Sorpresa di Natale: fuori dai Comuni anche nei giorni rossi. Feste a tutto caos

Parenti, seconde case, spostamenti, giorni gialli, arancioni e rossi. Il governo ha pubblicato un vademecum per districarsi nella complicata selva di regole varate con l'ultimo dpcm sul periodo natalizio

Parenti, seconde case, spostamenti, giorni gialli, arancioni e rossi. Il governo ha pubblicato un vademecum per districarsi nella complicata selva di regole varate con l'ultimo dpcm sul periodo natalizio. Ecco una sintesi delle Faq disponibili sul sito del governo.

Sarà ancora possibile, dal 24 dicembre al 6 gennaio, tornare alla propria residenza, domicilio o abitazione, se per qualche motivo ci si trova in un'altra Regione?

Sì, il rientro alla propria residenza, domicilio o abitazione è sempre un motivo legittimo di spostamento.

E sarà possibile spostarsi per tornare al proprio luogo di lavoro o per motivi di necessità o di salute?

Sì, gli spostamenti per comprovati motivi di lavoro, salute o necessità sono sempre possibili, senza distinzione tra giorni e orari.

Durante le feste sarà consentito andare a trovare amici o parenti?

Dal 21 dicembre 2020 al 6 gennaio 2021, sono vietati tutti gli spostamenti, anche per far visita ad amici o parenti, che comportino l'uscita dalla Regione in cui si vive o in cui si ha la residenza. Nei giorni festivi e prefestivi (24, 25, 26, 27 e 31 dicembre e 1°, 2, 3, 5 e 6 gennaio) sarà possibile, una sola volta al giorno, spostarsi per fare visita a parenti o amici, anche verso altri Comuni, ma sempre e solo all'interno della stessa Regione, tra le 5 e le 22 e nel limite massimo di due persone. Nei giorni 28, 29 e 30 dicembre e 4 gennaio sarà possibile spostarsi liberamente, fra le 5.00 e le 22.00, all'interno del proprio Comune: conseguentemente sarà possibile anche andare a fare visita ad amici e parenti entro tali orari e ambiti territoriali. Negli stessi giorni sarà possibile anche, una sola volta al giorno, spostarsi per fare visita a parenti o amici, in un Comune diverso dal proprio, ma sempre e solo all'interno della stessa Regione, tra le 5 e le 22 e nel limite massimo di due persone. Sempre nei giorni 28, 29, 30 dicembre e 4 gennaio, sarà possibile, per chi vive in un Comune fino a 5.000 abitanti, spostarsi liberamente, tra le 5.00 e le 22.00, entro i 30 km dal confine del proprio Comune (quindi eventualmente anche in un'altra Regione), con il divieto però di spostarsi verso i capoluoghi di Provincia: conseguentemente, sarà possibile anche andare a fare visita ad amici e parenti entro tali orari e ambiti territoriali.

In quali casi è possibile spostarsi nella seconda casa?

Nel periodo compreso tra il 21 dicembre 2020 e il 6 gennaio 2021, gli spostamenti di un nucleo familiare convivente verso le seconde case sono sempre consentiti, dalle 5 alle 22, all'interno della propria Regione e sempre vietati verso le altre Regioni.

I miei genitori, anziani ma in buona salute, vivono in una Regione diversa dalla mia. Posso andare a trovarli per le feste?

No, nel periodo compreso tra il 21 dicembre e il 6 gennaio questi spostamenti sono vietati.

Posso andare a trovare un parente che, pur essendo autosufficiente, vive da solo, per alleviare la sua solitudine durante le feste?

Fino al 23 dicembre, tale spostamento è consentito esclusivamente restando all'interno della propria Regione, dalle ore 5 alle ore 22. Dal 24 dicembre al 6 gennaio sarà possibile, una sola volta al giorno, spostarsi per fare visita a parenti o amici, solo all'interno della stessa Regione, dalle 5 alle 22 e nel limite massimo di due persone.

In base alle disposizioni in vigore, è consentito recarsi in un altro Comune o in un'altra Regione per turismo?

Gli spostamenti per turismo verso un'altra Regione non sono consentiti fino al 6 gennaio 2021 compreso.

In caso di violazione dei divieti di spostamento?

La sanzione applicabile è quella amministrativa, da 400 a 1.000 euro, eventualmente aumentata fino a un terzo se la violazione avviene mediante l'utilizzo di un veicolo.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

Calmapiatta

Mar, 22/12/2020 - 11:42

Ma cosa volete spiegare? Questo ennesimo DPCM è il breviario del non senso. È la prova ultima che il governo non ci sta capendo niente e che il panico ha ceduto alla ragionevolezza. Siamo in mano a persone incapaci e, in molti casi, in mala fede. Queste norme non servono a nulla.

Ritratto di 02121940

02121940

Mar, 22/12/2020 - 13:47

Non cambia mai nulla. Sempre le stesse disposizioni, quelle che l'avvocato Conte riporta nel puntuale Dpcm, che ha un solo difetto: lui lo scrive, ma nessuno se lo legge.

fabioerre64

Mar, 22/12/2020 - 14:04

Mi chiedo se c'é ancora qualcuno che legge questa roba.

ossola

Mar, 22/12/2020 - 17:26

E tutto questo è per confondere il " vairus" a nostra insaputa, wè capisc a mè

cabiria11

Mar, 22/12/2020 - 17:49

Certo è un po' macchinoso il DPCM 18.12.2020. Ma voi che commentate con disgusto e sarcasmo, che cosa proponete? Qual è la vostra soluzione? Mandare a casa un governo per farne un altro peggiore? Perché con le zucche in lista d'attesa per occupare le poltrone che si affannano a dire di non volere, è probabile che la pandemia verrà affrontata con lo spirito di Halloween, dolcetto o scherzetto...e il dolcetto sarà la terapia intensiva e lo scherzetto avràla falce in mano

Antenna54

Mar, 22/12/2020 - 18:55

Mi devo essere perso qualcosa per strada. Ma il nostro avvocatucolo non aveva emesso un decreto legge (che ha valenza di legge ma in legge deve essere convertito entro 60 giorni altrimenti ciccia) e con un DPCM (atto amministrativo) modifica un decreto legge? Eruditemi ...