New York, distrutti i cavallini di Nivola

Devastati per riqualificare l'area. La Sardegna: "Scempio culturale"

New York, distrutti i cavallini di Nivola

I cavallini dello scultore sardo Costantino Nivola sono stati distrutti a colpi di mazza e portati via su una ruspa per il rinnovo delle Wise Tower.

Le statue fanno parte del più grande progetto pubblico che l'artista di fama internazionale ha realizzato insieme a Richard Stein a New York nel 1964. Una immagine che fa male a quanti apprezzano quella scultura e amano l'arte. «I cavallini di Nivola, ispirati ai cavalli a dondolo dell'infanzia e alla statuaria orientale, sono stati rimossi, le gambe spezzate da colpi di mazza, un atto di vandalismo istituzionale, inspiegabile e scellerato», denuncia in un post su Facebook la dirigenza del museo Nivola di Orani, paese natale del grande artista sardo.

«La riqualificazione delle torri, attesa e benvenuta, può e deve essere realizzata nel rispetto della storia e dell'arte - scrivono ancora -. Oggi è una giornata triste per il Museo, per la Sardegna, e per tutti gli amanti dell'arte. Stiamo contattando i responsabili, per provare a fermare la distruzione e a recuperare quanto già devastato».

«Ci siamo mossi nei confronti della Pacts Renaissance Collective, l'organizzazione che ha intrapreso i lavori di ristrutturazione della Stephen Wise, coordinando un fronte di opinione - ha detto la direttrice del Museo Nivola Giuliana Altea -. che comprende la famiglia Nivola, la Chanin School of Architecture della Cooper Union, l'Istituto Italiano di cultura di New York, associazioni per la tutela del patrimonio architettonico modernista come la Landmark West!, oltre agli inquilini delle Stephen Wise Towers». Il presidente del Consiglio regionale, Michele Pais, parla di «vandalizzazione di un angolo di Sardegna nel cuore della grande mela» e promette che la Regione si attiverà «per capire se la rimozione può essere fermata e se è possibile recuperare le opere, alcune delle quali devastate». «È un massacro che colpisce al cuore la nostra cultura. - ha sottolineato -. Lavoreremo per riportare in Sardegna quel che resta dei cavallini di Nivola distrutti in nome di un rinnovamento che ha deturpato un enorme patrimonio». La senatrice della Lega Linetta Lunseu ha già contattato il sottosegretario Borgonzoni, che «ha assicurato la massima attenzione alla vicenda».

Caricamento...

Commenti

Caricamento...
Commenta anche tu
Grazie per il tuo commento