Mastella incassa il bis, poi se la prende con tutti: "Ho vinto da solo contro l'armata Brancaleone"

A Benevento rivince Clemente Mastella

Mastella incassa il bis, poi se la prende con tutti: "Ho vinto da solo contro l'armata Brancaleone"

A Benevento rivince Clemente Mastella (nella foto, ndr). Dopo la rissa tv di mercoledì scorso a Tribuna politica, con tanto di insulti, fra l'ex Guardasigilli sindaco uscente e lo sfidante Luigi Diego Perifano al loro primo faccia-a-faccia; gli ultimi giorni di campagna elettorale, con il leader del Pd Enrico Letta arrivato in città per dar man forte a Perifano, le votazioni e il dato relativo a una delle 72 sezioni elettorali che aveva dato in deciso vantaggio lo stesso Perifano, ecco il verdetto delle urne: a Mastella oltre il 52% dei voti, all'avversario quasi il 48%. La maggioranza degli elettori che hanno votato al ballottaggio (affluenza ferma al 59,5%) ha confermato l'amministrazione uscente guidata dal navigatissimo ex democristiano, fondatore nel 1999 di un partito, l'Udeur, che avebbe poi schierato a volte con la destra e a volte con la sinistra.

E un paio d'ore dopo la chiusura dei seggi, con il punteggio ancora incerto ma il risultato immodificabile, al comitato elettorale di Mastella già si faceva festa. In particolare quando è apparsa Sandra Lonardo, senatrice di Forza Italia nonché moglie del sindaco riconfermato, che abbracciava e ringraziava i sostenitori in attesa dell'arrivo del marito, che aveva mancato di un soffio la rielezione al primo turno e che godeva del sostegno di Vincenzo De Luca, il governatore dem della Campania. Il commento a caldo di Mastella: «Dall'altra parte c'era l'arca di Noe, un'armata Brancaleone - dice -, io ero da solo. È stata una campagna elettorale mai vissuta in vita mia per il tono, gli atteggiamenti, la crudeltà, con una morale perfida. Mi dispiace per le parole che Enrico Letta ha avuto per me quando è stato a Benevento. Ma sono contento così».

Intanto gli sconfitti cercavano di metabolizzare il risultato. Perifano: «Ci siamo andati vicini però la città ha scelto la continuità. Faremo opposizione corretta, non pregiudiziale e incentrata su questioni che stanno a cuore alla città».

Commenti