra", che peraltro è una categoria politica derivata dal parlamentarismo liberale. Un esempio di dottrina socialista non collettivista è data da Spengler in "Prussianesimo e socialismo". Il pensiero "liberista" odierno è la fase senile del liberalismo sei- e settecentesco, ed è ormai un'ideologia conservatrice, mirata a preservare lo status quo piuttosto che a modificarlo, avendo esaurito gli aspetti rivoluzionari del programma politico originario: parlamentarismo, uguaglianza di fronte alla legge, laicismo, etc. Il PD potrebbe essere definito socialdemocratico, ma solo perché la socialdemocrazia europea ha perso l'impostazione di un tempo, marxista ma disposta al gradualismo democratico. Il PD non ha obiettivi "finali" marxisti o socialisti e sarebbe più correttamente classificabile come "liberaldemocratico". La Lega è senz'altro liberista.

Ritratto di Quintus_Sertorius

Quintus_Sertorius

Dom, 19/01/2020 - 21:50

@theRedPill E il binomio libertà-schiavitù è semplicistico. La libertà degli antichi, che erano schiavisti, coincideva con la libertà e l'autonomia dello Stato. La vita individuale era invece rigidamente normata. Lei fa riferimento al concetto moderno di "libertà individuale totale", che in una qualunque altra epoca è stata chiamata "licenza" o "corruzione". Nessuno Stato sopravvive a una cittadinanza che sottomette i doveri civici all'interesse personale. Si veda il termine "sibarita".

Ritratto di Arminius

Arminius

Dom, 19/01/2020 - 22:18

Rileggendo la prima parte dell'articolo mi pare di aver capito che il capelluto baccalà, capo delle sarTine, non ha detto che non ci devono essere le elezioni, ma che il governatore uscente non dovrebbe fare campagna elettorale perché gli bastano i fatti per fare propaganda. Bene, allora non la faccia! Nessuno lo obbliga. E poi, lasciatemi dire, pure l'informazione di destra con queste sardine ci ha stufato. Anche se le loro argomentazioni sono cavolate da ospedale psichiatrico, il fatto stesso che vengano ripetute ed amplificate gioca a loro favore. "Purché se ne parli!..". Molto meglio essere propositivi che ripetitivi sulle sciocchezze della controparte: ormai tutti noi lettori attenti abbiamo capito perfettamente che questi lazzaroni sono il risultato penoso della scuola di sinistra.

larsen61

Lun, 20/01/2020 - 01:02

Il leader delle sardine ormai pieno di se e’ convinto che il suo movimento diventera’ grande come il M5S ma ha commesso l’errore di paragonare se stesso ovvero un mediocre oratore con un catalizzatore carismatico come Beppe Grillo. Finira’ nel dimenticatoio oppure si candiderà’ con Leu o altro partito di sinistra.

ST6

Lun, 20/01/2020 - 01:32

tomari: e un Grazie sempre a Salvini il condannato nullafacente per lo splendido RdC! Mai Dimenticare!

apostrofo

Lun, 20/01/2020 - 02:15

una cosa: il PD e le sardine accusano ogni momento di fomentare odio. E' convinzione della grandissima parte degli italiani (basta guardare i telegiornali che a seminare odio è la sinistra, mentre Salvini risponde ai con il soli "bacione" ai peggiori insulti . Mostrateci le espressioni di odio e insulti di Salvini. NON ESISTONO. VI INVENTATE TUTTO. ANCHE LE RISPOSTE "CATTIVE" VE LE INVENTAT ALTRIMMENTI COME FAT REPLICARE COL SACRO SDEGNO ? MA NON SI ERA PARLATO DI CONTROLLARE LE "FAKE NEWS. A LAVORO CHE CE N'E' MOLTO DA FARE p PERO' BISOGN A DIRLO. Zingaretti DOPO AVER DATO DEll'UBRIACONE a ciel sereno A SALVINI, BISOGGNA RASICURARE ANCHE LUI CHE ANCHE 4 MEZZI LIRI SECONDO ME POSSONO FARE MALE. PER QUELLI . SONO TUTTE ESPRESSIONI DEI SIMILDEMOCRATICI, MPICCATI A TESTA INGIU'DALLA SNISTRA NON SAPREI DIRE E' TUTTAROBA DEI "PACIFISTI£, SIA COMUNISTI CHE ASPIRANTI TAI

vinvince

Lun, 20/01/2020 - 02:45

Più lo si schernisce e più questo si gonfia !!! È un personaggio pericoloso per le idee sballate e antidemocratiche che i media compiacenti gli lasciano inculcare a masse di giovani, sopratutto, che ne sanno meno di lui. Fa funzioni politiche, senza averne titolo, e quindi senza responsabilità. In questo ruolo, non ha concorrenza e questo non va bene, bisognerebbe creare un movimento giovanile di destra, quanto prima.

Ritratto di sachiel333

sachiel333

Lun, 20/01/2020 - 04:35

Le sardine radical chic in Salsa Soros, iL pesce giusto al momento giusto. IL mainstream non sa più cosa inventarsi pur di prendere per i fondelli il Popolo Sovrano. Speriamo che il 26 in Emilia Romagna se ne faccia una bella scorpacciata magari fritte!

Ritratto di giùalnord

giùalnord

Lun, 20/01/2020 - 10:15

Attendiamo con ansia gli esiti delle prossime elezioni il 26 gennaio.