Milano e la regione virtuosa delle grandi famiglie

Presidente della Rai, ministra dell'Istruzione nel governo Berlusconi 2001, sindaco di Milano nel 2006, presidente di Ubi Banca nel 2019, e in mezzo un lungo elenco di iniziative - ha ideato e portato a Milano Expo e sostenuto la comunità di San Patrignano - in Italia e all'estero

Presidente della Rai nel 1994, Ministra dell'Istruzione nel governo Berlusconi 2001, sindaco di Milano nel 2006, presidente di Ubi Banca nel 2019, e in mezzo un lungo elenco di iniziative - ha ideato e portato a Milano Expo e sostenuto la comunità di San Patrignano - in Italia e all'estero. No, Letizia Moratti non aveva certo bisogno né per vivere né per esistere di impelagarsi nella più rognosa delle avventure oggi possibile, cioè fare l'assessore regionale lombardo alla Sanità in tempo di Covid. Eppure pare proprio abbia risposto «presente» - manca solo l'ufficialità - alla chiamata di Forza Italia e Lega, lei così vicina nei fatti ma anche così lontana per mentalità e rango dal teatrino della politica.

Se Milano e la Lombardia sono quello che sono lo devono esclusivamente alla sua gente che nei momenti più difficili ha sempre potuto contare sulla disponibilità e sulla generosità delle grandi famiglie che, per capacità e fortuna, ne avevano preso la guida. I Moratti sono una di queste, anche se Letizia Maria, moglie di Gian Marco morto nel 2018, nasce Brichetto Arnaboldi, figlia di Paolo, capo partigiano bianco deportato nel lager di Dachau da dove è stato liberato dalle truppe del generale Patton. Ma siamo lì, parliamo sempre di persone e famiglie che non si sono mai tirate indietro, che hanno avuto ma anche restituito molto.

Donna Letizia, come la chiamano a Milano, non è personaggio facile, per timidezza o per indole tiene le distanze e incute soggezione pur essendo lontano miglia - per quello che ne so - dal prototipo della femminista in carriera e forse per questo non ha mai goduto di buona stampa. Ma sta di fatto che dove ha messo mano ha ottenuto solo successi, e Dio sa quanto abbiamo bisogno di successo nella lotta al Covid. Ma al di là di ciò che sarà, va ringraziata sin da ora. Il meglio di Milano e della Lombardia non scappa. Neppure le sue donne.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.