Il ministro Orlando single suo malgrado: "Ma dopo le primarie..."

Il ministro della Giustizia, Andrea Orlando, a "Un giorno da pecora" parla della sua vita privata: di quando era ragazzino e si avvicinò alla politica, e dei suoi diversi lavori pesanti che ha svolto. Poi rivela alcuni dettagli sulla sua vita di coppia

Il ministro Orlando single suo malgrado: "Ma dopo le primarie..."

Il ministro Andrea Orlando è molto impegnato. Non solo per il dicastero della Giustizia, ma anche, come noto, nella corsa per la segreteria del Pd. Ai microfoni di "Un giorno da pecora" (Rai Radio 1) Orlando si sofferma anche sulla propria vita privata. Racconta di essere "momentaneamente single". Ma ammette di sperare che, subito dopo le primarie del suo partito, le cose possano cambiare.

Orlando, che è celibe, rivela di aver fatto diversi tentativi di convivenza, che purtroppo però non sono andati a buon fine: anche per i moltissimi impegni che lo tengono lontano da casa.

Durante il programma radio il ministro racconta alcuni aspetti della propria vita privata: l'adolescenza, le passioni giovanili e il suo grande amore, quello per la musica. L'altro amore è quello per la politica, sbocciato a 12 anni, quando voleva iscriversi alla Fgci. Ma non poteva farlo: "Mi dissero che non potevo avere la tessera fino a 14 anni". E ancora: "È stata una gioventù meravigliosa, quelle erano delle belle comunità dove ho imparato moltissime cose: stare con gli altri, ascoltarli, confrontarsi".

Amante del calcio, giocava a pallone e sognava di essere come Platini. "Ma somigliavo di più a Beccalossi, perché tenevo troppo la palla". Sulla sua vita affettiva ha scherxato un po' con i conduttori di Un giorno da pecora: "Sono momentaneamente single, e spero che anche questo, dopo le primarie, possa esser superato. Un po' come le difficoltà del Pd. Ho fatto diversi tentativi di convivenza e non sono mai andati particolarmente bene. Io faccio una vita complicata dal punto di vista dei ritmi, e questo non aiuta".

Prima di fare il politico Orlando ha fatto anche lavori duri: "Ho scaricato le cassette al mercato e poi andavo a scaricare gli imballaggi delle scenografie teatrali, quando c'erano rappresentazioni al teatro della mia città". E rivela di avere persino fatto il Metronotte? "Facevo vigilanza intorno ad un centro commerciale, ma senza armi, sono contro".

Commenti