"Non diciamo...", "Non capisce". È rissa tv tra Prodi e La Russa

Romano Prodi e Ignazio La Russa si sono scontrati sul tema euro, in particolare sul cambio che ha portato l'Italia alla crisi economica

Scontro acceso a L'aria che tira tra Romano Prodi e Ignazio La Russa. L'argomento dibattuto dai due politici è stato l'euro, moneta unica sulla quale l'ex presidente del Consiglio si sente in qualche modo di avere la paternità e che, infatti, difende a spada tratta. L'esponente della destra è da sempre molto critico sull'euro e anche in collegamento con L'aria che tira, il programma di Myrta Merlino in onda su La7, ha mostrato fortissimi dubbi e perplessità sulla sua validità e sull'effettivo impatto positivo sull'economia italiana. Parole che a Romano Prodi non sono piaciute, tanto da ricollegarsi con il programma per replicare a Ignazio La Russa.

La tesi dell'esponente di Fratelli d'Italia è che nel 2001, con il cambio scelto per l'euro, i risparmi degli italiani si siano dimezzati, portando di fatto alla crisi economica. Il vicepresidente del Senato a L'aria che tira non ha sindacato sulla moneta in sé, considerata di per sé un'idea valida, ma sugli errori che secondo lui sarebbero stati commessi nel passaggio di valuta, che hanno di fatto penalizzato l'Italia e favorito altri Paesi. Un ragionamento che non è piaciuto a Romano Prodi, che anzi ha difeso quel cambio: "L’interesse italiano era quello di andare nell’euro con la lira più svalutata possibile in modo da aiutare le nostre esportazioni, tanto è vero che i tedeschi volevano 950 lire per ogni marco e noi 1000, lo dissi al cancelliere Kohl. Quando mi ha detto 990 io ho fatto un salto di gioia, Ciampi era felicissimo".

Anche Romano Prodi, però, ammette che qualcosa è poi andato storto: "Dopo i prezzi sono aumentati perché non si è fatta la sorveglianza". In modo furbo, quindi, l'ex presidente del Consiglio ha lasciato intendere che se con l'euro l'Italia è stata penalizzata la colpa è stata dell'Italia stessa e non dell'Europa, un'affermazione alla quale Ignazio La Russa è saltato: "Non diciamo sciocchezze, il problema è di cambio internazionale. Lasciate stare i comitati, per il cittadino comune quel cambio ha comportato che tutto ciò che costava mille lire è costato mille e quattrocentonovanta".

A quel punto il dibattito si è acceso e Romano Prodi, quasi deridendo La Russa, ha replicato: "Lei sta sognando. A questo punto la invito a ragionare. Il cambio così come era stato pensato non implicava che ci fosse un aumento dei prezzi interni, ma non c’è stata la sorveglianza, per questo è aumentato tutto". Ignazio La Russa non ha condiviso il ragionamento di Prodi: "I fiumi si possono sorvegliare ma quando arriva in piena e non ci sono gli argini straripa. Non c’era la possibilità di sorvegliare". Non riuscendo a replicare, Romano Prodi ha chiuso il discorso: "Non c’è niente da fare, lei non capisce".

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

aldoroma

Mar, 23/02/2021 - 10:07

1936.27...grazie Prodi... Un caffè oggi grazie a Prodi un Euro.... 2000 lire. Ecco la sua creatura

Zecca

Mar, 23/02/2021 - 10:14

Aldo Roma.Devi ringraziare tutti i commercianti e partite Iva che hanno aumentato i prezzi, a scapito di dipendenti a reddito fisso e pensionati. Prodi non c’entra niente con questa storia. Era prevista una commissione per il controllo , ma il governo in carica all’epoca (governo Berlusconi, che strano...) non la fece. Comunque, chi ci ha perso e’italiano, chi ci ha guadagnato pure.

Giorgio Colomba

Mar, 23/02/2021 - 10:16

O Romano da Scandiano finge di non capire quale iattura sia stato il "suo" euro per l'Italia, ed è gravissimo; o non lo capisce davvero, ed è peggio.

florio

Mar, 23/02/2021 - 10:20

Prodi: "Con l'Euro lavoreremo un giorno in meno, guadagnando come se lavorassimo un giorno in più". E ha ancora il coraggio di presentarsi e parlare. Il pensiero che possa presentarsi come candidato a PdR, mi fa venire il voltastomaco!

Albius50

Mar, 23/02/2021 - 10:20

Condivido pienamente ed aggiungo il caffe da 2000 lire con gli stipendi/pensioni TEDESCHE mi andrebbe anche bene, peccato che l'IRPEF con il REDDITO DI CITTADINANZA, con i PORTI APERTI ci riducono lo stipendio.

ELZEVIRO47

Mar, 23/02/2021 - 10:22

La Germania, e non solamente lei, NON voleva l'ingresso dell'Italia. Perciò fissarono un cambio"folle" a 1936,27, convinti che mai avremmo accettato. Invece, putroppo, accettammo. Questo, il Sig. Prodi, lo sa benissimo.

Ritratto di Soloistic69

Soloistic69

Mar, 23/02/2021 - 10:31

Bravo mortadella, continua a parlare dopo che hai rovinato l'Italia...

roberto67

Mar, 23/02/2021 - 10:34

I prezzi sono aumentati (anche per farmaci e trasporti pubblici, la colpa non fu certamente dei negozianti), i nostri stipendi no. Di conseguenza, dovendo mantenere le spese alla pari, abbiamo ridotto i consumi, e quindi anche il PIL ha iniziato la sua rovinosa discesa. Prodi dia pure la colpa a chi vuole, ma lui è stato uno degli artefici del disastro.

electric

Mar, 23/02/2021 - 10:34

Prima di Prodi, con 2 milioni di lire al mese si viveva bene. Oggi, con 2000 euro NON si vive bene. Inoltre, se gli stipendi degli italiani fossero rimasti legati alla lira, TUTTE le industrie si sarebbero stabilite in Italia, perché uno stipendio di 2 milioni di lire=mille Euro sarebbe stato il più conveniente. Ergo, avremmo avuto zero disoccupati.

vinvince

Mar, 23/02/2021 - 10:36

.. non c’è niente da capire : il risultato è sotto gli occhi di tutti, i numeri sono numeri ... Romano hai distrutto la nostra economia !!!

claudioarmc

Mar, 23/02/2021 - 10:39

L'avvocato Agnelli disse che Prodi accettando il cambio a 1936 aveva fatto una idiozia da par suo

Eridano

Mar, 23/02/2021 - 10:41

Il buon Prodi ha distrutto tutto ciò di cui si è occupato, Montedison, Iri, l'IRAP, tassa sulla mano d'opera causa di licenziamenti e p.iva farlo che, giusto per citarne qualcuna, disastro anche per la sua Nomina, mai decollata nonostante il peso dato dalla sua posizione. Insomma un fallimento dopo l'altro. Ed è con il fardello di questa scia di disastri che si è occupato di euro, il risultato non poteva che essere come i precedenti. Ricordiamoci delle tassazioni, delle cartelle pazze, e dei subdoli movimenti fatti da lui in coppia con il sig. Visco. Dopo questi trattamenti in Europa ci siamo entrati già impoveriti. Che fine abbiano fatto le ingenti ricchezze da loro sottratte al contribuente non è dato a sapere

Ritratto di paràpadano

paràpadano

Mar, 23/02/2021 - 10:41

zecca è proprio cosi convinto che prodi non centri niente?. Facile dare le colpe alle partite iva mi sembra anche strano che non abbia tirato in ballo Salvini?

Ritratto di 02121940

02121940

Mar, 23/02/2021 - 10:44

Romano Prodi, di anni 83 ad agosto, forse aspira a salire ancora, ma al di sopra della politica, quale Presidente. Ieri uno scontro verbale tra lui e Ignazio La Russa, sostenendo entrambi valutazioni opposte sull’utilità del passaggio dalla lira all’euro. Cosa fatta capo ha, ma l’euro è stata un’ennesima fregatura, per noi Italiani, ovviamente, mentre il comunista ha sempre ragione. E poi Lui ha aspirazioni presidenziali!

ziobeppe1951

Mar, 23/02/2021 - 10:47

Da Presidente dell’IRI ha svenduto il patrimonio economico italiano a società private. Non si è battuto per cambiare i criteri scellerati del trattato di Maastricht, nei quali l’Italia non rientrava. E sotto il suo governo fu firmato il pacchetto Treu che diede inizio alla precarietà italiana

florio

Mar, 23/02/2021 - 10:48

@Zecca-10:14, Non doveva accettare il cambio a 1.936,27 una vera mazzata. La Germania ha cambiato 1 Marco = 1 Euro allora il marco tedesco era cambio lira a 1.000 Lire, provi a fare due conti quanto ci abbiamo rimesso e come gli italiani hanno visto i risparmi dimezzarsi in un baleno! La colpa per voi sinsitri è sempre degli altri, ieri Berlusconi, oggi ci dica che è di Salvini o magari della Meloni. Quando sarete più onesti intellettualmente, il sole sorgerà a mezzanotte.

pinolino

Mar, 23/02/2021 - 10:51

Hanno ragione entrambi, prima il governo dei trinariciuti ha accettato il cambio scellerato e poi quello dei bananas non ha fatto il controllo sui prezzi. Una manovra a tenaglia che non ha lasciato scampo al popolo italiano.

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Mar, 23/02/2021 - 10:57

prrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrodiiiiiiiii ma che cacchio diceeeeeee :-)

peter46

Mar, 23/02/2021 - 11:13

Giorgio Colomba...che l'euro sia stato una iattura x l'Italia è da vedere,se i ricconi son diventati sempre più ricchi ed i poveri sempre più poveri,dato che,come dice anche il 'compagno' Zecca,che stavolta ne dice una giusta,il cdx allora al governo non poteva 'tagliare' le mani ai suoi elettori di riferimento,commercianti ed imprenditori d'accatto, che cci'hanno speculato.Dunque...che vorresti difendere?Gli stipendi son rimasti,col cambio,uguali come con la lira ed il commercio s'è arricchito,complice anche larussa e l'africana che entrambe son venute, mettendosi in commercio lungo le strade d'Italia e pretendendo pagamento in euro e non in lire.Prodi è stato quello che è stato ed è quello che è...ma ha proprio ragione su st'argomento:purtroppo.Se invece Larussa avesse impostato la risposta sul 'fatto che di fatto' la democrazia è stata sospesa,(impone l'europa il come governare), dall'entrata nell'euro...avrebbe proprio avuto ragione lui e non Prodi.

IronHandIronHead

Mar, 23/02/2021 - 11:36

Beh...Citando uno il Consigliere dello Scacchiere del governo Blair ovvero DEM più DEM non si può: "Entrare nell'Euro è come entrare in una torre in fiamme senza scale di sicurezza" (Gordon Brown). Per altro basta vedere l'andamento dei dati macro-economici tra Italia e UK dal 1950 al 2008 (prima della crisi) ed è evidente l'andamento parallelo fino al 2001, anno del gap dell'Euro. L'UK ha continuato a crescere. L'Italia no. Il resto sono banalità politiche.

Iacobellig

Mar, 23/02/2021 - 11:40

Il buffone di Prodi deve solo vergognarsi! I controlli non servivano a nulla perché fotografavano semplicemente la situazione in quel momento rendendo chiara la conversione, mentre gli aumenti erano legati alle condizioni di passaggio lira/euro accettati da Ciampi e Prodi!!! Indicare il prezzo del prodotto in euro/lira non serviva proprio a nulla è inutile che questo soggetto vada in cerca di giustificazioni. Deve solo sparire d vergognarsi per aver portato il paese a rotoli insieme a Ciampi.

27Adriano

Mar, 23/02/2021 - 11:50

...Prodi...basta il nome!!!

Ritratto di ierofante

ierofante

Mar, 23/02/2021 - 11:52

florio - Le ricordo che il rapporto di cambio euro/marco fu stabilito a 0,5113, altro che 1 a 1 come ha la faccia tosta di scrivere Lei. Ricordo pure che il lunedì, tornati in ufficio, trovammo la sorpresa di un caffè che il bar abituale offriva a 50 cent. al posto delle 700 lire del venerdì precedente. L'esercente si giustificò con la difficoltà di reperire monetine per il resto. Mi dica Sig. florio, la colpa fu di Prodi o dell'esercente ladro e di chi non lo controllò? E così fecero tutti gli altri commercianti, artigiani e partite IVA varie, cioè l'elettorato di riferimento del Cavaliere. Ma è così difficile capirlo?

IronHandIronHead

Mar, 23/02/2021 - 11:55

Controllare cosa? La differenza tra 1936 e 1000? Ma dove ha studiato matematica il Prof Mortadella...

lisanna

Mar, 23/02/2021 - 11:55

Ormai lo sanno anche i sassi che il cambio fu stabilito da Berlino per esportare soprattutto le loro auto in Italia.Prodi stesso disse (molto dopo) che avrebbe preferito non entrare subito nell'euro ma fu costretto. Facile scaricare sulla non sorveglianza non ci avevano pensato? intanto gli italiani si sono impoveriti .

electric

Mar, 23/02/2021 - 11:58

IronHandIronHead, hai ragione. Le persone intelligenti guardano i fatti, basati su dati matematici. Gli sciocchi sinistri si lasciano abbindolare e guidare dal capetto di turno.

Ritratto di Smax

Smax

Mar, 23/02/2021 - 11:58

Mister 1936,27. Uno dei più grandi pacchi che ci ha rifilato mortadella e che ci sta portando nel baratro. E ancora parla.

Triatec

Mar, 23/02/2021 - 12:03

I tedeschi volevano 950 lire, e noi 1000 e a 990 io ho fatto un salto di gioia,dice Prodi. La replica: tutto ciò che costava mille lire è costato mille e quattrocentonovanta. Chissà perché ho sempre creduto che il cambio fosse stato 1.936,27.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Mar, 23/02/2021 - 12:04

Tra Prodi e Toninelli è difficile a stabilre chi sia più sveglio.

florio

Mar, 23/02/2021 - 12:04

ierofante, vada a leggersi i dati di cambio di allora, Prodi imbrogliò gli italiani non dimentichiamo i sacrifici che ci impose per entrare nell'Euro. Fece un cambio indegno che penalizzò i risparmiatori, ma è così difficile da capire visto che tutti gli italiani ne pagarano le conseguenze in moneta. Poi se volete dare al colpa ai controlli per difendere l'operato del mortadellone liberi di farlo, la malafede nella sinistra impera sempre.

vocepopolare

Mar, 23/02/2021 - 12:05

la sorveglianza...finalmente è arrivata la conclusione dell'ineffabile sig. prodi :il governo berlusconi non ha sorvegliato ! Ci sta girando lo stomaco ,per non dire altro, meglio non dargli neppure ascolto : in un paese normale se qualcuno avesse causato danni come lui sarebbe andato sotto processo.

Ritratto di bracco

bracco

Mar, 23/02/2021 - 12:08

Questo personaggio che sprizza unto da ogni poro della pelle dovrebbe sparire da ogni media, è quello che ha ci ha venduto all'euro con un cambio criminale

Ritratto di ierofante

ierofante

Mar, 23/02/2021 - 12:14

florio - Se Lei è una persona intellettualmente onesta come ritengo, vada per cortesia a controllare il grafico storico del rapporto di cambio lira/marco tedesco e mi dica come la Germania avrebbe potuto accettare un cambio di 1 marco uguale a 1500 lire. Tutto il resto è filosofia.

batpas

Mar, 23/02/2021 - 12:21

Prodi ha svenduto la lira e noi di conseguenza. non ci vuole molto a capire che 30% di delta sul cambio vale 60% tra spese e ricavi.

hellas

Mar, 23/02/2021 - 12:25

Prodi , e anche chi gli ha retto bordone, andrebbe semplicemente processato per i danni “ generazionali “ causati... che poi lui e i suoi famigli con l’Europa eurolandica ci abbiano guadagnato da far festa, è un altro paio di maniche...

Ritratto di -lorenzo-

-lorenzo-

Mar, 23/02/2021 - 12:27

Consiglio di andare a cercare su YouTube il video dove il Dott. Malvezzi esemplifica con qualche grafico il calo dell'economia italiana dall'ingresso in poi... i cambi fissi e il surplus di esportazione tedeschi hanno distrutto il nostro sistema economico... Prodi ha rovinato l'Italia..o per incapacità o per dolo

Ritratto di ierofante

ierofante

Mar, 23/02/2021 - 12:27

florio - Gli Italiani, o meglio una parte di essi e cioè pensionati e salariati, ne pagarono le conseguenze perché ci fu un enorme travaso di moneta, che tuttoggi continua, dalle tasche di alcuni a quelle di altri, con la conseguenza dell'impoverimento di determinate classi sociali a vantaggio di altri che, con l'aumento indiscriminato e ingiustificato dei prezzi, si arricchirono. Ma le sembra normale che da un giorno all'altro il costo di una pizza margherita passò da 5000 lire a 4/5 euro? Che poi a lungo andare i commercianti furono le prime vittime della loro suicida politica commerciale è un altro discorso.

barbarablu

Mar, 23/02/2021 - 12:31

ogni volt che prodi parla ringrazio di aver fatto economia a brescia... con uno così non mi sarei mai laureata! mi scusi io non sono un professore ma dalle sue parole: " tanto è vero che i tedeschi volevano 950 lire per ogni marco e noi 1000, lo dissi al cancelliere Kohl" mi sembra di capire che per comprare un marco ai tedeschi dovevamo sborsare 950lire, ma lei voleva pagare 1000... sicuro sig prodi di questo ragionamento??????

Ritratto di illuso

illuso

Mar, 23/02/2021 - 12:31

Non sono un economista, ma tengo da sempre la contabilità di famiglia... di sicuro hanno dimezzato i risparmi e diminuito dell' 80% il potere d'acquisto degli stipendi. Grazie Prodi.

agosvac

Mar, 23/02/2021 - 12:43

Forse La Russa non riesce a capire Prodi. Il problema è che Prodi non riusciamo a capirlo neanche noi tutti italiani. Comunque non si è sicuramente trattato di controlli, ma di cambi. Se il cambio fosse stato di mille lire per un euro, non si capisce perché poi si è arrivati a due mila lire per un euro. Mi sa che prodi confonda il potere d'acquisto col cambio. Ricordo che prima dell'euro andavo spesso in Germania dove abitava mio fratello. Conveniva comprare in Germania perché con un DM che a me costava 750 lire compravo ciò che in Italia mi costava mille lire. Non ci vuole molto a capirlo.

ulio1974

Mar, 23/02/2021 - 12:45

aldoroma 10:07: vuoi dirmi che se prima uno guadagnava 2milioni di lire, il mese dopo gli hanno dato 1000 euro? ma per favore....

fifaus

Mar, 23/02/2021 - 12:47

su YouTube c'è ancora un'intervista a Giuliano Amato, ma forse Prodi non sarebbe in grado di capire il "dottor sottile"...

florio

Mar, 23/02/2021 - 13:23

@ierofante, grazie per la considerazione, ammetta però che il cambio effettuato da Prodi fu una Iattura per gli itliani e l'Italia, un cambio corretto sarebbe sato 1 Euro = 1.500 lire. Un caffè al bar costavo 1.500 lire, il cambio a duemila per 1 Euro, diede purtroppo inizio ad una speculazione al rialzo. Inizialmente vi fu un cambio reale, al bar il caffè costava 0,75 e tutti i prezzi erano esposti con cambio vecchia lire euro. Poi iniziarono a portare come detto i prezzi ad 1 euro, la pizza a 10 euro (20.000 lire di allora) oggi costa anche di più, il pane lievitato che neanche al forno. Ma tutto questo di grazia fu gestito senza nessun controllo come di solito si usa fare in Italia. Non so se l'allora capo del governo avrebbe potuto fare diversamente e magari meglio, il danno principale che però ha permesso tutto questo, ripeto l'ha fatto il mortadellone cone quel cambio assurdo, dopo che per due anni ha chiesto e ottenuto dagli italiani sacrifici in tasse e privazioni.

fabioerre64

Mar, 23/02/2021 - 13:27

@ierofante 11:52, non è vero, l'ultimo caffè in lire costava 1.500, me lo ricordo benissimo, poi dipende dai posti ma dove vivo io nella Liguria di levante costava così, ho fatto ricerca su Google ed anche a Milano costava 1.500 lire. Non è vero che fu aumentato subito, ricordo benissimo che il primo caffè in euro costava 0,77, poi in brevissimo tempo fu arrotondato a 0,80 per praticità nel dare il resto. Considerato che sono passati 20 anni e costa 1 euro è forse la cosa che è aumentata meno. Anche i prezzi dei supermercati subito erano semplicemente convertiti, tanto è vero che i primi tempi sui prodotti erano ancora indicati i due prezzi lira/euro. Ma tutto era così, io facevo valutazioni di immobili ed i primi tempi ragionavo ancora in lire e poi convertivo in euro, ovviamente arrotondando un minimo per non avere cifre con i decimali, gli aumenti spropositati non arrivarono subito ma nel giro di 2-3 anni.

Ritratto di fergo01

fergo01

Mar, 23/02/2021 - 13:30

disciamolo !! il prode, da buon sinistro, quando non sa più che dire, manca di rispetto al prossimo..... fosse stata una persona educata, e non arrogante quale egli è, avrebbe detto "forse non mi sono spiegato bene..." ma, si sa, a sinistra sanno tutto e solo loro capiscono tutto..... dalle mie parti esiste un detto che finisce con "el mona sa tutto"

2milan

Mar, 23/02/2021 - 13:33

@IronHand: condivido in toto. I dati che lei riporta sono lapalissiani e nessuno li cita mai. L'Italia prima dell'avvento dell'euro (aldilà dei ragionamenti che si possono fare sul cambio o sulle speculazioni di alcuni nella fase di transizione) era il 5° paese del mondo. Tutti gli indici da allora sono peggiorati. Di fatto accettando l'ingresso (e ripeto, non importa con quale tasso di cambio) ci siamo consegnati alla Germania, e questo signore che ambirebbe pure al Quirinale è uno dei responsabili. E ancora parla (e ancora lo invitano, più cha altro)

tonycar48

Mar, 23/02/2021 - 13:46

Prodi non andrebbe bene neanche per amministrare un condominio visti i suoi precedenti. Invece di fare salti di gioia per il Marco a 990 avrebbe dovuto ricordarsi che la lira valeva metà del marco e tirare le somme ma, per uno che stava per regalare la Cirio a De Benedetti penalizzando l’industria italiana, era troppo difficile. Indietro miei “Prodi”

Giorgio Mandozzi

Mar, 23/02/2021 - 13:46

Una faccia di bronzo come solo quelli di sinistra che ben rappresenta. Mai una volta che dica: "sì in quell'occasione ho sbagliato". Peraltro se fosse vero che la sx ha fatto sempre bene ed ha governato 15 degli ultimi 20 anni possiamo facilmente capire come mai siamo in queste condizioni!

Ritratto di ierofante

ierofante

Mar, 23/02/2021 - 13:46

florio - Scrivendo "Ma tutto questo di grazia fu gestito senza nessun controllo come di solito si usa fare in Italia" conviene che non fu tutta colpa di Prodi e dell'euro, ma fu colpa di quella parte dell'imprenditoria che oggi, per uno strano scherzo del destino, per una nemesi storica direi, chiede ristori pur avendo contribuito in maniera fattiva allo spolpamento degli Italiani. Le auguro un buon pomeriggio.

Giorgio1952

Mar, 23/02/2021 - 13:52

florio Mar, 23/02/2021 - 10:48 non scriva fesserie il tasso di cambio euro marco tedesco pari a 1,95583 irrevocabile è stato stabilito nella riunione dell’ECOFIN del 31 dicembre 1998. Quando si decise il cambio euro-lira-marco, il marco tedesco valeva circa 990 lire. Per avere 1 euro i tedeschi cambiarono quasi 2 marchi equivalenti alle quasi 2.000 lire italiane per 1 euro.

pardinant

Mar, 23/02/2021 - 13:52

Non mi intendo di politica ma sono certo che con l'euro i prezzi sono sempre saliti mentre pensioni e stipendi NO, ugualmente crisi economiche si sono sempre succedute senza interruzione. Per quanto sopra ritengo che una nazione per essere tale deve essere proprietaria della propria moneta e quindi se Europa deve essere che lo sia con Leggi e un Governo unico per tutti e non lasciando a ciascuno il suo governicchio.

Santorredisantarosa

Mar, 23/02/2021 - 13:53

L'UNICA PERSONA CHE NON HA DIRITTO DI PARLARE E DI INTERVENIRE QUELLO SEI TU BOLOGNESE. SE NESSUNO TI VUOL CONTESTARE O ATTACCARE, ALLORA PENSO IO. TRA LA LIRA E L'EURO VI E' STATO UN AUMENTO AI DANNI DI TUTTI NOI ITALIANI IL GIORNO DOPO CHE TU HAI DISTRUTTO L'ITALIA E L'ECONOMIA ITALIANA, UN CERTO AMBULANTE IN SICILIA VENDEVA I CETRIOLI (SI PROPRIO I CETRIOLI) CHE IN LIRE IL GIORNO PRIMA ERA 1.000 LIT, IL GIORNO DOPO ERA 1 € (1936,27)EBBENE SAI BOLOGNESE QUESTO AMBULANTE HA DETTO A MIA MADRE QUANDO HA PROTESTATO? GLI HA RISPOSTO MA PERCHE' MILLI LIRI NUN SUNNU COMU NU EURU? PERCHE' MILLE LIRE NON E' COME UN EURO? QUESTO HAI COMBINATO, PECCATO CHE NON TUTTI SIAMO STATI RACCOMANDATI, PECCATO POTEVAMO ESSERE IMPIEGATI NELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE, CHI HA ORECCHIE PER INTENDERE INTENDA. PAGA PAGA FAI IL PRODE IL CORAGGIOSO ABBI ALMENO LA FERMEZZA DI RIMEDIARE AI TUOI ERRORI, PAGA I DANNI CHE HAI PRODOTTO ALL'AGROALIMENTARE E A TUTTI NOI.

obregia

Mar, 23/02/2021 - 13:58

A prodi dal mio covid dico ti sei guardato nello specchio con i tratti untuosi viscidi hai distrutto l Italia svendendo i gioiel dell agrialimentare e facendoci truffare dalla Germania con la tua mediazione dire a la russa non capisce offendi un popolo e'unico che capiva in italia sra solo mortadella non ci ammorbato né con la presenza né con la preziosità de.lle tue espressioni che solo di truff

ortensia

Mar, 23/02/2021 - 14:03

Eppure prodi sarà il nostro prossimo presidente della Repubblica e ci addormenteremo al suono dei suoi discorsi di fine anno. Ma abbiamo avuto ciampi, scalfaro, napolitano.Digeriremo anche questo.

maurizio-macold

Mar, 23/02/2021 - 14:14

L'euro inizialmente e' servito ai commercianti per raddoppiare in un giorno i prezzi dei beni di consumo e questa speculazione e' stata facilitata dal governo Berlusconi che con Tremonti ministro ha lasciato totale liberta' all'economia di mercato (cioe' ha lasciato liberi i commercianti di speculare). Ed oggi gli speculatori piangono miseria nonostante abbiano crapulato per un ventennio sulle spalle di lavoratori e pensionati. Lacrime false, lacrime di coccodrillo.

florio

Mar, 23/02/2021 - 14:19

Giorgio1952, ha controllato bene su google, il copia incolla è quasi perfetto, comunque pur di non ammettere la porcheria del cambio fatto dal mortadella, vi attaccate al cambio tedesco, spero tanto che al tempo lei abbia avuto sul C/C tanti bei soldoni in lire poi convertiti in Euro. Saluti.

Yossi0

Mar, 23/02/2021 - 14:27

Prodi è perfetto, non sbaglia mai ... basta essere di sinistra per diventare infallibili ... tanto che in un ristorante medio si spendevano 30.000 lire, oggi 30 euro cioè quasi 60.000 lire ... sicuramente dietro a questo ci sono delle sofisticatissime teorie ed elucubrazioni economiche comprensibili solo a pochi economisti tipo il sig. prodi ...

Giorgio1952

Mar, 23/02/2021 - 14:37

florio Mar, 23/02/2021 - 14:19 non è Google che lo dice ma l'Ecofin, che per sua conoscenza è composto dai ministri dell'economia e delle finanze di tutti gli Stati membri dell'Unione Europea, ergo non mi attacco a nulla. In quanto al fatto che non ci sia stato il monitoraggio dei prezzi al dettaglio in Italia è cosa nota e doveva farlo il governo di allora, vada a verificare chi lo presiedeva. Infine non si preoccupi per le mie finanze. Buona giornata

fabioerre64

Mar, 23/02/2021 - 14:52

Continuate a scrivere inesattezze non è vero che è aumentato tutto tranne i salari, ho un'impresa edile, gli ultimi stipendi che ho dato in lire si aggiravano intorno a 1 milione e 400 mila/1 milione e 500 mila, adesso sono intorno ai 1.400/1.500 euro a seconda delle ore lavorate. Come si può fare paragoni con gli ultimi prezzi in lire e gli attuali in euro che sono passati 20 anni?

Ritratto di romoloromaniko

romoloromaniko

Mar, 23/02/2021 - 14:59

“Con l’euro lavoreremo un giorno di meno come se guadagnassimo un giorno in più’’ fu una delle massime (strrr.nz)del prode veggente. ‘ L’euro è un pericolo per la democrazia sarà fatale e devasterà le economie’’ fu la convinzione di una certa Thatcher - ognuno tiri le conclusioni secondo propria .. ideologia. Per i fans del prode distruttore italiko: dovreste leggervi il verbale della commissione parlamentare del Moro 1 dove l'ineffabile veggente spiegava come lui riuscì a scoprire la parola 'gradoli' con il gioco dei piattini durante una seduta spiritika. Ad una c.xata simile potevano crederci solo una orda di beoti! Infatti, fu creduto!! Contenti voi, lo avremo a P.d.R a breve.. se lo merita.

RolfSteiner

Mar, 23/02/2021 - 15:00

maurizio-macold@ se il giorno dopo l'introduzione dell'euro il pagamento di un bollettino postale mi sale imprivvisamente da 1200 lire a 1 euro (duemila lire!)...facile dare poi la colpa al verduraio.

florio

Mar, 23/02/2021 - 15:15

@Giorgio1952, delle sue finanze non mi preoccupo per nulla, le ho semplicemnte augurato al tempo di avere sul C/C tanti soldoni in lire così lei sarà stato contento della conversione in Euro a 1.936,27 voluta dal mortadella. Poi dare la colpa al governo Berlusconi è il solito refrain dei sinistri evoluti, la colpa è sempre degli altri, magari tirate dentro anche Salvini o la Meloni, per voi va bene tutto basta non criticare mai l'operato della sinistra al potere. I compagni non sbagliano mai!

Ritratto di illuso

illuso

Mar, 23/02/2021 - 15:33

@florio... i compagni non sbagliano mai, loro la certezza e il sapere lo tengono nel DNA merito della natura che nei loro confronti è stata generosa... vuoi mettere gli altri, al loro confronto sono pure brutti e i tapini addirittura non mangiano tartine al caviale e non bevono champagne, si nutrono con pane e mortadella e al massimo bevono prosecco.

maurizio-macold

Mar, 23/02/2021 - 15:36

@ ROLFSTEINER (15:00). Un bollettino postale da 1200 lire???? Cosa ci pagava un pacchetto di chewinggum?

Sebastianich

Mar, 23/02/2021 - 15:39

Marco tedesco valeva 800 Lire circa, grazie a Prodi 1 marco = 1 Euro; in Italia 1 Euro = 1.960 Lire più o meno. I tedeschi hanno guadagnato più del doppio con questa "geniale" manovra del tortellone.

florio

Mar, 23/02/2021 - 15:44

@illuso, infatti li trovi a Capalbio con Repubblica sotto il braccio a denunciare le storture del mondo, a disperarsi per i clandestini, a sparlare dei cattivoni di DX. Poi se viene proposto la spartizione dei clandestini africani di ospitarne qualcuno nella loro intoccabile oasi, si alzano muri. Dei veri sinistri tutti uguali, fate quello che volete basta che non toccate il mio orticello!

wintek3

Mar, 23/02/2021 - 15:55

Zecca delle 10,14: Solo per ricordartelo ma quando venne stabilito il valore della lira in rapporto all'euro era il 1998 e al governo c'era D'Alema. Berlusconi non c'entra un tubo.

no_balls

Mar, 23/02/2021 - 16:02

Quando una pizza margherita passava da 5 mila lire a 5 euro la finanza e le autorità competenti dovevano intervenire.... Ma siccome avevamo i liberisti berlusconiani al governo , lo stato non poteva intervenire nei prezzi di mercato. Quindi zitti e muti... sarebbe interessante verificare il costo degli spot su Mediaset in quel periodo......

wintek3

Mar, 23/02/2021 - 16:20

No_balls, ha mai visto un governo che sia intervenuto sui prezzi? Fino a prova contraria in Italia vige il libero mercato non siamo ancora comunisti.

Ritratto di babbone

babbone

Mar, 23/02/2021 - 16:21

non c'è peggior sordo che non vuol sentire ... l'ex non è che non capisce ... è proprio così: de coccio. il popolo ITALIANO soffre dall'avvento dell'euro.

Ritratto di Clastidium

Clastidium

Mar, 23/02/2021 - 16:26

e niente! gneafate proprio! siete il trionfo dell'incoerenza: non è un caso che coloro i quali criticano l'ingresso nell'euro al cambio di 1936,27 siano poi gli stessi soggetti che ci vorrebbero far uscire per consentire le svalutazioni della liretta! semplicemente non capite un tubo di matematica! neanche di economia!

nerinaneri

Mar, 23/02/2021 - 16:32

...brrrr, la lira...neanche a tre veli...

Ritratto di Lissa

Lissa

Mar, 23/02/2021 - 16:51

Il solito sinistrato quando non sa ribattere, allora sono gli altri che non capiscono. Compagno Prodi, io un caffè nella mia città lo pagavo 600 lire, oggi lo pago 90 centesimi, non bisogna essere un economista per fare calcoli spiccioli.

nerinaneri

Mar, 23/02/2021 - 17:00

Lissa: e ti va pure bene, io lo pago il 21% in più...e sono in italia, mica nel brunei...

giove4

Mar, 23/02/2021 - 17:17

"L’interesse italiano era quello di andare nell’euro con la lira più svalutata possibile in modo da aiutare le nostre esportazioni, ...". Ma che razza di ragionamento! Se la lira SPARISCE, in cambio della metà del valore in euro, come può sostenere che l'Italia se ne sia avvantaggiata se da quel momento in poi la moneta di scambio non era più la lira ma l'euro? Ricordo che un marco equivaleva a circa 1000 lire. Perché un marco è stato scambiato a un euro mentre lo stesso euro è costato 1936,27 lire, ossia quasi il doppio?. C'è qualcuno che me lo spiega?

nerinaneri

Mar, 23/02/2021 - 17:30

giove4: il marco era una moneta forte, la lira era una moneta debole...prova a investire in lek albanesi e a convertire in euro a fine investimento, poi vedi che guadagno...

Helter_Skelter

Mar, 23/02/2021 - 17:33

Giove4: Per anni l'Italia fece svalutare la lira facendo inflazione per sostenere le esportazioni. Un cambio troppo favorevole (meno lire per un euro o rispetto al marco) avrebbe danneggiato le esportazioni Italiane. Cosa che non era nell'interesse di Italia.

Ritratto di ierofante

ierofante

Mar, 23/02/2021 - 17:37

giove4 - Non c'è proprio nulla da spiegarle. E' Lei che parte da un presupposto errato e cioè che "un marco è stato scambiato a un euro", mentre nella realtà il rapporto di conversione marco euro fu fissato a 0,5113 euro. Le tornano adesso i conti?

ambrogiomau

Mar, 23/02/2021 - 18:00

L'aumento dei prezzi per il cambio con l'Euro ha toccato tutti i Paesi che l'hanno utilizzato. Lo so bene che in Francia è successo lo stesso . Il discorso del controllo mancato è solo una menata di Prodi e dei suoi prodi sostenitori per giustificare l'inconveniente creato dallo stesso Prodi e Ciampi. Però oggi l'euro è irreversibile e cambiare la moneta spaventa tutti , anche i leghisti perché non si sa che cosa ci sarebbe dietro l'angolo.

giacomin

Mar, 23/02/2021 - 18:05

maurizio-macold,che le partite iva e commercianti magari ci abbiano mangiato sopra non discuto,ma provi a controllare quanto pagava il kilowatt/ora dell'enel,il costo del m/c del gas o dell'acqua(erano sotto controllo dello stato)prima e dopo l'euro.Comunque il bollettino postale costava 1.100 lire quello a tre moduli(quarda caso per tutti i pagamenti statali) e 90 per quello due moduli(poi abbandonato) e passati tutti ad 1 euro.

Giorgio1952

Mar, 23/02/2021 - 18:08

florio Mar, 23/02/2021 - 15:15 mi sembra che sia lei a dare le colpe agli altri oltretutto in modo maleducato con l'appellativo "mortadella". Non "è il solito refrain dei sinistri evoluti" di cui non faccio comunque parte, che il governo Berlusconi avrebbe dovuto vigilare sui prezzi mi pare sacrosanto, infine poi mi lasci dire che "tirate dentro anche Salvini o la Meloni, per voi va bene tutto basta non criticare mai l'operato della sinistra al potere", è semplicemente una frase da qualunquisti. Le auguro una buona serata

MALENNIO

Mar, 23/02/2021 - 18:12

La moneta unica è un punto di arrivo, dopo che le politiche fiscali ed economiche sono state armonizzate : la costruzione di una casa inizia dalle fondamenta,non dall'attico...

peter46

Mar, 23/02/2021 - 18:19

nerinaneri...vieni nel mio paese:io lo pago 80 cent,e con cornetto 1,50 eu.Ed a quei tempi solo 60c,e fino a 2 anni fa,che sarebbe stato il 'cambio'(aumento) ideale.E 'bbbono' anche,non ciofega come in autogrill(benetton) a 1,20 eu sempre il solo caffè.E Lissa si sta proprio a confondere,o per meglio dire 'AVVALORA' le motivazioni di coloro che addebitano al cdx(non rispondendo in tema) la 'mancata' attenzione all'aumento dei prezzi in quel periodo,operata da suoi elettori e non,che anche le 'tue' coop si sono approfittate,di riferimento.

giove4

Mar, 23/02/2021 - 18:34

Grazie Ierofante . Erroneamente ero convinto che il marco fosse stato scambiato a un euro. Sul resto (sugli scambi con la lira svalutata) sono ancora perplesso, dal momento che dalla conversione della £ in € la moneta di scambio diventava l'€ al prezzo di conversione fissato. su quanto sostenuto da Helter_Skelte, sono ed ero d'accordo. Buona serata

SemprePiùBasito

Mar, 23/02/2021 - 18:39

Caro Prodi e Lei ha rovinato l'Italia. Fra parentesi non è la prima volta che ha fatto operazioni veramente sbagliate.

AlfaBeta

Mar, 23/02/2021 - 18:39

Mia madre prendeva 800 mila lire di pensione e viveva egregiamente. Oggi con 400 e rotti euro si muore di fame. Caro Prodi. I guai degli italiani sono cominciati subito dopo l'introduzione dell'euro. Mi ricordo ancora le parole di questo signore "vedrete tra 20 anni il benessere che ci sarà". Eccolo qua il benessere; ed ha ancora il coraggio di parlare.

ItaliaSvegliati

Mar, 23/02/2021 - 18:59

Ma non era il"MORTADELLA" che diceva con l'avvento dell'euro si lavora 1 giorno in meno la settimana e si guadagna per 1 settimana? Beone sinistrato che dove ha messo le mani ha fatto danni e raglia ancora....toglierlo dalla tv e dai giornali con le sarde affumicate!!!