Di Maio: "Ddl per tagliarne 345 parlamentari". Sulle pensioni: "780 euro le minime"

Di Maio ospite nel salotto di Floris a Di Martedì annuncia una nuova proposta di legge che potrebbe cambiare l'assetto del Parlamento. Sulle pensioni: "Da gennaio minime a 780 euro"

Di Maio: "Ddl per tagliarne 345 parlamentari". Sulle pensioni: "780 euro le minime"

Luigi Di Maio ospite nel salotto di Giovanni Floris a Di Martedì su La7 annuncia una nuova proposta di legge che potrebbe cambiare radicalmente l'assetto del Parlamento. Il ministro grillino non usa giri di parole: "Con la Lega stamattina abbiamo fatto una riunione e la settimana prossima presentiamo una proposta di legge costituzionale per tagliare 345 parlamentari ottenendo 100 milioni di euro di risparmi l'anno".

Un annuncio che di fatto riapre il dibattito sulle riforme costituzionali già affossate in precedenza dagli italiani con il referendum voluto da Renzi. Il vicepremier poi parla anche delle prossime mosse dell'esecutivo che si appresta a vivere un autunno molto caldo sul fronte della manovra. Il chiodo fisso di Di Maio resta il taglio degli assegni alti delle pensioni per finanziare l'innalzamento delle minime. E proprio su questo punto ha annunciato: "Mai più pensioni minime inferiori ai 780 euro.L'aumento partirà dal 1 gennaio 2019 è. Avere una pensione per sopravvivere un intero mese è un principio di civiltà", ribadisce. Insomma il ministro pentastellato accelera e di fatto pone degli obiettivi anche al ministro dell'Economia, Giovanni Tria che dovrà trovare le coperture adatte per dare il via ai provvedimenti chiesti dal governo. Proprio oggi Di Maio ha messo nel mirino il titolare di via xx Settembre affermando che un ministro "serio deve trovare le coperture". Nei prossimi giorni la resa dei conti con il primo step del Def. Ma di certo nell'esecutivo c'è tensione. Sulla manovra il governo si gioca tutto.