Da Prada una poltrona per due

Miuccia e Raf Simons firmeranno a 4 mani la collezione donna P/E 2021

Da Prada una poltrona per due

«Io e Miuccia abbiamo cominciato con l'azienda fondata da suo nonno nel 1913, lei negli ultimi 30 anni ha senza dubbio segnato la creatività internazionale, Raf Simons ci è vicino dal punto di vista culturale e umano fin dal 2005, quando abbiamo condiviso con lui il suo ingresso in Jil Sander». Patrizio Bertelli prende per primo la parola alla conferenza stampa convocata ieri mattina nel quartier generale del Gruppo in via Bergamo a Milano.

Da tempo si diceva che il bravissimo designer belga che ha alle spalle direzioni creative prestigiosissime come Dior e Calvin Klein, sarebbe stato chiamato da Prada a disegnare Miu Miu. Invece la notizia è molto più ghiotta per non dire clamorosa: dal prossimo 2 aprile ci sarà una co direzione creativa per lo storico brand milanese. «È forse la prima volta nella storia della moda che due stilisti esperti fanno una cosa del genere dice Bertelli - anche in questo il Gruppo Prada si dimostra anticipatore». Inevitabile dargli ragione perché un tempo dietro ai grandi brand c'erano coppie come Saint Laurent e Pierrè Bergé, oppure Valentino e Giammetti, o, ancora Armani e Galeotti in cui uno era il creativo e l'altro il business man. Poi ci sono stati i marchi nati da coppie di stile come Dolce & Gabbana oppure Chiuri e Piccioli da Valentino. Stavolta invece abbiamo due grandiosi professionisti che hanno deciso di condividere il processo creativo di un brand di rilevanza mondiale, un esercizio molto complesso. La grande signora del made in Italy si dice molto felice d'iniziare questa nuova fase e nega senza la minima esitazione di aver pianificato la propria successione. «Non fatemi più vecchia di quel che son0 dichiara amo lavorare e penso che adesso dovrò lavorare anche di più». Simons che in genere parla pochissimo, stavolta è molto generoso nello spiegare che lui e Miuccia sono da sempre portati a riflettere sui processi creativi e che lui mette parecchio in discussione il sistema della moda. «Dovremmo rivedere qualsiasi discorso sulla creatività e questa nostra decisione è partita da qui, abbiamo cominciato a parlarne da quando sono uscito da Calvin Klein» sostiene suggerendo ai politici di applicare lo stesso metodo. Lady Prada annuisce aggiungendo che è importante e positivo il sistema di creazione che sta dietro alla moda. Raf dice che le decisioni saranno sempre prese di comune accordo.

Non viene detto quali sono i punti di forza che i due pensano di avere in comune, ma lo scopriremo di sicuro alla sfilata-evento a settembre. Simons continuerà a fare la linea che porta il suo nome, lei andrà avanti con Miu Miu. La durata potenziale del contratto è a vita.

Commenti

Grazie per il tuo commento