Post di Bonisoli: "Presto il circo senza animali"

Post di Bonisoli: "Presto il circo senza animali"

«So che il desiderio di molti di voi è che gli animali non vengano più usati negli spettacoli circensi. È un desiderio che condivido anch'io e che diventerà realtà nel più breve tempo possibile. È una delle mie priorità». Lo scrive in un post su Facebook il ministro dei Beni e delle attività culturali, Alberto Bonisoli. Il titolare del dicastero del Collegio Romano rileva che è vero che esiste già una legge, «ma il governo precedente non ha provveduto a fare i decreti attuativi, ovvero quegli strumenti normativi che permettono a quella legge di diventare operativa». «Appena arrivati al governo - spiega Bonisoli- non abbiamo trovato neanche una bozza. Noi, comunque, ci siamo messi subito al lavoro, ma ci vorrà un po' di tempo. Intanto abbiamo messo in campo una collaborazione tra il Mibac e il ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, guidato dall'amico e collega Sergio Costa, per far sì che gli animali, una volta lasciati i circhi, possano trascorrere il resto della loro vita nel miglior modo possibile e in luoghi idonei». «Il mio obiettivo - conclude Bonisoli - è quello di raggiungere questo risultato nel più breve tempo possibile e i primi passi li stiamo già facendo».

Il circo senza animali è una realtà nel mondo (il Cirque du Soleil è tra i più noti, il circo virtuale con ologrammi, il Circo Contemporaneo), e surclassa lo spettacolo anacronistico (e avvilente) con leoni ed elefanti. Un circo in crisi da anni e che mal si concilia con il progresso che si è fatto sul riconoscere i diritti degli animali. Come ricordato dal ministro, la legge delega di riordino del settore dello Spettacolo esiste ed è stata approvata nel novembre del 2017. La normativa prevede in Italia (ma nel mondo già 50 paesi hanno vietato l'utilizzo di animali nei circhi) il graduale superamento della presenza degli animali nei circhi e nelle attività dello spettacolo viaggiante.

Commenti