Ora Biden chiede di vietare le armi d'assalto: "Il secondo emendamento non è assoluto"

Appello al Paese in diretta tv. New York, stop alla vendita agli under 21

Ora Biden chiede di vietare le armi d'assalto: "Il secondo emendamento non è assoluto"

New York. Joe Biden lancia un nuovo drammatico appello al Congresso chiedendo di agire sul controllo delle armi da fuoco, mentre in South Carolina un uomo sparando a caso contro un'auto di passaggio ne ha colpita una con una famiglia in vacanza, uccidendo un bimbo di 8 anni e ferendo il padre che era alla guida. «Dobbiamo vietare le armi d'assalto», ha detto il presidente parlando agli americani dalla Casa Bianca. «Dopo Columbine, Sandy Hook, Orlando, Las Vegas e Parkland nulla è stato fatto. Questa volta dobbiamo davvero fare qualcosa» perché gli ospedali e le scuole sono diventati «campi di sterminio qui negli Usa», ha continuato elencando le maggiori stragi degli ultimi decenni e chiedendo a Capitol Hill di approvare quelle che ha definito «misure razionali e di buon senso».

«Quante altre carneficine siamo disposti ad accettare? Quante altre vite di americani innocenti devono essere strappate prima di dire basta? Ora basta. Il Senato deve fare qualcosa. È inaccettabile e immorale il rifiuto di alcuni repubblicani anche solo ad avviare il dibattito», ha proseguito prendendo di mira i membri del Grand Old Party, e definendo «oltraggiose» le tutele esistenti per l'industria delle armi. «Dobbiamo vietare le armi d'assalto e i caricatori ad alta capacità», ha spiegato Biden, pur essendo consapevole che si tratta di misure con possibilità praticamente nulle di essere approvate: «E se non possiamo vietarle allora dovremmo alzare l'età da 18 a 21 anni e rafforzare i controlli all'acquisto». Sottolineando poi che il Secondo Emendamento della Costituzione «non è assoluto e i diritti che prevede non sono illimitati». «Non si vogliono strappare diritti a nessuno. Quello che vogliamo è proteggere i bambini, per i quali le armi sono la causa di morte numero uno. Vogliamo proteggere le famiglie, e intere comunità», ha affermato ancora, assicurando che non mollerà sul tema delle armi.

Il massacro alla scuola elementare di Uvalde, in Texas, ha spinto la commissione giudiziaria della Camera controllata dai democratici ad avanzare, dopo un'audizione maratona, un pacchetto di disegni di legge chiamato Protecting Our Kids Act che rafforzerebbe le misure sul controllo delle armi negli Usa. Il voto alla Camera potrebbe esserci già la prossima settimana, ma è in Senato, dove democratici e repubblicani sono 50 a 50, che le chance di passare sono poche, anche se nel frattempo un gruppo bipartisan di senatori si è riunito per tentare di trovare un terreno comune. Intanto in America si continua a sparare. In Iowa altre due donne sono decedute quando un uomo ha aperto il fuoco in un parcheggio fuori da una chiesa di Ames. In Wisconsin una nuova sparatoria è avvenuta nel corso di un funerale in un cimitero, causando almeno due feriti. E ieri l'assemblea legislativa di New York ha approvato una legge che vieta ai minori di 21 anni l'acquisto ed il possesso di armi semiautomatiche, scatenando l'ira dei repubblicani.

Commenti