Ong, riprende la guerra dei mari contro Salvini

Open Arms punta l'Italia, Alan Kurdi attacca il Viminale e Mediterranea è pronta a salpare

Prima la nave Alan Kurdi prende a bordo 40 migranti, poi la Open Arms, in due interventi, ne recupera 124, ed entrambe chiedono un porto sicuro all'Italia malgrado la politica dei porti chiusi, e, infine, c'è il tweet della Ong Mediterranea Saving Humans che, appena avuta notizia del dissequestro della nave Mare Jonio da parte della procura di Agrigento, scrive: «Salperemo il più presto possibile». Sembra una gara di sfide al Viminale che, per tutta risposta, ha emanato un divieto di ingresso, transito e sosta in acque territoriali per Alan Kurdi e Open Arms, e ci si può scommettere che farà altrettanto per la mare Jonio in caso di richiesta di approdo.

Ieri pomeriggio, però, la Alan Kurdi di Sea Eye ha mollato il braccio di ferro col Viminale e così, se dopo avere rifiutato Tripoli come porto messo a disposizione dalla guardia costiera libica, aveva puntato su Lampedusa per lo sbarco, mantenendosi a 20 miglia, ha deciso di fare rotta verso Malta. A bordo c'è un bambino di 4 anni, Djokovic, del Camerun con una ferita d'arma da fuoco alla spalla di 10 centimetri. «Queste sono le persone da cui l'Italia deve essere protetta» scrive su Twitter Golan Isler, portavoce della nave battente bandiera tedesca. Nella «battaglia» tra il Viminale e le Ong questa decisione di condurre il piccolo a Malta potrebbe aprire un nuovo dibattito europeo.

«Abbiamo salvato 40 persone, 15 dei quali sono minori e in particolare necessità di protezione. Due di loro sono sopravvissuti al raid aereo di Tajura e ora sono tenuti in ostaggio da Salvini - dice Isler -. Non offriremo a Matteo Salvini un'altra base per un nuovo indegno show. Ci assumiamo seriamente le nostre responsabilità verso le persone salvate e ora andiamo a Malta. Abbiamo ancora le provviste e il diesel necessari per arrivarci e quindi possiamo prendere da noi questa decisione».

Il ministro dell'Interno viene visto come un «uomo molto pericoloso» che «usa la bandiera della nostra nave e abusa della difficile situazione dice Isler - sulle spalle delle persone portate in salvo, per un conflitto politico con la Germania Ha bisogno di immagini di un nemico per le sue politiche populiste. Tra queste ci sono le organizzazioni umanitarie come Sea Eye, i migranti e i vicini dell'Ue».

La catalana Open Arms ha a bordo 124 migranti soccorsi in due diverse operazioni. Nella prima, come ha riferito il fondatore dell'organizzazione, Alan Camps, il gommone con a bordo 55 persone, stava imbarcando acqua a 70 miglia da Zuwarah. Nel secondo intervento sono state recuperate 68 persone «con segni evidenti delle torture subite in Libia. Due bimbi, due donne in stato di gravidanza, una di 9 mesi con contrazioni».

Una nuova sfida per il Viminale si profila all'orizzonte con Mediterranea Saving Humans ora che la mare Jonio, ferma a Licata dal 13 maggio, è stata dissequestrata: «Abbiamo bisogno di tempi tecnici per riorganizzarci dice la portavoce Alessandra Sciurba - e salperemo prima possibile». Nel maggio scorso, il procuratore aggiunto di Agrigento, Salvatore Vella, e il pm Alessandra Russo avevano convalidato il sequestro probatorio dopo uno sbarco a Lampedusa. Gli inquirenti avevano contestato al comandante e all'armatore il favoreggiamento dell'immigrazione clandestina e due violazioni del codice della navigazione. Non è ancora tutto per il Viminale. Anche la Ocean Viking, la nave messa in mare da Sos Mediterranee e Msf, è salpata da Marsiglia e si sta dirigendo verso le acque libiche.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Sab, 03/08/2019 - 08:45

salvini rischia di perdere uno scontro titanico , solo contro tutta l'europa. io capisco bene che salvini stia cercando di cambiare le regole dell'europa, ma non si può fare con urla e spintoni, con ricatti, nè pugni sul tavolo. non hanno mai portato a nessun risultato, o al massimo a un risultato si parziale ma anche negativo! avete visto renzi? si è messo a mercanteggiare (a favore dell'europa e contro gli interessi degli italiani) , ma qui è l'opposto (cioè contro l'europa e a favore degli interessi italiani) però il modo di fare politica di salvini non aiuta per niente! garantito!

Blueray

Sab, 03/08/2019 - 08:50

Ma sia Open arms che Alan Kurdi alle 8.35 stanno scarrocciando in acque internazionali. Si presume che neanche Malta abbia accordato lo sbarco. Non hanno alcuna intenzione di dirigersi verso i Paesi di bandiera, ed attendono che la situazione a bordo diventi ingestibile per forzare il blocco dei porti italiani o maltesi con il pretesto umanitario. Il disegno è chiaro.

Alfa2020

Sab, 03/08/2019 - 09:26

mortimermouse con le vosre idei si vede il risultaro del tuo Berlusconi fra poco pure + Europa vi sorpassa

zadina

Sab, 03/08/2019 - 09:42

La guerra dei clandestini che vengono portati in Italia non viene fatta contro il ministro dell'intero Matte Salvini ma contro il popolo Italiano che deve subire tutte le conseguenze che ne derivano, come naufrago si intende persone che la loro imbarcazione è affondata e sono in acqua, oppure sta imbarcando acqua ma quelli che dicono di salvare è un semplice trasbordo di persone trasferite da gommoni perfettamente galleggianti, è semplicemente il favoreggiamento di immigrazione clandestina, si può esprimere il proprio pensiero da cittadino?...

Ritratto di Elvissso

Elvissso

Sab, 03/08/2019 - 09:43

MOLTI NEMICI MOLTI ONORI E VOTI.

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Sab, 03/08/2019 - 09:44

Mi piace che lo chiedono pure se ci sono porti sicuri. Se gli dicessimo che non ce ne sono, che fanno! Blitz, un bel blitz è la soluzione. Prendono in mano iltimone e li riportano indietro. Che fanno, si ribellano? Vanno ad uno scontro? Dopo di che si autorizzi a sparare, una buona volta. Ma non hanno capito con chi hanno a che fare? Il Piave mormorò!

luigirossi

Sab, 03/08/2019 - 09:50

Oggi niente sfilze di post vigliacchi ed arroganti degli sciacalli dell'ambasciata francese.La nave tedesca che doveva garantire il loro trionfo ha fatto una conversione ad U,ha messo la coda tra le gambe ed e' andata a Malta.Fine della geniale manovra mediatico napoleonica dei nostri cugini,battuti dal Capitan Salvini peggio che a Dien Bien Phu

Ritratto di rapax

rapax

Sab, 03/08/2019 - 09:53

1)riforma seria non quella grillina, della magistratura, con piu vincoli e minor discrezionalita' urge 2) ritenere le ong che fanno trasporto di clandestini ILLEGALI, ergo si sequestrano e si usano al massimo per i rimpatri o si distruggono, hanno tutti i crismi dell'illegalita' non seguono gli ordini e le leggi dei paesi e fanno azioni di forza oltre la loro attivita' seriale e pericolosa per la sicurezza nazionale, spingere affinche' l'europa i falsi germania e francia le ritengano illegali

machimo

Sab, 03/08/2019 - 10:14

mortimermouse, non ha senso quello che scrivi. Cosa deve fare Salvini? Quello che ha fatto renzi, gentiloni ecc. aprendo i porti e accoglierli tutti? Si vede com’è degradata l’Italia nel passato...

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Sab, 03/08/2019 - 10:16

Tutti i mezzi sono buoni per destabilizzare un paese. E l'occasione per farlo è troppo ghiotta per indurre Germania e Francia a desistere dalla deportazione forzata sulle nostre coste di soggetti in fuga... dalle patrie galere.

luciano32

Sab, 03/08/2019 - 11:09

leggendo le cronache degli arrivi di clandestini su le ONG ho la sensazione che gli scafisti ben organizzati calibrano con attenzione i passeggeri. Su ogni barca, guarda caso, c'è sempre una donna incinta e minori, quando non ci sono persone malate bisognose di assistenza e soccorso SARA il CASO?

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Sab, 03/08/2019 - 11:30

Vedo che la "Alan Kurdi" si trova a 25 miglia a Sud di Malta....e la "Open Arms" ora si trova a 30 miglia Sud-Est di Lampedusa,in apparente direzione Malta....

VittorioMar

Sab, 03/08/2019 - 11:41

..se tutti i soldi che spendono per allestire navigli inutili (compreso le ECCESSIVE DONAZIONE) le usassero OCULATAMENTE PER ALLEVIARE LE VERE SOFFERENZE DELLE POPOLAZIONI AFRICANE ..sarebbero veramente BEN SPESE e forse avrebbero un maggiore aiuto dagli ITALIANI...NON SI ACCETTANO PREVARICAZIONI ED IMPOSIZIONI STRANIERE !!!