Politica

Morani: "Calenda non vada alle Feste dell'Unità per presentare suo partito"

La deputata Alessia Morani attacca l'ex ministro Carlo Calenda perché non trova corretto che, dopo aver lasciato il Pd, vada alle Feste dell'Unità per presentare suo partito

Morani: "Calenda non vada alle Feste dell'Unità per presentare suo partito"

Carlo Calenda, dopo l'addio al Pd e l'annuncio di voler trasformare 'Siamo europei' in un partito, continua a far parlare di sé. L'ex ministro ha ingaggiato una sorta di duello su Twitter con Alessia Morani.

La deputata del Pd, infatti, ha twittato: "Leggo che Calenda fonderà un suo partito. Assolutamente legittimo. Mi chiedo, però, se è corretto che venga alle nostre feste e che utilizzi le nostre iniziative come lancio della sua nuova forza politica. È una questione di rispetto e di coerenza". Prontamente è arrivata la replica dell'ex ministro che ha subito puntualizzato alla "Cara Alessia" di aver annullato la sua partecipazione "a tutte le feste" e ha polemicamente aggiunto: "Mi hanno chiesto di andare comunque. Ma se lo ritenete inopportuno non ho problemi a cancellare. Parto alle 16 per Ancona. Fatemelo sapere prima". Poco dopo è intervenuta l'eurodeputata Irene Tinagli per confermare di aver insistito, insieme ad altri, affinché Calenda partecipasse alle Feste dell'Unità dal momento che "nel Pd ci sono migliaia di elettori che hanno bisogno di incontrarlo e confrontarsi con lui". "Trovo corretto e coraggioso che Carlo abbia deciso di incontrarli in un momento difficile non solo per lui", ha concluso la Tinagli.

Commenti