Il "polmone d'Italia" al via: tempi cinesi e 400 posti letto

Il nuovo ospedale sarà realizzato a tappe forzate alla fiera di Milano. Corsa per reperire tutti i respiratori

Tempi «cinesi» per la costruzione dell'ospedale alla Fiera di Milano, a patto che arrivino i respiratori. Le speranze di curare i malati di coronavirus - oggi lombardi e domani non solo - sono affidate a questo progetto: allestire un grande centro di rianimazione in uno dei padiglioni di «Fiera Milano city», la struttura espositiva realizzata mentre la vecchia fiera veniva smantellata e trasformata in area residenziale e commerciale.

L'impresa non è facile e presenta una serie di incognite, ovviamente. Ma la Regione Lombardia conta che si possa realizzare velocemente. Servono tanti medici, è vero, circa 400 «intensivisti» e oltre mille infermieri. Eppure il personale non è considerato uno scoglio così insormontabile. Il nodo vero dell'impresa saranno le apparecchiature per la ventilazione assistita dei pazienti, e ne servono almeno 400, tanti quanti sono i posti letto minimi previsti. Con questo compito la Regione ha chiamato Guido Bertolaso, un «top player» come lo hanno definito ieri a Palazzo Lombardia. Convocato come consulente dal governatore Attilio Fontana, l'ex capo della Protezione civile sarà retribuito simbolicamente con un euro e chiamato a mettere in campo un know-how specifico e le sue relazioni internazionali decisive.

Oggi si farà il punto, anche tecnicamente, e una volta sciolto il nodo respiratori si potrà partire con la realizzazione del progetto del «polmone d'Italia» alla fiera di Milano. Il prototipo è pronto: una sorta di «scatola» in cui allestire tutto il necessario. Sarà il modulo base dell'ospedale, replicabile «enne» volte. Il costo non dovrebbe essere esorbitante ma in ogni caso - al momento - i vertici della Regione non si pongono neanche il problema del costo. Comunque, non dovrebbero essere necessari grandi lavori strutturali, ma si dovranno assicurare ovviamente tutti gli accorgimenti tecnici in grado di garantire le condizioni adeguate per tutti gli interventi terapeutici, fra i quali la pressione e ovviamente la temperatura ambientale.

I reparti di terapia intensiva, come si sa, sono la linea del fronte fin dall'inizio dell'emergenza. In Lombardia i ricoverati Covid sono arrivati a quota 924 e i posti inizialmente disponibili erano 724. La Regione li ha portati a 1.200, con un aumento dell'80%. Ci è riuscita facendo miracoli, utilizzando anche i respiratori delle sale operatorie e delle unità coronariche, le cui macchine sono state riconvertite e usate per la gestione dei pazienti affetti da polmonite. Gli ospedali hanno usato anche i «muletti». Inoltre 90 ventilatori sono arrivati dalla Protezione civile nazionale, che dovrebbe recapitare altri 26 «pezzi» a breve, e poi cento a 7 giorni. Si parla della quota lombarda dell'appalto avviato dalla Consip (la centrale degli acquisti delle pubbliche amministrazioni italiane) e che - da annuncio ufficiale di ieri - conta in tutto 3.800 «pezzi».

La Regione confida ovviamente sul contribuito di tutti e concepisce l'operazione come un'impresa collettiva, cui anche il «mecenatismo sanitario» privato può dare una grossa mano. Ieri si è saputo che un numero significativo di apparecchi potrebbe arrivare grazie a un imprenditore italiano che ha dato la sua disponibilità. E Fontana ieri ha lanciato un vero e proprio appello. «I contagiati ha detto continuano ad aumentare. Abbiamo bisogno di aiuto, di medici, infermieri e di respiratori. Grazie all'aiuto che tutti ci potrete dare riusciremo a realizzare questo nuovo grande ospedale dedicato esclusivamente ai malati di Covid-19 e riusciremo a dare a tutti una possibilità di essere opportunamente curati. Entro una settimana, comunque, avremo 140 nuovi respiratori».

Tornando alla solidarità, va segnalato che ieri molti milanesi sono accorsi a donare sangue rispondendo all'allarme lanciato nei giorni scorsi dal Centro nazionale sangue che aveva fatto sapere che dallo scoppio dell'emergenza coronavirus le donazioni erano calate del 10%.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di Lupry

Lupry

Lun, 16/03/2020 - 10:08

W la Lombardia!

rokko

Lun, 16/03/2020 - 10:08

Ottimo, sono queste le cose che mi piacciono, non le polemiche sulle mascherine ed i rimpalli di responsabilità tra Roma, Protezione Civile, e regione Lombardia.

Ritratto di vince50_19

vince50_19

Lun, 16/03/2020 - 10:09

Se riusciranno sarà una buona notizia.

27Adriano

Lun, 16/03/2020 - 10:23

Auguri Lombardia. Facciamo vedere all'incapace di Conte e ai ciarlatani sinistri del" NON GOVERNO" che non abbiamo tempo di attendere le loro tardive e superflue decisioni.

Kino

Lun, 16/03/2020 - 10:26

Nel paese di pulcinella tutto deve essere messo in commedia, la realtà é distante anni luce. Con una simile epidemia 400 posti letto ? Bene per una settimana siamo a posto.

Ritratto di Flex

Flex

Lun, 16/03/2020 - 10:36

Mi auguro che facciano le cose seriamente e con il fine prefissato ma "la manipolazione politica mi fa propendere verso il pessimismo". Non vorrei che, terminata l'emergenza, qualche genio avanzasse l'ipotesi di trasformare "l'Ospedale" in "rifugio per fancazzisti", vedrete che qualche tentazione ci sarà.

mozzafiato

Lun, 16/03/2020 - 10:36

Facciamo un po' di sciacallaggio, va. Aggiorniamo l'elenco delle fesserie che questo sciagurato governo reitera quotidianamente : 1) le passeggiate "per ridurre lo stress" consentite DOPO CHE DALLA MATTINA ALLA SERA TI RICORDANO "DI STARE A CASA". 2) dopo un mese si ricordano che esistono migliaia di medici militari da impiegare convenientemente in questa situazione. Ma non vi preoccupate: tutto è generato dalla incompetenza del nemico del proletariato di turno (ora Salvini)!

Ritratto di tomari

tomari

Lun, 16/03/2020 - 11:38

Finché non ci mette mano la burocrazia...o qualche "illuminato" Magistrato in cerca di notorietà.

Ritratto di ConteRaffaelloMascetti

ConteRaffaelloM...

Lun, 16/03/2020 - 11:55

Spero vivamente che tutto questo si realizzi! Ma sicuramente Fontana finira' indagato come Sala-Expo per abuso d'ufficio (reato da abrogare quanto prima), vedrete! Quando in Italia funziona qualcosa negli appalti pubblici arriva subito la denuncia dei perdenti dei bandi e scatta il casino giudiziario con magistrati in cerca di prime pagine. A quel punto il cen-dx dovra' fare mea culpa per aver sciacallato su Sala a suo tempo.

istituto

Lun, 16/03/2020 - 11:59

Per Mozzafiato 10:36@ concordo pienamente con il suo post. In particolare con il punto 2. Non mi ritengo un genio ma solo una persona normale e mi domandavo come ANCORA NON CI ERANO ARRIVATI A REPERIRE MEDICI ( ED INFERMIERI ) MILITARI. Questo sgoverno è il peggio dei danni che si poteva infliggere all'Italia: in primis per la loro ideologia di morte e dittatura, secondariamente perché il cervello che hanno è infinitamente piccolo e poco funzionante.

Ritratto di eaglerider

eaglerider

Lun, 16/03/2020 - 12:06

# Lupry W l'Italia, compresa la Lombardia che è piena di gente d'Italia compresi i medici. ti ricordo che due bresciani sono in rianimazione a Palermo ...........

Ritratto di ConteRaffaelloMascetti

ConteRaffaelloM...

Lun, 16/03/2020 - 12:26

ISTITUTO tu mi spieghi come mai Fontana il 25 febbraio aveva detto:"Il coronavirus è poco più di una normale influenza", come mai il 26 febbraio Salvini promuoveva il turismo in Trentino, come mai pochi giorni dopo la vostra candidata in Umbria SALTAMARTINI faceva una festa a Terni con decine di persone, quindi fino a 10 giorni fa la Lega ignorava totalmente il problema Coronavirus...mentre invece ti aspetti che Conte debba fare tutte le mosse giuste e per giunta a tempo di record? Tipico atteggiamento vostro, 2 pesi e 2 misure e tanti insulti a vanvera.

Ritratto di Bob184

Bob184

Lun, 16/03/2020 - 12:29

Diceva Guccio Gucci, fondatore dell'omonima casa di lusso, che "Ci si ricorderà della qualità molto tempo dopo essersi scodati del prezzo" In questo caso il prezzo non esiste neppure, ma la qualità di Bertolaso, che da tanta noia ai sinistrati promotori dei vari Errani, Arcuri e via poltronando, non è assolutamente oggetto di discussione. Chissà se i governatori delle regioni "progressiste" lo capiranno o no !

Calmapiatta

Lun, 16/03/2020 - 13:03

Sempre con congruo ritardo. Il 31 gennaio sono stati bloccati i voli diretti da/per la Cina. Da allora al primo caso, l'Italia non ha fatto nulla. Niente quarantena per chi entrava nel apese dalla Cina attraverso voli collaterali. niente predisposizioni sanitarie. Niente acquisizione preventiva di DPI e materiali sanitari. Nessuna individuazione di strutture. eventualmente, da riattivare. Il virus più annunciato della storia è arrivato, puntuale. e noi eravamo completamente impreparati.

Ritratto di moshe

moshe

Lun, 16/03/2020 - 13:21

Mi auguro che a pagare sia lo stato e non solo e sempre la Lombardia !!!

Ilsabbatico

Lun, 16/03/2020 - 13:37

2 settimane che continuo a dire di utilizzare l'ospedale dismesso di Legnano. Legnano è nella provincia di Milano e 10 anni fa ha costruito una nuova struttura, la vecchia dismessa che è ENORME è ancora lì pronta !!! Penso abbia ancora tutto all'interno...mancano solo i medici e gli infermieri. ....e lì ci fai ben più di 400posti

grandeoceano

Lun, 16/03/2020 - 13:43

Perché non utilizzare navi da crociera attrezzate a ospedale in modo da poterle spostare su e giù per l'Italia ove ci sia più richiesta?