La profezia di D'Alema: "Vincerà Berlusconi, il Pd lo copia su tutto"

L'ex segretario Ds stronca Renzi: "Riabilita il Cavaliere". E Fi lancia gli Stati generali

La profezia di D'Alema: "Vincerà Berlusconi, il Pd lo copia su tutto"

In politica alla fine vince sempre l’originale, anzi se si mutuano idee e posizioni appartenenti ad altri si finisce soltanto per favorire l’avversario. Massimo D’Alema fa propria una delle leggi fondamentali della politica, la applica a Silvio Berlusconi e Matteo Renzi e ne ricava una profezia, spiegando perché il presidente di Forza Italia vincerà le prossime elezioni.

«Il motto meno tasse per tutti è copiato da Berlusconi, così come cancellare l’Imu e togliere l’articolo 18, persino il ponte sullo Stretto è copiato da Berlusconi. E non è un caso che probabilmente alla fine Berlusconi vincerà le elezioni». D’altra parte, spiega l’ex presidente dei Ds, «essendo rivalutato in questo modo da quello che dovrebbe essere il suo principale antagonista anche i cittadini dicono “hai visto mai che avesse ragione lui”».

Berlusconi, ovviamente, incassa in silenzio la previsione dalemiana. Ma se lo storico leader del centrodestra passo dopo passo si sta riprendendo la scena politica, anche Forza Italia cerca di riconquistare la sua centralità. Il partito azzurro il prossimo fine settimana metterà in campo tre eventi: a Milano, Mestre e Ischia. Un attivismo che non si registrava da tempo tra mobilitazione per i referendum autonomisti e riconquista del territorio. L’obiettivo è tornare attrattivi e sfruttare un potenziale di consenso ancora intatto, coinvolgendo la propria comunità, ma anche i tanti elettori che faticano a trovare domicilio politico, passati momentaneamente sulle sponde grilline o renziane oppure tentati dalla Lega.

Berlusconi sabato sarà al centro congressi di Lacco Ameno, a Ischia, ospite della convention «Pronti a governare», organizzata da Mara Carfagna e Domenico De Siano il 14 e il 15 ottobre. Una presenza importante di fronte a una platea di parlamentari - quelli del Meridione - tra i quali è diffuso qualche mal di pancia per il Rosatellum. Il presidente di Forza Italia incontrerà i coordinatori del centro-sud e farà il punto sullo stato di salute del partito.

Altra regione, altro evento. A Milano, al Teatro San Carlo, Mariastella Gelmini organizza sabato 14 «Lombardia protagonista, Italia più forte». Ci saranno i parlamentari lombardi, gli europarlamentari, la giunta regionale, sarà ospite d’onore Roberto Maroni e Berlusconi interverrà in videoconferenza. Un appuntamento in cui verranno esposte le ragioni del sostegno al referendum lombardo (senza dimenticare le Regionali del 2018).

L’ultimo appuntamento è quello firmato da Renato Brunetta e dal commissario regionale Adriano Paroli, gli stati generali azzurri a Mestre, all’Hotel Laguna Palace, il 13 e 14 ottobre. In Veneto c’è molto lavoro da fare per riconquistare il consenso perduto a favore della Lega o di realtà civiche. «La nuova Forza Italia si candida a essere il centro della vita politica in questa regione» dice Brunetta che è anche commissario a Venezia. Forza Italia vuole riconquistare percentuali dignitose in una terra storicamente affine ai suoi valori e guarda con attenzione alle elezioni di Vicenza e Treviso. In tutti i comuni anche quelli più piccoli verrà riaperta una sezione. Con un obiettivo: il rinascimento del partito azzurro in tutto il territorio veneto.

Commenti