Il Mes fa barcollare la maggioranza Pd-5s: "Divisione imbarazzante"

La risoluzione presentata da +Europa in merito all'attivazione del Mes ha portato ancora una volta alla luce la fragilità dei giallo-rossi, quando Iv ha deciso di votare a favore contrariamente ai suoi alleati

Ancora segnali di pericoloso cedimento da parte della maggioranza di governo, oramai appesa ad un filo. Malgrado i tentativi del presidente del Consiglio Giuseppe Conte di evitare gli argomenti più scottanti (vedi Mes) per non agitare troppo le fila che costituiscono la compagine giallo-rossa, è ormai evidente che l'alleanza fatica a rimanere tale e che la resa dei conti si avvicina.

Dopo l'accordo scricchiolante su Autostrade, che il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Paola De Micheli ha addirittura definito "equilibrato e rigoroso", la maggioranza ha dato nuovamente segnali di disomogeneità anche sul tanto discusso Meccanismo europeo di stabilità, accuratamente dribblato dal premier. Quest'ultimo, infatti, ancor prima di entrare oggi in Senato per l'informativa, ha subito chiuso la questione, dichiarando ai giornalisti che l'argomento non era "all'ordine del giorno" e liquidando di fatto la risoluzione presentata da +Europa.

Da tempo decisi a procedere con l'immediata attivazione del Fondo salva Stati, Emma Bonino e Benedetto Della Vedova hanno infatti cercato di smuovere le acque, ottenendo comunque un importante risultato. Pur se bocciata sia alla Camera che al Senato, la risoluzione di +Europa ha portato ancora una volta alla luce la grande fragilità della maggioranza. Malgrado il parere negativo degli alleati, Italia Viva ha infatti votato entrambe le volte a favore.

"A qualche ora dal sofferto e fragile compromesso su Autostrade, la maggioranza in Aula si è spaccata sul Mes in modo plastico, evidente, imbarazzante", ha commentato Francesco Paolo Sisto, deputato di Forza Italia, come riportato da "LaPresse". "Non è un episodio transitorio ma l’anello di una infinita catena, costellata da criticità e punti di frizione, che vede in Conte uno pseudo mediatore intento ad accontentare oggi uno e domani l’altro dei partiti di maggioranza pur di sopravvivere".

Un governo del tutto incapace, quindi, di affrontare e risolvere i problemi del Paese, secondo Sisto, che ha aggiunto:"L’Italia ha bisogno di competenze, capacità, autorevolezza. In questo esecutivo non ce ne è neanche una briciola".

Oltre allo strappo di Italia Viva, un altro duro colpo alla maggioranza è arrivato anche quando, sempre nella giornata odierna, i parlamentari sono stati chiamati a votare in merito alla risoluzione presentata dai partiti di maggioranza sulle comunicazioni del premier Conte al Consiglio europeo straordinario del 17-18 luglio 2020: in questo caso la risoluzione è passata con soli 157 voti favorevoli, 130, invece, i contrari. Ormai lontana la maggioranza assoluta, fissata a 161: ben 4 voti, infatti, sono venuti a mancare.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di vince50_19

vince50_19

Gio, 16/07/2020 - 10:49

Mare "stellato" forza 7 .. 8 .. Tra poco 9..

Machiavelli63

Gio, 16/07/2020 - 11:26

ma figuriamoci, resisteranno fino alla fine, sanno che il 70% di loro non verrà rieletto, e 20000 cocuzze senza far nulla chi mai glieli darà, quindi continuerannoa tenerci in emergenza , pur di non farci votare.

gianf54

Gio, 16/07/2020 - 11:31

Stessa storia di Autostrade/Benetton: Conte fa quel che gli pare e Di Maio fa finta di piangere...poi accetta tutto: B U F F O N E!!!!!!!!!!!! Tornatene a vendere gazzose.....

Ritratto di 02121940

02121940

Gio, 16/07/2020 - 11:39

Sono "maggioranza", se insieme, ma non sono eguali! Un abisso "politico" li separa, ben accettato per opportunità reciproca, ma sostanzialmente falso.

Calmapiatta

Gio, 16/07/2020 - 11:49

Il MES si può riassumere con le parole del poeta immortale: timeo danaos et dona ferentes. La frase attribuita dal poeta a Laocoonte, ovvero Temo i greci anche quando portano doni, è calzantissima. Capisco che i polsi dei politici, davanti a quella massa di soldi che permetterebbe loro di far bisboccia per decenni, tremino. Ma il costo per noi cittadini e per il apese, sarebbe altissimo e salatissimo.

ItaliaSvegliati

Gio, 16/07/2020 - 11:50

Ma che barcollano...si prendono a calci si sputano in faccia e si odiano ma abbracciano le poltrone!!!

veromario

Gio, 16/07/2020 - 12:20

Chi traballa siete voi che avete titolato l articolo ormai lo sanno anche i sassi che fan solo tutte chiacchiere per spostarli da quella poltrona non basta un terremoto .

lorenzovan

Gio, 16/07/2020 - 13:08

stessa divisdione che c'e' nell'opposizione..c'e' poco da star allegri

Ritratto di vince50_19

vince50_19

Gio, 16/07/2020 - 13:25

lorenzovan - 13:08 Certo, in questo caso è così (per il resto governano insieme in tutte le regioni e nei comuni appannaggio del cdx senza litigare), anche se quanto accaduto a Silvio nel 2011 dovrebbe farle raddrizzare le antenne. Ma l'opposizione - come noto - non è al governo, quindi gli effetti deleteri e deflagranti sono generati dai casini che ci sono dentro la maggioranza .. lolololol..

Ritratto di dlux

dlux

Gio, 16/07/2020 - 13:36

"...la resa dei conti si avvicina....). No, tranquilli, anzi, sereni. Non sarà questo il motivo dello strappo. Non sono stati quelli precedenti e nemmeno quelli futuri. C'è un collante molto, ma molo potente, più forte di tutte le differenze e di tutti i dissapori tra i due blocchi usurpatori, tra i due ladri di democrazia. Una situazione che, a ruoli invertiti, avrebbe richiamato le masse in piazza con barricate e violente proteste popolari. Invece si assiste impotenti alle pietose performances dell'uomo "quasi solo". Però è previsto dalla Carta Costituzionale...

capi_tan_iglu

Gio, 16/07/2020 - 13:52

Mi piego, ma non mi spezzo, mi piego, ma non mi spiezzo.....anzi no, mi spezzo!

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Gio, 16/07/2020 - 14:00

DICAMO PURE CHE IL MES FA BARCOLLARE LA UNIONE TRA LA LEGA E FDI CON FORZA ITALIA QUESTI SEPARATISTI DISTRUTTORI, BERLUSCONI NON HA BISOGNO DI QUESTI POLITICI INESPERTI.

lorenzovan

Gio, 16/07/2020 - 14:33

vince..non c'e' dubbio che le divisioni nell'opposizione siano meno deleterie che le divisioni nella maggioranza che ha l'onere di governare e governare bene..e non a furia di compromessi al ribasso..Ma cio' non toglie che le differenze che a livello regionale NON CONTANO..non si parla a livello regionale di EU o di sovranismo o di MES..una volta al foverno..impediranno di governare ..Se Il berluska che con il suo 7.5 e' l'ago della bilancia..non e' d'avccordo coi sovranisti ..e vuole per es..il MES..o vota a Bruxelles contro i sovranisti..mi sa che un futuro governo nasca gia' zoppo..e cadente

Ritratto di vince50_19

vince50_19

Gio, 16/07/2020 - 15:26

lorenzovan - 14:33 Si sbaglia: la compattezza politica a livello regionale è indice di compattezza del cdx anche a livello nazionale, altrochè!. Se poi facesse una riflessione sulla questione Mes, su quello che è accaduto a Silvio nel 2011, allora comprenderebbe perchè Fi è a favore del Mes. Ma forse le sto chiedendo troppo. Il termine sovranista, poi, è sbagliato: far prevalere la sovranità - non il sovranismo - ai sensi dell'art. 11 della ns. costituzione è lecito. Parlare di sovranismo è come parlare di nazionalismo e questo è sbagliato, tema tenuto in vita da chi vuole denigrare il cdx ben sapendo, sul temine, di mentire. Tenga infine presente che gli "amici" di Salvini (Ungheria e Polonia) definiti sovcranisti, sono nel PPE.. Non si illuda che Fi si metta di traverso o che vada con Iv: la discordia riguarda solo il Mes, non altro.

lorenzovan

Gio, 16/07/2020 - 16:09

bAH..LEI E' CONVINTO..E NON STA A ME DI FARLa RECEDERE DALLE SUE CONVINZIONI..iO SO SOLO CHE DA QUASI TRENT'ANNI TUTTI I GOVERNI DI CDX O CSX cadono non a causa dell'opposizone ma a causa di dissidi interni..e quando non cadono..come il governo Berlusconi del 2008 ..vivacchiano senza decidere niente per non dover mettere in difficolta'la compattezza della compagine al governo..E questo l'ha pagato l'Italia e gli italiani..L'immobilismo ..la non deciiosne,..costa cara...Poi dica quello che vuole..ma questi sono i fatti

Ritratto di vince50_19

vince50_19

Gio, 16/07/2020 - 16:30

lorenzovan - 16:09 Non esercito il mestiere di Otelma, guardo alla realtà del momento e in questo momento questo governo è deleterio e succube dei soliti due.. Sul fatto che finora i governi tutti han fatto poco per i cittadini posso anche concordare, visto che in Italia la politica non traina più da oltre 25anni, tuttavia si spera che ci sia un governo che faccia maggiori interessi dei cittidini. Il fatto che Merkel non voglia governi di cdx fa intuire che sono meno graditi perchè meno malleabili di quelli di csx. Su questo non nutro dubbi così come questa Ue inizia a "venirmi su" perchè la solidarietà e la sussidiarietà, principi cardine dell'Ue sono continuamente disattesi.