Perché con queste prove Bossetti non è colpevole

È accusato dell'omicidio di Yara, ma c'erano altri Dna che gli investigatori hanno ignorato

Con queste prove Bossetti non è colpevole. Troppe cose non tornano, troppi sono ancora adesso i dubbi che echeggiano sul caso di Yara Gambirasio e sulla condanna in primo grado all'ergastolo del muratore bergamasco Massimo Giuseppe Bossetti.

Il primo dubbio riguarda la prova regina, quella del DNA.

Passarono anni fin quando venne arrestato Massimo Giuseppe Bossetti come colpevole dell'omicidio di Yara Gambirasio; ad incastrarlo il test del DNA. Infatti sui leggins di Yara venne trovata una traccia di DNA e, attraverso ricerche dei Ris e della Procura si arrivò a trovare a chi corrispondeva quel DNA: a Massimo Giuseppe Bossetti. Il giorno dopo Bossetti fu arrestato in cantiere davanti alle telecamere dei Carabinieri che riprendevano la cattura del presunto orco. Presunto in realtà soltanto per lo stato di diritto cui noi vorremmo riferirci, ma per tutta l'opinione pubblica Bossetti era già colpevole. La prova del DNA metteva il muratore in un angolo. Si andò a processo dove fu confermata tale accusa e Bossetti venne condannato all'ergastolo. Ma quella prova regina, il famoso DNA, in realtà non venne mai analizzato dalla difesa. Era invisibile ad «occhio nudo» ed impossibile da replicare in quanto le molteplici indagini fatte dalla procura della repubblica finirono il campione. Già soltanto per questa impossibilità della difesa di replicare le analisi fatte dalla accusa con risultati scientifici viene lesa lo stato di diritto a cui noi tutti cittadini dobbiamo riferirci. Ma c'è di più. Sul povero corpo straziato della ragazza sono state trovate altre 11 tracce di DNA, nessuna delle quali appartenenti né alla vittima né al presunto omicida. Undici tracce su cui in sostanza non si è indagato. E che dire se si sa dalla sentenza che una di queste tracce è dell'insegnante di ginnastica Silvia Brena? Per la Corte il posizionamento di quella traccia, il cui riscontro di specie appare farraginoso risulta essere compatibile con la conoscenza e la frequentazione della vittima con la sua insegnante di ginnastica. Escludo però che la Gambirasio facesse ginnastica con il giubbotto dove è stata trovata la traccia. La Silvia Brena pur essendo stata interrogata e sottoposta ad indagine non è mai stata formalmente indagata. Ancora peggio per quanto riguarda le numerose altre tracce trovate e ben visibili. Perché la povera Yara abbia finalmente giustizia e si trovi non un colpevole ma il colpevole tre sono le domande pregiudiziali su cui ci si attende una risposta:

Perché sapendo l'importanza della prova del DNA (Ignoto 1) gli investigatori non hanno tenuto da parte una quota di quella prova per incastrare con certezza assoluta il colpevole? E poi come mai Silvia Brena non è stata formalmente indagata pur essendo il suo DNA più copioso e scoperto prima di quello di Bossetti? Per concludere perché non si è voluto risalire al nome degli altri 11 campioni di DNA trovati ? Tre semplici domande che farebbero capire molto di più su come si è svolto fino ad oggi l'azione giudiziaria e darebbero certezze sulla giustezza di questo procedimento.

Fino a quel momento non si può dichiarare colpevole Bossetti.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

Tarantasio.1111

Sab, 26/11/2016 - 10:57

O.K. Terzi, il suo ragionamento fila e di accertamenti ce ne sarebbero a iosa da fare ma...il DNA di Bossetti ci stava sui leggins della povera vittima mentre il suo ne il mio no. Pertanto Bossetti in qualcosa centra e se fosse un uomo con le palle dovrebbe raccontare la sua vera verità senza vergognarsi.

Anonimo (non verificato)

Dordolio

Sab, 26/11/2016 - 12:07

Piuttosto Tarantasio.... siamo sicuri che IL SUO DNA non sia stato trovato? L'hanno paragonato, forse? Che ne sa lei? Io ho una panchina nel parchetto di fronte a casa. Se da vero cialtrone vi orino sopra, e lei poi ci si siede (convinto che sia bagnata perchè è piovuto) si porterà dietro il mio DNA chissà per quanto tempo. E io e lei non ci siamo manco mai conosciuti, suppongo... Questa è la prova regina del DNA.... Al ritorno da un qualsiasi viaggio che preveda una sosta al bagno di un grill autostradale chiunque è suscettibile del sospetto di aver avuto rapporti ravvicinati con chissà quale massa di sconosciuti...

DA ROS EDO

Sab, 26/11/2016 - 12:11

Forse non sono abbastanza informato, ma il DNA trovato sul corpo della povera ragazza è stato estratto da che cosa, sperma o altre secrezioni sessuali. Perché se fosse stato ricavato da saliva, sangue, catarro o qualcos'altro, ce lo potrebbe avere messo chiunque per incastrare il muratore. (leggi ultime dichiarazioni di Saviano)

Klotz1960

Sab, 26/11/2016 - 12:13

Tarantasio, e' molto facile, e direi squallido, dare lezioni morali a chi rischia l'ergastolo. Ipotizziamo che Bossetti avesse avuto rapporti intimi normali con Yara. Se lo dicesse, qualcuno crederebbe che non e' stato lui l'assassino? Probabilmente no, e la sua situazione forse peggiorerebbe. E' facile parlare e dare lezioni quando non si rischia nulla.

Anonimo (non verificato)

giannide

Sab, 26/11/2016 - 12:32

Si...ma perchè, quando in cantiere, ha visto i Carabinieri, ha cercato di scappare...???

squalotigre

Sab, 26/11/2016 - 12:42

Tarantasio.1111 - che il DNA di Bossetti si sia trovato sui leggins di Yara lo affermano i periti dell'accusa. Per fede, lo ripeto, credo solo in Gesù Cristo, e visto il comportamento di tali periti e vista la confusione mostrata in dibattimento, senza possibilità di ripetere tali esami, la prova regina non è neppure dama di corte. Le altre tracce di DNA, al contrario, possono essere esaminate da chiunque come quella della Sgrena, sicuramente a lei attribuibili. Quando posso vado in palestra, ma mai faccio ginnastica in giacca, cravatta e giubbotto. Insomma gli esimi inquirenti e gli squisiti scienziati(parola di Pontalti)hanno fatto casini inverecondi e l'eventuale colpevolezza di Bossetti è impossibile a determinarsi.

MOSTARDELLIS

Sab, 26/11/2016 - 13:22

Questo processo ha sempre fatto acqua da tutte le parti e in appello, con giudici normali, Bossetti verrá assolto. Non si puó condannare un uoo all´ergastolo senza prove.

Silvio B Parodi

Sab, 26/11/2016 - 13:26

giannide non ha cercato di scappare, non poteva che scendere e cosi ha fatto.

gigi0000

Sab, 26/11/2016 - 14:16

Una macchiolina di sangue - chissà perché sempre infime tracce e non copiose impronte - è stata rilevata anche sul battitacco dell'auto di Olindo e Rosa. In Italia ormai si violano tutti i principi ed anche dunque in dubio pro reo e non solo in diritto penale, con inversione dell'onere della prova. Lasciamo la nazione agli africani e trasferiamoci in massa.

pc64

Sab, 26/11/2016 - 15:11

Il realtà l'accusa non ha mai dato una spiegazione convincente ad un quesito semplice: "Perché, tra i reperti organici trovati sulla vittima, il DNA del nucleo cellulare corrisponde a quello di Bossetti ma il DNA mitocondriale no?" E' ben vero che il DNA mitocondriale si eredita dalla madre, per cui non identifica un'unica persona. Tuttavia, i due reperti sono contraddittori e l'accusa non ha neanche provato a fornire una spiegazione in proposito, ma si è limitata a dire di ignorare il DNA mitocondriale.

DA ROS EDO

Sab, 26/11/2016 - 15:11

Ricordo anche che la PM Ruggeri appena successo il fatto della sparizione di Yara, sen'è (?) andata tranquillamente in ferie una settimana.

patrenius

Sab, 26/11/2016 - 15:20

Altri dubbi: la magistrata inquirente era in vacanza e le indagini partirono 8 gg dopo. La testimonianza chiarissima delle urla di donna da un furgone bianco in fuga, non ha avuto seguito. Tutti i cani portarono al cantiere ma gli operai non furono indagati. Dov'è la certezza oltre ogni ragionevole dubbio?

Libero 38

Sab, 26/11/2016 - 15:21

Bossetti colpevole o innocente dovra' pagare con la condanna all'ergastolo l'incompetenza degli investigatori che dopo oltre quattro anni di indagini e spesi milioni e milioni di euro pagati dagli italiani non sono stati capaci a tirar fuori un ragno dal buco.

Raoul Pontalti

Sab, 26/11/2016 - 15:33

olo 11 DNA furono trovati? Pensavo molti di più... Il problema è che coloro i quali hanno scordato le pur (in)sufficienti nozioni in materia apprese al liceo non tengono conto che nei mammiferi esistono fisiologicamente due tipi di DNA: quello lineare, eucariotico e nucleare e quello circolare, procariotico e mitocondriale. Il primo ci dà praticamente l'identificazione del soggetto potatore, il secondo ci informa circa la provenienza matrilineare. Nei peli si trova praticamente (per ragioni anatomofisiologiche che squalotigre potrà illustrare) solo DNA mitocondriale cui si ricorre in mancanza di DNA nucleare o per speciali ragioni di ricerca (studi di popolazione). Trovato invece DNA nucleare la cui presenza non è spiegabile se non con il delitto questi è decisivo. Nel caso Yara il DNA nucleare ritrovato sulla scena criminis spiegabile solo in virtù del commesso delitto fu uno...

Raoul Pontalti

Sab, 26/11/2016 - 15:46

Sulla Sbrena si indagò ancor prima che fosse trovato il suo DNA in quanto persona che gravitava oggettivamente su Yara e fu subito sottoposta a intercettazione, così come il fratello, e nulla risultò a suo carico. Il DNA di Ignoto1 fu indagato secondo un metodo che quando applicabile non lascia scampo (e giammai lo ha lasciato) al reo: la ricerca massiva del DNA sulla popolazione nell'ambito della quale si ritenga maturato il delitto. In questa ricerca si ritrova il DNA parentale (giammai quello del reo che furbescamente si sottrae sempre alla ricerca) da cui per via anagrafica (corna permettendo...) si risale al reo. Il problema cornuale fu risolto nel caso cercando la madre di Ignoto1 e una volta trovatala per il figlio non vi fu scampo: processo e condanna come da manuale.

Dordolio

Sab, 26/11/2016 - 15:54

Bossetti è stato cucinato a dovere in primo grado e lo risarà in appello. E va così perchè è opportuno che la faccenda si chiuda. Anche solo le testimonianze di amichette e insegnanti del processo di primo grado gridano vendetta e richiesta di giustizia che non ci sarà. Nessuna sa nulla. Nessuna ricorda niente di niente del giorno più importante della loro inutile vita. Ma è uno scherzo o che? Ed è stato concesso e permesso. In uno qualsiasi dei processi a cui ho assistito sarebbero finite tutte in galera e ci starebbero ancora. Favoreggiamento personale e/o falsa testimonianza. O peggio.....

Tarantasio.1111

Sab, 26/11/2016 - 16:19

squalotigre...Dardolino...a mio parere il Bossetti non è il tipo che ha il coraggio di fare quello che han fatto alla povera Yara, lui è un povero disgraziato che a furia di comportarsi da stupido bullo si è ritrovato nella cacca e, sempre a mio parere, lui sa cose che non ha il coraggio di dire preferendo sperare....

Raoul Pontalti

Sab, 26/11/2016 - 16:41

@pc64 stai attento a non cadere in tranelli concettuali...il DNA mitocondriale e quello nucleare di un medesimo soggetto non sono sono tra loro confrontabili, ossia dato un mtDNA non è possibile stabilire quale sia il ncDNA della stessa cellula, pertanto espressioni del tipo il DNA mitocondriale non corrisponde a quello nucleare di Bossetti sono autentiche imbecillità. Il DNA nucleare si confronta con altro DNA nucleare e così il DNA mitocondriale si confronta con altro DNA mitocondriale. Nel caso non fu semplicemente riconosciuto il DNA mitocondriale di Bossetti. Punto. Ma quello nucleare sì. Tantum sufficit.

Ritratto di DARDEGGIO

DARDEGGIO

Sab, 26/11/2016 - 17:00

Per il caso Bossetti ormai quasi tutti pensano la medesima cosa che però non si può dire. A me ogni volta che leggo questi articoli mi corre irresistibilmente alla mente il caso di UNA BOMBER! Che ci volete fare, mica posso sacacciare i pensieri. Povera Italia!

Anonimo (non verificato)

Raoul Pontalti

Sab, 26/11/2016 - 17:21

@Dordolio non fare l'ingenuo...Sei onusto d'esperienza processuale come suoli ricordare nei commenti e pertanto sai bene come certi testimoni coinvolti loro malgrado in processi per giunta importanti, al centro dell'attenzione mediatica, non vogliano fare figure barbine al cospetto del mondo per espressioni infelici o incongrue anche limitatamente al profilo linguistico sotto il tiro incrociato degli avvocati della difesa. In separata sede e a tempo debito resero agli inquirenti ciò che sapevano o ritenevano di sapere, nella sede dibattimentale si sono trincerati dietro i non ricordo soprattutto su questioni irrilevanti sotto il profilo sostanziale e che agli avvocati della difesa servivano solo per sollevare cortine di fumo. Se sono testimone ad es. perché mi trovavo proprio lì a causa di un incontro galante a processo dichiaro che non mi ricordo cosa facessi lì se ho moglie...

baio57

Sab, 26/11/2016 - 17:28

Pontalti com'è che non sei ai "mercatini"? Li hanno mica aperti oggi ?

Raoul Pontalti

Sab, 26/11/2016 - 18:30

@baio57 i mercatini di natale vanno ritualmente frequentati dalla prima domenica di Avvento che ricorre domani. Ma a partire dall'Immacolata (ora o impegni in quel di Trento) farò visita a qualche mercatino in Tirolo, Salisburghese e Baviera.

Anonimo (non verificato)

cecco61

Sab, 26/11/2016 - 19:04

Perché non c'è il mitocondriale? Risposta facilissima: se così non fosse non avrebbero potuto incastrare il Bossetti. Ad oggi infatti è solo accertata la paternità di Ignoto 1 ma non la maternità. Gervasoni, il padre in questione, oltre a trascorrere tutti i weekend in un noto bordello vicino a casa, dalle indagini degli stessi inquirenti risultava avere relazioni in tutta la provincia. Quindi è facile che abbia avuto altri figli illegittimi. Il popolino però voleva un colpevole "et voilà", eccolo trovato e buttato in pasto agli squali. Prove nessuna ma alla nostra giustizietta da baraccone poco interessa.

Dordolio

Sab, 26/11/2016 - 19:46

Dai Pontalti.... I TESTIMONI SONO STATI GRAZIATI nel corso del processo! Rileggiti i report dell'epoca dei pochissimi giornalisti che ebbero la dignità DI ASSISTERE al processo! Luca Telese (che ho pure conosciuto di persona) scrisse delle pagine memorabili di giornalismo al riguardo. Anzi diciamo pure che fu l'unico a coprirlo dignitosamente. E ciò che scrisse sulle testimoni pulitine-pulitine è raggelante.... Vai vai e leggi!

Dordolio

Sab, 26/11/2016 - 19:54

Tarantasio, ma il processo l'hai seguito o no? Bossetti ha fatto una figura dignitosissima sempre! Altro che "stupido bullo". Ah, ma forse mi sbaglio... è vero: "si faceva le lampade".... Curava anche il proprio fisico, il tapino! E frequentava un noto ristorante della zona (lo stesso poi di Vittorio Feltri che scrisse un'articolessa rivendicando il suo NON essere un maniaco per questo....). Bossetti è il Girolimoni della situazione. E purtroppo gli si possono sovrapporre altri infiniti più recenti la cui crocifissione pubblica ha accontentato tutti (come dormano poi la notte, non lo so...)

yulbrynner

Sab, 26/11/2016 - 20:34

se sia colpevole o meno non lo so e non me ne puo fregare di meno a pelle mi sta pesantemente sulle palle e sua moglie come si dice popolamente dalle mie parti cha proprio l'aria del... puttanone

Gasparesesto

Sab, 26/11/2016 - 20:38

Una presunzione e un'arbitriO da parte del Collegio Giudicante per non evidenziare il fallimento investigativo e l'accanimento giudiziario del PM Letizia Ruggeri che non ha seguito tutte le piste atte a smascherare l'omicida della povera fanciulla !

Martinico

Sab, 26/11/2016 - 21:38

yulbrynner 20.34 hai un bel metro di giudizio. Dovresti fare il magistrato in Italia e se non vinci il concorso puoi sempre farlo in Uganda.

Anonimo (non verificato)

adolhi1889

Sab, 26/11/2016 - 23:32

Negli USA od in Germania, un DNA non ripetibile e non ri verificabile (anche dalla difesa) non puo essere portato a prova in tribunale, sia la procura che i Ris potrebbero mentire, chi garantisce che non mentano?, del resto hanno anche montato ad arte un filmato ad Hoc del furgone che passava e ripassava, senza che si vedesse la targa ovviamente. E' stato un processo che sà tanto di ricostruzione artificiosa ed interessata, perche bisognava trovare un colpevole a qualsiasi costo, dopo la montagna di soldi spesi inutilmente nelle indagini, ed il Bossetti, un muratore povero cristo si presentava come l'agnello sacrificale ideale. Preferirei sbagliarmi, ma il mio buon senso e la mia intelligenza mi dice questo.

Ritratto di abj14

abj14

Dom, 27/11/2016 - 00:35

yulbrynner 20:34 scrive : "mi sta pesantemente sulle palle e sua moglie come si dice popolamente dalle mie parti cha proprio l'aria del... putta none" - - - A me stanno da sempre sulle palle i suoi insulsi commenti. Per quanto concerne le valutazioni sulla moglie di Bossetti probabilmente le ha espresse ripetendo quanto si dice "popolamente (?) dalle sue parti" "che cha" (?) la sua convivente o asimilata/o. - Cafone illetterato (e non solo).

Raoul Pontalti

Dom, 27/11/2016 - 00:48

@cecco61 Ti sfugge il fatto che il muratore di Mapello fu trovato grazie proprio al riconoscimento genetico della madre trattandosi di maternità adulterina. Ti sfugge anche che il Guerinoni avrebbe potuto avere 50 figli come Priamo, ma ognuno avrebbe avuto DNA diverso, pur simile a quello del padre e della madre. Fratelli germani (con la stessa madre e lo stesso padre) hanno patrimonio genetico più simile tra loro rispetto ai fratelli uterini (stessa madre, padre diverso) e a quelli di sangue (stesso padre, madre diversa) ma comunque diverso. Nel caso furono ben identificati i figli legittimi del Guerinoni ma non risultarono coincidenti con Ignoto1, solo simili. Ingenuamente confondi il mancato ritrovamento del DNA mitocondriale del muratore (di esclusiva origine materna), con l'identificazione della componente materna del DNA nucleare che invece vi fu.