Guerra in Ucraina

La minaccia "spaziale" della Russia: "Via dall'Iss"

Stazione Spaziale Internazionale: Roscomos ha minacciato che, se non verranno tolte le sanzioni, potrebbe uscire dalla collaborazione spaziale.

La minaccia "spaziale" della Russia: "Via dall'Iss"

Torna a essere scosso l'equilibro della collaborazione sulla Stazione Spaziale Internazionale (Iss), dopo che l'agenzia spaziale russa Roscomos ha minacciato che, se non verranno tolte le sanzioni, potrebbe uscire dalla collaborazione che da anni la vede al fianco delle agenzie spaziali di Stati Uniti, Europa, Canada e Giappone. Una minaccia simile a quella di due settimane fa, quando la Roscosmos aveva detto di non poter più garantire il riposizionamento della Iss sulla sua orbita corretta. Nessuna reazione, al momento, dagli altri partner della Stazione Spaziale. «Ritengo che il ripristino delle normali relazioni tra i partner della Stazione Spaziale Internazionale e altri progetti congiunti sia possibile solo con la completa e incondizionata revoca delle sanzioni»: ha scritto sul suo profilo Twitter il direttore generale della Roscosmos, Dmitry Rogozin. «Proposte specifiche di Roscosmos sui tempi per porre fine alla cooperazione sulla Iss con le agenzie spaziali di Stati Uniti, Canada, Unione Europea e Giappone saranno presentate all'amministrazione del nostro Paese in futuro», ha scritto ancora. Una doccia fredda, a pochi giorni dall'atmosfera distesa che aveva visto l'arrivo di altri tre cosmonauti sulla Iss, accolti da abbracci dai colleghi americani ed europei a bordo, e dopo il rientro a Terra dell'astronauta americano Mark Vande Hei con una navetta Soyuz e due colleghi russi. Anche il «Bentornato Mark» sullo schermo del centro di controllo russo aveva fatto sperare in un clima più rilassato.comportarci».

Commenti