Le Poste potranno rilasciare la carta d'identità elettronica

Lo ha stabilito il ministero dell'Interno che ha disposto di affidare la gestione di questo servizio pubblico alle Poste per velocizzare le modalità di richiesta e di rilascio. Lo prevede un emendamento alla manovra

Le Poste potranno rilasciare la carta d'identità elettronica

Carta d'identità, elettronica, anche alle poste. Lo ha deciso il ministero dell'Interno, che ha disposto la possibilità di affidare in convenzione a Poste italiane la gestione di questo servizio pubblico. Lo prevede un emendamento alla manovra, che agisce sull'articolo 59 del Ddl, riformulato e approvato dalla commissione Bilancio della Camera. Il fine? Ridurre gli oneri amministrativi e semplificare le modalità di richiesta.

Nel testo, infatti, si legge che sarà possibile "stipulare convenzioni, nel limite di spesa di 750.000 euro" a partire dal 2019, "con soggetti dotati di una rete di sportelli diffusa su tutto il territorio nazionale, che siano Identity Provider e che abbiano la qualifica di Certification Authority, accreditata dall'Agenzia per l'Italia Digitale". Poste, infatti, rientra tra gli Identity Provider dotati dei requisiti richiesti.

Commenti