"Il Medioevo...". E la Boldrini si unisce al coro anti-Meloni

Tra i detrattori di Giorgia Meloni mancava qualcuno che evocasse i fantasmi del Medioevo. Ci ha pensato Laura Boldrini con un tweet. E la sardina Santori: "È rigurgito del fascismo che fu"

"Il Medioevo...". E la Boldrini si unisce al coro anti-Meloni

Il fascismo, la xenofobia, l'oscurantismo. Il pericolo nero e il Medioevo. Gli slogan, gira e rigira, sono sempre gli stessi. Rilanciati e ripetuti, all'occorrenza, per "mascariare" l'avversario di centrodestra. Nelle ultime ore, dopo il positivo risultato ottenuto alle urne da Fratelli d'Italia, i detrattori avevano scaricato su Giorgia Meloni quasi tutti i loro abituali leitmotiv critici. All'appello mancava solo qualcuno che evocasse il cosiddetto "secolo buio" (definizione peraltro discutibilissima), ma alla fine è arrivato pure quello. A colmare il vuoto, in particolare, ci ha pensato Laura Boldrini.

La deputata Pd e presidente del Comitato della Camera sui diritti umani nel mondo ha commentato a modo suo la partecipazione della Meloni a un evento elettorale in Spagna. "Ma che società vorrebbe Giorgia Meloni? Nel suo comizio tra i nostalgici del dittatore Franco in Spagna tratteggia una società cupa, vecchia, che cancella le differenze, nega i diritti e si allontana dall'Europa", ha attaccato la Boldrini su Twitter, rimproverando alla leader di Fratelli d'Italia di aver espresso posizioni troppo conservatrici per i suoi gusti. Quindi, la bacchettata finale: "Giorgia, siamo nel 2022...Il Medioevo è passato da un pezzo!".

Il tweet della deputata Pd ha chiaramente generato una valanga di commenti, non tutti di eguale segno. Accanto alle reazioni dei sostenitori della Boldrini sono infatti comparsi dei tweet di dissenso nei confronti di quel biasimo espresso dalla parlamentare dem. Alcuni, peraltro, hanno associato il fermento anti-Meloni innescatosi nell'area progressista proprio al clima politico post-elettorale. "Non avete fatto passare nemmeno una settimana per partire all'attacco", ha osservato ad esempio un'utente.

Peraltro al coro intonato da sinistra contro la leader di Fratelli d'Italia si era unita nelle scorse ore anche la voce della sardina Mattia Santori. Da Bologna, l'esponente dem aveva parlato di "discorso intriso di ignoranza e anacronismo". "Si finge destra sociale che non è altro che un rigurgito del fascismo che fu", aveva aggiunto il consigliere comunale Pd, sempre attingendo all'ormai noto repertorio delle critiche evregreen.

Commenti