Mattarella: "Il virus un incubo globale. È inaccettabile dividersi ora"

Alla vigilia della festa della Repubblica il Capo dello Stato Sergio Mattarella lancia un appello all'unità morale: "Ripartiamo dai valori del 2 Giugno"

In occasione del concerto dedicato alle vittime del coronavirus, nel 74° anniversario della Festa della Repubblica nei giardini del Quirinale, il Capo dello Stato Sergio Mattarella ha voluto ringraziare medici e operatori della sanità e dei servizi essenziali che, "spesso rischiando la propria salute, hanno consentito all'intera nostra comunità nazionale di respirare mentre la gran parte delle attività era ferma". Ha ringraziato poi gli insegnanti "per la didattica a distanza", gli imprenditori "che hanno riconvertito in pochi giorni la produzione per fornire i beni che mancavano per la sicurezza sanitaria", le donne e gli uomini delle Forze dell'Ordine, nazionali e locali, la Protezione Civile, i tanti volontari che hanno garantito la sicurezza nell'emergenza".

"Tanti fra di noi - ha detto commosso Mattarella - avvertono il ricordo struggente delle persone scomparse a causa del coronavirus: familiari, amici, colleghi. Sovente senza l'ultimo saluto. A tutte le vittime, a chi è morto solo, al ricordo dei tanti affetti spezzati è dedicato questo concerto, con il maestro Daniele Gatti e l'orchestra del Teatro dell'Opera di Roma, che ringrazio per la loro partecipazione. Accanto al dolore per le perdite e per le sofferenze patite avvertiamo, giorno dopo giorno, una crescente volontà di ripresa e di rinascita, civile ed economica".

Il 2 giugno del 1946, ha ricordato il Presidente, "si reagiva ai lutti, alle sofferenze e alle distruzioni della guerra. Oggi dobbiamo contrastare un nemico invisibile, per molti aspetti sconosciuto, imprevedibile, che ha sconvolto le nostre esistenze e abitudini consolidate. Ha costretto a interrompere relazioni sociali, a chiudere le scuole. Ha messo a rischio tanti progetti di vita e di lavoro. Ha posto a durissima prova la struttura produttiva del nostro Paese. Possiamo assumere questa giornata come emblematica per l'inizio della nostra ripartenza".

Tornando all'attualità e alla necessaria ripresa, dopo la drammatica situazione che il Paese ha vissuto, Mattarella ricorda che "dobbiamo avere piena consapevolezza delle difficoltà che abbiamo di fronte. La risalita non sarà veloce, la ricostruzione sarà impegnativa, per qualche aspetto sofferta. Serviranno coraggio e prudenza. Il coraggio di guardare oltre i limiti dell'emergenza, pensando al futuro e a ciò che deve cambiare. E la prudenza per tenere sotto controllo un possibile ritorno del virus, imparando a conviverci in sicurezza per il tempo che sarà necessario alla scienza per sconfiggerlo definitivamente".

Il Capo dello Stato rivolge un appello a tutte le forze politiche: "Questo 2 giugno ci invita a riflettere tutti su cosa è, su cosa vuole essere la Repubblica oggi. Questo giorno interpella tutti coloro che hanno una responsabilità istituzionale, a partire da me naturalmente, circa il dovere di essere all'altezza di quel dolore, di quella speranza, di quel bisogno di fiducia. Non si tratta di immaginare di sospendere o annullare la normale dialettica politica. La democrazia vive e si alimenta di confronto fra posizioni diverse. Ma c'è qualcosa - ha sottolineato il Capo dello Stato - che viene prima della politica e che segna il suo limite. Qualcosa che non è disponibile per nessuna maggioranza e per nessuna opposizione: l'unità morale, la condivisione di un unico destino, il sentirsi responsabili l'uno dell'altro. Una generazione con l'altra. Un territorio con l'altro. Un ambiente sociale con l'altro. Tutti parte di una stessa storia. Di uno stesso popolo. Mi permetto di invitare, ancora una volta, a trovare le tante ragioni di uno sforzo comune, che non attenua le differenze di posizione politica né la diversità dei ruoli istituzionali. Siamo tutti chiamati a un impegno comune contro un gravissimo pericolo che ha investito la nostra Italia sul piano della salute, economico e sociale. Le sofferenze provocate dalla malattia non vanno brandite gli uni contro gli altri".

Il Presidente ha concluso ricordando che domani, 2 Giugno, sarà a Codogno, "luogo simbolo dell'inizio di questo drammatico periodo, per rendere omaggio a tutte le vittime e per attestare il coraggio di tutte le italiane e tutti gli italiani, che hanno affrontato in prima linea, spesso in condizioni estreme, con coraggio e abnegazione, la lotta contro il coronavirus. Desidero ringraziarli tutti e ciascuno - ha concluso -. L'Italia, in questa emergenza, ha mostrato il suo volto migliore. Sono fiero del mio Paese".

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

cgf

Lun, 01/06/2020 - 19:28

diciamo che è più INUTILE unirsi con chi vuole sempre avere ragione oltre al NON gradimento del Paese. Campagna elettorale altri due anni? perché Mattarella non si dimette subito e vediamo se riescono a votare il "loro" presidente, poi tutti al voto anche noi, class-action e vere riforme.

Lucmar

Lun, 01/06/2020 - 19:33

Mattarella è talmente vicino al (suo) popolo, da non accorgersi che siamo sempre stati divisi, fin dall'inizio di questa follia.

Lucmar

Lun, 01/06/2020 - 19:35

No che non è un incubo globale. È stato ed È un incubo qui, in Italia; per come ci avete trattato (come una mandria), e per come ci state trattando ancora.

Sempreverde

Lun, 01/06/2020 - 19:40

Sia bravo ora ripartiamo dalla democrazia e andiamo a votare!

Ritratto di Iam2018

Iam2018

Lun, 01/06/2020 - 19:43

Nessuna collaborazione con i sinistrati perchè vanno buttati giù dalle loro poltrone. Anche per il presidente della repubblica bisognerebbe passare a votazione diretta da parte del popolo per evitare magheggi.

Ritratto di giùalnord

giùalnord

Lun, 01/06/2020 - 19:44

Ha ragione il Presidente:CENTRODESTRA STIAMO PIU' UNITI CHE MAI!

Ritratto di Iam2018

Iam2018

Lun, 01/06/2020 - 19:45

L'unico virus che gira in italia da circa 70 anni è quello comunista. E' letale e dove arriva fa terra bruciata.

paolone67

Lun, 01/06/2020 - 19:46

Un'altra vuota prolusione di un presidente lontanissimo dalla gente. A capo di un CSM marcio e paladino di un governo di incapaci, non sa fare altro che blandi richiami a una unità manifestamente impossibile. Dopo averci raccontato dei disastri di questo periodo (che già conosciamo) finisce con un ottimismo mal riposto verso istituzioni abusive e svuotate di consenso. Ha ragione la Meloni: eleggiamo direttamente i capi dello stato, perché con presidenti così non andiamo lontano.

Ritratto di giùalnord

giùalnord

Lun, 01/06/2020 - 19:47

Presidente Mattarella se proprio ci tiene a volere unita la nazione ci mandi a votare in maniera democratica!

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Lun, 01/06/2020 - 19:48

mattarella dovrebbe dimostrare quello che dice: ad esempio, abolire il csm, o almeno licenziare tutto il CSM, o quantomeno chiedere la riforma delle carriere giudiziarie, come chiede berlusconi! :-)

Ritratto di scimmietta

scimmietta

Lun, 01/06/2020 - 19:48

Dovrebbe innanzitutto dirlo ai suoi sodali che l'hanno eletto, altrimenti credibilità zero ... a dire il vero ne aveva già pochina pochina e si sarebbe dovuto vergognare da mò. Non è mai troppo tardi? Mah, anche la speme, ultima dea fugge i .....

oracolodidelfo

Lun, 01/06/2020 - 19:52

Presidente Mattarella, La prego, almeno quest'anno, per rispetto delle vittime del Covid19 , ci risparmi le sue esternazioni, pronunciate con la stessa intima partecipazione che si riserva alla lettura dell'elenco telefonico. Un'italiana Sovrana. Grazie.

oracolodidelfo

Lun, 01/06/2020 - 19:54

Valori del 2 giugno? Quelli che impregnano l'operato del CSM?

Giorgio Colomba

Lun, 01/06/2020 - 19:57

Quando serve, il pronto soccorso (rosso) della moral suasion presidenziale non sgarra di un minuto.

Lucmar

Lun, 01/06/2020 - 19:57

No presidente, è un incubo italiano, e lei fa parte dell'incubo.

shamouk

Lun, 01/06/2020 - 20:02

Incubo? Ma di cosa parla? Forse non hanno ancora capito che la responsabilità di avere chiuso il paese per due mesi senza una mezza considerazione per economia, socialità Etc...è loro. Se la sanità italiana non è attrezzata paghino i governatori non i cittadini costretti ai domiciliari. Che vergogna.

Ritratto di moshe

moshe

Mar, 02/06/2020 - 10:21

“Sergio Mattarella lancia un appello all'unità morale” "Ripartiamo dai valori del 2 Giugno" Unità morale? ..... Che moralità ha LEI ed il SUO governo quando decidete univocamente che gli italiani devono subire un’invasione continua e incontrollata, con l’aggiunta della regolarizzazione di centinaia di migliaia di clandestini entrati in casa nostra violando i confini e le leggi? morale che viene calpestata da una magistratura degna di uno stato africano sotto dittatura? Valori del 2 Giugno? ..... valori che vengono calpestati impestando la nostra repubblica di clandestini e svendendo la nostra sovranità ad una UE che ci tratta come bifolchi e schiavi da sfruttare? Per favore, Mattarella, la smetta di farci questi discorsi, ormai non ci crede più nessuno, NOI ABBIAMO BISOGNA DI UN PRESIDENTE CHE SIA IL PRESIDENTE DEGLI ITALIANI !!!!!

il_Caravaggio63

Mar, 02/06/2020 - 10:22

ci siamo stufati di stare uniti ai barbari che sono al governo oggi, ci siamo stufati della corruzione della magistratura, ci siamo stufati della marmaglia della sinistra italiana che insulta chiunque non la pensa come loro, ci siamo stufati di quelli del pensiero unico, ci siamo stufati dei cialtroni dei centri sociali, ci siamo stufati di quelli prima vengono sempre i clandestini, ci siamo stufati dei traditori di questo bel paese a cominciare da lei caro presidente, che tollera tutto il putridume immondo della magistratura, che trama continuamente contro la democrazia ed il popolo sovrano, caro pressidente non parli a noi di unità, ne parli ai suoi compari piuttosto.

gjallahorn

Mar, 02/06/2020 - 10:22

Il governo di unità non può fondarsi su partiti che esprimono differenze profonde dell' elettorato. Una politica dei bonus, della flat tax, senza alcun piano di riconversione industriale e di sostegno all' occupazione, con forte intervento di flessibilità delle risorse umane, trova degli ostacoli nelle stesse forze di governo o ad esse contigue come i sindacati di qualsiasi orientamento. Non va illusa la popolazione con una falsa prospettiva di ritorno al passato, perché siamo in un tunnel, la luce non si vede ancora e magari quando la vedremo potrebbe essere un treno che ci arriva addosso.

Ritratto di vince50_19

vince50_19

Mar, 02/06/2020 - 10:40

Presidè, ne è proprio convinto? In altro mio commento (Lanciafiamme per il Consiglio della magistratura) avevo riferito, dopo la nota sparata di Ricciardi anti Lombardia, circa i propositi di Bonafede sul D.L. afferente il Csm per modificare quello attuale. Ebbene quest'ultimo sta facendo a mio avviso l'opposto di quanto auspicato (anche da Palamara, che ha indicato il vulnus a L'Arena di Giletti): invece di togliere forza alle correnti, gliene da altre. Cum magnum gaudium di giustizialisti alla Davigo e alla Travaglio. L'unica consolazione è che per portare a regime questa legge ci vorrà un almeno anno e in un anno può accadere di tutto.

Ritratto di massacrato

massacrato

Mar, 02/06/2020 - 10:44

Evitiamo pleonasmi. Meglio soli che male accompagnati. Più che un proverbio è diventato un assioma.

Ritratto di massacrato

massacrato

Mar, 02/06/2020 - 10:48

Paolone67 - Avrei detto le stesse cose (forse meno bene), ma non avevo voglia di scriverle. Comunque, grazie.

giovanni235

Mar, 02/06/2020 - 10:57

INACCETTABILE DIVIDERCI dice il Colle(non Mattarella,ma il Colle)allora perchè non ha invitato PD e M5S a scendere in piazza per sfilare uniti con il centrodestra nella cosidetta "Festa della Repubblica???Quel INACCETTABILE DIVIDERCI è solo fuffa.Il colle (non Matterella) è la sola causa di questa situazione.Savona economista niente MEF,Gualtieri,storia contemporanea OK;Di Maio,liceo classico OK(non sa dove siano gli Stati sulla Terra); Clarabella,terza media inferiore sa tutto di pomodori e peperoni OK. Azzolina.zero in informatica OK.I peggiori sulla piazza, tutti ministri!!! Il Generale di Corpo d'armata (il Colle,non Mattarella) dice che la cosidetta Carta non permette di dare un ordine neanche ad un soldato semplice.E questo "COLLE" ci fa il predicozzo su cosa dobbiamo fare e non fare???? Oggi 2 Giugno è stato solo capace di dire VOLEMOSE BENE".Tutto ciò è ridicolo,semplicemente ridicolo.

machimo

Mar, 02/06/2020 - 10:59

Blablabla. E non fa niente. Come si può stare uniti a questo governo che ha dimenticato gli italiani pensando solo ai clandestini? Ma sta scherzando, e se scherza a me non piacciono questi scherzi...

MEFEL68

Mar, 02/06/2020 - 11:00

Signor Presidente, forse non si rende conto (diciamo così) che Lei è ilnumero UNO di uno Stato in cui la democrazia e la giustizia sono morte nello stesso incidente. Quello che sta succedendo è tipico delle ferree dittature rosse e sud-americane. Presidente, sappia che una finta democrazia è peggio delle dittature citate. Il Marchese del Grillo (ricorda il film?) fece suonare le campane a morto perchè era morta la giustizia. Da noi neanche questo, la giustizia è morta senza neanche un funerale.

oracolodidelfo

Mar, 02/06/2020 - 11:33

moshe 10,21/paolone67 19,46/il caravaggio 63 10,22/gjallhorn 10,22/vince50_19 10,40/giovanni235 10,57/machimo 10,59/MEFEL68 11,oo - avete scritto ciò che avrei voluto scrivere io: Sono d'accordo. W L'ITALIA DEGLI ITALIANI E DI CHI LA ONORA!