Pick-up precipita nel dirupo: sei operai gravissimi

Stavano andando al lavoro, ma l'autista è uscito di strada

Pick-up precipita nel dirupo: sei operai gravissimi

È di sei operai feriti gravemente il bilancio dell'incidente stradale in provincia di Arezzo che si è verificato ieri mattina alle 7.45 nei pressi della località Rofelle nel comune di Badia Tedalda.

Un fuoristrada pick-up (cinque persone a bordo e una seduta fuori sul cassone) è uscito di strada precipitando in un dirupo. I feriti sono lavoratori di una ditta che sta realizzando un metanodotto tra Toscana ed Emilia Romagna. L'incidente è avvenuto lungo una strada di cantiere, che dalla strada statale porta al cantiere. Sul posto sono intervenuti i mezzi dell'emergenza sanitaria e i vigili del fuoco.

Un paziente è stato ricoverato in codice rosso all'ospedale San Donato di Arezzo, dove è giunto con l'elicottero Drago dei vigili del fuoco, con a bordo personale sanitario che ha seguito il ferito. Tre pazienti, sempre in codice rosso, sono stati trasferiti, tramite l'elisoccorso Pegaso, all'ospedale Le Scotte di Siena.

Un paziente, che ha riportato traumi minori, in codice giallo, è stato trasportato con l'ambulanza all'ospedale della Valtiberina a Sansepolcro. L'operaio che si trovava sul cassone esterno non ha avuto bisogno del ricovero ospedaliero. All'intervento di recupero e soccorso hanno partecipato quattro ambulanze (tre della Asl Toscana Sud Est ed una del servizio dell'Emilia Romagna), i vigili del fuoco del comando di Arezzo e di Rimini, i carabinieri di Badia Tedalda e due elicotteri.

E sempre ieri un altro gravissimo incidente è costato la vita a due anziani coniugi che si stavano recando a far visita alla figlia. È accaduto a Vescovato, nel Cremonese. Per Francesco Mottana e Pierina Stagnoli, 86 anni lui e 79 anni lei, non c'è stato nulla da fare. L'auto sulla quale viaggiavano marito e moglie, residenti a Vescovato, all'incrocio con via Mantova, in località La Resca, è entrata in collisione con una Audi condotta da un 63enne.

Forse all'origine dell'impatto una mancata precedenza, la dinamica rimane al vaglio dei carabinieri intervenuti per i rilievi. La piccolo utilitaria nello scontro si è capottata più volte, mentre l'Audi ha finito la corsa nel fosso sul lato opposto della carreggiata. Subito erano scattati i soccorsi: Pierina Stagnoli in seguito alle lesioni riportate era deceduta sul colpo. Il marito Francesco Mottana è stato trasportato in ospedale in condizioni disperate, nella notte è spirato.