"Il Paese è spaccato, ma bisogna stringere". Così Conte cede ai rigoristi

Il premier alla fine si piega alla linea dura dell'ala intransigente. Ma la spaccatura nel governo, lo scontro con le Regioni e le rivolte dei cittadini potrebbero rendere il Dpcm meno severo

L'aumento esponenziale dei contagi ha spinto il governo a partorire l'ennesimo Dpcm, che dovrebbe essere firmato e annunciato nella giornata di oggi. La bozza circolata ha immediatamente provocato durissime reazioni sia del mondo della politica sia dei rappresentati delle categorie che rischiano di essere duramente colpite dal pugno previsto. Giuseppe Conte lo aveva messo in conto: si aspettava da un giorno all'altro le rivolte dei cittadini in strada e le proteste dei commercianti. Così come erano facilmente preventivabili le spaccature all'interno della maggioranza e lo scontro con le Regioni. Una serie di inciampi che hanno rallentato la tabella di marcia e che dunque hanno fatto slittare la sua conferenza stampa, inizialmente prevista per ieri sera alle 20:30.

Il premier sa benissimo che il nostro Paese è "spaccato a metà", ma è convinto che chi ha la responsabilità di assumere decisioni cruciali "non può lasciarsi influenzare". La rabbia degli italiani si fa sempre più preoccupante, così come dimostrano i recenti fatti di Napoli. Tuttavia va ripetendo che misure drastiche vanno prese subito perché il Coronavirus corre più veloce dei suoi decreti: "Dobbiamo stringere ancora, con questi dati rischiamo di non reggere. Le prossime settimane si preannunciano molto complesse, non possiamo abbassare la guardia". Giorni in cui non si potrà assolutamente sbagliare: andranno tutelati salute, scuola, lavoro e il Natale.

Le divisioni con Conte

Un netto cambio di posizione da parte del presidente del Consiglio, che fino a pochi giorni fa sosteneva una tesi che aveva fatto irritare l'ala più intransigente dell'esecutivo: aspettare 7-10 giorni, per valutare gli effetti delle norme già in vigore, prima di prevedere un'altra stretta. Ma i dati degli ultimi bollettini lo hanno spinto a sposare la linea rigorista. La stesura di questo imminente Dpcm è stata probabilmente la più travagliata: l'avvocato ha dovuto fare i conti non solo con le crepe tra i giallorossi, ma anche con lo scontro che si è venuto a creare con i governatori locali. Da una parte il Partito democratico spinge per misure più severe; dall'altra Italia Viva vorrebbe ammorbidire le scelte ipotizzate. In mezzo il Movimento 5 Stelle, che ha espresso più di qualche perplessità sull'eventuale divieto di spostamento tra le Regioni.

Intanto le Regioni hanno indirizzato una lettera a Conte e ai ministri Franceschini e Speranza, attraverso cui chiedono di ripensare ad alcune misure ritenute eccessive e di valutare le serrate in base ai dati epidemiologici di riferimento. Il titolare della Salute continua a ritenere necessario intervenire duramente ora: "Oggi siamo ancora in tempo per governare la curva dei contagi". Ma non vuole sentire nominare la parola coprifuoco perché "è associata alla guerra e trasmette ansia". Il mantra del premier, riporta il Corriere della Sera, è sempre lo stesso: "Se non proteggeremo la salute dei cittadini non potremo proteggere nemmeno la salute dell’economia". Il suo intento è pertanto quello di "tenere duro ancora a ottobre e a novembre, per non arrivare a Natale con la curva dell’epidemia fuori controllo".

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

Uncompromising

Dom, 25/10/2020 - 10:20

In buona sostanza, dopo MESI di chiacchiere, come unica soluzione per mettere una pezza, il governo torna a imporre le stesse limitazioni già viste in primavera. E poi qualcuno si affanna a dire che "non deve montare l'antipolitica"...

Ritratto di fergo01

fergo01

Dom, 25/10/2020 - 10:21

da buon giocoliere di circo qual'è, sta seguendo l'urlo che gli viene dalla sua personale platea: bene, bravo, bis...

Junger

Dom, 25/10/2020 - 10:23

Vari studi scientifici inglesi evidenziano bene la composizione dei contagi: 25-30 per cento scuola 10 per cento trasporti pubblici, 25 per cento grandi eventi pubblici/ sportivi. Conte agisca su queste tre componenti invece di limitare le libertà costituzionali con inutili coprifuoco: mi risulta che nei palazzetti dello sport siano ammessi ancora 1000 spettatori "distanziati: ma l'"avvocato del popolo" o non ci arriva o è asservito a logiche tutte politiche di esercizio di un potere arbitrario e ai limiti del dittatoriale.

ruggerobarretti

Dom, 25/10/2020 - 10:23

Death or glory, cantava Joe Strummer. Ci siamo???

manson

Dom, 25/10/2020 - 10:35

SE non mette coprifuoco e autocertificazione tutto ciò farà solo fallire la brava gente

Cheyenne

Dom, 25/10/2020 - 10:38

C'è da pensare che vogliano distruggere l'Italia su commissione UE. D'altra parte ci rubano territori nell'indifferenza totale di questo cialtronesco governo

dare 54

Dom, 25/10/2020 - 10:40

"andranno tutelati salute, scuola, lavoro e il Natale.". L'ordine di queste priorità è sbagliato: senza cibo non c'è salute, e senza lavoro non c'è cibo! E con le attività chiuse non c'è lavoro! Quindi, come dice anche la nostra Costituzione, in primis il lavoro che dà di che vivere, poi il resto! E inoltre ... cosa c'entra il Natale? Lascia che tutte le attività possano essere svolte; chi vuole andare al ristorante ci possa, con le dovute cautele, andare, chi vuole giocare a calcetto idem, e così via! Anche perché la situazione non è assolutamente come a marzo. Si continua a giocare sull'ignoranza e sull'equivoco! SE MI FANNO IL TAMPONE PER L'HERPES SIMPLEX RISULTO POSITIVO, MA NON PER QUESTO CONTAGIO TUTTI QUELLI CHE INCONTRO!!!

Ritratto di pipporm

pipporm

Dom, 25/10/2020 - 10:44

Il povero Salvini aveva tante ricette per risolvere tutti tutti i problemi. Invece Conte non lo ascolta preferendogli i "100 scienzati"

madrud

Dom, 25/10/2020 - 10:46

La furia ideologica di gente comunista come Franceschini e Speranza spinge ad asservire l'intero Paese alle inefficienze e all'inezia di questo governo. Poca libertà in meno con le scelte giuste, molta libertà in meno e danni incalcolabili con le scelte sbagliate. Meriterebbero una, cento, mille manifestazioni come Napoli

jaguar

Dom, 25/10/2020 - 10:47

Devono pensare bene a quel che fanno, Napoli è solo l'inizio.

Ritratto di moshe

moshe

Dom, 25/10/2020 - 10:50

... e il mattarello sta al balcone a vedere la povera Italia che sprofonda nel baratro della miseria e dell'invasione !!!!!

Antibuonisti

Dom, 25/10/2020 - 10:56

conte cede al PD un partito che ha come prerogativa l'eliminazione del benessere creato con fatica dai nostri genitori e la sostituire degli italiani con gli immigrati facilmente manipolabili per i loro sporchi giochetti di potere. amen

ITA_Chris

Dom, 25/10/2020 - 10:57

Attendo la versione definitiva, ma certo che chiudere i ristoranti alle 18...mi devono spiegare cosa mangio quando sono fuori la notte per lavoro. Cena in camera dell hotel? Buffoni

ITA_Chris

Dom, 25/10/2020 - 10:58

Se tra 2 settimane i contagi saranno ancora in salita, vuol dire che hanno sbagliato nell individuare le cause dei contagi e hanno distrutto delle attività per niente.

Jon

Dom, 25/10/2020 - 11:01

COnte cede alle Lobby, che lo pagano..Si legge che la verita' Trapela e non SI MUORE PIU' DI COVID..solo pochi casi.! COnte NON LO SA. Non sa che esistono molte cure, non sa che e' MEGLIO MORIRE DI COVID CHE DI FAME, che si muore di MOLTE MALATTIE TRASCURATE DALLA SANITA'..Che ne muoiono 5 milioni anno per il FUMO.. Distrugge SANITA', LAVORO, SALUTE, SPERANZA e FIDUCIA... FRA non molto leggeremo fogli incollati ovunque con scritto WANTED CONTE VIVO O..Solo vivo, deve scontare a Vita..!

starigospod

Dom, 25/10/2020 - 11:04

Non credo che a Conte e ai 5 Stelle interessi molto cosa pensa la maggior parte della gente e che questo possa influire sulle loro scelte. Anche eventuali manifestazioni di vario genere non hanno mai portato a nulla. Hanno i voti al parlamento e con questi comandano. evidentemente a loro interessa creare miseria e far acquisire tutto ai super gruppi economici, mafia compresa. Sarebbe da fare causa per danni a chi li ha votati!

Ritratto di scapiddatu

scapiddatu

Dom, 25/10/2020 - 11:11

l'italia verrà alienata a scampoli in liquidazione a chiunque venga a offrire un piatto di lenticchie, nel più assoluto mutismo del paladino, protettore..... della costituzione e degli interessi dell'italia. Oh, mia patria sì bella e perduta.....

indietrotutta

Dom, 25/10/2020 - 11:15

@ dare 54 Ma l'herpes simplex lei sa benissimo che può essere contagioso solo per contatto diretto e in presenza della manifestazione del virus (in breve, se ha l'herpes visibile ed entra in diretto contatto con un ospite dalle difese basse, non ancora del tutto formate come quelle di un neonato o ancora temporaneamente compromesse). Il covid interessa le vie aeree. Tragga lei le conclusioni sul suo paragone tra Herpes e Covid.

machimo

Dom, 25/10/2020 - 11:21

L’Italia mi sembra una repubblica di banane come ci sono in Sud America però molto più peggio perché giuseppi resta solo al potere con i Dpcm.

dare 54

Dom, 25/10/2020 - 11:37

indietrotutta 11:15, concordo con lei. Contatto diretto e infezione manifesta. Infatti, per il covid-19 mi riferisco alla "positività" senza sintomi. Viene declamata come avesse la stessa pericolosità della fase acuta. Non nego l'utilità della mascherina e distanziamento (trasmissione con goccioline in sospensione) e la prudenza, ma aborro l'allarmismo ingiustificato. Tipo dover andare in giro nel parco a 100 m. da presenza di vita umana con la mascherina.

agosvac

Dom, 25/10/2020 - 12:09

La cosa che ha del ridicolo è che è stato dimostrato dal precedente incarceramento degli italiani ai domiciliari che non funziona per estinguere i contagi, tuttalpiù li sospende per poi ricominciare con il rilascio dei malcapitati. Quel che non si vuole né capire né ammettere è che pur essendo molto contagioso questo virus è scarsamente mortale. Di Covid19 non si muore, si muore solo se un positivo fortemente sintomatico è affetto da patologie mortali: sono le patologie ad uccidere non il virus.

Ritratto di 02121940

02121940

Dom, 25/10/2020 - 12:09

Non so quanti siano i DPCM varati da Conte, l’avvocato, ma che finora sono serviti a poco, per non dire a niente. Purtroppo la forza politica di M5S non risente del calo dei voti che l’avevano lanciato al comando, per cui potrà continuare a fare fesserie fino alle future elezioni, quando il M5S scenderà molto indietro, perché gli Italiani, in maggioranza, sapranno scegliere meglio.

ruggerobarretti

Dom, 25/10/2020 - 12:17

Prof. Ionnadis (Stanford University)considerato uno dei massimi esperti mondiali di analisi dei dati in medicina in un recente studio pubblicato sul bollettino dell'OMS :"il tasso di letalita' del virus sars-cov-2 e' sostanzialmente uguale a quello degli annuali virus influenzali". Ecco fatto mi sembra logico che per un simil flagello si debba mandare a put.ne l'intera societa'.

mariano

Dom, 25/10/2020 - 12:42

Si va verso quella decrescita felice, tanto cara ai pentastellati il cui esempio è il reddito di cittadinanza

casela

Dom, 25/10/2020 - 12:56

In possibile che tra le migliaia di leggi vigenti non esista una che si possa applicare per manifesta incapacità, soprattutto trattandosi di persona non eletta e quindi non garantita come una regolarmente eletta?

QuasarX

Dom, 25/10/2020 - 13:20

non e' il paese che si e' spaccato e' qualcos'altro che si e' spaccato; e in maniera non indifferente nel vedere questa gente qua (termini peggiori non passano) decidere delle nostre vite

indietrotutta

Dom, 25/10/2020 - 13:48

@ dare 54 Mi piacerebbe dirle che ha ragione, mi creda. Purtroppo esistono casi documentati che associano ad un'alta carica virale la totale assenza di sintomi (ed è vero anche il contrario: guariti o gente con bassissime cariche virali con importanti sintomi o strascichi). Detto questo concordo con lei: gli allarmismi creano danni enormi. Le mascherine al parco, se non ci sono assembramenti, sono totalmente non necessarie.

Beraldo

Dom, 25/10/2020 - 14:19

Dietro a tutto questo c'è una regia internazionale. La gente deve ribellarsi perchè i politici non fanno più l'interesse del popolo. Questa è una dittatura fondata sul tampone. È per questo che importanti organizzazioni ripetono da quasi un anno di fare più test possibili, perchè così, utilizzando sistemi a specifici, si produce l'infodemia necessaria al programma dittatoriale. Provate per una volta ad ascoltare i complottisti senza pregiudizio visto che ve lo ripetevano da vent'anni.

antiquato

Dom, 25/10/2020 - 15:00

I "rigoristi" sono gli odiatori sociali oggi al comando. Per loro, la morte dell'economia privata è un'opportunità e non una minaccia e i soldi del Recovery Fund serviranno, nella loro testa, a ripianare il gettito fiscale che verrà a mancare. Altro che progetti innovativi. Che si continui a subire questo 33% virtuale men che dimezzato nella realtà è pazzesco. Non ci arriviamo al 2023, perchè chi dovrebbe dire stop oggi non lo fa per timore di Salvini. Ma vi rendete conto di dove stiamo ? C'è voluta la pandemia per capirlo ? E comunque i numeri sono manipolabili, nessuno controlla e tutti fanno il piagnisteo che stanno al collasso. Come per l'estate, anche per Natale magicamente il virus sparirà. In primavera terza ondata. E la nave va.

Ritratto di PeccatoOriginale

PeccatoOriginale

Dom, 25/10/2020 - 16:28

I Paesi con l'incidenza minore nel mondo, per esempio Nuova Zelanda e Corea del Sud, Cina, Vietnam, hanno instaurato chiusure strette, e oggi la loro economia va meglio delle altre e di gran lunga. Io penso che la corrente dei negazionisti come voi voglia che il Paese fallisca nel medio termine. Irresponsabili, disonesti, arroganti e ignoranti: non c'e` cocktail piu` letale.